Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine luglio 2000

immagine

immagine

Carcinoma della prostata
e verdure crocifere

Da Terri Mitchell

Un nuovo studio nel giornale dell'istituto nazionale contro il cancro indica che tre o più servizi delle verdure crocifere un la settimana taglia il rischio di carcinoma della prostata quasi a metà. Gli studi, che hanno fatto partecipare più di 600 uomini con carcinoma della prostata, sono stati intrapresi nell'area di Seattle. Ciò conferma i dati da una rappresentazione canadese di studio che le verdure crocifere, i pomodori, le verdure ed i fagioli verdi/lenticchie/dadi tutti sostanzialmente riducono il rischio di carcinoma della prostata.
Le verdure crocifere quali cavolo, i cavolini di Bruxelles ed il cavolfiore contengono le sostanze di Cancro-combattimento, compreso indole-3-carbinol (I3C). I3C cambia il modo che l'estrogeno è metabolizzato e può impedire dai i cancri guidati da estrogeno quale cancro al seno. È attualmente sconosciuto se I3C è la ragione che le verdure crocifere proteggono da carcinoma della prostata.

A differenza di cancro al seno, che si sviluppa spesso sotto l'influenza di estrogeno, il carcinoma della prostata non è così diretto. Alcuni carcinoma della prostata smetteranno di crescere quando l'estrogeno è bloccato con il tamoxifene della droga, ma altri non non. Nella maggior parte dei studi, gli ormoni dell'androgeno (maschio) sono il colpevole, non ormoni (femminili) dell'estrogeno. E quando l'estrogeno è dato, questi da cancri guidati da androgeno smetteranno di crescere. Quando si tratta di prevenzione di carcinoma della prostata, i dati suggeriscono che sia l'equilibrio degli ormoni che è importante piuttosto che il livello di tutto l'singolo ormone. Tuttavia, questo ancora lascia aperto la domanda di se I3C-which altera l'estrogeno metabolismo-ha potuto essere efficace nell'impedimento o nel ritardo del carcinoma della prostata. Può, perché I3C ha altre proprietà anticancro.

I3C ferma la crescita del cancro

Una della maggior parte delle azioni importanti di I3C è di interferire con la capacità delle cellule tumorali di svilupparsi. Una cellula normale passa attraverso “i controlli„ assicurare che tutto sia giusto prima che ripieghi. Le cellule tumorali passano sopra ai controlli e si sviluppano alla velocità del collo della rottura. I3C ristabilisce i freni. Con la forzatura delle cellule tumorali fermarsi al controllo, il corpo ha un'opportunità di distruggere le cellule devianti e di fermare la crescita di cancro. Le droghe chemioterapeutiche quale doxorubicina funzionano lo stesso modo.

I3C è inoltre potenzialmente importante nel ristabilimento della comunicazione fra testosterone, estrogeno e progesterone. Ciò può essere critica perché questi ormoni hanno un effetto diretto sulla crescita delle cellule di carcinoma della prostata. Le ormoni sessuali sono essenzialmente messaggeri che vanno alle cellule e dicono loro di fare, o non fare del tipo di qualcosa si sviluppano. Nel carcinoma della prostata, l'abilità delle cellule normali “ottiene il messaggio„ è interrotta. Gli ormoni del messaggero stanno inviando i messaggi sbagliati. I3C e determinate altre sostanze, quali i flavanoidi, possono avere il potere di ristabilire la comunicazione con qualcosa chiamato “ah il ricevitore„ (idrocarburo arilico). Ah il ricevitore è molto un potente “coltiva„ il commutatore che controlla l'estrogeno. Se potete ottenere il controllo ah del ricevitore, potete controllare l'estrogeno.

Ah il ricevitore è rinomato. Ciò è dove il prodotto chimico altamente tossico, la diossina ed i prodotti chimici relativi entrano nelle cellule. Quando la diossina ed i suoi parenti entrano ah nel ricevitore, l'immunosoppressione e la carcinogenesi possono accadere. Quando le sostanze della pianta come I3C ottengono dentro, l'opposto può accadere. Resta vedere se la capacità di I3C di controllare ah e di mettere i freni su estrogeno, contribuirà al suo potenziale come supplemento del cancro della anti-prostata. La prova suggerisce che.

Che cosa causa il carcinoma della prostata?

Nessuna causa di carcinoma della prostata è stata determinata mai, ma il singolo più grande fattore di rischio per carcinoma della prostata sta mangiando i prodotti che contengono il grasso animale. In uno studio che comprende oltre 6.000 uomini, coloro che ha mangiato ordinariamente il latte, il formaggio, uova e carne (tutti) hanno avuti un rischio maggior 3,6 volte di carcinoma della prostata mortale che coloro che non ha fatto. Uno studio più recente indica che più alimenti con grasso che animale un uomo mangia, maggior il rischio di giro su con il carcinoma della prostata avanzato. Questo studio, dall'istituto nazionale contro il cancro, mette gli afroamericani al rischio particolare. Non è grasso di per sé che è il problema; è grasso animale. Gli studi su grasso vegetale non mostrano un'associazione a carcinoma della prostata. E gli studi sulle amine eterocicliche (agenti cancerogeni creati quando la carne è cucinata) non mostrano una forte associazione. Uno studio da Harvard indica che la carne rossa è il colpevole peggiore. I prodotti chimici ambientali tendono a accumularsi in grasso della carne. (È una coincidenza che quando i tori destinati per il macello sono impiantati con estrogeno sintetico, i loro cambiamenti del tipo di Cancro di manifestazione delle prostate? Sebbene sia illegale in questo paese vendere i prodotti di origine animale che contengono gli ormoni e farmaci o prodotti chimici, accade ordinariamente. Per più su questo, vedi che l'applicazione di FDA “riferisce„ e “avvertendo Letters.") in uno studio dai Paesi Bassi, tuttavia, solo la carne ed il latte curati sono stati associati con carcinoma della prostata; la carne fresca, il pesce, il formaggio e le uova non erano.

immagine

Settantacinque per cento di tutti i carcinoma della prostata sono diagnosticati negli uomini oltre 65. Ma questo non è numero magico ed è probabile che molti di questi cancri erano anni attuali prima che siano state diagnosticate. Il carcinoma della prostata è un cancro a crescita lenta. Il tasso di sopravvivenza quinquennale per cancro localizzato è buone notizie-100%. Tuttavia, dopo cinque anni, il tasso di sopravvivenza diminuisce gradualmente a 52% a 10 anni. Ciò parla a favore della prevenzione. Non si sieda appena intorno a pensarlo non accadrà voi. Atto ora per il futuro. Il carcinoma della prostata è uno del dei pochi cancri in cui un forte collegamento esiste fra il cibo dell'un tipo di alimento (carne) ed ottenere la malattia. Anche l'associazione del cancro americana conservatrice consiglia che gli uomini al rischio accorciano la loro assunzione di carne e mangiano agli gli alimenti basati a pianta invece. Sulla base di nuovi studi che escono, una di quelle verdure dovrebbe essere crocifera. O-se siete un cappellaio dei broccoli come le precedenti capsule recenti di president-I3C può assicurare la protezione della prostata. Il carcinoma della prostata è il secondo cancro prevalente negli uomini. Se siete un maschio sopra l'età 50, quello è qualcosa pensare circa.

Nota: I segni ed i sintomi di carcinoma della prostata principalmente comprendono i problemi urinarii. Tuttavia, nella maggior parte dei casi della fase iniziale, non ci sono sintomi affatto. In caso di dubbio, ottenga controllato. L'analisi del sangue annuale di PSA e l'esame rettale digitale si consigliano forte.



Per ulteriori informazioni su carcinoma della prostata, vedi il centro delle risorse del Cancro dell'associazione del cancro americana a www.cancer.org. Hanno informazioni eccellenti sui metodi di prova e sul cancro stesso. L'istituto nazionale contro il cancro ha circa 200 prove del carcinoma della prostata in corso. Vedi www.ClinicalTrials.gov. Uno di loro sta esaminando come la vitamina E, il tè verde, la soia, la frutta, le verdure, la fibra ed il grasso possono colpire i livelli di antigene specifico della prostata (l'indicatore per i problemi della prostata). Per accedere all'applicazione di FDA “riferisce„ e “lettere di avvertimento„, va a www.fda.gov/foi/electrr.htm e cerca sotto “la latteria„ e “il bestiame/alimento„.


Riferimenti

Chang YC, et al. 1999. Gli effetti citostatici e antiestrogenic di 2 (indol-3-ylmethyl) - 3,3' - diindolylmethane, di maggiore un prodotto in vivo di indole-3-carbinol dietetico. Biochimica Pharmacol 58:825-34.

Clinton SK, et al. 1997. L'assunzione della proteina e del grasso dietetico differisce nella modulazione della crescita del tumore della prostata, la secrezione e metabolismo della prolattina e la capacità obbligatoria della prolattina della ghiandola di prostata in ratti. J Nutr 127:225-7.

Cohen JH, et al. 2000. Assunzioni della verdura e della frutta e rischio di carcinoma della prostata. 92:61 nazionale di Inst del Cancro di J - 8.

Giovannucci E, et al. 1993. Uno studio prospettivo di grasso dietetico e rischio di carcinoma della prostata [si vedano le osservazioni]. Cancro nazionale Inst 85:1571-9 di J.

Groot MJ, et al. 1998. Combinazioni di promotori di crescita in vitelli da carne: conseguenze per i metodi di conferma e di schermatura. Zentralbl Veterinarmed A 45:425-40.

RB di Hayes, et al. 1999. Fattori e rischi dietetici per carcinoma della prostata fra i nero ed i bianchi negli Stati Uniti. 8:25 di Prev di biomarcatori di Epidemiol del Cancro - 34.

IP millimetro, et al. 1980. Funzionalità del trattamento del ricevitore e di tamoxifene dell'estrogeno dell'adenocarcinoma Dunning della prostata del ratto R3327. Ricerca 40:2188-93 del Cancro.

MG Jain, et al. 1999. Alimenti vegetali, antiossidanti e rischio di carcinoma della prostata: risultati dagli studi di caso-control nel Canada. Cancro di Nutr 34:173-84.

Jana NR, et al. 1999. La diafonia fra tetrachlorodibenzo-p-diossina 2,3,7,8 e testosterone segnala le vie di trasduzione in cellule di carcinoma della prostata di LNCaP. Ricerca Commun 256:462-8 di biochimica Biophys.

Klinge cm, et al. 1999. Il heterodimer nucleare arilico di translocator del ricevitore dell'idrocarburo (AHR) /AHR (ARNT) interagisce con gli elementi naturali di risposta dell'estrogeno. Mol Cell Endocrinol 157:105-19.

RL nobile. 1980. Produzione di carcinoma del ratto di N.B.: della prostata e della risposta dorsali dei trapianti estrogeno-dipendenti alle ormoni sessuali ed al tamoxifene. Ricerca 40:3547-50 del Cancro.

Norrish EA, et al. 1999. Contenuto eterociclico dell'amina di carne cotta e del rischio di carcinoma della prostata. Cancro nazionale Inst 91:2038-44 di J.

Schilt R, et al. 1998. Applicazione da versare dei promotori di crescita in vitelli da carne: risultati analitici ed istologici. Analista 123:2665-70.

Schuurman AG, et al. 1999. Prodotti di origine animale, calcio e proteina e rischio di carcinoma della prostata nello studio di gruppo olandese. Cancro del Br J 80:1107-13.

Snowdon DA, et al. 1984. Dieta, obesità e rischio di carcinoma della prostata mortale. J Epidemiol 120:244-50.

Verbeke R, et al. 1976. Qualità della carne dopo l'applicazione degli agenti anabolici in giovani vitelli. Circondi il supplemento 5:123-30 di FAS di Qual.

 

Di nuovo al forum della rivista