Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Notizie

Lo studio finanziato dal governo federale non riesce a riconoscere il valore della vitamina D

Tossicità di vitamina D

L'ignoranza scientifica dei risultati passati ha spesso conseguenze terribili per il presente.

Nel 1934, il giornale di American Medical Association ha pubblicato uno studio sulla dose eccessiva di vitamina D.24

Gli autori hanno riferito su 300 pazienti dati le dosi elevate del vitamina D2 (ergocalciferolo) per asma e raffreddore da fieno. Gli autori hanno riferito che ogni dose dell'unità della vitamina D ha contenuto 900.000 IU. Un paziente ha ricevuto 3 cc al giorno per i cinque giorni (dose totale: 13,5 milione IU) senza danno clinico.

In loro riassunto di studio, i ricercatori conclusivi:

  • “Deve essere poca apprensione circa l'amministrazione degli importi che variano giornalmente fino a 150.000 unità internazionali per i periodi indefiniti. I più grandi importi dovrebbero essere limitati ai periodi di alcuni mesi al massimo, secondo gli effetti terapeutici desiderati.„

Inoltre nel 1934, i ricercatori all'università dell'Illinois hanno studiato gli effetti della vitamina D su asma e su raffreddore da fieno in 212 pazienti. Gli autori hanno riferito che quel 82% dei pazienti del raffreddore da fieno e 96% dei pazienti di asma ha avvertito il sollievo significativo definitivo. Gli autori hanno concluso che “la dose ottimale„ della vitamina D era di 60.000 - 300.000 IU al giorno.25

Nel 1935, i ricercatori alla scuola di medicina dell'università dell'Illinois hanno pubblicato i loro risultati su 700 pazienti curati con le dosi “massicce„ della vitamina D per fino a due anni.26

Gli autori hanno riferito che la vitamina D ha avuta effetti notevoli del trattamento sia sull'osteoartrite come pure sull'artrite reumatoide. Il loro rapporto ha indicato che 67 pazienti artritici hanno trattato con 200.000 IU della vitamina D (D3 o D2) giornalmente hanno generato un tasso di risposta notevole di 75%.

Gli autori riferiti:

  • “Se non ci fosse miglioramento e nessuna prova della sensibilità, la dose quotidiana è stata aumentata di 50.000 unità ogni settimana finché non ci fosse un certo miglioramento o prova dell'iperdosaggio. In alcuni casi testardi, è stato trovato necessario aumentare a 600.000 o persino 1.000.000 unità per alcuni giorni e poi ridurrsi a 200.000 - 500.000 unità. La maggior parte dei nostri risultati sono stati ottenuti con le dosi quotidiane di 300.000 - 500.000 unità.„

Gli autori riferiscono che 63 dei 700 pazienti su questo dosaggio si sono trasformati in clinicamente in sostanza tossica. Di conseguenza, circa 10% dei pazienti su un periodo di due anni che prende le dosi massicce del quotidiano di vitamina D (200.000 IU) è diventato tossico.

Nel 1946, due rivestono i rapporti della tossicità mortale di vitamina D in adulti (gli autori riferiscono cinque casi mortali precedenti in bambini) sono comparso nella letteratura medica.27,28 un altro rapporto di caso di una dose mortale della vitamina D in adulti sono comparso nel 1947. Questa morte è stata associata con il vitamina D2 ad una dose quotidiano di 150.000 IU per 18 mesi, con le lesioni caratteristiche del piede connesse con la tossicità di vitamina D.29

Da ora al 1948, una serie clinica di caso ha documentato gli effetti sintomatici dell'intossicazione di vitamina D per comprendere la perdita di peso e l'affaticamento, che si sono presentati prima di anoressia (appetito difficile) e del vomito.30 tutti di questi pazienti hanno sofferto da danno e dall'anemia del rene. Virtualmente tutti pazienti hanno fatti una lesione caratteristica dell'occhio connesso con la tossicità di vitamina D (deposito del calcio nello sclera e nella cornea, appena sotto la membrana basale congiuntivale). Tutti i pazienti hanno avuti alto calcio del sangue, variante a partire da 12,4 a mg 15,1 per 100 cc. I dosaggi della vitamina D hanno variato dal più basso alle UI/die 150.000 per 4 mesi (calcio 13,9 del siero) all'più alto alle UI/die 500.000 per 18 mesi (calcio 14,3 del siero). I ricercatori hanno riferito su un altro paziente che ha sviluppato l'eccesso di calcio nel sangue dopo la presa dei 300.000 IU del vitamina D2 per soltanto 2 settimane; inoltre ha avuta lesioni dell'occhio evidenti su esame oftalmologico. Nessun paziente è morto ma alcuni hanno subito il danno renale permanente dalle dosi massicce della vitamina D. Il trattamento gli autori usati per la tossicità di vitamina D era la sospensione della vitamina D, quotidiano di 4.000 cc di idratazione fluida e di una dieta del basso calcio. Il miglioramento si è presentato in 2-8 settimane in cui sintomi risolti. Il calcio del sangue è diminuito in tutti i pazienti entro un mese ma ha continuato ad essere elevato per finchè un anno in un paziente.

Gli studi recenti indicano che il completamento con le dosi della vitamina D lontano che superano gli IOM DRI recentemente stabilito non ha prodotto i segni della tossicità.

Negli studi intrapresi in 40 pazienti di cancro al seno, quotidiano 10.000 IU del vitamina D3 per quattro mesi sono stati indicati per essere efficaci nella riduzione dei livelli di ormone paratiroidali elevati e sono stati dimostrati nessuna tossicità. Gli autori di questo studio conclusivo:

  • Lle dosi quotidiane di 10.000 vitamine D di IU (3) per 4 mesi sembri sicuro in pazienti senza stati del comorbid che causano l'ipersensibilità ai livelli di ormone paratiroidali inadeguato elevati riduttori il Treatment di D. della vitamina…„31

Un altro studio ha controllato 59 pazienti che hanno ricevuto quotidiano 50.000 IU del vitamina D3 per i 10 giorni. I ricercatori hanno notato che la vitamina D ad alta dose efficacemente ha amplificato 25 livelli ematici idrossilati della vitamina D dei pazienti senza livelli elevati del calcio o tossicità renale (del rene):

  • Nessun paziente ha sviluppato l'ipercalcemia (calcio corretto > 2,6 mmol/L), tossicità di vitamina D (25 (l'OH) D > 200 nmol/L) o nefrolitiasi durante lo studio.32

In uno studio separato, i ricercatori hanno amministrato 4.000 vitamine D di IU quotidiane per tre mesi alle madri successivo al parto un mese. Gli autori di questo studio conclusivo:

  • La vitamina D ad alta dose era efficace nell'aumento dei 25 (l'OH) livelli di D completamente nell'allattar al senoe le madri ai livelli ottimali senza prova della tossicità. Nessun evento avverso in relazione con la d della vitamina con esperienza infantile o della madre e tutti i parametri del laboratorio è rimanere nella gamma normale.„33

Una prova randomizzata e controllata ha valutato l'effetto del quotidiano 1.800 IU della vitamina D in 73 individui anziani su un periodo di 11 settimana. Gli autori hanno notato la sicurezza della vitamina D nella loro conclusione: “Gli indicatori della sicurezza, il siero Ca, creatinina e calcidiol, non hanno indicato alcun gruppo o singolo effetto collaterale.„34

Il professor Reinhold Vieth dell'università di Toronto è un esperto di fama mondiale in vitamina D. La sua rassegna di obiettivo 1999 sulla tossicità di vitamina D ha rivelato un fatto trascurato o lo sconosciuto agli autori dell'istituto corrente del rapporto della medicina:

  • “In tutto la mia preparazione di questo esame, sono stato stupito alla mancanza di dichiarazioni sostenenti di prova circa la tossicità delle dosi moderate della vitamina D.„ Ha aggiunto: “Se c'è prova pubblicata della tossicità in adulti da un'assunzione di 250 ug (10.000 IU) al giorno e quello è verificato dalla concentrazione idrossilata di vitamina D 25, ho ancora trovarla.„35

Il professor Vieth ha riferito che la tossicità umana probabilmente comincia ad accadere dopo consumo quotidiano cronico di UI/die circa 40.000, di più di dieci-tempi il limite corrente della soglia ha firmato dall'istituto del rapporto della corrente di Medicine s.

John Cannell, MD, è direttore esecutivo del Consiglio di vitamina D (http://www.vitamindcouncil.org/vitaminDToxicity.shtml), un'organizzazione educativa senza scopo di lucro. Il Dott. Cannell è un esperto sulla vitamina D ed estesamente ha esaminato la ricerca medica passata sulla vitamina D con un occhio entusiasta verso la gamma e la tossicità della dose.36

Il Dott. Cannell offre criticamente un aspetto importante riguardo al dosaggio di vitamina D ed alla fisiologia evolutiva:

  • “Il singolo fatto che più importante chiunque deve conoscere circa la vitamina D è quanto la natura fornisce se ci comportiamo naturalmente, per esempio, entri in sole. Gli esseri umani fanno almeno 10.000 unità della vitamina D in 30 minuti dell'esposizione completa del corpo al sole, che cosa è chiamato una dose erythemal minima.La produzione di vitamina D 37 nella pelle accade in pochi minuti e già è massimizzata prima che la vostra pelle giri il rosa.

Indennità-malattia di vitamina D

La vitamina D ha implicazioni ampie che estendono molto al di là della promozione della salute dell'osso, che sono stati trascurati o trascurato stati dal comitato di IOM.

la ricerca scientifica Pari-esaminata sostiene chiaramente le indennità-malattia profonde connesse con la vitamina D:

  • Pressione sanguigna: Gli individui carenti in vitamina D sono molto più probabili elevare la pressione sanguigna.Il trattamento 38,39 con la vitamina D ed il calcio abbassa significativamente la pressione sanguigna sistolica.26 vitamine D probabilmente esercita questo effetto sopprimendo l'espressione della renina dell'ormone di pressione sanguigna.40
  • Infiammazione: La vitamina D sembra avere un effetto potente sulla riduzione dell'infiammazione attraverso proteina C-reattiva (CRP).41
  • Effetti metabolici: Il diabete è più prevalente in individui con i bassi livelli di vitamina D del siero.L'amministrazione di vitamina D 42 riduce la glicemia, aumenta la sensibilità ad insulina e può fare diminuire il rischio di sviluppare il diabete completo.43
  • Chemoprevention: La vitamina D ha dimostrato gli effetti Cancro-preventivi potenti nelle preparazioni sperimentali ed animali ed in esseri umani.44 uno studio recente hanno indicato che completare con la vitamina D ed il calcio ha ridotto l'incidenza di tutti i tipi di cancri in donne postmenopausali.45
  • Prevenzione di osteoporosi: Le donne sono ordinariamente farmaci da vendere su ricetta medica costosi prescritti che costano le centinaia di dollari al mese eppure sono carenti in vitamina D, un fattore cruciale nella salute dell'osso. La sostituzione alla vitamina D sana livella sostanzialmente aumenta la densità ossea più efficacemente del completamento del calcio da solo. L'assorbimento intestinale di calcio è ingrandetto considerevolmente quando la vitamina D sufficiente è presente.46,47
  • Prevenzione delle fratture di sforzo: I giovani con un'età media di 19 sono stati indicati per sperimentare più fratture di sforzo quando i livelli ematici 25 di hydroxyvitamin D erano bassi.48
  • Prevenzione della sclerosi a placche: La carenza di vitamina D è stata collegata ad una probabilità aumentata di sviluppare questo disturbo neurologico debilitante in Caucasians; la correlazione fra stato difficile di vitamina D e la sclerosi a placche non ha sostenuto in popolazioni afroamericane o ispane.49 scienziati ritengono che l'intervento concreto degli aiuti di vitamina D eviti la sclerosi a placche — che è considerata una malattia autoimmune — selettivamente regolando il sistema immunitario.
  • Potenziamento immune: Si noti che le epidemie di influenza sono più comuni nei periodi invernali, gli scienziati hanno proposto che i bassi livelli di vitamina D potessero predisporre gli individui a soccombere a queste infezioni respiratorie potenzialmente pericolose.50

Livelli ematici ottimali di vitamina D 25-Hydroxy

Quando il sangue è provato per valutare lo stato di vitamina D, la forma di 25-hydroxyvitamin D della vitamina nel siero è misurata.

Sulla base degli studi pubblicati, il target di riferimento ottimale del prolungamento della vita è ng/ml 50-80 della vitamina D 25-hydroxy. Questo livello rappresenta 25 concentrazioni idrossilate di vitamina D vedute in giovani individui in buona salute che ottengono l'abbondanza dell'esposizione diretta del sole.51 un gruppo di ricercatori ha valutato lo stato di vitamina D in giovani adulti in buona salute di 18-25 anni. Hanno trovato che nei mesi dell'estate, i livelli di vitamina D hanno raggiunto una media (media) di 52,9 ng/ml e, rappresentante la deviazione standard statistica (deviazione standard), su quanto 86,6 ng/ml. Gli autori di questo studio hanno continuato a concludere:

  • La sufficienza di vitamina D è una realtà con una combinazione di giovane pelle e di esposizione ottimale ed efficace del sole.52

Inoltre, gli esperti in materia della ricerca di vitamina D compreso Bruce Hollis, Robert Heaney e Neil Binkley acconsentono che una gamma ottimale di 25 vitamine D idrossilate è ng/ml 50-80.

John Cannell, MD, il direttore esecutivo del Consiglio di vitamina D, un'organizzazione senza scopo di lucro dedicata alla scienza della vitamina D, indica:

  • In uno studio recente, Heaney, ed altri, spiegato il lavoro seminale di Bruce Hollis analizzando cinque studi in cui sia il composto del genitore (colecalciferolo) che 25 (l'OH) livelli di D sono stati misurati. Hanno trovato che il corpo non comincia attendibilmente ad immagazzinare il colecalciferolo nel tessuto del muscolo e del grasso finché 25 (l'OH) livelli di D non ottenessero superiore a 50 ng/ml. La persona media comincia immagazzinare il colecalciferolo a 40 ng/ml, ma a 50 ng/ml (125 nmol/L) virtualmente ognuno cominciano ad immagazzinarlo per uso futuro. Cioè ai livelli inferiore a 50 ng/ml, il corpo esaurisce la vitamina D velocemente come potete farlo, o la prende, indicando l'inedia cronica del substrato — non una buona cosa. 25 (l'OH) livelli di D dovrebbero essere fra 50-80 il ng/ml (125-200 nmol/L), annuale.”53

Un 36% facente sussultare della popolazione in genere ha livelli di 25-hydroxyvitamin D inferiore a 20 ng/ml, che possono rappresentare la causa principale del mondo della malattia e della morte inutili.54

Quanta vitamina D realmente dovete prendere?

Il Dott. Cannell ha identificato i riferimenti pari-esaminati multipli55,56,57,58,59,60,61 42-48 a sostegno delle dosi ottimali di vitamina D per gli adulti fra 4.600 e 10.000 IU e più ulteriormente consiglia che la vasta maggioranza degli adulti (97,5%) deve prendere 5.000 IU un il giorno della vitamina D per generare i livelli ematici sopra il livello critico di ng/ml 50.62

I timori della tossicità di vitamina D hanno indotto la gente salute consapevole a limitare la loro assunzione di vitamina D3 meno di 800 IU un il giorno. Questo importo è doloroso insufficiente e non genererà un livello ematico ottimale di 25 vitamine D idrossilate.

È importante controllare il vostro livello ematico di 25 vitamine D idrossilate per assicurarsi che stiate convincendo la vitamina D adeguata per raggiungere i livelli ematici di ng/ml 50-80.

Quelli con un disordine raro hanno chiamato la sarcoidosi, danno renale severo, iperparatiroidismo primario, o tutto il termine con conseguente livello elevato del calcio nel sangue dovrebbe consultare il loro medico prima della presa dei supplementi di vitamina D. Una prova a basso costo di ematochimica elimina facilmente il calcio elevato del sangue.

Conflitto di interessi fra i membri del Comitato di IOM

Il membro del Comitato Glenville Jones di IOM è un co-fondatore di un Cytochroma chiamato società a fini di lucro e pubblicamente commerciale, che è nel corso dello sviluppare una droga, attualmente identificata come “CTAP101,„ trattare l'insufficienza di vitamina D.

Il membro del Comitato Clifford Rosen di IOM ha ammesso a ricevere il contributo finanziario dai giganti di industria farmaceutica Eli Lilly e Novartis ed è servito sull'ufficio dell'altoparlante per Procter & Gamble. Procter & Gamble commercializza la droga discutibile Actonel® di osteoporosi di bifosfonato.63

Il membro del Comitato il J. Christopher Gallagher di IOM ha rivelato le relazioni finanziarie con GlaxoSmithKline, che recentemente ha ricevuto l'approvazione da FDA per la droga Sorilux®, un analogo brevettato di vitamina D3.

Riassunto

L'istituto recente delle raccomandazioni della medicina per l'assunzione di vitamina D è completamente insufficiente e trascura i fatti fondamentali dai periodici specializzati sui benefici di sicurezza e salubrità di vitamina D. La vasta maggioranza degli adulti salute consapevoli che non prendono il sole ordinariamente richiede quotidiano circa 5.000 IU del vitamina D3 per raggiungere la parte bassa del target di riferimento (ng/ml 50-80) di 25 vitamine D idrossilate per salute ottimale.

Per determinare i vostri diversi requisiti della vitamina D come pure del vostro livello ematico idrossilato di vitamina D 25 correnti, contatti i consulenti della salute del prolungamento della vita gratis (1-800-226-2370) e domandi circa la nostra analisi del sangue idrossilata di vitamina D 25 economici.

Riferimenti:

1. Osso. 1994 marzo-aprile; 15(2): 193-8.

2. Med J. 1979di Postgrad dicembre; 55(654): 897-902.

3. BMJ. 21 gennaio 2010; 340: b5500.

4. J Clin Nutr. 2007 giugno; 85(6): 1586-91.

5. Cancro del Br J. 27 aprile 2010; 102(9): 1422-7.

6. J Clin Nutr. 2009 maggio; 89(5): 1321-7.

7. Med di Diabet. 2008 marzo; 25(3): 320-5.

8. Br J Nutr. 2010 febbraio; 103(4): 549-55.

9. Cuore J. 2010di giugno; 159(6): 1037-43.

10. Mondo J Gastroenterol. 21 luglio 2009; 15(27): 3349-54.

11. Cancro di Int J. 2007;120(5):1123–1128.

12. Cancro di BMC. 2006;(6):264.

13. Salute Phys. 2004;87(5):532–538.

14. Salute Geogr di Int J. 2007;(6):34.

15. Cancro. 2002;94(6):1867–1875.

16. Rev di Nutr. 2003;61(7):227–238.

17. Cancro nazionale Inst di J. 2006;98(7):451–459

18. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2006;15(9):1688–1695.

19. Il Cancro causa il controllo. 12 novembre 2010.

20. Dieta Assoc di J. 2006 ottobre; 106(10): 1541-2.

21. Ricerca del Cancro. 15 ottobre 2006; 66(20): 10213-9.

22. J Nutr. 1990; 120 supplementi 11:1464-9.

23. Carcinogenesi. 2004 giugno; 25(6): 1015-26.

24. JAMA. 1934;102:1745-1748.

25. J. dell'allergia. 1934;5:541-553.

26. Archivi di terapia fisica. 1935;16:537-43.

27. J Pathol. 1946 novembre; 22(6): 1293-1305.

28. JAMA. 1946;130:1208-1215

29. J Pathol. 1947 maggio; 23(3): 367-387.

30. J. Clin. Endocrinologia. 1948;8(11);895-910.

31. Cancro. 15 gennaio 2010; 116(2): 284-91.

32. Med J Aust. 21 giugno 2010; 192(12): 686-9.

33. Allatti al seno il Med. Primavera 2006; 1(1): 27-35.

34. Soc di J Geriatr. Del 1990 agosto; 38(8): 862-6.

35. J Clin Nutr. 1999 maggio; 69(5): 842-56.

36. http://www.vitamindcouncil.org/vitaminDToxicity.shtml

37. J Clin Nutr. 1995 marzo; 61 (3 supplementi): 638S-645S.

38. J Clin Endocrinol Metab. 2001 aprile; 86(4): 1633-7.

39. J Hypertens. 1995 settembre; 8(9): 894-901.

40. Biochimica delle cellule di J. 1° febbraio 2003; 88(2): 327-31.

41. QJM. 2002 dicembre; 95(12): 787-96.

42. Med dell'interno dell'arco. 11 giugno 2007; 167(11): 1159-65.

43. Prog Biophys Mol Biol. 2006 settembre; 92(1): 39-48.

44. Am.J Clin Nutr. 1999 maggio; 69(5): 842-56.

45. J Clin Nutr. 2007 giugno; 85(6): 1586-91.

46. Rappresentante di Curr Osteoporos. 2006 settembre; 4(3): 96-102.

47. Biochimica Mol Biol dello steroide di J. 2007 marzo; 103 (3-5): 614-9.

48. Minatore Res dell'osso di J. 2006 settembre; 21(9): 1483-8.

49. Med di biol di Proc Soc Exp. 1997 ottobre; 216(1): 21-7.

50. Epidemiol infetta. 2006 dicembre; 134(6): 1129-40.

51. J Clin Endocrinol Metab. 2007 giugno; 92(6): 2130-5.

52. Endocr Pract. 14 settembre 2010: 1-26.

53. http://www.vitamindcouncil.org/health/deficiency/am-i-vitamin-d-deficient.shtml

54. Rivista del prolungamento della vita. Gennaio 2010

55. Minatore Res dell'osso di J. 2007 dicembre; 22 supplementi 2V64-8.

56. J Nutr. 2005 febbraio; 135(2): 317-22.

57. J Clin Nutr. 2001 febbraio; 73(2): 288-94.

58. J Clin Nutr. 2007 gennaio; 85(1): 6-18.

59. Med di N Inghilterra J. 19 luglio 2007; 357(3): 266-81.

60. J Clin Nutr. 2003 gennaio; 77(1): 204-10.

61. Biochimica Mol Biol dello steroide di J. 2007 marzo; 103 (3-5): 204-5.

62. http://www.lef.org/magazine/mag2010/jan2010_Startling-Findings-About-Vitamin-D-Levels-in-Life-Extension-Members_01.htm

63. J Bon Min Res. Volumi 23 numero 8, 2008 relazioni non lineare della lettera all'editore Optimal Thresholds, lineare o di riduzione di rischio di frattura con la terapia

  • Allarmi del consumatore | Impari circa le edizioni che potrebbero urtare la vostra destra ottenere i supplementi e/o gli ormoni nutrizionali quale DHEA da cui dipendete.

  • Forum di LEF | Il prolungamento della vita ospita i forum sui supplementi, sugli ormoni, sugli stili di vita, sui disordini/malattie e su altri centri di interesse ai extensionists di vita universalmente.

  • Che cosa è caldo | I flash di notizie sono inviati frequentemente qui per tenervi aggiornato con gli ultimi avanzamenti nella sanità, nei supplementi nutrizionali e nella longevità.

  • Centro legislativo di azione | Intraprenda l'azione in relazione alle questioni attuali importanti descritte nella rivista del prolungamento della vita e nel nostro sito Web.

  • Eventi | Scopra circa le conferenze, seminari e riunioni, o eventi di passato di rapporti di vista riferiti prolungamento della vita imminente sopra.

  • Aggiornamento del prolungamento della vita | Il nostro bollettino del periodico riferisce i nuovi risultati nella longevità, la medicina preventiva e la malattia non appena sono scoperti!

  • Centro di multimedia | Una collezione confezionata informazioni di video e di audio che caratterizzano i vari argomenti di salute di importanza a voi.

Ottenga la vostra guida nutrizionale LIBERA di supplemento