Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine aprile 2000

Tardi-rompendo le brevi notizie ai extensionists di vita,
così come chiunque interessato a vivere una vita più sana più lunga.

In Notizie

Acidi grassi e carcinoma della prostata essenziali

Perché un certo venire a mancare di s “di E " lavorare

La vitamina E è stata studiata estesamente per il suo ruolo nell'impedire gli attacchi di cuore. La maggior parte dei studi mostrano una riduzione significativa dell'attacco di cuore in relazione con l'arteria coronario nella gente che completa con la vitamina E. Based su questi rapporti positivi, uno studio di 4,5 anni sono stati condotti su un grande gruppo di persone ad ad alto rischio per attacco di cuore perché già hanno avuti la malattia cardiovascolare o diabete oltre ad un altro fattore di rischio. Lo scopo di questo studio era di accertare di se un supplemento della vitamina E dell'olio di soia potesse ridurre la mortalità o la progressione lenta di malattia. Questo studio è stato pubblicato nell'emissione del 20 gennaio 2000 di New England Journal di medicina.

I risultati di questo studio hanno indicato che il completamento con 400 IU di alfa acetato del tocoferolo (dall'olio di soia) non ha avuto effetto sui risultati cardiovascolari confrontati a placebo. I ricercatori hanno addotto quella ragione un possibile per cui questa vitamina E dell'olio di soia non ha mostrato che tutto il beneficio potrebbe essere perché è stato dato da solo, senza altri antiossidanti che sono conosciuti per avere effetti protettivi sinergici contro la malattia cardiovascolare.

Il fondamento del prolungamento della vita ha identificato altre ragioni per le quali questo studio non è riuscito a mostrare un effetto protettivo. In primo luogo, la petrolio-forma della soia di vitamina E usata era un genere economico annunciato spesso per $1,99 una bottiglia (30 capsule) in farmacie. I acquirenti seri della vitamina preferiscono i supplementi asciutti disperdibili con acqua fredda della vitamina E della polvere sotto forma di alfa succinato o di acetato del tocoferolo perché le forme disperdibili con acqua fredda sono assorbite efficientemente anche quando preso su uno stomaco vuoto o con un pasto a bassa percentuale di grassi. Le forme dispersibili in acqua non fredde (dell'olio) di vitamina E possono essere assorbite male a meno che preso con parecchi grammi di grassi o di oli. La maggior parte, se non tutti i, pazienti ad alto rischio in questo studio si penserebbero che siano sulle diete a basso contenuto di grassi e quindi non possono assorbire la vitamina oleosa E.

La vitamina disperdibile con acqua fredda E è due volte più costosa dell'E-acetato dell'olio di soia, ma le forme disperdibili con acqua fredda sono assorbite più efficientemente. Sia la vitamina E del succinato “che„„ “dell'acetato può venire dalle fonti naturali. L'importanza al consumatore è come la vitamina E assorbe nella circolazione sanguigna. Vitamina disperdibile con acqua fredda E, se in una forma dell'acetato o del succinato, viene sempre in una polvere asciutta bianca, mentre le forme naturali dell'non freddo acqua e sintetiche disperdibili dell'acetato di vitamina E sono sempre in un olio marrone spesso.

Mentre 100 IU o più della vitamina supplementare E un il giorno sono stati indicati per ridurre il rischio di attacchi di cuore in gente in buona salute, quelli con la coronaropatia preesistente prendono spesso 800 - 1600 IU un giorno, in base al lavoro aprente la strada dei fratelli nel della metà del 1940 S. dello Shute. A causa degli stati che severi di malattia la gente in questo studio era già dentro, essi dovrebbero essere dati a più di 400 IU una vitamina E. del giorno.

La maggior parte dei studi che cercano di determinare l'efficacia di una droga o di una vitamina misureranno i livelli ematici dell'agente che è provato per verificare le compliance e l'assorbimento. Ciò è critica perché molti agenti non assorbono correttamente. Ciò è particolarmente vero per le capsule della vitamina E dell'olio dell'E-acetato che dovrebbero essere prese con un pasto ad alta percentuale di grassi per assorbimento ottimale. In questo studio, non c'erano analisi del sangue effettuate per misurare l'assorbimento dell'olio dell'E-acetato. Non c'è inoltre indicazione che i pazienti dati l'olio dell'E-acetato sono stati detti per prenderlo con un pasto ad alta percentuale di grassi. Più ulteriormente, a causa della malattia severa indica questa gente erano già dentro, essi può consumare una dieta molto a bassa percentuale di grassi. Come precedentemente è stato notato, ci può essere un problema di assorbimento con i cappucci dell'olio dell'E-acetato, mentre i supplementi disperdibili con acqua fredda asciutti della vitamina E della polvere contengono i tensioattivi che permettono loro di essere assorbiti prontamente con o senza alimento.

Un altro difetto potenziale in questo studio è che a tutti i partecipanti sono stati permessi prendere un supplemento della multi-vitamina che potrebbe contenere fino a 100 IU della vitamina E. Da nessun analisi del sangue in cui fatto per misurare lo stato della vitamina, potrebbe essere che il gruppo del placebo stava consumando una vasta gamma di sostanze nutrienti quale acido folico, vitamine B6, B12, B6, la C ed E. cioè il gruppo del placebo può andare come pure il gruppo che riceve la vitamina E perché sono state permesse ottenere i livelli adeguati di sostanze nutrienti cardiovascolare-proteggenti indipendenti dallo studio.

Ancora un'altra preoccupazione per la validità di questo studio riposa con il fatto che questa gente malata stava danda le droghe che imitano molti degli effetti d'impedimento conosciuti del cuore della e della vitamina. Un modo che la vitamina E protegge dagli attacchi di cuore è di contribuire ad impedire la formazione anormale del coagulo di sangue dentro le arterie coronarie (azione della anti-piastrina). Sia dalla vitamina la E che il gruppo di controllo stavano dandi le droghe della anti-piastrina, gli effetti benefici della anti-piastrina possono essere sperimentati in entrambi i gruppi e quindi, il gruppo del placebo non può morire ad un maggior tasso che quelli che prendono la vitamina E. Molte di questa gente erano colesterolo prescritto “di statina„ che abbassa le droghe. Alcune droghe di statina hanno proprietà antiossidanti che contribuiscono a proteggere il colesterolo di LDL dall'ossidazione, che è un altro effetto di attacco del anti-cuore della vitamina E. C'erano molti altri fattori di confusione di potenziale concernente le droghe che questa gente malata stava prendendo che potrebbe mascherare le componenti sostanziali degli effetti benefici della e della vitamina, fornente la vitamina è stata assorbita in primo luogo, che ha ancora essere determinata.

Il fatto che la vitamina E da solo è stata utilizzata in questo studio è un esempio della mentalità “della un-droga„ che esiste oggi con medicina convenzionale. Anche se i ricercatori hanno saputo che altri antiossidanti potrebbero migliorare sinergico gli effetti della vitamina E, hanno scelto di intraprendere questi studi a lungo termine facendo uso soltanto di una dose moderata di una forma discutibile di vitamina E. L'articolo in New England Journal di medicina non ha rivelato che la forma di vitamina E usata era alfa olio dell'E-acetato del tocoferolo. L'articolo ha indicato soltanto “la vitamina E dalle fonti naturali.„ Il fondamento del prolungamento della vita ha dovuto contattare indipendente i ricercatori per accertare del che forma di vitamina E è stato usato. I ricercatori dovrebbero elencare la forma di vitamina E nell'articolo, poichè questo avrebbe fornito informazione chiave quanto a perché lo studio non è riuscito a mostrare alcuni benefici.

Lo stato dei ricercatori nella loro discussione che 400 IU un il giorno della vitamina E sono una dose elevata, quando la maggior parte dei medici alternativi raccomandano 800 - 1600 IU della vitamina E per controllo terapeutico della malattia cardiovascolare già attuale. Poiché i cardiologi convenzionali non sanno che le dosi elevate della vitamina E sono richieste per curare i pazienti della malattia cardiovascolare, questo articolo avrà l'effetto sfavorevole di indurre alcuni medici a pronunciarsi contro il completamento della vitamina. Timmagineil suo articolo, pubblicato in New England Journal prestigioso di medicina, inoltre prevede un'arma potente affinchè l'industria farmaceutica dissuada i pazienti della malattia cardiaca dalla presa degli integratori alimentari.

La combinazione estrogeno/della progestina aumenta il rischio di cancro al seno

In uno studio pubblicato nel giornale di American Medical Association, la sostituzione dell'estrogeno con la somministrazione concomitante delle progestine è stata trovata per aumentare il rischio di cancro al seno.

Precedentemente, quando 90% dei dati del mondo riguardo alla sostituzione ed al cancro al seno dell'ormone è stato analizzato, è stato determinato che il rischio di cancro al seno è aumentato con uso più lungo e recente della terapia ormonale sostitutiva. Questi risultati erano più prevalenti in donne magre e con coloro che aveva avanzato meno clinicamente i tumori. Non era risoluto che influenza ha migliorato i sistemi diagnostici ha avuta su questi risultati.

Nello studio di approfondimento corrente, i dati da ventinove centri americani della selezione sono stati analizzati fra gli anni di 1980 e di 1995. Complessivamente 46.355 donne postmenopausali sono state studiate, con un'età media di 58. I dati sono stati ottenuti dalle risposte ai questionari.

Molte donne prendono le progestine con estrogeno per ridurre il rischio di cancro uterino connesso con la sostituzione dell'estrogeno. Le donne hanno studiato chi ha preso l'estrogeno da solo ha sperimentato un 20% più alta incidenza di cancro al seno. Tuttavia, le donne che prendono l'estrogeno con la progestina hanno avvertito un più alto tasso di 40%. Questi tassi erano simili per le donne che hanno ricevuto i mammogrammi annuali e per coloro che non ha fatto, ma erano invalidi per le donne di peso eccessivo. Secondo gli autori di studio, con ogni anno di terapia ormonale sostitutiva, il rischio di cancro al seno aumenta 8% per quelli facendo uso di una combinazione della estrogeno-progestina e 1% per quelli facendo uso di estrogeno da solo.

Per quanto riguarda questi risultati, il giornale dello scrittore editoriale Walter Willett di American Medical Association rilevati, “sebbene l'uso in post-menopausa dell'ormone abbia benefici importanti, lo studio… evidenzia i rischi potenziali e le incertezze che accompagnano tale uso.„

“La credenza comunemente tenuta che l'invecchiamento richiede ordinariamente la gestione farmacologica purtroppo ha condotto a negligenza della dieta e dello stile di vita come i mezzi primari per raggiungere l'invecchiamento sano.„


Di nuovo al forum della rivista