Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine aprile 2001

In Notizie

La lovastatina mostra gli effetti anticancro potenti

immagineNel 1997, il fondamento del prolungamento della vita ha pubblicato un protocollo che suggerisce che i malati di cancro chiedessero al loro oncologo di studiare la possibilità di prescrivere le lovastatine della droga (80 mg un il giorno) come terapia adiuvante. Questa raccomandazione è stata basata sugli studi scientifici che indicano che le lovastatine hanno interferito con il ciclo di crescita della cellula tumorale e potrebbero essere sinergiche con le terapie convenzionali nell'induzione degli apoptosi (morte programmata delle cellule). Dal 1997, una serie di studi hanno convalidato il beneficio potenziale delle lovastatine nel trattamento dei una vasta gamma cancri. In un nuovo studio pubblicato nella ricerca sul cancro clinica del giornale (gennaio 2001), le lovastatine hanno dimostrato gli effetti pronunciati nell'induzione degli apoptosi della cellula tumorale in determinati tipi di cancri. Gli scienziati che hanno intrapreso questi studi hanno indicato che le lovastatine hanno funzionato particolarmente bene nelle seguenti cellule tumorali: leucemia mieloide acuta, neuroblastoma, carcinoma a cellule squamose della cervice, leucemia monomyelocytic giovanile, carcinoma a cellule squamose del collo e della testa, medullobastoma e rabdomiosarcoma. Nella discussione dei risultati della loro ricerca più recente, gli scienziati hanno indicato uno studio quinquennale precedente su 745 persone che prendono le lovastatine (per ridurre il loro ricco in colesterolo) che hanno indicato che questi oggetti hanno avuti un'incidenza più basso di quanto prevista di cancro. Il più interessante era quello in questo gruppo di 745 persone che prende le lovastatine per 5 anni, le incidenze della prostata ed il cancro al seno era come previsto, mentre non c'erano casse ai dei cancri lovastatina sensibili osservati. Gli scienziati hanno suggerito che questi risultati indicassero che le lovastatine possono impedire determinati tipi di cancri lo sviluppo in primo luogo. In questo studio ha pubblicato nella ricerca sul cancro clinica, gli scienziati ha notato che “la lovastatina ha il potenziale come approccio terapeutico immediato e novello nel trattamento di questi tumori rispondenti. Le lovastatine hanno indotto una risposta apoptotica specifica in queste cellule del tumore all'interno di gamma terapeutica realizzabile e (lovastatine) hanno un'annotazione provata nella clinica come droga sicura ed efficace.„ Gli scienziati hanno riferito gli antecedenti di un paziente con la leucemia mieloide acuta curato alla loro istituzione facendo uso delle lovastatine alla dose elevata di 2 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo al giorno per i 52 giorni consecutivi. Per una persona che pesa 154 libbre, questo significherebbe una dose quotidiana delle lovastatine di 140 mg. Il paziente che prende questa lovastatina ad alta dose ha dimostrato il controllo dei conteggi leucemici di scoppio che hanno durato più di sei mesi dopo cessazione del trattamento.

Ci ora sono test clinici di fase I preveduti valutare la tossicità e l'efficacia delle lovastatine a basse dosi nel trattamento della leucemia mieloide acuta ricorrente, carcinoma di cellule squamose del collo e della testa e cancro cervicale. Il fondamento del prolungamento della vita non raccomanda che i membri entrino in questi test clinici di fase I, poichè limiteranno l'uso di altre terapie sinergiche del cancro e possono usare una dose delle lovastatine troppo in basso per fornire il beneficio ottimale. Invece, i membri dovrebbero chiedere là aggiustano per prescrivere una lovastatina della dose elevata ed avere una prova completa di ematochimica ha eseguito ogni due settimane per i primi due mesi della terapia per assicurarsi che la lovastatina non stia causando il danno del muscolo o del fegato. Le prove mensili di ematochimica dovrebbero essere effettuate finchè la lovastatina della dose elevata è usata.

Gli studi precedenti tumori hanno indicato che le lovastatine ed altre droghe solubili nel grasso “di statina„ sono inoltre efficaci contro pancreatico, del colon, del fegato e della tiroide. Ci sono parecchi meccanismi di azione che sono stati proposti per le azioni anticancro della lovastatina, compreso la soppressione della sovraespressione dell'oncogene ras e l'interferenza con la via di acido mevalonico utilizzata da alcune cellule tumorali nella fase G1 del ciclo cellulare. La lovastatina (venduta nell'ambito della denominazione commerciale Mevacor) è un farmaco solubile nel grasso “di statina„ disponibile dalla prescrizione. Altre droghe solubili nel grasso di statina includono Zocor e Lipitor. La droga d'abbassamento popolare chiamata Pravachol è un solubile in acqua “statina„ che non può lavorare pure contro cancro come le droghe solubili nel grasso “di statina„. Per ulteriori informazioni sull'uso delle droghe “di statina„ trattare il cancro riferisca alla sezione del trattamento del Cancro (adiuvante) della prevenzione delle malattie e del trattamento del libro o osservi questo protocollo relativo al sito Web del fondamento a www.lef.org

La soia e DHEA rendono le donne felici

I ricercatori giapponesi hanno riferito che i benefici di soia possono comprendere il benessere psicologico. Le donne che mangiano i prodotti della soia sono meno ansiose, spaventose e depresse, secondo un nuovo studio. Tutte le donne che hanno partecipato erano in buona salute e nessuno erano su terapia ormonale sostitutiva. Gli effetti benefici di soia possono essere dovuto le sue azioni del tipo di estrogeno. La genisteina, una componente di soia, interagisce con estrogeno ed i ricevitori di GABA nel cervello. Le informazioni sono state ottenute da 103 donne giapponesi, età media 54. Le donne poi hanno completato il centro per la scala della depressione di studi epidemiologici (CES-D) e la parte psicologica del questionario di salute generale (GHQ). Le donne che hanno mangiato la maggior parte della soia hanno segnato il meglio su queste prove. Nè l'estradiolo nè la globulina obbligatoria dell'ormone sessuale correlata con l'umore, ma deidroepiandrosterone ha fatto. DHEA, poichè è conosciuto, era inoltre più alto nei partecipanti di studio che erano più felici. Non si sa se c'è una correlazione fra soia e DHEA, ma studi precedenti ha indicato un effetto positivo di DHEA sull'umore in gente più anziana.

immagineDHEA è un ormone androgeno tipo che è convertito sia in estrogeno che in testosterone. Il testosterone aumenta la libido in alcune donne. La terapia sostitutiva dell'estrogeno (terapia farmacologica) ha provato utile nel miglioramento dell'umore in alcune donne più anziane. Secondo una meta-analisi pubblicata nel 1999, “a questi tempo, terapia dell'estrogeno [droghe sintetiche dell'estrogeno] per il trattamento della depressione in peri e donne postmenopausali può essere utile, ma gli studi confermativi ancora stanno mancando di.„ I benefici possibili della terapia farmacologica dovrebbero essere pesati contro i rischi e gli effetti collaterali, che sono sostanziali.

Archer JS. 1999. Saggio residente di NAMS/Solvay informato. Relazione fra estrogeno, serotonina e la depressione. 6:71 della menopausa - 8.

Morales AJ, et al. 1994. Effetti della dose della sostituzione del deidroepiandrosterone in uomini ed in donne di avanzamento dell'età. J Clin Endocrinol Metab 78:1360-67.

Nagata C, et al., 2000. Concentrazioni nel siero dell'assunzione del prodotto di estradiolo e del solfato e della soia del deidroepiandrosterone relativamente a benessere psicologico in peri ed in donne giapponesi postmenopausali. Metabolismo 49:1561-64.

Wolkowitz OM, et al. 1995. Antidepressivo e cognizione-migliorando gli effetti di DHEA nella depressione principale. Ann NY Acad Sci 774: b337-39.

I3C e cancro al seno

Un nuovo studio conferma che il cancro al seno dilagante è meno probabile accadere quando il corpo converte l'estrogeno un determinato modo. Lo studio riferisce un rapporto di riproduzione di 40% del rischio quando il corpo metabolizza l'estrogeno nel hydroxyestrone meno potente 2 invece di 16a-hydroxyestrone. Questi metaboliti hanno differenze importanti, una che è che 16a-hydroxyestrone ha più forte attività estrogena che il hydroxyestrone 2 che è una forma debole di estrogeno. Il più hydroxyestrone che 2 una donna ha nel suo corpo, meno probabilmente avrà il forte 16a-hydroxyestrone che può determinare la crescita del cancro. I risultati sono basati sui dati da 144 donne italiane con cancro al seno su 10.000 chi ha partecipato ad uno studio su come gli ormoni e la dieta potrebbero causare la malattia. 16a-hydroxyestrone è più alto in donne con cancro al seno e correla con una maggior incidenza dei tumori mammari in topi.

Una delle cose che cambia l'estrogeno di modo è metabolizzata è indole-3-carbinol (I3C), una sostanza in verdure crocifere quale cavolo, cavolfiore e broccoli. I3C è stato purificato ed è venduto sotto il nome di supplemento. Negli studi dove il supplemento è usato, I3C causa un aumento nella quantità di hydroxyestrone 2. Che a sua volta, mette un ammortizzatore sulla crescita del cancro ha incoraggiato da 16a-hydroxyestrone. I3C non colpisce direttamente 16a-hydroxyestrone. Gli studi indicano che I3C può anche ridurre il danno del DNA causato dalle amine eterocicliche (molecole cancerogene che sorgono quando la carne è cucinata) e fumo della sigaretta. Inoltre inibisce la formazione di hydroxyestrone 4 che è cancerogeno. In cellule tumorali, induce gli apoptosi (morte delle cellule) e le fermate il ciclo cellulare. In topi, I3C impedisce il cancro cervicale causato dal virus del papilloma. Può anche colpire la crescita di carcinoma della prostata (sebbene gli studi non siano stati fatti). Un ormone maschio, 16a-hydroxytestosterone, è trasformato attraverso lo stesso meccanismo di 16a-hydroxyestrone in donne.

immagine

Arif JM, et al. 2000. L'inibizione di DNA in relazione con il fumo della sigaretta adduce nei tessuti del ratto da indole-3-carbinol. Ricerca 452:11-18 di Mutat.

Lui YH, et al. 2000. Indole-2-carbinol come agente chemopreventive nella carcinogenesi della piridina di 2 amino-1-methyl-6-phenylimidazo [4,5-b] (PhIP): inibizione di formazione del complesso PhIP-DNA, accelerazione del metaqbolism di PhIP ed induzione del citocromo P450 in ratti femminili F344. 38:15 di Chem Toxicol dell'alimento - 23.

Jin L, et al. 1999. Indole-3-carbinol impedisce il cancro cervicale nel tipo 16 (HPV16) topi transgenici del virus di papilloma umano. Ricerca 59:3991-97 del Cancro.

Muti P, et al. 2000. Metabolismo dell'estrogeno e rischio di cancro al seno: uno studio prospettivo del 2:16 - rapporto di hydroxyestrone in donne premenopausa e postmenopausali. Epidemiologia 11:635-40.

Schneider JD, et al. 1982. Metabolismo ossidativo anormale dell'estradiolo in donne con cancro al seno. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 79:3047-51.


Di nuovo al forum della rivista