Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine luglio 2000


immagine


immagine

Artrite e invecchiamento

Una nuova prospettiva

da: William Faloon

Perché gli anziani contrattano tante malattie allo stesso tempo? Una risposta è che determinate citochine distruttive (agenti di modulazione immuni) aumentano con invecchiamento. Le buone notizie sono che ci sono terapie degli elementi nutritivi e della droga disponibili sopprimere queste citochine pericolose ed alleviare una miriade di malattie degeneranti.

Una cattiva citochina che aumenta mentre gli esseri umani invecchiano è chiamata fattore di necrosi tumorale (TNF-a). Troppo TNF-a provoca una miriade di disordini in relazione con l'invecchiamento compreso la malattia autoimmune, il guasto di scompenso cardiaco, l'insulino-resistenza e lo spreco catabolico. Quando TNF-a attacca i rivestimenti dei giunti, il risultato è infiammazione, dolore e l'immobilità finale. TNF-a ed altre citochine sono stati implicati sia in reumatoide che nell'osteoartrite. La soppressione del TNF-a, quindi, sembra essere un efficace metodo di trattamento dell'ampia varietà di malattie in relazione con l'invecchiamento.

La terapia più efficace per trattare l'artrite reumatoide è un farmaco da vendere su ricetta medica approvato dalla FDA chiamato Enbrel. Questa droga (Enbrel) funziona sopprimendo la citochina distruttiva TNF-a.

Sopprimendo TNF-a, Enbrel inverte spesso il corso dell'artrite reumatoide. La droga è relativamente sicura con l'effetto collaterale primario che è le reazioni del sito iniezione. Poiché TNF-a è necessario combattere la malattia infettiva acuta, quando una ha un'infezione seria, la terapia di Enbrel temporaneamente è interrotta finché l'infezione non si abbassi.

Così perché non sentite più circa Enbrel? In primo luogo, costa circa $12.000,00 all'anno e richiede due visite ogni settimana al vostro ambulatorio per le iniezioni. Molto HMOs insiste che i pazienti di artrite usino le droghe d'inibizione meno costose COX-2 come Celebrex o Vioxx invece del Enbrel più costoso. Le droghe d'inibizione COX-2, tuttavia, non sono efficaci quanto il Enbrel.

Mentre Enbrel è approvato soltanto da FDA per l'artrite reumatoide, può anche essere efficace nella protezione contro la distruzione della cartilagine che si presenta nell'osteoartrite. Sia TNF-a che un'altra citochina chiamata interleuken uno beta (IL-1b) sono stati indicati per svolgere un ruolo nella distruzione della cartilagine e nella caratteristica infiammatoriadi processo 1 dell'osteoartrite. Anche se uno ha assicurazione che pagherebbe Enbrel, ancora richiederebbe una diagnosi dell'artrite reumatoide affinchè la società di assicurazioni paghi Enbrel. Ciò significa che quelli con il fronte di osteoartrite la prospettiva di entrambi che devono pagare ai $12.000,00 il costo annuale vivo ed individuare un medico che vuole prescrivere Enbrel per un uso unapproved, cioè il trattamento dell'osteoartrite.

Nell'artrite reumatoide, TNF-a è un fattore chiave provato nella promozione l'infiammazione e del danneggiamento di cartilagine e dell'osso.2,3 droghe che sopprimono TNF-a sono le nuove terapie “di Cadillac„ nel trattamento dell'artrite reumatoide.

Facendo uso delle erbe per sopprimere gli agenti pro-infiammatori

Ci sono approcci nutrizionali a sopprimere TNF-a ed altri fattori infiammatori. Mentre le terapie nutrizionali funzionano ad un passo più lento che le droghe, hanno il beneficio di essere meno costose e virtualmente esenti dagli effetti collaterali. Infatti, questi approcci nutrizionali forniscono i vantaggi collaterali potenziali quali rigenerazione e riduzioni della cartilagine del rischio della malattia cardiovascolare.

immagine

La foglia dell'ortica è un'erba che ha una tradizione lunga di uso come rimedio ausiliario nel trattamento dell'artrite in Germania. L'estratto della foglia dell'ortica contiene i composti attivi che riducono TNF-a ed altre citochine infiammatorie.4,5

Non solo la foglia dell'ortica abbassa i livelli di TNF-a, ma è stata indicata per agire in tal modo potente inibendo il fattore di trascrizione genetico che attiva TNF-a e IL-1b nel tessuto sinoviale che allinea il giunto.6

Uno studio sui volontari sani ha dimostrato il potenziale antinfiammatorio dell'ortica.7 in questa lo studio, l'estratto dell'ortica ha ridotto significativamente la concentrazione di IL-1b e di TNF-a in risposta a stimolazione di queste citochine pro-infiammatorie.

Gli altri studi intrapresi su 40 pazienti che soffrono dall'artrite acuta hanno paragonato gli effetti di 200 mg di farmaco anti-infiammatorio (diclofenac) a soltanto 50 mg della stessa droga congiuntamente alla foglia stufata dell'ortica.8 punteggi totali del giunto sono migliorato significativamente in entrambi i gruppi da circa 70%. L'aggiunta dell'estratto dell'ortica ha reso possibile una riduzione della dose di 75% della droga tossica, mentre ancora conservava gli stessi benefici antinfiammatori con gli effetti collaterali riduttori.

Noti prego che mentre un estratto dalla radice dell'ortica (urtica dioica) è usato per alleviare i sintomi dell'ingrandimento benigno della prostata, è l'estratto della foglia dell'ortica che ha indicato l'efficacia nella soppressione delle citochine pro-infiammatorie TNF-a e IL-B1.

Altri fattori pro-infiammatori

Le prostaglandine sono acidi grassi del tipo di ormone che partecipano a molte funzioni di vita. Una volta presenti a livelli superiori, non tutte le prostaglandine sono utili. I livelli in eccesso di prostaglandina E2 (PGE2) possono causare l'infiammazione. Le droghe (quali Celebrex e Vioxx) che sopprime la produzione di PGE2 sono approvate da FDA come efficaci terapie di artrite.

Celebrex e Vioxx funzionano inibendo un enzima chiamato cyclooxygenase-2 (COX-2) che è richiesto per convertire l'acido arachidonico in prostaglandina distruttiva E2 (PGE2).

Un altro modo di riduzione della quantità di PGE2 pro-infiammatorio è di interferire con la produzione di acido arachidonico stessa, che è come l'olio di pesce funziona. In uno studio, i supplementi dell'olio di pesce dati ai pazienti di artrite reumatoide hanno ridotto i livelli dell'acido arachidonico di 33% confrontato ai valori di pre-supplemento.9 un altro studio umano hanno mostrato l'olio di pesce che abbassa i livelli dell'acido arachidonico da 26%.10

L'olio di pesce inoltre sopprime il giunto-tessuto citochine distruttive di IL-1B e di TNF-a, che gli aiuti spiegano perché tanti studi pubblicati dimostrano che l'olio di pesce è un'efficace terapia di artrite.11-17 gli studi sui volontari sani e sui pazienti di artrite reumatoide indicano che il completamento dell'olio di pesce inibisce la produzione delle citochine, del TNF-a e del IL-1B proinflammatory vicino fino a 90%! 18

Oltre a PGE2, un altro metabolita pro-infiammatorio di acido arachidonico è leucotriene la B (4). Gli inibitori COX-2 non sopprimono il leucotriene B4, che gli aiuti spieghino perché gli inibitori COX-2 forniscono solitamente soltanto la sospensione parziale dai sintomi di artrite. L'olio di pesce, d'altra parte, sopprime entrambe il leucotriene B (4) e PGE2.19-22

Gli effetti dell'olio di pesce supplementare nella soppressione del leucotriene B (4) è stato indicato in uno studio che ha confrontato l'effetto di aspirin da solo o in una combinazione di aspirin a basse dosi e di olio di pesce. Quando aspirin è stato preso da sè, leucotriene B (4) i livelli hanno aumentato 19%. Quando l'olio di pesce si è aggiunto al regime basso di aspirin della dose, leucotriene B (4) i livelli sono diminuito da un 69% colpente. Questo studio ha indicato che la combinazione di aspirin a basse dosi e di assunzione moderata dell'olio di pesce è un'arma potente nel regolamento dei leucotrieni pro-infiammatori.23

Il cibo del pesce stesso invece di carne è utile, oltre a prendere le capsule dell'olio di pesce. La ragione per questa è che il consumo della carne aumenta i livelli dell'acido arachidonico. Mangiando il pesce invece di carne, meno acido arachidonico è a disposizione per convertire in PGE2 pro-infiammatorio ed in leucotriene la B (4).

Quando i pazienti di artrite reumatoide sono completati con omega-3 gli oli (pesce, lino, Perilla), l'effetto più comune è sollievo dei giunti teneri e della rigidezza di mattina. In alcuni casi, gli oli omega-3 permettono al paziente di artrite di ridurre o eliminare l'esigenza della terapia farmacologica tossica.24-26

Tabella 1
Come infiammazione-indurre la prostaglandina E2 (PGE2) è formata:
L'acido arachidonico + COX-2 = hanno aumentato la prostaglandina in prostaglandina aumentata E2 (PGE2) E2 = infiammazione

Come gli inibitori COX-2 (cyclooxygenase-2) funzionano:
L'acido arachidonico + l'inibitore COX-2 = hanno ridotto la prostaglandina E2 meno prostaglandina E2 = infiammazione riduttrice

Di 12 ha pubblicato doppio cieco e gli studi controllati con placebo con una durata di 12-52 settimane, la tenerezza unita in diminuzione erano il risultato favorevole più comune riferito con il completamento dell'olio di pesce. A differenza degli anti-infiammatori non steroidei tossici, il consumo dell'olio di pesce non è associato con la tossicità gastrointestinale, comunque un certo disagio gastrico di esperienza della gente, che è perché i supplementi enterico-rivestiti dell'olio di pesce stanno diventando più popolari.27-36

L'olio di pesce fornisce i seguenti benefici a quelli che soffrono dall'artrite:

- Sopprime l'acido arachidonico, con conseguente inibizione della prostaglandina pro-infiammatoria E2 (PGE2).

- Riduce le citochine tossiche TNF-a e IL-1B, che attaccano il rivestimento unito ed altre parti del corpo.

- Interferisce con la produzione del leucotriene derivato infiammazione-indurre dell'acido grasso la B (4).

Mentre l'olio di pesce ha tre meccanismi specificamente identificati per inibire la malattia infiammatoria, i pazienti di artrite possono richiedere l'aiuto supplementare nella soppressione i livelli in eccesso di cyclooxygenase-2 (COX-2) e deun altro enzima chiamato lipo-ossigenasi 5.


Tabella 2
Come l'olio di pesce riduce l'infiammazione:

Alta prostaglandina E2 e leucotriene B (4) = infiammazione

I supplementi ed il pesce dell'olio di pesce = hanno ridotto i livelli dell'acido arachidonico

Acido arachidonico riduttore = prostaglandina più bassa E2 e leucotriene B (4)

Prostaglandina riduttrice E2 e leucotriene B (4) = meno infiammazione


immagine

Ricordi, acido arachidonico è convertito in prostaglandina pro-infiammatoria E2 (PGE2) dall'enzima COX-2. Il leucotriene pro-infiammatorio B (4), d'altra parte, richiede l'enzima di lipo-ossigenasi di convertire da acido arachidonico (riferisca alla tabella 3).

Le droghe Celebrex e Vioxx funzionano come inibitori COX-2, ma come potete vedere dal grafico (tabella 3), che ancora lascia la via di lipo-ossigenasi aperta per produrre giunto-distruggere il leucotriene la B (4).

Negli studi sperimentali, farmacologicamente i componente attivi della radice dello zenzero (gingerols) sono stati indicati per inibire sia le vie di lipo-ossigenasi che del ciclo-ossigenasi e la produzione della prostaglandina E2 e dei leucotrieni. Nessun effetto collaterale significativo è stato riferito facendo uso dei gingerols.37-39

L'essenza di zenzero è ottenuta tramite distillazione a vapore della radice secca dello zenzero. In uno studio sui ratti, l'artrite 40 è stata indotta nel ginocchio e nella zampa per iniezione dei bacilli, conducendo all'infiammazione. Un gruppo di ratti inoltre è stato fatto l'essenza di zenzero per via orale per i 28 giorni che cominciano il giorno prima dell'iniezione. I ratti dati l'essenza di zenzero hanno avuti di meno che la metà l'infiammazione della zampa e del ginocchio confrontata ai comandi.

Tabella 3
La cascata metabolica tossica di acido arachidonico. Si noti che due vie specifiche da cui l'acido arachidonico può causare le circostanze artritiche.
immagine

Ricostruzione della cartilagine persa

I pazienti di artrite hanno una scelta di usando le droghe approvate dalla FDA e/o le terapie naturali per contribuire a proteggere i rivestimenti dei giunti dall'attacco autoimmune dalle citochine e dalle prostaglandine pericolose. Ma che cosa circa la distruzione della cartilagine che già ha accaduto?

Secondo l'edizione del 15 marzo 2000 del giornale di American Medical Association (JAMA), un esame di tutti gli studi conosciuti sulla glucosamina e la condroitina nel trattamento dell'artrite hanno mostrato un miglioramento medio in massa di qualità di 35,5%. Le conclusioni degli autori erano:

“Le prove dei preparati della condroitina e la glucosamina per i sintomi di osteoartrite dimostrano il moderato ai grandi effetti, ma le edizioni di qualità e la polarizzazione probabile della pubblicazione suggeriscono che questi effetti siano esagerati. Tuttavia, un certo grado di efficacia sembra probabile per queste preparazioni.„
Questa conclusione piuttosto pessimistica può essere autorizzata ha basato sulla conoscenza che per trattare adeguatamente l'artrite, è cruciale sopprimere cartilagine-distruggere le citochine come TNF-a ed i acido-derivati grassi pro-infiammatori quale PGE2. Ciò è dove un approccio integrato a trattare l'artrite comincia avere significato anche nel mondo di medicina convenzionale. Poiché i preparati della condroitina e la glucosamina forniscono ovviamente un certo beneficio, ha significato combinarli con le terapie farmacologiche e/o nutrizionali che sopprimono il danneggiamento infiammatorio del rivestimento del giunto.

Fra le terapie naturali per l'osteoartrite, il solfato della glucosamina è probabilmente il più noto. È utilizzato estesamente come droga per l'osteoartrite in Europa ed è stato disponibile facilmente in negozi bio negli Stati Uniti negli ultimi anni.

La glucosamina è una sostanza naturale nel corpo, sintetizzato nei chondrocytes. Il corpo usa la glucosamina completata per sintetizzare i proteoglicani ed i glicosaminoglicani di legame d'acqua (bavagli) nella matrice della cartilagine. Oltre a fornire la materia prima, la presenza di glucosamina sembra stimolare i chondrocytes nella loro produzione di queste sostanze. La glucosamina inoltre inibisce determinati enzimi, che distruggono la cartilagine, per esempio collagenosi e fosfolipasi. Bloccando i meccanismi patogeni che conducono a degenerazione articolare, la glucosamina ritarda la progressione della malattia ed allevia i sintomi anche per le settimane dopo il termine del trattamento.41

Il solfato della condroitina è una componente importante di cartilagine. È una molecola molto grande, composta di unità ripetute del solfato della glucosamina. Come la glucosamina, il solfato della condroitina attira l'acqua nella matrice della cartilagine e stimola la produzione di cartilagine. Inoltre ha la capacità di impedire gli enzimi cartilagine di dissoluzione. Sebbene l'assorbimento del solfato della condroitina sia molto più basso di quello della glucosamina (10-15% contro 90-98%), gli studi recenti hanno indicato i buoni risultati dal trattamento a lungo termine con il solfato della condroitina, riducente il dolore ed aumentante la gamma di moto.42-44

Raccomandazioni

Per quelli con l'artrite reumatoide severa che non risponde alle terapie naturali, la droga Enbrel è la migliore terapia nel mondo. Enbrel può anche essere efficace nel trattamento dell'osteoartrite se combinato con la glucosamina e la condroitina. Enbrel costa circa $12.000,00 all'anno e richiede al paziente di visitare il medico due volte ogni settimana per le iniezioni. Ci sono, tuttavia, soluzioni naturali alle cause complesse dell'artrite che sono state identificate in questo articolo.

Sopprimendo i livelli in eccesso di alfa di fattore di necrosi tumorale (TNF-a) e di altro tessuto distruggere i fattori, molte malattie connesse con invecchiamento normale quale il guasto di scompenso cardiaco, il diabete di tipo II e la disfunzione immune può essere evitato.49,50 TNF-a possono essere soppressi con le droghe (Enbrel) o le sostanze nutrienti quale la foglia dell'ortica estraggono e supplementi dell'olio di pesce di EPA-DHA.

La sicurezza di utilizzo delle droghe e delle terapie naturali

Nel scegliere fra le droghe e le terapie naturali, alcune considerazioni importanti sono nell'ordine. Se le terapie naturali stanno andando essere provate in primo luogo, dovrebbe essere notato che gli studi pubblicati indicano che prenderà fra tre - sei settimane affinchè l'infiammazione cessi e sollievo dal dolore per accadere. Alcuni pazienti di artrite useranno le terapie naturali con le dosi più basse dei farmaco anti-infiammatorio di prescrizione durante la fase di inizio.

Un grado di cautela si consiglia quando combina i farmaci da vendere su ricetta medica con determinate terapie naturali. Per esempio, se la droga Enbrel sta usanda per sopprimere TNF-a, sarebbe consigliabile evitare i supplementi dell'estratto della foglia dell'ortica che inoltre sopprimono TNF-a. C'è una possibilità teorica che troppo TNF-a potrebbe essere soppresso se sia Enbrel che gli estratti della foglia dell'ortica fossero presi allo stesso tempo. L'estratto della foglia dell'ortica può essere trovato nei supplementi di ChronoForte e di ArthroPro offerti da prolungamento della vita. La foglia dell'ortica è presente in questi prodotti proteggere dagli effetti deleteri multipli di produzione in eccesso di TNF-a che si presentano con invecchiamento. Per la maggior parte della gente, la dose sicura massima per l'estratto potente della foglia dell'ortica è di 2500 milligrammi un il giorno, che è l'importo che sarebbe consumato se una persona prende la dose massima sia di ChronoForte che di ArthroPro. Poiché Enbrel è controindicato durante il tempo in cui qualcuno sta soffrendo dall'infezione acuta, raccomandiamo che ChronoForte e ArthroPro inoltre siano evitati durante il tempo che una persona sta combattendo un'infezione e possano avere bisogno delle quantità elevate di TNF-a di attaccare l'agente infettante. Ricordi che la ragione che per gli esseri umani invecchianti è così importante sopprimere cronicamente gli alti livelli di TNF-a è perché questa citochina distruttiva è collegata ad un'ampia varietà di malattie degeneranti età-collegate.

Quando si tratta dell'inibizione del COX-2 con le droghe quali Celebrex e Vioxx, potrebbe essere saggio evitare l'alti gingerol di potenza, PABA e supplementi della curcumina quando usando queste droghe a causa di una possibilità teorica di sovra-soppressione degli enzimi COX-1 e COX-2. Sappia prego che mentre Celebrex e Vioxx sono classificati ufficialmente come inibitori COX-2, inoltre sopprimono COX-1. Sopra soppressione di COX-1 è collegato con gli effetti collaterali gastrointestinali delle droghe di artrite di NSAID.45,46

La combinazione di olio di pesce con Celebrex o Vioxx potrebbe causare teoricamente sopra soppressione della prostaglandina E2 (PGE2). Ricordi, mentre gli alti livelli di PGE2 provoca una risposta infiammatoria, il corpo ha bisogno di qualche PGE2 di mantenere l'integrità mucosa della parete intestinale.47,48

Riassumendo:
  • Se prendendo la droga Enbrel, eviti i prodotti cui contenga l'estratto della foglia dell'ortica come
    ArthroPro e ChronoForte.

  • Se prendendo le droghe Celebrex, Vioxx, Lodine o altri COX-2 inibitori, potete volere evitare prendere gli eccessivi importi del gingerol, di PABA, di curcumina o dell'olio di pesce. Gli importi moderati di queste sostanze nutrienti non dovrebbero causare un problema.

  • Non superi 2500 mg al giorno dell'estratto della foglia dell'ortica. Durante le infezioni serie, non eccedi

Riferimenti

1. Feldman, et al. Il ruolo del fattore di necrosi tumorale in patofisiologia di infarto. J Coll Cardiol 2000 1° marzo; 35(3): 537-44
2. Dott di Bertolini, et al. stimolazione di riassorbimento dell'osso ed inibizione di formazione dell'osso in vitro dai fattori di necrosi tumorale umani. Natura 1986 6-12 febbraio; 319 (6053): 516-8
3. L'alfa di fattore di necrosi tumorale di Saklatvala J. stimola il riassorbimento ed inibisce la sintesi di proteoglycan in cartilagine. Natura 1986 7-13 agosto; 322 (6079): 547-9
4. Teucher T, et al. [secrezione di citochina nell'intero sangue degli individui sani che seguono somministrazione orale dell'estratto della pianta di urtica dioica L.]. Arzneimittelforschung 1996 settembre; 46(9): 906-10
5. Klingelhoefer S, et al. effetto di Antirheumatic dell'ID 23, un estratto della foglia dell'ortica bruciante, sull'espressione in vitro delle citochine dell'assistente di T. J Rheumatol 1999 dicembre; 26 (12): 2517-22
6. Riehemann K, et al. gli estratti della pianta dall'ortica bruciante (urtica dioica), un rimedio antirheumatic, inibisce il fattore di trascrizione proinflammatory N-F-kappaB. FEBS Lett 1999 8 gennaio; 442(1): 89-94
7. Obertreis B, et al. erratum pubblicato compare in Arzneimittelforschung 1996 settembre; 46(9): L'inibizione ex vivo in vitro 936 di lipopolysaccharide ha stimolato l'fattore-alfa di necrosi del tumore e la beta secrezione interleukin-1 nell'intero sangue umano dal foliorum di dioicae di urticae di extractum. Arzneimittelforschung 1996 aprile; 46(4): 389-94
8. Chrubasik S, et al. prova per efficacia antirheumatic del Herba Urticae nell'artrite acuta: uno studio pilota. Phytomedicine 1997 4:105-108
9. Sperling RI, et al. effetti del completamento dietetico con il pesce di mare lubrifica sulla generazione e sulla funzione del mediatore del lipido del leucocita nell'artrite reumatoide. Rheum 1987 di artrite settembre; 30(9): 988-97
10. Conquisti JA, et al. effetto del completamento con l'olio di guarnizione dietetico sui fattori di rischio cardiovascolari selezionati e variabili emostatiche nei soggetti di sesso maschile in buona salute. Thromb ricerca 1999 1° novembre; 96(3): 239-50
11. Venkatraman JT, et al. effetti dei lipidi dietetici omega-3 e omega-6 e della vitamina E sulle citochine del siero, mediatori del lipido ed anticorpi anti-DNA in un topo modella per l'artrite reumatoide. J Coll Nutr 1999 dicembre; 18(6): 602-13
12. Lo CJ, et al., olio di pesce fa diminuire il fattore di necrosi tumorale Gene Transcription del macrofago alterando l'attività di NFkappaB. Ricerca 1999 di J Surg aprile; 82(2): 216-221
13. Khalfoun B, et al., docosaexanoico e acidi eicosapentanoici inibisce la produzione endoteliale umana in vitro delle cellule di interleukin-6. Adv Exp Med Biol 1997; 400B: 589-97
14. Caughey GE, et al. L'effetto sull'alfa e sull'interleuchina umane di fattore di necrosi tumorale 1 beta produzione delle diete arricchite in acidi grassi n-3 da olio vegetale o dall'olio di pesce. J Clin Nutr 1996 gennaio; 63(1): 116-22
15. Khalfoun B, et al. docosaexanoico e acidi eicosapentanoici inibisce l'adesione linfocita-endoteliale umana in vitro delle cellule. Trapianto 1996 15 dicembre; 62(11): 1649-57
16. Espersen GT, et al. beta livelli in diminuzione interleukin-1 in plasma dai pazienti di artrite reumatoide dopo il completamento dietetico con gli acidi grassi polinsaturi n-3. Clin Rheumatol 1992 settembre; 11(3): 393-5
17. Il CL di Curtis, et al. gli acidi grassi n-3 specificamente modula i fattori catabolici in questione nella degradazione articolare della cartilagine. Biol Chem di J 2000 14 gennaio; 275(2): 721-4
18. James MJ, et al. acidi grassi polinsaturi dietetici e produzione infiammatoria del mediatore. J Clin Nutr 2000 gennaio; 71 (1 supplemento): 343S-8S
19. Kremer JM. supplementi dell'acido grasso n-3 nell'artrite reumatoide. J Clin Nutr 2000 gennaio; 71 (1 supplemento): 349S-51S
20. Raederstorff D, et al. proprietà antinfiammatorie di docosaexanoico e acidi eicosapentanoici dall'nell'infiammazione indotta phorbol estere dell'orecchio di topo. Allergia Immunol 1996 dell'arco di Int novembre; 111(3): 284-90
21. Mayatepek E, et al. influenza di dietetico (n-3) - acidi grassi polinsaturi su leucotriene B4 e sintesi della prostaglandina E2 e corso della tubercolosi sperimentale in cavie. Infezione 1994 marzo-aprile; 22(2): 106-12
22. Terano T, et al. acido eicosapentanoico come modulatore di infiammazione. Effetto sulla sintesi del leucotriene e della prostaglandina. Biochimica Pharmacol 1986 1° marzo; 35(5): 779-85
23. Effetto di Engstrom K et al. di aspirin a basse dosi congiuntamente all'olio di pesce stabile sui eicasanopids. EPA e eicosanoidi. 57:229 grasso dell'acido 1997 di Prost Leukotr Ess
24. Kremer JM, et al. effetti di manipolazione degli acidi grassi dietetici sulle manifestazioni cliniche dell'artrite reumatoide. Lancetta 1985 26 gennaio; 1(8422): 184-7
25. Skoldstam L, et al. un effetto di sei mesi del completamento dell'olio di pesce nell'artrite reumatoide stabile. Una prova alla cieca, studio controllato. Scand J Rheumatol 1992; 21(4): 178-85
26. Il CS di Lau, et al. effetti del completamento dell'olio di pesce sul requisito di anti-infiammatorio non steroideo in pazienti con il placebo reumatoide delicato della prova alla cieca di artrite-un ha controllato lo studio. Br J Rheumatol 1993 novembre; 32(11): 982-9
27. Faarvang chilolitro, et al. [oli di pesce ed artrite reumatoide. Uno studio di prova alla cieca e randomizzato]. Ugeskr Laeger 1994 6 giugno; 156(23): 3495-8
28. Nielsen GL, et al. Gli effetti del completamento dietetico con gli acidi grassi polinsaturi n-3 in pazienti con l'artrite reumatoide: un randomizzato, studio in doppio cieco. L'EUR J Clin investe 1992 ottobre; 22(10): 687-91
29. Cleland LG, et al. Effetti clinici e biochimici dei supplementi dietetici dell'olio di pesce nell'artrite reumatoide. J Rheumatol 1988 ottobre; 15(10): 1471-5
30. Kremer JM, et al. completamento dell'acido grasso dell'olio di pesce nell'artrite reumatoide attiva. Doppio accecato, controllato, studio dell'incrocio. Ann Intern Med 1987 aprile; 106(4): 497-503
31. Kjeldsen-Kragh J, et al. completamento dell'acido grasso omega-3 e trattamento dietetici di naprossene in pazienti con l'artrite reumatoide. J Rheumatol 1992 ottobre; 19(10): 1531-6
32. van der Tempel H, et al. effetti del completamento dell'olio di pesce nell'artrite reumatoide. Ann Rheum Dis del 1990 febbraio; 49(2): 76-80
33. Kremer JM, et al. effetti dell'olio di pesce ad alta dose sull'artrite reumatoide dopo la fermata degli anti-infiammatori non steroidei. Componenti cliniche ed immuni. Rheum 1995 di artrite agosto; 38(8): 1107-14
34. Fortin PR, et al. convalida di una meta-analisi: gli effetti dell'olio di pesce nell'artrite reumatoide. J Clin Epidemiol 1995 novembre; 48(11): 1379-90
35. Kremer JM, et al. completamento dietetico dell'olio di pesce e dell'olio d'oliva in pazienti con l'artrite reumatoide. Effetti clinici ed immunologici. Rheum del 1990 di artrite giugno; 33(6): 810-20
36. Lassus A, et al. effetti del completamento dietetico con i lipidi etilici poli-insaturi dell'estere (Angiosan) in pazienti con la psoriasi e artrite psoriasica. J Int Med Res 1990 gennaio-febbraio; 18(1): 68-73
37. Kiuchi F, et al. inibizione della biosintesi del leucotriene e della prostaglandina dai gingerols e dai diarylheptanoids. Toro di Chem Pharm (Tokyo) 1992 febbraio; 40 (2): 387-91
38. Srivastava KC, et al. zenzero (zingiber officinale) nel reumatismo e disordini osteomuscolari. Med Hypotheses 1992 dicembre; 39(4): 342-8
39. Flynn DL, et al. inibizione di attività umana della lipossigenasi del neutrofilo 5 dal gingerdione, shogaol, capsaicina e composti pungenti riferiti. Med 1986 di Leukot delle prostaglandine ottobre; 24 (2-3): 195-8
40. Sharma JN, et al. effetti soppressivi di eugenolo e dell'essenza di zenzero sui ratti artritici. Farmacologia 1994 novembre; 49(5): 314-8
41. Qiu GX, et al. efficacia e sicurezza del solfato della glucosamina contro ibuprofene in pazienti con l'osteoartrite del ginocchio. Arzneimittelforschung 1998 maggio; 48 (5): 469-74
42. McAlindon TE, et al. glucosamina e condroitina per il trattamento dell'osteoartrite: una valutazione della qualità e una meta-analisi sistematiche. JAMA 2000 15 marzo; 283(11): 1469-75
43. Omata T, et al. effetti del solfato-c della condroitina su distruzione articolare della cartilagine dall'nell'artrite indotta da collagene murina. Arzneimittelforschung 2000 febbraio; 50(2): 148-53
44. BF di Leeb, et al. Una meta-analisi del solfato della condroitina nel trattamento dell'osteoartrite. J Rheumatol 2000 gennaio; 27(1): 205-11
45. Schuna aa. Nuove droghe per il trattamento dell'artrite reumatoide. Sistema Pharm di salute di J 2000 1° febbraio; 57(3): 225-34
46. Yamamoto S. [acidi grassi insaturi essenziali]. Il Giappone Rinsho 1999 ottobre; 57(10): 2242-6
47. Brzozowski T, et al. espressione di ciclo-ossigenasi (COX) - 1 e COX-2 in cytoprotection adattabile indotto dallo sforzo delicato. J Physiol Parigi 2000 marzo-aprile; 94 (2): 83-91
48. Sakamoto C, et al. EGF stimola sia l'attività del ciclo-ossigenasi che la proliferazione delle cellule delle cellule mucose gastriche coltivate della cavia. J Gastroenterol 1994 luglio; 29 7:73 del supplemento - 6
49. Paolisso G, et al. età e insulino-resistenza d'avanzamento: nuovi fatti circa una storia antica. L'EUR J Clin investe 1999 settembre; 29(9): 758-69
50. Sliwa K, et al. cardiomiopatia di Peripartum: analisi di risultato clinico, lasciata funzione ventricolare, i livelli del plasma di citochine e Fas/APO-1. J Coll Cardiol 2000 1° marzo; 35(3): 701-5


Di nuovo al forum della rivista