Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Riferimenti (acuti) di bronchite

Prevenzione delle malattie e trattamento, quinta edizione

I riferimenti a questa pagina corrispondono alla versione della stampa di prevenzione delle malattie e del trattamento, quinta edizione. Poiché aggiorniamo continuamente i protocolli online in risposta ai nuovi sviluppi scientifici, i lettori sono incoraggiati ad esaminare le ultime versioni dei protocolli.

  1. Treanor JJ, Hayden FG. Infezioni virali. In: Murray JF, ed. Manuale di medicina respiratoria. terzo ed. Filadelfia, PA: Saunders; 2000:929–84.
  2. Smucny J, Fahey T, et al. antibiotici per la bronchite acuta. Rev. 2000 del sistema della base di dati di Cochrane; (4): CD000245.
  3. Biesalski HK, Frank J. Antioxidants nella nutrizione e nella loro importanza nell'equilibrio antiossidante nel sistema immunitario. Immuno Infekt. 1995;23:166–73.
  4. Gorton HC, efficacia di Jarvis K. The di vitamina C nell'impedire e nell'alleviamento dei sintomi dalle delle infezioni respiratorie indotte da virus. J Physiol manipolatore Ther. 1999 ottobre; 22(8): 530-3.
  5. Caccia C, Chakravorty NK, et al. Gli effetti clinici del completamento della vitamina C negli anziani hanno ospedalizzato i pazienti con le infezioni respiratorie acute. Ricerca di Int J Vitam Nutr. 1994;64:212–9.
  6. Stato di Beharka A, di Redican S, et al. della vitamina E e funzione immune. Metodi Enzymol 1997; 282:247-63.
  7. Romieu I. Nutrition e salute del polmone. Int J Tuberc Lung Dis. 2005;9:362–74.
  8. Kupczyk m., Kuna P. Mucolytics nei disordini acuti e cronici delle vie respiratorie. II. Usi per il trattamento e le proprietà antiossidanti. Pol Merkuriusz. 2002;12:248–52.
  9. Reichenberger F, Tamm M. [N-acetylcystein nella terapia della bronchite cronica]. Pneumologie. 2002 dicembre; 56(12): 793-7.
  10. De Flora A, Grassi C, et al. attenuazione di sintomatologia del tipo di influenza e miglioramento di immunità cellulare con il trattamento a lungo termine dell'N-acetilcisteina. EUR Respir J. 1997; 10:1535-41.
  11. Schwartz J. Role degli acidi grassi polinsaturi nell'affezione polmonare. J Clin Nutr. 2000 gennaio; 71 (1 supplemento): 393S-396S.
  12. Serrata di Boswellia. Altern Med Rev. 2008; 13(2): 165-167
  13. Safayhi H, impermeabile T, Sabieraj J, et al. acidi di Boswellic: romanzo, specifico, gli inibitori del nonredox di lipossigenasi 5. J Pharmacol Exp Ther. 1992 giugno; 261(3): 1143-6.
  14. Safayhi H, Rall B, et al. inibizione dagli acidi boswellic dell'elastasi umana del leucocita. J Pharmacol Exp Ther. 1997 aprile; 281(1): 460-3.
  15. Effetti protettivi di Venkatesan N. Pulmonary di curcumina contro tossicità del paraquat. Vita Sci. 2000; 66(2): PL21-8.
  16. ORA di Maurer. Bromelina: Biochimica, farmacologia ed uso medico. Cellula Mol Life Sci. 2001;58:123–45.
  17. Bernkop-Schnurch A, Giovanelli R, et al. amministrazione Peroral degli enzimi: strategie per migliorare il galenico delle forme di dosaggio per tripsina e bromelina. Sviluppatore Ind Pharm della droga. 2000 febbraio; 26(2): 115-21.
  18. Hara m., Tanaka K, et al. risposta immunitaria al vaccino antiinfluenzale in adulti in buona salute e gli anziani: Associazione con stato nutrizionale. Vaccino. 10 febbraio 2005; 23(12): 1457-63.
  19. Gay R, SN di Han, et al. L'effetto della vitamina E sull'infezione batterica secondaria dopo l'infezione di influenza in giovani e vecchi topi. Ann N Y Acad Sci. 2004 dicembre; 1031:418-21.
  20. SN di Han, SN di Meydani. Antiossidanti, citochine ed infezione di influenza in topi invecchiati ed in esseri umani anziani. J infetta il DIS. 2000 settembre; 182 supplementi 1: S74-80.
  21. Modulazione degli antiossidanti di Meydani M. Dietary di invecchiamento e di interazione immune-endoteliale delle cellule. Sviluppatore invecchiante Mech. 1999 novembre; 111 (2-3): 123-32.
  22. Mileva m., Bakalova R, et al. l'effetto del completamento della vitamina E su perossidazione lipidica nel sangue ed il polmone del virus dell'influenza hanno infettato i topi. La microbiologia dei comp. Immunol infetta il DIS. 2002 gennaio; 25(1): 1-11.
  23. Langkamp-Henken B, piegatrice BS, et al. formula nutrizionale ha migliorato la funzione immune ed ha ridotto i giorni dei sintomi dell'infezione superiore delle vie respiratorie in anziani. Soc di J Geriatr. 2004 gennaio; 52(1): 3-12.
  24. Girodon F, lombardo m., et al. effetto del completamento del micronutriente sull'infezione negli oggetti anziani istituzionalizzati: Una prova controllata. Ann Nutr Metab. 1997;41(2):98–107.
  25. Girodon F, Galan P, et al. impatto degli oligoelementi e completamento della vitamina su immunità ed infezioni in pazienti anziani istituzionalizzati: Una prova controllata randomizzata. Med dell'interno dell'arco. 12 aprile 1999; 159(7): 748-54.
  26. Beck mA. Antiossidanti ed infezioni virali: Risposta immunitaria ospite e patogenicità virale. J Coll Nutr. 2001 ottobre; 20 (supplemento 5): 384S-388S.
  27. Carenza di Beck mA, di Levander OA, et al. del selenio ed infezione virale. J Nutr. 2003 maggio; 133 (supplemento 1): 1463S-7S.
  28. Beck mA, J pratico, et al. ospita lo stato nutrizionale: Il fattore trascurato di virulenza. Microbiologia di tendenze. 2004 settembre; 12(9): 417-23.
  29. Hulisz D. Efficacy di zinco contro i virus di raffreddore: Una panoramica. J Pharm Assoc. 2004 settembre-ottobre; 44(5): 594-603.
  30. Prasad COME, Fitzgerald JT, et al. la durata dei sintomi e della citochina del plasma livella in pazienti con il raffreddore curati con l'acetato dello zinco: Un randomizzato, prova alla cieca, prova controllata con placebo. Ann Intern Med. 2000 15 agosto; 133(4): 245-52.
  31. Gluconato di Marshall S. Zinc ed il raffreddore: Rassegna delle prove controllate randomizzate. Può il medico di Fam. 1998 maggio; 44:1037-42.
  32. SB di Mossad, Macknin ml, et al. losanghe del gluconato dello zinco per il trattamento del raffreddore: Un randomizzato, prova alla cieca, studio controllato con placebo. Ann Intern Med. 15 luglio 1996; 125(2): 81-8.
  33. Kawasaki Y, Isoda H, et al. inibizione dal glicomacropeptide della kappa-caseina e lattoferrina di emagglutinazione del virus dell'influenza. Biochimica di Biosci Biotechnol. 1993 luglio; 57(7): 1214-5.
  34. Schoen P, Corver J, et al. inibizione di fusione del virus dell'influenza dalle proteine polyanionic. Biochimica Pharmacol. 4 aprile 1997; 53(7): 995-1003.
  35. Zimecki m., Kocieba m., et al. attività Immunoregulatory di lattoferrina nell'ipersensibilità ritardare tipa in topi è mediato da un ricevitore con affinità a mannosio. Immunobiology. 2002 marzo; 205(1): 120-31.
  36. Nishiya K, Horwitz DA. Effetti di contrapposizione di lattoferrina su attività naturale umana dell'uccisore del monocito e del linfocita e su citotossicità comunicata per cellule dipendente dall'anticorpo. J Immunol. 1982 dicembre; 129(6): 2519-23.
  37. Waarts BL, Aneke OJ, et al. attività antivirale di lattoferrina umana: Inibizione di interazione dell'alfavirus con il solfato di eparan. Virologia. 15 marzo 2005; 333(2): 284-92.
  38. Barak V, Halperin T, et al. L'effetto di Sambucol, un prodotto basato a bacca di sambuco e naturale nero, sulla produzione delle citochine umane, I: citochine infiammatorie. Citochina Netw di EUR. 2001 aprile-giugno; 12(2): 290-6.
  39. Zakay-Rones Z, Varsano N, et al. inibizione di parecchi sforzi del virus dell'influenza in vitro e riduzione dei sintomi da un estratto della bacca di sambuco (nigra L. del Sambucus) durante lo scoppio di influenza B Panama. Med del complemento di J Altern. inverno 1995; 1(4): 361-9.
  40. Hayashi K, Sagesaka YM, et al. inattivazione di tipo umano A e dei virus dell'influenza di B dalle saponine del tè-seme. Biochimica di Biosci Biotechnol. 2000 gennaio; 64(1): 184-6.
  41. Iwata m., Toda m., et al. il confronto fra tè nero e fa i gargarismi su inibizione dell'infettività del virus dell'influenza [nel giapponese]. Kansenshogaku Zasshi. 1997a novembre; 71(11): 1175-7.
  42. Iwata m., Toda m., et al. effetto profilattico dell'estratto del tè nero come fanno i gargarismi contro influenza [nel giapponese]. Kansenshogaku Zasshi. 1997b giugno; 71(6): 487-94.
  43. Canzone JM, Lee KH, et al. effetto antivirale delle catechine in tè verde sul virus dell'influenza. Ricerca antivirale. 2005 novembre; 68(2): 66-74.
  44. Harris JC, Cottrell SL, et al. proprietà antimicrobiche dell'allium sativum (aglio). Microbiologia Biotechnol di Appl. 2001 ottobre; 57(3): 282-6.
  45. Kyo E, Uda N, et al. effetti immunomodulatori dell'estratto invecchiato dell'aglio. J Nutr. 2001 marzo; 131 (supplemento 3): 1075S-1079S.
  46. Josling P. Preventing il raffreddore con un supplemento dell'aglio: Una prova alla cieca, indagine controllata con placebo. Adv Ther. 2001 luglio-agosto; 18(4): 189-93.
  47. Tsai Y, Cole LL, et al. proprietà antivirali di aglio: Effetti in vitro su influenza B, sul herpes simplex e sui virus del coxsackie. Med di Planta. 1985 ottobre; 5:460-1.
  48. Maestroni GJ. Il ruolo di immunoneuroendocrine di melatonina. Ricerca pineale di J. 1993 gennaio; 14(1): 1-10.
  49. Maestroni GJ. Potenziale terapeutico di melatonina negli stati di immunodeficienza, nelle malattie virali e nel cancro. Adv Exp Med Biol. 1999;467:217–26.
  50. Padgett DA, RM di Loria, et al. regolamento endocrino della risposta immunitaria all'infezione del virus dell'influenza con un metabolita di DHEA-androstenediol. J Neuroimmunol. 1997 settembre; 78 (1-2): 203-11.
  51. Padgett DA, RM di Loria, et al. regolamento dell'ormone steroide di immunità antivirale. Ann N Y Acad Sci. 2000;917:935–43.
  52. Gombart A, Borregaard N, gene antimicrobico del peptide del cathelicidin di Koeffler H. Human (CAMPO) è un obiettivo diretto del ricevitore di vitamina D e forte su-è regolato in cellule mieloidi dal dihydroxyvitamin 1,25 D3. FASEB J. 2005 luglio; 19(9): 1067-77.
  53. Choi YS, Hann SK, et al. L'effetto di cimetidina sui juvenilis di plana della verruca: Test clinici in sei pazienti. J Dermatol. 1993 agosto; 20(8): 497-500.
  54. Hueston WJ, Mainous AG III. Bronchite acuta. Medico di Fam. 1998;57:1270–6.