Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2000

immagine

Pagina 5 di 5

Ritorni per impaginare 1

[1-20] [21-40] [41-60] [61-80] [81-100] [101-120] [121-140] [141-160]

Riferimenti

1. Li R, et al. tendenza al consumo della verdura e della frutta fra gli adulti in 16 stati USA: Sistema di sorveglianza comportamentistico di fattore di rischio, 1990-1996. Salute pubblica di J 2000 maggio; 90(5): 777-81.

2. Walaszek Z, et al. contenuto in acido D-glucaric di varie frutta e verdure ed effetti di colesterolo-abbassamento di D-glucarate dietetico nel ratto.
Ricerca in nutrizione (gli Stati Uniti) 1996, 16/4 (673-681).

3. Dwivedi C, et al. effetto del glucarate del calcio su beta-glucoronidase attività e contenuto del glucarate della verdura sicura e della frutta.
Medicina biochimica e biologia metabolica (gli Stati Uniti) 1990, 43/2 (83-92).

4. Oredipe OA, et al. inibizione glucarate-mediata dietetica dell'inizio dal del hepatocarcinogenesis indotto da dietilnitrosammina.
Tossicologia; 74 (2-3). 1992. 209-222.

5. LA di Cohen, et al. diete dello psyllium e della crusca di frumento: effetti dal sul tumorigenesis mammario indotto da n in ratti F344.
Cancro nazionale Inst di J 3 luglio 1996; 88(13): 899-907.

6. Walaszek Z, et al. riduzione glucarate-mediata dietetica della sensibilità degli sforzi murini a carcinogenesi chimica.
Cancro Lett 1986 ottobre; 33(1): 25-32.

7. Walaszek Z, et al. effetto antiproliferativo di glucarate dietetico sulla ghiandola mammaria del topo Sprague Dawley.
Cancro Lett Del 1990 gennaio; 49(1): 51-7.

8. Heerdt A.S, et al. glucarate del calcio come agente chemopreventive nel cancro al seno.
Israel Journal delle scienze mediche (Israele) 1995, 31/2-3 (101-105).

9. Bhatnagar R, et al. soppressione di crescita delle cellule umane di carcinoma del seno nella cultura dal retinamide di n (4-hydroxyphenyl) e dal suo glucuronide e con sinergismo con glucarate.
Farmacologia biochimica (il Regno Unito) 1991, 41/10 (1471-1477).

10. Curley Jr. R.W, et al. attività degli analoghi di D-glucarate: Gli effetti antiproliferativi sinergici con il retinoide in cellule mammarie umane coltivate del tumore sembrano specificamente richiedere la struttura di D-glucarate.
Scienze biologiche 1994, 54/18 (1299-1303).

11. Slaga, T.J. 1999.
D-Glucarate una sostanza nutriente contro Cancro. Pubblicazione di Keats - Lincolnwood, Chicago Illiinois. pagina 33.

12. Abou-ISSA H, et al. sinergismo antitumorale fra le combinazioni dietetiche non tossiche di isotretinoina e glucarate.
Giornale europeo della parte A Del Cancro: Argomenti generali (il Regno Unito) 1992, 28/4-5 (784-788).

13. Walaszek Z, et al. glucarate dietetico come anti-promotore di 7,12 - da tumorigenesis mammario indotto da antracene del dimethylbenz [a].
Carcinogenesi 1986 settembre; 7(9): 1463-6.

14. Abou-ISSA H, et al. efficacia relativa di glucarate sulle fasi di promozione e di inizio di carcinogenesi mammaria del ratto.
Ricerca anticancro 1995 maggio-giugno; 15(3):805-10.

15. Oredipe O.A, et al. attività di Chemopreventative di glucarate dietetico dai sui fuochi epatici alterati indotti azoxymethane in ratti.
Comunicazioni di ricerca in patologia e farmacologia chimiche 1989, 65/3 (345-359).

16. Uso di Walaszek Z. Potential dei derivati acidi D-glucaric nella prevenzione del cancro.
Cancro Lett 8 ottobre 1990; 54 (1-2): 1-8.

17. Dwivedi C, et al. effetti dell'agente chemopreventative sperimentale, glucarate, su carcinogenesi intestinale in ratti.
Carcinogenesi 1989 agosto; 10(8):1539-41.

18. Dutton, G.J. 1980.
Glucuronidation delle droghe e di altra composti. Boca Raton, FL.: Stampa di CRC.

19. Uso di Walaszek Z. Potential dei derivati acidi D-glucaric nella prevenzione del cancro.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1990, 54/1-2 (1-8).

20. Boone C.W, et al. schermante per i composti (anticarcinogenic) chemopreventive in roditori.
Meccanismi fondamentali e molecolari di ricerca di mutazione - di mutagenesi (I Paesi Bassi) 1992, 267/2 (251-255).

21. Proprietà di Walaszek Z. Chemopreventive dei derivati acidi D-glucaric. Bollettino del Cancro (gli Stati Uniti) 1993, 45/5 (453-457).

22. Loarca-Pina G, et al. effetti inibitori di acido ellagico sulla mutagenicità ad azione diretta di aflatossina B1 nell'analisi di microsuspension della salmonella.
Ricerca di Mutat 26 febbraio 1998; 398 (1-2): 183-7.

23. DH di Barch, et al. relazioni di Struttura-funzione dell'acido ellagico di anticarcinogen dietetico.
Carcinogenesi (il Regno Unito) 1996, 17/2 (265-269).

24. Narayanan B.A, et al. espressione p53/p21 (WAF1/CIP1) ed il suo ruolo possibile nell'arresto G1 e apoptosi in cellule tumorali trattate con acido ellagiche.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1999, 136/2 (215-221).

25. Soni K.B, et al. effetto protettivo degli additivi alimentari da su mutagenicità indotta da aflatossina e hepatocarcinogenicity.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1997, 115/2 (129-133).

26. Takagi A, et al. effetti inibitori della vitamina E ed acido ellagico su formazione di hydroxydeoxyguanosine 8 in DNA nucleare del fegato dei ratti ha trattato con nitropropano 2.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1995, 91/1 (139-144).

27. Castonguay A, et al. un metabolismo di 4 (methylnitrosamino) - 1 (3-pyridyl) - 1-butanone dai tessuti respiratori del criceto coltivati con acido ellagico.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1989, 46/2 (93-105).

28. Hakkinen, S, et al. schermatura dei flavonoidi selezionati ed acidi fenolici in 19 bacche.
Internazionale di ricerca alimentare 1999, 32 (5) 345-353.

29. Mosa, J.L, et al. acido ellagico, un anticarcinogen in frutti, particolarmente in fragole: una rassegna.
HortScience volume 26 (1): p.10-14, 1991.

30. Constantinou A, et al. L'acido ellagico dell'agente anticancro dietetico è un inibitore potente delle topoisomerasi del DNA in vitro.
Nutrizione e Cancro (gli Stati Uniti) 1995, 23/2 (121-130).

31. Snocciolatore GD, et al. tumori del polmone nei topi di sforzo A: domanda di studi in chemoprevention del cancro.
Supplemento di biochimica delle cellule di J 1993; 17F: 95-103.

32. Il DH di Barch, et al. acido ellagico induce il NAD (P) H: riduttasi del chinone con l'attivazione dell'elemento rispondente antiossidante del ratto NAD (P) H: gene della riduttasi del chinone.
Carcinogenesi 1994 settembre; 15(9): 2065-8.

33. Teel R.W, et al. metabolismo e grippaggio acidi ellagici al DNA nelle culture explant dell'organo del ratto.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1987, 36/2 (203-211).

34. Acido di Teel R.W. Ellagic che lega al DNA come meccanismo possibile per la sua azione antimutagnic e anticarcinogenic.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1986, 30/3 (329-336).

35. Thresiamma K.C, et al. inibizione di fibrosi del fegato da acido ellagico.
Giornale indiano di fisiologia e di farmacologia (L'India) 1996, 40/4 (363-366).

36. Dixit R, et al. inibizione da di mutagenicità indotta da n e di metilazione del DNA da acido ellagico.
Atti dell'Accademia nazionale delle scienze degli Stati Uniti d'America (gli Stati Uniti) 1986, 83/21 (8039-8043).

37. Snocciolatore GD, et al. polifenoli come agenti chemopreventive del cancro.
Supplemento di biochimica delle cellule di J 1995;22:169-80.

38. Teel R.W, et al. effetti antimutageni dei composti polifenolici.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1992, 66/2 (107-113).

39. Wilson T, et al. L'effetto di acido ellagico su metabolismo xenobiotico dal citocromo P-450IIE1 e dalla mutagenicità della nitrosodimetilammina.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1992, 61/2 (129-134).

40. Thresiamma K.C, et al. effetto protettivo di curcumina, acido ellagico e bixina su genotossicità indotta da radiazioni.
Giornale di ricerca sul cancro sperimentale e clinica (L'Italia) 1998, 17/4 (431-434).

41. Carcinogenesi di Castonguay A. Pulmonary e la sua prevenzione dai composti polifenolici dietetici. Ann N Y Acad Sci 28 maggio 1993; 686:177-85.

42. Snocciolatore G.D, et al. Isothiocyanates e polifenoli della pianta come inibitori del polmone e del cancro esofageo.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1997, 114/1-2 (113-119).

43. Loarca-Pina G, et al. Antimutagenicity di acido ellagico contro aflatossina Binf 1 nell'analisi di microsuspension della salmonella.
Ricerca di mutazione - mutagenesi ambientale ed oggetti relativi (I Paesi Bassi) 1996, 360/1 (15-21).

44. Il DH di Barch, et al. acido ellagico dietetico riduce il metabolismo microsomico esofageo del methylbenzylnitrosamine.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1989, 44/1 (39-44).

45. Castonguay A, et al. Antitumorigenic ed attività antipromoting dell'acido ellagico, ellagitannini ed antociano e procyanidin oligomerici.
Giornale internazionale di oncologia (La Grecia) 1997, 10/2 (367-373).

46. Rao C.V, et al. Chemoprevention di carcinogenesi dei due punti tramite l'amministrazione dietetica di piroxicam, dell'alfa-difluoromethylornithine, di 16alpha-fluoro-5-androsten-17-one e di acido ellagico individualmente e in associazione.
Ricerca sul cancro 1991, 51/17 (4528-4534).

47. Cozzi R, et al. taurina ed acido ellagico: Due antiossidanti naturali differente-agenti.
Mutagenesi ambientale e molecolare 1995, 26/3 (248-254).

48. Ahn D, et al. Gli effetti di acido ellagico dietetico sui citocromi mucosi epatici ed esofagei P450 del ratto e sugli enzimi di fase II.
Carcinogenesi (il Regno Unito) 1996, 17/4 (821-828).

49. Daniel E.M, et al. Gli effetti di acido ellagico e di acido cis-retinoico 13 dal sul tumorigenesis esofageo indotto da n in ratti.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1991, 56/2 (117-124).

50. Francis A.R, et al. modifica della mutagenicità di aflatossina Binf 1 e N-metilico-N'-nitro-N-nitrosoguanidina da determinati composti fenolici.
Lettere del Cancro (L'Irlanda) 1989, 45/3 (177-182).

51. Suzuki m., et al. effetti protettivi degli antiossidanti sui disturbi al fegato sperimentali.
Yakugaku Zasshi (Il Giappone) 1990, 110/9 (697-701).

52. Thresiamma K.C, et al. effetto protettivo di curcumina, acido ellagico e bixina su perossidazione lipidica indotta da radiazioni.
Giornale di ricerca sul cancro sperimentale e clinica (L'Italia) 1995, 14/4 (427-430).

53. A.A franco, et al. acido ellagico protegge gli embrioni del ratto nella cultura dagli effetti embriotossici di N-metilico-N-NITROSOUREa.
Teratologia 1992, 46/2 (109-115).

54. HL di Bradlow, et al. Phytochemicals come modulatori del rischio di cancro.
Adv Exp Med Biol 1999;472:207-21.

55. Kelloff GJ, et al. progresso in chemoprevention del cancro: sviluppo degli agenti chemopreventive dieta-derivati.
J Nutr 2000 febbraio; 130 (supplemento 2S): 467S-471S.

56. Wang X, et al. citotossicità migliorata di mitomicina C in cellule tumorali umane con gli induttori della Distacco-diaforesi.
Cancro del Br J 1999 giugno; 80(8): 1223-30.

57. Lee SK, et al. modulazione dei biomarcatori in vitro del processo cancerogeno dagli agenti chemopreventive.
Ricerca anticancro 1999 gennaio-febbraio; 19 (1A): 35-44.

58. Hecht ss, et al. Chemoprevention di cancro dai isothiocyanates, modificatori di metabolismo carcinogeno.
J Nutr 1999 marzo; 129(3): 768S-774S.

59. Zhang Y, et al. meccanismo delle potenze differenziali dei isothiocyanates come induttori degli enzimi anticarcinogenic di fase 2.
Ricerca del Cancro 15 ottobre 1998; 58(20): 4632-9.

60. Kelloff GJ, et al. Nuovi agenti per il chemoprevention del cancro.
Supplemento di biochimica delle cellule di J 1996;26:1-28.

61. Gamet-Payrastre L, et al. Sulforaphane, un isotiocianato naturale, induce l'arresto del ciclo cellulare e gli apoptosi in cellule di tumore del colon umane HT29. Ricerca del Cancro 2000 1° marzo; 60(5): 1426-33.

62. Kong, et al. eventi di trasduzione del segnale suscitati dai prodotti naturali: ruolo di MAPK e delle vie di caspase nella risposta omeostatica ed induzione degli apoptosi.
Ricerca di Pharm dell'arco 2000 febbraio; 23(1): 1-16.

63. Zhang Y. Role di glutatione nell'accumulazione dei isothiocyanates anticarcinogenic e del loro glutatione coniuga dalle cellule murine del tumore epatico.
Carcinogenesi 2000 giugno; 21(6): 1175-1182.

64. Singletary K, et al. inibizione di benzo formazione del pirene [a] e del complesso 1,6 dinitropyrene-DNA nel bydibenzoylmethane mammario umano e nel sulforaphane delle cellule epiteliali.
Cancro Lett 2000 3 luglio; 155(1):47-54.

65. Kopelovich L, et al. progresso in chemoprevention del cancro.
Ann N Y Acad Sci 1999;889:1-13.

66. Yu R, et al. chinasi proteica mitogene-attivata p38 regola negativamente l'induzione degli enzimi di metabolismo di fase II che disintossicano gli agenti cancerogeni.
Biol Chem di J 2000 28 gennaio; 275(4): 2322-7.

67. Langouet S, et al. inibizione degli enzimi umani del citocromo P450 da 1,2 dithiole-3-thione, oltipraz ed i suoi derivati e sulforaphane.
Ricerca Toxicol di Chem 2000 aprile; 13(4): 245-52.

68. van Lieshout EM, et al. effetti del composto analogico 30, indole-3-carbinol, D-limonene del sulforaphane o relafen sulle S-transferasi del glutatione e sul glutatione perossidasi dell'apparato digerente del ratto.
Acta di Biochim Biophys 2 marzo 1998; 1379(3): 325-36.

69. Hirano T, et al. effetti antiproliferativi dei flavonoidi sintetici e naturali sulle cellule della linea cellulare umana di carcinoma del seno, ZR-75-1 del tumore.
Ricerca Commun Chem Pathol Pharmacol 1989 aprile; 64(1): 69-78.

70. GG di Kuiper, et al. interazione dei prodotti chimici estrogeni e phytoestrogens con il ricevitore dell'estrogeno beta.
Endocrinologia 1998 ottobre; 139(10): 4252-63.

71. Noroozi m., et al. effetti dei flavonoidi e vitamina C su DNA ossidativo danneggiamento dei linfociti umani.
J Clin Nutr 1998 giugno; 67(6): 1210-8.

72. Wang IK, et al. induzione degli apoptosi dall'apigenina e dai flavonoidi relativi attraverso il rilascio del citocromo c ed attivazione di caspase-9 e di caspase-3 in cellule di leucemia HL-60.
Cancro di EUR J 1999 ottobre; 35(10): 1517-25.

73. Takahashi T, et al. relazioni fra struttura e attività dei flavonoidi e dell'induzione di granulocytic o monocytic-differenziazione in cellule umane di leucemia mieloide HL60.
Biochimica di Biosci Biotechnol 1998 novembre; 62(11): 2199-204.

74. Boege F, et al. flavoni novelli selezionati inibisce il grippaggio del DNA o il punto di religation del DNA della topoisomerasi eucariotica.
Biol Chem di J 26 gennaio 1996; 271(4): 2262-70.

75. Kawaii S, et al. effetto dei flavonoidi dell'agrume su differenziazione cellulare HL-60.
Ricerca anticancro 1999 marzo-aprile; 19 (2A): 1261-9.

76. Yin F, et al. vie del segnale in questione nell'inibizione dell'apigenina di crescita ed induzione degli apoptosi delle cellule di tumore della tiroide anaplastiche umane (ARO).
Ricerca anticancro 1999 settembre-ottobre; 19 (5B): 4297-303.

77. Yin F, et al. effetti inibitori di crescita dei flavonoidi nelle linee cellulari umane del tumore della tiroide.
Tiroide 1999 aprile; 9(4): 369-76.

78. Richter m., et al. da apoptosi indotti da quercetina in cellule colorettali del tumore: ruolo possibile della segnalazione del ricevitore di EGF.
Cancro di Nutr 1999;34(1):88-99.

79. Il KB di Reddy, et al. chinasi proteica Mitogene-attivata (MAPK) regola l'espressione del progelatinase la B (MMP-9) in cellule epiteliali del seno.
Cancro di Int J 19 luglio 1999; 82(2): 268-73.

80. Il KA di Podyma, et al. differenza dell'ialuronidasi ha prodotto dalle linee cellulari umane del tumore con l'ialuronidasi presente in siero umano come rivelatore dallo zymography.
Ricerca Commun di biochimica Biophys 18 dicembre 1997; 241(2): 446-52.

81. Fotsis T, et al. Phytoestrogens ed inibizione dell'angiogenesi. Baillieres Clin Endocrinol Metab 1998 dicembre; 12(4): 649-66.

82. Birt DF, et al. intervento di dieta per il rischio di cancro di modificazione.
Ricerca di biol di Prog Clin 1996;395:223-34.

83. Lo Sc di Lee, et al. bioflavonoidi comunemente e potente induce la defosforilazione della tirosina/inattivazione della chinasi proteica prolina-diretta oncogena FA in cellule umane di carcinoma della prostata.
Ricerca anticancro 1998 marzo-aprile; 18 (2A): 1117-21.

84. Il DH di canzone, et al. chinasi proteica endogena CK2 partecipa alla segnalazione del wnt in cellule epiteliali mammarie.
Biol Chem di J 2000 4 agosto; 275(31): 23790-7.

85. Makela S, et al. inibizione dell'ossidoriduttasi 17beta-hydroxysteroid dai flavonoidi in cellule di carcinoma della prostata e del seno.
Med di biol di Proc Soc Exp 1998 marzo; 217(3): 310-6.

86. Eaton ea, et al. flavonoidi, inibitori potenti del phenolsulfotransferase umano della P-forma. Ruolo potenziale nel metabolismo e in chemoprevention della droga.
Droga Metab Dispos 1996 febbraio; 24(2): 232-7.

87. Giles D, et al. effetto dei flavoni/isoflavoni strutturalmente riferiti su produzione del perossido di idrogeno e DNA ossidativo danneggia in cellule estere-stimolate phorbol HL-60.
Cancro di Nutr 1997;29(1):77-82.

88. Se di Nielsen, et al. effetto dell'assunzione del prezzemolo (petroselinum crispum) sull'escrezione urinaria dell'apigenina, enzimi del sangue e biomarcatori antiossidanti per lo sforzo ossidativo nei soggetti umani.
Br J Nutr 1999 giugno; 81(6): 447-55.

89. McVean m., et al. aumento nella stabilità del tipo selvatico p53 ed attività di transactivational dall'apigenina chemopreventive dell'agente nei keratinocytes.
Carcinogenesi 2000 aprile; 21(4): 633-9.

90. Dobrydneva Y, et al. trans-resveratrolo inibisce l'afflusso del calcio in piastrine umane trombina-stimolate.
Br J Pharmacol 1999 settembre; 128(1): 149-57.

91. Trochon V, et al. apigenina inibisce la proliferazione della endoteliale-cellula nel G (fase di 2)/M mentre stimola le cellule del liscio-muscolo inibendo l'espressione P21 e P27.
Cancro di Int J 2000 1° marzo; 85(5): 691-6.

92. Liang YC, et al. soppressione di ciclo-ossigenasi viscoelastico e sintasi viscoelastica dell'ossido di azoto dall'apigenina e dai flavonoidi relativi nei macrofagi del topo.
Carcinogenesi 1999 ottobre; 20(10): 1945-52.

93. Yanoshita R, et al. inibizione di attività dell'acetiltransferasi del lysoPAF dai flavonoidi.
Ricerca di Inflamm 1996 novembre; 45(11): 546-9.

94. Huang YT, et al. effetti di luteolina e quercetina, inibitori della chinasi della tirosina, su crescita delle cellule e sulle proprietà metastasi-collegate in cellule A431 che overexpressing recettore del fattore di crescita dell'epidermide. Br J Pharmacol
1999 novembre; 128(5): 999-1010.

95. MA JY, et al. Un glucoside del lattone del sesquiterpene dal denticulata F. di Ixeris. pinnatipartita.
Fitochimica 1999 gennaio; 50(1): 113-5.

96. Matsukawa Y, et al. genisteina arresta la progressione del ciclo cellulare a G2-M.
Ricerca del Cancro 15 marzo 1993; 53(6): 1328-31.

97. Invii JF, et al. effetti inibitori della crescita dei bioflavonoidi e composti riferiti sulle cellule leucemiche umane CEM-C1 e CEM-C7.
Cancro Lett 24 dicembre 1992; 67 (2-3): 207-13.

98. Sadzuka Y, et al. effetto protettivo dei flavonoidi dalla sulla cardiotossicità indotta da doxorubicina.
Toxicol Lett 16 giugno 1997; 92(1): 1-7.

99. Noroozi m., et al. effetti dei flavonoidi e vitamina C su DNA ossidativo danneggiamento dei linfociti umani.
J Clin Nutr 1998 giugno; 67(6): 1210-8.

100. MB dell'Olanda, et al. da proliferazione delle cellule e da differenziazione indotte da estrone nella ghiandola mammaria del ratto nobile femminile.
Carcinogenesi 1995 agosto; 16(8): 1955-61.

101. Wang C, et al. lignani e flavonoidi inibisce l'enzima di aromatasi nei preadipocytes umani. Biochimica Mol Biol dello steroide di J 1994 agosto; 50 (3-4): 205-12.

102. Joshi S.C, et al. inibizione di formazione 17beta-estradiol dai isoflavonoids e flavonoidi in cellule coltivate JEG-3: Ricerca dei composti dietetici d'ottimizzazione.
Giornale di alimento medicinale 1999, 2/3-4 (235-238).

103. MB dell'Olanda, et al. da proliferazione delle cellule e da differenziazione indotte da estrone nella ghiandola mammaria del ratto nobile femminile.
Carcinogenesi 1995 agosto; 16(8): 1955-61.

104. Elangovan V, et al. potenziale di Chemopreventive dei bioflavonoidi dietetici contro il tumorigenesis methylcholanthrene indotto 20.
Cancro Lett 25 novembre 1994; 87(1): 107-13.

105. Elangovan V, et al. potenziale di Chemopreventive dei bioflavonoidi dietetici contro il tumorigenesis methylcholanthrene indotto 20.
Cancro Lett 25 novembre 1994; 87(1): 107-13.

106. Makino T, et al. effetto inibitorio del perilla frutescens ed i suoi costituenti fenolici su proliferazione mesangial murina coltivata delle cellule.
Med di Planta 1998 agosto; 64(6): 541-5.

107. Shimoi K, et al. effetti Radioprotective dei flavonoidi antiossidanti della pianta in topi. Mutat ricerca 1996 19 febbraio; 350(1): 153-61.

108. Garcia-Closas R, et al. assunzione dei carotenoidi specifici e flavonoidi ed il rischio di cancro gastrico in Spagna. Il Cancro causa il controllo 1999 febbraio; 10(1): 71-5.

109. McCarty MF. La biotina ad alta dose, un induttore dell'espressione di glucokinase, può potenziare con il picolinate del cromo per permettere ad una terapia nutrizionale definitiva per il diabete di tipo II.
Med Hypotheses 1999 maggio; 52(5): 401-6.

110. Furukawa Y. [potenziamento dadi secrezione dell'insulina e dalla dadi modifica indotte da glucosio del metabolismo del glucosio da biotina].
Rinsho del Giappone Ottobre 1999 (del GIAPPONE), 57 (10) p2261-9.

111. Koutsikos D, et al. test di tolleranza al glucosio orale dopo i.v ad alta dose. amministrazione della biotina nei pazienti di emodialisi normoglucemic.
Ren Fail 1996 gennaio; 18(1): 131-7.

112. McCarty MF. Verso una terapia interamente nutrizionale per il diabete di tipo 2.
Med Hypotheses 2000 marzo; 54(3): 483-7.

113. McCarty MF. Verso la prevenzione pratica del diabete di tipo 2. Rev. 2000 dell'ossequio del Cancro maggio; 54(5): 786-793.

114. Romero-Navarro G, et al. regolamento della biotina del glucokinase pancreatico ed insulina in isolotti coltivati primari del ratto ed in ratti biotina-carenti.
Endocrinologia Ottobre 1999, 140 (10) p4595-600.

115. McCarty MF. La biotina ad alta dose, un induttore dell'espressione di glucokinase, può potenziare con il picolinate del cromo per permettere ad una terapia nutrizionale definitiva per il diabete di tipo II.
Ipotesi mediche Maggio 1999 (dell'INGHILTERRA), 52 (5) p401-6.

116. Zhang H, et al. L'amministrazione della biotina migliora la tolleranza al glucosio alterata dai dei ratti diabetici indotti streptozotocin di Wistar.
Giornale di scienza nutrizionale e di Vitaminology Giugno 1997 (del GIAPPONE), 43 (3) p271-80.

117. Borboni P, et al. effetto di biotina su attività di glucokinase, espressione del mRNA ed insulina libera in cellule beta coltivate.
Diabetologica di acta Luglio 1996 (della GERMANIA), 33 (2) p154-8.

118. Chauhan J, et al. regolamento trascrizionale del gene di glucokinase da biotina in ratti affamati. Giornale di chimica biologica 5 giugno 1991, 266 (16) p10035-8.

119. Spence JT, et al. effetti di biotina sopra il livello intracellulare di cGMP e l'attività del glucokinase negli epatociti coltivati del ratto.
Giornale di chimica biologica 25 maggio 1984, 259 (10) p6393-6.

120. Prevenzione pratica di McCarty M.F. Towards del diabete di tipo 2.
Ipotesi mediche (il Regno Unito) 2000, 54/5 (786-793).

121. Hsieh Y.T.L, et al. effetto di biotina sul regolamento del glucokinase nel ratto intatto. Ricerca in nutrizione 1992, 12/6 (787-799).

122. Bela la P, et al. effetto di N-acetilcisteina da su fotosensibilità indotta Photofrin della pelle in pazienti.
Med di Surg dei laser 1995;16(4):359-67.

123. Mietus-Snyder m., et al. regolamento dell'espressione del ricevitore dell'organismo saprofago in cellule di muscolo liscio dalla chinasi proteica C: un ruolo per lo sforzo ossidativo.
Biol di Arterioscler Thromb Vasc 1997 maggio; 17(5): 969-78.

124. De Flora S, et al. attenuazione della sintomatologia del tipo di di influenza e miglioramento di immunità cellulare con il trattamento a lungo termine dell'N-acetilcisteina.
EUR Respir J Luglio 1997 (della Danimarca), 10 (7) p1535-41.

125. Potenziale d'ossido-riduzione di Ballke, et al. La differenza di potenziale transmurale (tmpd) della mucosa bronchiale in bambini con le malattie respiratorie non specifiche croniche (CF e non CF bambini).
Der Atmungsorgane di Erkrankungen della pelliccia di Zeitschrift (la GERMANIA, ORIENTALI) 1988, 171 (2) p132-4.

126. Rogers D.F., et al. N-acetilcisteina orale accelera l'inversione dall'dell'iperplasia mucosa indotta da fumo delle cellule della sigaretta nel ratto.
Lung Research sperimentale 1988, 14/1 (19-35).

127. Farmaco anti-infiammatorio di Jeffery P.K. e bronchite sperimentale.
Giornale europeo delle malattie respiratorie (La Danimarca) 1986, 69/SUPPL. 146 (245-257).

128. Jeffery P.K., et al. effetto di acetilcisteina orale dall'sull'iperplasia secretiva indotta da fumo delle cellule del tabacco.
Giornale europeo delle malattie respiratorie (La Danimarca) 1985, 66/SUPPL. 139 (117-122).

129. Newman T.J., et al. epatotossicità dell'acetaminofene e malnutrizione.
Giornale americano di gastroenterologia (gli Stati Uniti) 1979, 72/6 (647-650).

130. Prescott L.F., et al. La disposizione e la cinetica di N-acetilcisteina endovenosa in pazienti con l'iperdosaggio del paracetamolo.
Giornale europeo di farmacologia clinica (La Germania) 1989, 37/5 (501-506).

131. Beckett GJ, et al. N-acetilcisteina endovenosa, epatotossicità e S-transferasi del glutatione del plasma in pazienti con l'iperdosaggio del paracetamolo.
Tossicologia umana & sperimentale Maggio 1990 (dell'INGHILTERRA), 9 (3) p183-6.

132. Chahine R, et al. effetti protettivi di taurina contro dalle le aritmia indotte da riperfusione nel cuore ischemico isolato del ratto.
Arzneimittelforschung 1998 aprile; 48(4): 360-4.

133. Sharma JN, et al. effetti soppressivi di eugenolo e dell'essenza di zenzero sui ratti artritici.
Farmacologia 1994 novembre; 49(5): 314-8.

134. Verma SK, et al. effetto dello zenzero su aggregazione della piastrina in uomo.
J indiano Med Res 1993 ottobre; 98:240-2.

135. Bordia A, et al. effetto dello zenzero (zingiber officinale Rosc.) e fieno greco (foenumgraecum L. del Trigonella) sui lipidi del sangue, aggregazione della piastrina e della glicemia in pazienti con la coronaropatia.
Acidi grassi essenziali di Leukot delle prostaglandine 1997 maggio; 56(5): 379-84.

136. Sharma ss, et al. efficacia antiemetica dello zenzero (zingiber officinale) contro da emesi indotti da cisplatino in cani.
J Ethnopharmacol 1997 luglio; 57(2): 93-6.

137. Parcheggi KK, et al. effetti inibitori [6] - del gingerol, un principio pungente importante di zenzero, da su infiammazione indotta da estere di phorbol, su attività epidermica della decarbossilasi dell'ornitina e sulla promozione del tumore di pelle in topi icr.
Cancro Lett 17 luglio 1998; 129(2): 139-44.

138. Katiyar SK, et al. inibizione della promozione del tumore nella pelle del topo di SENCAR dall'estratto dell'etanolo di rizoma di zingiber officinale.
Ricerca del Cancro 1° marzo 1996; 56(5): 1023-30.

139. Keevil JG, et al. succo d'uva, ma succo di pompelmo o non del succo d'arancia, inibisce l'aggregazione umana della piastrina.
J Nutr 2000 gennaio; 130(1): 53-6.

140. Il YE X, et al. Gli effetti citotossici di un estratto di proantocianidina del seme dell'uva del romanzo IH636 sulle cellule tumorali umane coltivate.
Mol Cell Biochem 1999 giugno; 196 (1-2): 99-108.

141. Bomser JA, et al. inibizione dalla della promozione indotta TPA del tumore nell'epidermide del topo CD-1 da una frazione polifenolica dai semi dell'uva. Cancro Lett 29 gennaio 1999; 135(2): 151-7.

142. Girodon F, et al. impatto degli oligoelementi e completamento della vitamina su immunità ed infezioni in pazienti anziani istituzionalizzati: una prova controllata randomizzata. MIN. Rete geriatrica di VIT.AOX.
Med dell'interno dell'arco 12 aprile 1999; 159(7): 748-54.

143. Kuttan R. Collagen curato con (+) - catechina diventa resistente all'azione della collagenosi mammifera.
Experientia 15 marzo 1981 (della SVIZZERA), 37(3) p221-3.

144. Tixier J.M., et al. prova da in vivo e studi in vitro che legare dei pycnogenols ad elastina colpisce il suo tasso di degradazione dalle elastasi.
Farmacologia biochimica (il Regno Unito) 1984, 33/24 (3933-3939).

145. Isomatsu Y., et al. [studio clinico su profilassi del dilactone del diacetile-glucaro (1-4) (6-3) per la ricorrenza di cancro alla vescica].
Gan al ryoho di kagaku Settembre 1983 (del GIAPPONE), 10 (9) p1958-62.

146. Wada S., et al. [studio su un effetto preventivo di 1 hexylcarbamoyl-5-fluorouracil (HCFU) o sulla combinazione di HCFU e di dilactone di 2,5 Di-O-acetile-D-GLUCARo (1-4) (6-3) (SLA) dopo l'operazione preservativa contro cancro alla vescica].
Kiyo di Hinyokika Gennaio 1992 (del GIAPPONE), 38 (1) p19-24.

147. Walaszek Z., et al. metabolismo, comprensione ed escrezione di un sale acido D-glucaric e del suo uso potenziale nella prevenzione del cancro.
Il Cancro individua Prev 1997;21(2):178-90.

148. T. urbano, et al. funzione del neutrofilo ed attività del glutatione perossidasi (GSH-px) in individui in buona salute dopo il trattamento con N-acetile-L-cisteina.
Biomed Pharmacother 1997;51(9):388-90.

149. Baik HW., et al. carenza di vitamina b12 negli anziani.
Annu Rev Nutr 1999;19:357-77.

150. Loew D., et al. studia su stato di vitamina b12 negli anziani--conseguenze profilattiche e terapeutiche.
Ricerca di Int J Vitam Nutr 1999 maggio; 69(3): 228-33.

151. Bachli E., et al. [diagnosi della carenza di vitamina b12: soltanto apparentemente gioco da bambini].
Schweiz Med Wochenschr 12 giugno 1999; 129(23): 861-72.

152. Ravina A., et al. inversione dal del mellitis indotto da corticosteroide del diabete con cromo supplementare.
Medicina diabetica (il Regno Unito) 1999, 16/2 (164-167).

153. Reiter R., et al. metabolismo della droga e del selenio--I. Modulazioni multiple degli enzimi del fegato del topo.
Biochimica Pharmacol 15 ottobre 1983; 32(20): 3063-7.

154. Pfohl-Leszkowicz A., et al. effetto dei derivati della cobalamina su metilazione enzimatica in vitro del DNA: il methylcobalamin può fungere da donatore metilico.
Biochimica 13 agosto 1991; 30(32): 8045-51.

155. PE di Newman. Possono i livelli riduttori di vitamina b12 e dell'acido folico causare la metilazione carente del DNA producendo le mutazioni che aterosclerosi iniziata?
Med Hypotheses 1999 novembre; 53(5): 421-4.

156. Slattery M.L., et al. riduttasi di Methylenetetrahydrofolate, dieta e rischio di tumore del colon.
Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro 1999 giugno; 8(6): 513-8.

157. Johnson EJ, et al. relazione fra le concentrazioni nel tessuto e nel siero di luteina e zeaxantina e densità maculare del pigmento.
J Clin Nutr 2000 giugno; 71(6): 1555-62.

158. Il GRUPPO DI LAVORO di Siems., et al. il licopene ed il beta-carotene si decompongono più rapidamente della luteina e della zeaxantina sopra l'esposizione ai vari pro-ossidanti in vitro.
Biofactors 1999;10(2-3):105-13.

159. Miglioramento di Soholm B. Clinical della memoria e di altre funzioni conoscitive dal ginkgo biloba: rassegna di letteratura pertinente.
Adv Ther 1998 gennaio-febbraio; 15(1): 54-65.

160. Il CA di Carr, Tijerina T, Frei il B. Colleen Fitzpatrick protegge da ed inverte le modifiche clorammina-dipendenti ipoclorose specifiche e dell'acido della lipoproteina a bassa densità.
Biochimica J 2000 1° marzo; 346 pinte 2:491-9.


Ritorni
per impaginare 1

Miscela del prolungamento della vita dell'acquisto


Di nuovo al forum della rivista