Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine dicembre 2000

immagine

Diabete di controllo
Il modo naturale

da: Angela Pirisi

Pagina 1 di 2

Attualmente, abbiamo attuale un numero crescente dei modi possibili combattere il problema del diabete di tipo II senza dovere ricorrere alle droghe pericolose!

immagineLa restrizione e l'esercizio dell'alimento, in vista di controllo del peso, sono di gran lunga i concetti il bene sposati dai medici e dai dietisti. Ma la ricerca sta sorgendo per dimostrare che un approccio nutritivo al diabete può rendere i risultati favorevoli senza la spesa e gli effetti contrari della terapia farmacologica intensiva. Gli studi hanno indicato, per esempio, la capacità di fare diminuire il rischio del diabete con i mezzi dietetici e supplementari, quali degli gli alimenti ricchi di fibra del cereale, magnesio, picolinate del cromo, biotina, coenzima Q10 ed hanno coniugato l'acido linoleico (CLA).(1)

Il CLA, in particolare, è una terapia ragionevolmente nuova, che può servire bene a risolvere la sindrome stante a dieta del perdere-peso-guadagno-peso e migliora la sensibilità dell'insulina. Un corpo crescente di prova scientifica sta indicando il CLA come efficace arma nella guerra contro il diabete ed il problema diffuso relativo dell'obesità.

Mentre gli studi fin qui hanno indicato il CLA per essere efficace terapia preventiva per cancro, aterosclerosi ed altre malattie, gli ultimi risultati presentati agosto 2000 alla 220th riunione nazionale della società di prodotto chimico americano (ACS), suggeriscono un ruolo per il composto sia nel controllo che nella perdita di peso del glucosio.

immagine
Gli studi hanno indicato la capacità di fare diminuire il rischio del diabete con i mezzi dietetici e supplementari, quali degli gli alimenti ricchi di fibra del cereale ed hanno coniugato l'acido linoleico (CLA).
Il CLA ha il potenziale terapeutico di alterare la massa grassa del corpo e di contribuire a dirigere l'insulino-resistenza. Uno studio, effettuato dai ricercatori all'università di Wisconsin-Madison, ha indicato che il CLA può aiutare i dieters a riacquistare più muscolo contro grasso dopo che smettono di essere a dieta. Lo studio ha consistito di mettere 71 oggetto obeso su una dieta a calorie ridotte e su un programma moderato di esercizio. Inoltre, 35 di loro inoltre hanno preso quotidiano 3 grammi di CLA (1 grammo con ogni pasto), mentre l'altra metà del gruppo ha servito da comandi prendendo un placebo dell'olio di girasole. Per la fine del periodo di sei mesi di studio, entrambi i gruppi avevano sparso circa cinque libbre. Tuttavia, mentre della gente il guadagno generalmente circa tre volte più grasso di muscle (75% contro 25%) quando i loro aumenti di peso, il gruppo del CLA hanno guadagnato indietro più muscolo e meno grasso, pareggiando il rapporto al 50:50. Conduca il ricercatore, il Dott. Michael Pariza, direttore dell'istituto della ricerca alimentare dell'università, che suggerisce che il CLA possa lavorare bloccando la funzione degli enzimi chiave coinvolgere nel indurre le cellule grasse a espandersi, così permettere che le cellule grasse restino piccole. Come tale, dice Pariza, CLA può provare utile come aiuto della gestione del peso. Inoltre, spiega, livelli anche riduttori della glicemia a digiuno del CLA e livelli del trigliceride. Da glucosio livella solitamente l'impulso dopo il consumo del pasto, riducentesi i livelli di digiuno sono un buon modo pareggiare i livelli e minimi che i diabetici mirano a controllare. Questa ricerca, tuttavia, non ha disegnato alcun collegamento fra il CLA e la perdita di peso reale.

Uno studio norvegese, di cui i risultati inoltre sono stati riferiti alla riunione della società di prodotto chimico americano, va ancora ulteriore suggerendo che il CLA possa indurre il guadagno di massa della massa di perdita e del muscolo del grasso, indipendentemente dalla dieta o dall'esercizio. Nello studio, 60 oggetti di peso eccessivo sono stati randomizzati in cinque gruppi ed hanno amministrato le dosi quotidiane differenti del CLA o del placebo. Mentre nessuno dei partecipanti sono stati permessi essere a dieta, quelli che prendono un supplemento del CLA hanno avvertito una riduzione statisticamente significativa in massa del grasso corporeo, con i risultati più drammatici che sono veduti fra i 3,4 grammi e 6,8 grammi di gruppi. Gli aumenti in massa magra del corpo si sono presentati in tutti i gruppi di utenti del CLA, ma erano soltanto statisticamente significativi in quelli che prendono il più alto (g) dose 6,8. Tuttavia, i ricercatori riferiscono che i benefici dimagranti hanno stabilizzato e che nessun effetto supplementare sulla massa del grasso corporeo è stato raggiunto oltre il CLA di 3,4 g al giorno.

Altri risultati riferiti al ACS che incontra il potenziale del CLA specificamente esaminato come terapia aggiuntiva per l'efficace gestione di diabete. All'università di Purdue, l'Indiana, uno studio ha fatto partecipare 22 diabetici confermati che prendono 6,0 grammi al giorno del CLA o dell'olio del placebo per otto settimane. I risultati hanno mostrato che quel 64% (contro 40% di placebo) degli oggetti che hanno preso il CLA ha avuto miglioramenti nei loro livelli dell'insulina, mentre 83% (contro 10% di placebo) di loro aveva migliorato i conteggi di leptina. In generale, quelli sul CLA hanno mostrato una riduzione moderata dei livelli della glicemia a digiuno, una diminuzione nei livelli del trigliceride, il miglioramento nei livelli di leptina del siero e gli acidi grassi liberi. Gli studi precedenti dagli stessi ricercatori hanno trovato che, in un gruppo di ratti diabetici maschii, il CLA ha normalizzato la tolleranza al glucosio alterata. L'autore principale dello studio, il dietista Martha Belury, ha concluso quello facendo uso di un approccio non farmacologico, quale il CLA, congiuntamente alla terapia farmaceutica, potrebbe contribuire a ritardare e/o dirigere il diabete. Pure, crede che potrebbe contribuire a ridurre le spese sanitarie e gli effetti collaterali di uso a lungo termine della droga.

Continuato alla pagina 2


  

Di nuovo al forum della rivista