Il ® di Sandy Shaw & di Durk Pearson
Prolungamento della vita News™

Volumi 6 no. 3 Agosto 2003

"Dopo la battaglia della collina di bunker nel giugno 1775, generale Washington ed il risiedere continentale dell'esercito nell'attesa intorno all'assillato a, Britannico-hanno occupato Boston per nove mesi, rifiutante di attaccare. 'Perché il ritardo? La città è stata afferrata da un'epidemia della vaiolo e Washington ha saputo che, a differenza delle truppe di generale Howe britannico, le sue proprie forze non erano state esposte alla malattia come bambini. Il ` Washington ha sospettato che i Britannici stavano piantando deliberatamente le vittime della vaiolo fra i rifugiati che hanno permesso di lasciare Boston durante l'assediamento, nel tentativo d'infettare l'esercito continentale."

— Donald J. Wear, M.D., in una rassegna di più grande uccisore: Vaiolo nella storia da Donald R. Hopkins (JAMA, 5 marzo 2003)

Indice questa edizione

1. Tragedia dei terreni comunali — NON
2. La restrizione calorica non aumenta la durata della vita di tutte le razze dei topi
3. Concorrenza di prezzi
4. Phytoestrogens
5. Gallato di Epigallocatechin
6. La rutina può essere essenziale
7. Polipeptide dell'amiloide
8. Danno del muscolo e della xantina ossidasi nell'esercizio gravoso
9. NO--arginina del clitoride sì
10. Recensione: La fantascienza del fautore del libero arbitrio, l'alternativa di Excalibur, da David Weber
11. L'impedimento cade con la vitamina D ed il calcio


Tragedia dei terreni comunali — NON

Un esempio [di un problema di terreni comunali] è i creatori alpini svizzeri del formaggio. Hanno avuti un problema di terreni comunali. Vivono molto su ed hanno terreni comunali di pascolo per il loro bestiame. Hanno risolto quel problema durante l'anno A.D. For 1200 circa 800 anni, questi tipi hanno avuti che il problema ha risolto. Hanno una regola semplice: Se avete tre mucche, potete pascolare queste tre mucche nei terreni comunali se li portaste più dall'inverno scorso. Ma non potete portare le nuove mucche dentro appena per l'estate. È molto costoso portare le mucche più al inverno-essi deve essere in granai ed essere heated, devono essere Fed. [I creatori del formaggio] leghi la destra ai terreni comunali ad una destra della proprietà privata con le mucche.

— Premio Nobel Vernon Smith di economia, in un'intervista nel pianeta mensile dell'istituto competitivo di impresa (vedi www.cei.org)

Commento sul di cui sopra: Il problema dei terreni comunali nelle terre di pascolo nell'ovest arido inoltre ha risultato in uso di un sistema dalla metà del 1800 s molto simile a quello descritto per i creatori alpini svizzeri del formaggio. Nelle assegnazioni di pascolo trovate nella proprietà ad ovest e privata dei diritti di acqua è richiesto per fare le vostre pascere mucche le terre “pubbliche„. Le vostre mucche non possono vivere appena sul foraggio trovato su queste terre; devono avere acqua e nell'ovest, l'acqua è scarsa nella maggior parte dei posti. Quindi, la proprietà privata dell'acqua determina il di chi bestiame può usare le terre di pascolo che sarebbero altrimenti terreni comunali. Questo sistema ha funzionato bene nel permettere l'uso dell'acqua (regolata dalla dottrina priore di appropriazione nell'ambito di federale-legge dello stato-non, principalmente nell'ovest arido) e del foraggio su che cosa era precedentemente terreni comunali per gli scopi utili, mentre dando i proprietari di ranch che possiedono i diritti di acqua un interesse privato nel mantenimento della qualità delle loro aree di pascolo nei terreni comunali precedenti.

Gli anni recenti hanno visto lo sviluppo delle guerre politiche fra i proprietari/utenti dell'acqua privata nell'ambito di legge statale e di interessi che sostengono l'assorbimento del governo federale dell'acqua controllata dallo stato. La tragedia dei terreni comunali nel pascolo delle assegnazioni è che le disposizioni precedenti per cui la gente ha già pagato (per esempio, le imposte di successione di IRS che i proprietari di ranch devono pagare sul valore delle loro assegnazioni di pascolo e dei proprietari di ranch di prezzo più elevato hanno dovuto pagare un ranch che ha un'assegnazione di pascolo allegata) e che ha stabilito mezzi pacifici affinchè 140 anni faccia l'uso utile delle risorse ora è l'argomento di guerre politiche costose e distruttive


La restrizione calorica non aumenta la durata della vita di tutte le razze dei topi

Gli autori di un paper1 recente hanno effettuato uno studio per determinare se la restrizione calorica (CR) può aumentare la durata della vita in tutti gli sforzi genetici dei topi e se gli effetti benefici di CR si accresce gradualmente o se rapidamente sono incitati e reversibile quando c'è uno spostamento ad libitum (AL) dall'alimentazione a CR.

Hanno confrontato gli effetti di CR su due razze del topo, C57BL/6 e DBA/2 ed i loro ibridi di prima generazione, B6D2F1. Negli stati di AL, le durate della vita mediane degli sforzi dei topi hanno differito soltanto leggermente, con i topi B6D2F1 e C57BL/6 1 - 2 mesi viventi più di lunghezza di DBA/2. Tuttavia, negli stati del CR, il C57BL/6 e il B6D2F1 hanno avuti una durata della vita mediana di 6 to-7-month-longer e una durata della vita massima di 8 to-11-month-longer, mentre nei topi DBA/2, CR ha provocato una leggera diminuzione nella durata della vita. Quindi, il CR non ha aumentato la durata della vita di tutti gli sforzi studiati.

Nella seconda parte dello studio, a metà del gruppo originale di topi di AL in ogni genotipo e l'età sono stati commutati e mantenuto stati in CR. La metà dei topi originali del CR è stata commutata ad AL ed è stata mantenuta ad AL I gruppi sono stati tenuti su questi regimi commutati per almeno 11 settimana, con i gruppi di controllo che sono rimanere sui loro regimi originali del CR o di AL. I risultati hanno indicato che i topi di commutazione del CR ad AL all'età avanzata hanno avuti poco o nessun effetto sulla mortalità durante il periodo di 11 settimana confrontato ai topi del CR mantenuti su CR. Gli autori suggeriscono che gli effetti benefici di CR siano, quindi, non rapidamente reversibile. I topi vecchi di commutazione di Al-federazione a CR non sono riuscito ad aumentare la durata della vita; infatti, ha teso ad aumentare la mortalità confrontata ai topi di AL mantenuti su AL La mortalità aumentata era evidente entro 17 mesi nei topi DBA/2 e C57BL/6, ma non fino a 24 mesi nel B6D2F1. Gli autori concludono che “il CR istituito ad un'età relativamente avanzata può essere senza beneficio e, secondo il genotipo, potrebbero avere effetti deleteri significativi.„

La differenza genetica fra gli sforzi dei topi è lontana, ben più piccola della differenza genetica fra gli esseri umani e topi o persino esseri umani e scimmie. Quindi, poiché il CR non aumenta la durata della vita di tutte le razze del topo ed anche se il CR infine risulta aumentare la durata della vita media o massima in scimmie, non è ancora chiaro se la restrizione calorica per tutta la vita aumenterebbe la durata della vita media o massima in esseri umani.

Ciò è un problema ideale per lo studio con i chip di microarray di espressione genica. L'espressione di molti geni è alterata da CR. L'espressione dei geni critici per l'effetto d'estensione di CR sarà differente nei topi DBA/2 rispetto ai topi di B6D2F e di C57BL6. Una volta che i geni che sono responsabili delle differenze in CR nelle razze del topo sono identificati, l'effetto di CR può poi essere studiato sui geni omologhi in cellule umane. Contribuiremo a sostenere questa ricerca.

  1. Forster, Morris, Sohal. Il genotipo e l'età influenzano l'effetto di apporto calorico sulla mortalità in topi. FASEB J, 5 febbraio 2003.

La concorrenza dei prezzi fra gli integratori alimentari ed i farmaci da vendere su ricetta medica non può accadere senza reclami del trattamento per i supplementi

Mentre abbiamo discusso in nostro ultimo bollettino (aprile-maggio 2003), noi ed i co-querelanti hanno citato FDA per la violazione dei nostri diritti di libertà di parola del primo emendamento nel proibire le dichiarazioni sincere sulle etichette ed in annunci circa gli effetti degli integratori alimentari sul trattamento di una malattia attuale. L'esempio stiamo usando mentre la base per il vestito è ha visto il palmetto, per cui cerchiamo di avere le pretese, “un consumo di 320 mg di ha visto che il palmetto estrarre il quotidiano può migliorare il flusso dell'urina, ridurre la nicturia e ridurrsi svuotare l'urgenza connessa con l'iperplasia prostatica benigna delicata.„ Il reclamo che è sincero e nonmisleading, eppure FDA ha rifiutato di esaminare il reclamo, ad esempio che un reclamo “del trattamento„ non è permesso nell'ambito della fornitura di reclami di salute di DSHEA. Quello non è vero ed anche se era, il primo emendamento proibisce la censura di governo della comunicazione di informazioni sincere e nonmisleading. Per i dettagli sul ha visto il vestito del palmetto, vedono www.emord.com. Infatti, sosteniamo che le informazioni che proponiamo di comunicare sono informazione scientifica che dovrebbe ricevere la protezione completa del primo emendamento, se c'è un motivo commerciale per dirlo oppure no.

Una delle conseguenze della nostra conquista del questo vestito sarebbe che ci sarebbe stato concorrenza diretta fra gli integratori alimentari ed i farmaci da vendere su ricetta medica che trattano la stessi malattia o sintomi della malattia. Provocherebbe la concorrenza dei prezzi che almeno inizialmente, essere altamente sfavorevole per molti farmaci da vendere su ricetta medica costosi. Abbiamo trovato recentemente un buon esempio in New England Journaldi medicina 1. L'acetilcisteina è venduta mentre un farmaco da vendere su ricetta medica con i reclami di trattamento della malattia (per esempio, è usata per trattare l'avvelenamento dell'acetaminofene), mentre inoltre è venduta mentre un integratore alimentare per cui nessun trattamento sostiene è permesso (inconstituzionalmente) da FDA. Il article1 ha elencato 1 grammo di acetilcisteina come calcolo dei costi (2000 prezzi) $5,05 (Assistenza sanitaria statale) e $3,38 (catalogo). Il prezzo della stessa quantità di acetilcisteina come integratore alimentare oggi è approssimativamente $0,30 (il costo di 1 grammo di cisteina, che usiamo piuttosto che l'acetilcisteina, è circa $0,20). C'è attualmente concorrenza pochissima fra acetilcisteina come integratore alimentare e come farmaco da vendere su ricetta medica, a causa di censura di informazioni di FDA (che protegge gli interessi delle ditte farmaceutiche che non vogliono fare concorrenza, ma danneggiante gli interessi dei consumatori, mentre guidando sui costi di Assistenza sanitaria statale ai contribuenti sfortunati).

  1. Iglehart. Assistenza sanitaria statale e valutazione della droga. Med di N Inghilterra J 348(16): 1593 (17 aprile 2003).

Phytoestrogens: Proprietà di Neuroprotective indipendenti dagli effetti estrogeni

Un paper1 ragionevolmente recente non ha trovato correlazione fra gli effetti (cellula-protettivi) cytoprotective e la potenza estrogena di vari mono e composti polifenolici naturali e sintetici nelle culture delle cellule hippocampal HT22 del topo e delle cellule umane di neuroblastoma di SK-N-MC. Gli autori hanno studiato gli effetti neuroprotective delle molecole che mancano degli effetti ormonali estrogeni ma sono antiossidanti neuroprotective ugualmente efficaci rispetto 17 all'beta-estradiolo, l'ormone sessuale femminile umana naturale. Phytoestrogens importanti (che hanno alcuni effetti estrogeni) includere alcuni dei flavonoidi, quali quercetina (trovata in cipolle) e catechine (trovate in tè) e gli stilbeni, quale i resveratroli (trovati in uva e vino). Ci sono inoltre sostanze estrogenlike xenobiotiche, quali il bisfenolo A (un monomero del plastica-materiale), determinati plastificanti del polimero ed i prodotti chimici in relazione con il detersivo.

Un modo gli scienziati ha verificato la correlazione fra il neuroprotection e l'attività estrogena era misurare l'effetto neuroprotective antiossidante dei composti fenolici mentre aggiungeva un antiestrogen (ICI 182780) al medium delle cellule. Quindi, mentre i composti fenolici hanno vari livelli di attività estrogena, questo esperimento ha trovato che bloccare l'attività estrogena non ha interferito con gli effetti neuroprotective. Infatti, le attività neuroprotective 17 dell'beta-estradiolo, l'ormone sessuale femminile naturale, non sono state diminuite tramite la somministrazione concomitante delle dosi elevate dei antiestrogens! Un effetto neuroprotective contro la tossicità del glutammato è stato trovato nelle cellule HT22 esposte alla serotonina dei fenoli, alla N- acetylserotonin, ai resveratroli, alla quercetina, o al dodecylphenol 4. Ciò è estremamente interessante perché ci sono molti phytoestrogens che sono pensati per imitare l'estrogeno negli effetti neuroprotective dell'ultimo, eppure questi effetti protettivi possono realmente essere indipendenti dagli effetti estrogeni dei phytoestrogens e dipendere, invece, dalla loro struttura fenolica.

  1. Moosmann e Behl. Gli effetti neuroprotective antiossidanti degli estrogeni e dei composti fenolici sono indipendenti dalle loro proprietà estrogene. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 96:8867-72 (1999).

Il gallato di Epigallocatechin, un costituente di tè verde, imita alcune delle azioni di insulina

Gli autori di una carta recente che studiano gli agenti antidiabetici da plants1 hanno esaminato gli effetti del gallato flavonoide del epigallocatechin del tè verde (EGCG) perché è riferito per avere glucosio-abbassamento degli effetti in animali ed i ratti di Zucker iniettati con EGCG sono stati riferiti per avere i livelli in diminuzione della glicemia e dell'obesità e sensibilità aumentata dell'insulina.

Gli autori dichiarano che “un agente antidiabetico adatto dovrebbe avere azioni simili ad insulina, o dovrebbe escludere i difetti nell'azione dell'insulina caratterizzata da insulino-resistenza.„ In questo studio, i ricercatori hanno trovato che EGCG ha alcuni effetti insulinomimetic in cellule del tumore epatico. Gli effetti metabolici insulinlike di EGCG piuttosto sono stati ritardati e sembrato stati per dipendere dai cambiamenti redox-dipendenti nella cellula.

L'individuazione più emozionante nello studio era che EGCG ad una concentrazione di µM 25 ha represso la produzione del glucosio dalle cellule del tumore epatico ai livelli basali in modo paragonabile ad insulina alla concentrazione fisiologica di 10 nanometro. I ricercatori non hanno trovato ulteriori effetti d'abbassamento da EGCG superiore a µM 25. Uno di grandi problemi nel diabete di tipo 2 e nell'insulino-resistenza è quello sicuro degli effetti fisiologici di insulina, quale la repressione di produzione del glucosio ed il rilascio dalle cellule epatiche (del fegato), è alterato. Il fegato di essere umano diabetico può convertire la proteina del corpo in glucosio ad un tasso del g/giorno fino a 800.

Le vie di segnalazione per insulina e EGCG per la repressione di produzione del glucosio dalle cellule del tumore epatico erano molto simili. Come gli autori riferiscono, l'insulina attiva PI3K, PKB e p70s6k in cellule del tumore epatico del ratto di H4IIE. Le cellule sono state incubate con 50-µM EGCG o con insulina 10-nM per i periodi differenti e gli effetti su queste chinasi sono stati confrontati. Gli effetti erano simili, ma le attività sono state aumentate dagli importi differenti o ai tempi differenti. Poichè la nota dei ricercatori, “il più leggero effetto di EGCG sull'attivazione di queste chinasi è equivalente a quella osservata dopo il trattamento delle cellule di H4IIE con insulina 0.0l-nM. . . .”

I ricercatori riferiscono che le specie reattive dell'ossigeno sono sembrato essere aumentate dopo il trattamento delle cellule di H4IIE con EGCG. Apparentemente, l'aumento nei radicali dell'ossigeno è una parte almeno di alcuni degli effetti di EGCG, poiché il trattamento delle cellule con N- l'acetilcisteina (NAC) o il superossido dismutasi (ZOLLA) completamente ha impedito l'effetto di EGCG su fosforilazione della proteina-tirosina come pure EGCG-ha mediato la repressione del gene di G6Pase e di PEPCK. Le azioni di insulina, tuttavia, sono principalmente inalterate da NAC e da ZOLLA.

Gli autori concludono, “i nostri risultati rivelano che EGCG è insulinomimetic in quanto abbassa la produzione del glucosio in cellule di H4IIE e fa diminuire l'espressione dei geni che controllano la gluconeogenesi, quali i geni di G6Pase e di PEPCK. Inoltre, EGCG attiva le stesse chinasi dell'insulina e promuove la fosforilazione delle proteine di segnalazione dell'insulina, quale IRS-1 ed IR-beta.„

  1. Il gallato di Epigallocatechin di Waltner-legge et al., un costituente di tè verde, reprime la produzione epatica del glucosio. Biol di J Chem 277(38): 34933-40 (2002).

La rutina può essere essenziale per l'attività antidepressiva del mosto di malto di St John

Gli scienziati che studiano una serie di estratti etanolici e metanolici di hypericum perforatum (il mosto di malto di St John) in un modello animale per attività antidepressiva (la prova forzata di nuoto) hanno trovato che il soltanto un estratto metanolico della ricerca non ha avuto effetto negli esperimenti in vivo farmacologici. Hanno trovato dalla caratterizzazione analitica che l'estratto inattivo ha avuto un livello riduttore della rutina del flavonoide di diglycoside. L'aggiunta di rutina all'estratto inattivo per produrre una concentrazione della rutina nella gamma normale ha provocato un effetto farmacologico simile a quello degli altri estratti. Secondo i loro risultati, la quantità di rutina stata necessaria non era dipendente dalla dose, indicando l'esigenza di una soglia amount.1

Gli autori suggeriscono che, poiché i flavonoidi possono modulare la biodisponibilità delle droghe via il trasporto tramite le membrane biologiche, via le interazioni con i trasportatori multipli della droga della glicoproteina P o modulando il sistema di metabolismo degli enzimi del citocromo P450, la rutina possa migliorare la biodisponibilità dei costituenti di iperico necessari per le sue azioni antidepressive.

  1. Noldner e Schotz. La rutina è essenziale per l'attività antidepressiva degli estratti di hypericum perforatum nella prova forzata di nuoto. Med 68:577-80 (2002) di Planta.

Forme del polipeptide dell'amiloide in cellule di Langerhans in diabete di tipo 2: Analogo a Alzheimer?

Un paper1 recente riferisce che il diabete di tipo 2 è associato con la formazione di giacimenti di amiloide dell'isolotto pancreatico cui sono associati con e possono causare il guasto pancreatico della cellula beta. Il polipeptide dell'amiloide dell'isolotto (IAPP) è un ormone neuroendocrino del peptide che è prodotto e cosecreted con insulina dalle beta cellule. Gli aggregati di IAPP e le fibrille delle forme (come il beta peptide dell'amiloide nel morbo di Alzheimer) ed è probabilmente tossici alle beta cellule. La carta nota che le funzioni fisiologiche normali di IAPP completamente non sono capite, ma i suggerimenti hanno compreso la soppressione dell'ingestione di cibo, di svuotamento gastrico e della secrezione arginina-stimolata del glucagone dalle beta cellule pancreatiche. Gli autori riferiscono che uno studio recente ha indicato che i topi che mancano di IAPP hanno migliorato modestamente dalla la secrezione indotta da glucosio dell'insulina e rimozione del glucosio ha confrontato ai topi del tipo selvatico.

I giacimenti di amiloide dell'isolotto sono riferiti per essere trovati in fino a 90% dei pazienti con il diabete di tipo 2 all'autopsia ed il grado di deposito dell'amiloide correla con la severità della malattia in esseri umani. La formazione dell'amiloide dell'isolotto inoltre è detta per essere associata con la massa riduttrice della cellula beta sia in esseri umani diabetici che in primati non umani. Inoltre, la formazione dell'amiloide è riferita per precedere l'inizio dell'iperglicemia in scimmie.

Similmente ai giacimenti di amiloide (fibrillari) aggregati in Alzheimer che uccidono i neuroni, la forma (fibrillare) aggregata di IAPP uccide le beta cellule. Inoltre appena come in Alzheimer, la forma solubile del polipeptide non è tossica. Inoltre, i beta peptidi dell'amiloide nel cervello sono inibitori competitivi diretti del grippaggio e dell'azione dell'insulina; 2 sarebbe ovviamente un problema grave se gli IAPP fossero inoltre di fare questo in beta cellule pancreatiche. Quindi, ci può essere un processo parallelo che ha luogo sia nei cervelli dei pazienti di Alzheimer che nelle beta cellule pancreatiche di tipo - 2 diabetici. Si deve domandarsi se sostanze che possono eliminare l'amiloide aggregato dal cervello o rallentare il suo accumulazione-tale mentre le sostanze antinfiammatorie non steroidee, 3 la melatonina, 4 la funzione colinergica normale di ristabilimento, 5 il polifenolo epigallocatechin-3-gallate del tè verde, 6 e livelli terapeutici di lithium7-would inoltre fanno lo stessi all'amiloide aggregato negli isolotti pancreatici.

  1. Polipeptide e diabete di tipo 2 dell'amiloide dell'isolotto di Marzban et al. Exp Gerontol 38:347-51 (2003).
  2. L'amiloide di Xie Ling et al. beta si contrappone alla secrezione insulina-promossa di beta precursore della proteina dell'amiloide. J Alz DIS 4:369-74 (2002). “. i risultati recenti hanno dimostrato il upregulation dei ricevitori dell'insulina e della trasduzione difettosa del segnale del insulina-ricevitore nei cervelli dell'ANNUNCIO.„ “. [insulina] inoltre riduce la beta accumulazione dell'amiloide intracellulare in cellule di un neurone.„ “In effetti l'enzima didegradazione (ido), che è conosciuto per degradare sia l'insulina che l'amiloide beta, può essere estremamente importante per il mantenimento della segnalazione normale dell'insulina.„
  3. Weggen et al. Un sottoinsieme di NSAIDs abbassa Abeta42 amyloidogenic indipendentemente da attività del ciclo-ossigenasi. Natura 414:212-16 (2001). La carta riferisce che l'ibuprofene di NSAIDs, l'indometacina e del sulindac del solfuro la diminuzione che preferenziale il peptide altamente amyloidogenic Abeta42 ha prodotto da varie cellule coltivate vicino fino a 80%.
  4. I peptidi dell'interruttore dello Beta-strato di Soto et al. inibiscono il fibrillogenesis in un modello del ratto-cervello di amiloidosi: implicazioni per la terapia di Alzheimer. Med della natura 4(7): 822-6 (1998).
  5. Cambiamenti conoscitivi di Georgievska et al. ed elaborazione modificata della proteina del precursore dell'amiloide nel sistema corticale e hippocampal dopo perdita colinergica della sinapsi e l'attivazione muscarinic del ricevitore. Proc Acad nazionale Sci 96(21): 12108-13 (1999).
  6. Levites et al. Neuroprotection e neurorescue contro tossicità di Abeta ed il rilascio PKC-dipendente della proteina solubile nonamyloidogenic del precursore dal polifenolo epigallocatechin-3-gallate del tè verde. FASEB J, 28 marzo 2003.
  7. Phiel et al. GSK-3alpha regola la produzione di amiloide-beta peptidi del morbo di Alzheimer. Natura 423:435-9 (2003). “Qui indichiamo che concentrazioni terapeutiche di litio, GSK-3 [sintasi kinase-3] un inibitore, produzione del glicogeno del blocco di beta peptidi dell'amiloide interferendo con la fenditura di APP [proteina del precursore dell'amiloide] al punto di gamma-secretase. . .”

Danno del muscolo e della xantina ossidasi nell'esercizio gravoso

In una lettera della ricerca di un JAMA recente, i ricercatori 1 hanno notato che l'enzima digenerazione libero della xantina ossidasi è compreso nella sindrome di ischemia-riperfusione e può causare il danno connesso con l'esercizio esauriente. Quindi hanno verificato l'effetto del allopurinol, un inibitore della xantina ossidasi, sul livello di danno del muscolo in atleti dopo la partecipazione alla corsa di bicicletta di Tour de France contro gli atleti che ricevono il placebo.

I nove membri del gruppo di riciclaggio postale degli Stati Uniti (lumaca degli Stati Uniti!) sono stati divisi a caso in due gruppi. Un gruppo di quattro è stato dato ad una dose orale quotidiana di 300 mg di allopurinol un'ora prima che ogni fase di corsa; l'altro gruppo ha ricevuto il placebo allo stesso tempo.

Coloro che aveva ricevuto il placebo hanno avuti un aumento nelle attività della chinasi e dell'aspartato aminotransferasi della creatina, indicanti il danno del muscolo, solo dopo che la fase di prova del gruppo dove i partecipanti stavano mettendo fuori lo sforzo di punta. Non c'era tale cambiamento visto in coloro che ha ricevuto il allopurinol. I livelli aumentati anche trovati dei ricercatori di malondialdeide (un'indicazione di perossidazione lipidica) in tutti i partecipanti, ma i livelli elevati significativamente sono stati trovati in quelli su placebo confrontato a quelli che ricevono il allopurinol.

Non c'era differenza nella prestazione fra i due gruppi.

  1. Gomez-Cabrera et al. Allopurinol ed indicatori del muscolo danneggia fra i partecipanti al Tour de France. JAMA 289(19): 2503-4 (2003).

NO--arginina del clitoride sì

“La localizzazione di NESSUNA sintasi in corpo cavernoso clitoral umano [il tessuto femminile omologo al corpo cavernoso del pene maschio] può. . . implichi l'arginasi come regolatore della biodisponibilità dell'arginina in questo tessuto. . . . „ 1 inoltre implica l'ossido di azoto come mediatore della costruzione clitoral. L'arginina può essere elaborata dalle vie della sintasi dell'ossido di azoto o dell'arginasi: è convertito in citrullina ed in ossido di azoto dalla sintasi dell'ossido di azoto ed è convertito in ornitina ed in urea dalla via dell'arginasi. L'ultimo fa parte del processo di disintossicazione dell'ammoniaca. La carta ha citato i dati qui trovati che sostengono l'ipotesi che la biodisponibilità dell'arginasi sembra non limitare biosintesi eliminando l'arginina disponibile dall'uso dalla NESSUNA sintasi. Ciò può essere sormontata dai rifornimenti adeguati di arginina extracellulare (ma non intracellulare).

Gli autori inoltre notano che un fattore supplementare nell'uso di arginina è la presenza e la compartimentalizzazione di inibitori competitivi endogeni quali l'G-metilico-L-argininadi N e la Nil G, G-dimetilico-L-argininadi N, che può essere spostata dal NESSUN sito attivo della sintasi dalle concentrazioni altamente efficaci di substrato (arginina).

  1. Kim et al. che sonda funzione erettile: La S- (2-boronoethyl) - L-cisteina lega ad arginasi in un analogo dello stato di transizione e migliora il rilassamento del muscolo liscio in corpo cavernoso del pene umano. Biochimica 40:2678-88 (2001). I ringraziamenti per la carta.

Recensione: La fantascienza del fautore del libero arbitrio, l'alternativa di Excalibur, da David Weber (2002)

La federazione galattica è un gruppo di corse dedicate alla proposta che sono giustificati nel usando i loro militari tecnologici altamente avanzati potrebbero uccidere, controllare ed asservire le corse “inferiori„ che non possono difendersi dai militari della federazione. C'erano determinate considerazioni morali ed etiche nella costituzione originale della federazione, ma (sorpresa, sorpresa) due delle corse originali del fondatore “sono scomparso,„ e le considerazioni etiche nelle azioni della federazione inoltre “sono scomparso,„ sebbene la corsa restante del fondatore continuasse a dare le parole al vento loro in un gioco del one-upmanship politico.

Poi una cooperativa che fa parte della federazione scopre una scappatoia ordinata. Sebbene ci sia “una direttiva principale„ che proibisce per mezzo delle armi moderne sui mondi stranieri (per timore che gli stranieri otterrebbero una tenuta loro), non c'è proibizione sul per mezzo delle armi che sono modo dietro della la tecnologia livella della federazione ma ancora è avanzato dei primitivi. Questa cooperativa poi “acquista„ un gruppo di guerrieri romani (cioè, li rapisce ed asservisce) e li forza “li serve„, combattendo contro e macellando le popolazioni primitive dei mondi che non desiderano vendere alle condizioni della cooperativa. Più successivamente, una seconda cooperativa vede come la cooperativa con i Romani sta assumendo la direzione di ed acquista il loro proprio gruppo di longbowmen guerriero-inglesi. Mentre la copertina di libro dice, “le legioni romane fanno gli animali domestici pericolosi. . . ma i longbowmen inglesi sono ancora peggiori. Può richiedere un secolo o così, ma il Galactics si accinge a scopre che cosa accade quando la spada infine esce dalla pietra.„

Meravigliosamente un divertimento ed intellettuale una stimolazione colti!


L'impedimento cade con la vitamina D ed il meccanismo possibile del calcio-Un

Un paper1 recente riferisce una prova alla cieca, una prova randomizzata di 122 donne anziane (età media 85,3 anni) nella cura geriatrica di a lungo soggiorno che ha ricevuto qualsiasi calcio 1200 di mg più un colecalciferolo di 800 IU (Cal+D) o 1200 calcio di mg (caloria) al giorno su un periodo di trattamento di 12 settimane. I numeri delle cadute a persona sono stati confrontati fra questi due gruppi. I ricercatori inoltre hanno misurato la funzione osteomuscolare (il punteggio sommato di forza del flessore e dell'estensore del ginocchio, di forza prensile e del cronometrato “su & va„ prova). Prima del trattamento, la media ha osservato che il numero degli autunni a persona alla settimana nel gruppo di Cal+D era 0,059 e nel gruppo di caloria era 0,056. Nel periodo del trattamento di 12 settimane, il numero medio degli autunni a persona alla settimana era 0,034 nel gruppo di Cal+D e 0,076 nel gruppo di caloria. Dopo adeguamento, il trattamento di Cal+D ha rappresentato un rapporto di riproduzione di 49% delle cadute (ci di 95%, 14-71%; P<0.01). La funzione osteomuscolare è migliorato significativamente nel gruppo di Cal+D (P = 0,0094). Infatti, un singolo intervento con la vitamina D più calcio su un periodo di tre mesi ha ridotto il rischio di caduta da 49% rispetto a calcio solo.

La vitamina D può avere effetto diretto sul muscolo

C'è stato prova per un effetto diretto possibile della vitamina D sul muscolo per un po 'di tempo. Per esempio, i 1979 paper2 riferiti hanno migliorato la funzionalità del muscolo in 11 paziente curato con l'alfa-hydroxycholecalciferol ed il calcio di analogo 1 di vitamina D per 3-6 mesi. Inoltre, hanno trovato che il trattamento ha indotto un aumento nel numero relativo delle fibre muscolari ossidative di rapido strappo a (o tipo IIA) accompagnate da una riduzione delle fibre ossidative di rapido strappo la b (tipo IIB), con un aumento nella sezione trasversale delle fibre di rapido strappo b. Non c'erano cambiamenti nelle fibre di lento-strappo. (Gli autori notano che l'analogo che di vitamina D hanno usato rapidamente è convertito in vivo in forma naturale di vitamina D, di dihydroxycholecalciferol 1,25.)

La citochina IL-4 richiesta per crescita del muscolo

Il processo della crescita del muscolo richiede la fusione dei myoblasts con i myotubes. Questo processo richiede i punti multipli che comprendono la migrazione delle cellule, l'allineamento, il riconoscimento, adesione e la membrana fusion.3 A paper3 recente riferisce che la seconda fase di fusione del myoblast che si presenta con i myotubes dipende dalla citochina IL-4 e dall'unità secondaria di IL-4Ralpha del ricevitore IL-4. IL-4 ha avuto, prima della pubblicazione di questa nuova carta, già conosciuto per partecipare al regolamento di fusione delle cellule in macrofagi e, dopo la carta, nella fusione delle cellule di muscolo. Gli autori propongono che IL-4 possa mediare la fusione dei myoblasts aumentando l'espressione delle molecole di adesione cellulare [per esempio, IL-4 può indurre l'espressione di adesione intracellulare molecule-1 (ICAM-1) sui myoblasts].

La vitamina D stimola IL-4 production4

Come riportato in riferimento 4, la vitamina D (1,25-dihydroxyvitamin D3) può impedire o contrassegnato sopprimere le malattie autoimmuni quali l'encefalomielite autoimmune, l'artrite reumatoide, i lupus eritematosi sistemici, il diabete di tipo 1 e le malattie intestinali infiammatorie. Gli effetti autoimmuni della vitamina D richiedono quasi sempre che gli animali siano mantenuti su un normale o su una dieta elevata del calcio. I meccanismi possibili per questi effetti sono stati studiati, compreso produzione di fattore di crescita trasformante D-stimolata vitamina (TGFbeta-1) e di interleuchina 4 (IL-4). Il IL-4 aumentato potrebbe, in base ai risultati su IL-4 e sulla crescita del muscolo, contribuire a spiegare i miglioramenti di funzionalità del muscolo trovati nei due studi clinici qui sopra.

La vitamina A si contrappone alla risposta del calcio alla vitamina D5

Questo span> di paper5< nota che il più alta incidenza di osteoporosi è trovata in Europa settentrionale, in cui l'esposizione alla luce solare è limitata e assunzione della vitamina A è alta. Questi ricercatori hanno studiato gli effetti acuti delle vitamine A e D su omeostasi del calcio in nove esseri umani in buona salute. Gli effetti sugli argomenti di 15 mg di palmitato di retinyl (27.255 IU di vitamina A), 2 µg del dihydroxyvitamin 1,25 D3, 15 mg di palmitato di retinyl più 2 µg del dihydroxyvitamin 1,25 D3 e placebo sono stati esaminati in uno studio dell'incrocio della prova alla cieca. L'assunzione del palmitato di retinyl ha provocato una diminuzione significativa del calcio del siero una volta presa da solo e diminuita la risposta al vitamina D3 quando A e la D erano combinazione contenuta. Concludono che la quantità di vitamina A trovata in circa un servizio del fegato si contrappone alla risposta intestinale rapida del calcio ai livelli fisiologici di vitamina D nell'uomo.

La nostra corrente ha raccomandato giornalmente l'assunzione del nostro supplemento multinutrient quotidiano di base contiene 1000 IU della vitamina D e 5000 IU di vitamina A. La maggior parte della gente può prendere sicuro a 2000 IU della vitamina D al giorno. Abbiamo ridotto l'assunzione della vitamina A da 8000 a 5000 nel rispetto di, tra l'altro, la sua interferenza con la vitamina D.

  1. Effetti di Bischoff et al. della vitamina D e del completamento del calcio sulle cadute: una prova controllata randomizzata. Osso Min Res di J 18(2): 343-51 (2003).
  2. Miopatia di Sorensen et al. nella perdita dell'osso di invecchiamento: miglioramento dal trattamento con 1 alfa-hydroxycholecalciferol e calcio. Clin Sci 56:157-61 (1979).
  3. Horsley et al. IL-4 funge da fattore di assunzione del myoblast durante la crescita mammifera del muscolo. Cellula 113:483-94 (2003).
  4. Deluca e Cantorna. Vitamina D: il suoi ruolo ed usi in immunologia. FASEB J 15:2579-85 (2001).
  5. Johansson e Melhus. La vitamina A si contrappone alla risposta del calcio alla vitamina D nell'uomo. Osso Min Res di J 16(10): 1899-1905 (2001).

© 2005 da Durk Pearson & da Sandy Shaw