Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine aprile 2001

immagine

Aggiornamento della lattoferrina

dal bordo di volontà

immagineI lettori della rivista del prolungamento della vita prevedono l'ultima ricerca sui supplementi non tossici naturali che impediscono la malattia e migliorano la salute. Un aggiornamento della lattoferrina è quindi nell'ordine. La lattoferrina ha catturato l'interesse di molti ricercatori come composto naturale con un'ampia varietà di usi. Che cosa segue è un riassunto di informazioni precedentemente pubblicate sulla ricerca e sugli effetti di lattoferrina seguiti da alcuni degli studi più aggiornati.

La lattoferrina sembra essere un subfraction di siero di latte con la modulazione antivirale, antimicrobica, anticancro ed immune più ben documentata/che migliora gli effetti. Quando parliamo del siero di latte realmente stiamo riferendo ad una proteina complessa composta di molti più piccoli subfractions della proteina (peptidi). Molti di questi subfractions sono trovati soltanto negli importi molto minuscoli in latte delle mucche, normalmente a meno di 1%. Per esempio, la lattoferrina compone soltanto 0,5% - 1% o di meno del proteina del siero derivato dal latte delle mucche. Il latte delle madri, d'altra parte, conterrà la lattoferrina di fino a 15%.

Immunità

La lattoferrina è trovata in tutto il corpo umano e si presenta in tutte le secrezioni che bagnano le mucose quali le secrezioni bronchiali e nasali della saliva, degli strappi, bile epatica, liquidi pancreatici e sono un fattore essenziale nella risposta immunitaria. La lattoferrina è concentrata in cavità orali in cui verrà in contatto diretto con gli agenti patogeni (cioè virus, batteri, ecc.) e le uccisioni o notevolmente sopprime questi agenti patogeni attraverso vari meccanismi differenti. Infatti, ci sono ricevitori specifici per lattoferrina trovata su molti cellule immuni di chiave, quali i linfociti, monociti e macrofagi e sono conosciuti direttamente per partecipare al upregulation di attività naturale delle cellule dell'uccisore (NK). Uno studio con i maiali del bambino ha trovato che soltanto 17% dei maiali è morto quando lattoferrina alimentata ed iniettato con una tossina (Escherichia coli) rispetto a 74% dei maiali che sono morto senza la lattoferrina!

Funzione gastrointestinale

La lattoferrina sembra essere particolarmente importante nella salute e nella funzione del tratto intestinale. È stato trovato notevolmente per ridurre l'infiammazione sistemica ed intestinale in tali circostanze come le malattie intestinali infiammatorie, tra l'altro. Gli animali sottoposti a vari agenti patogeni conosciuti per causare sia la resistenza sistemica che intestinale di manifestazione di danno e di infiammazione molto maggior ed hanno ridotto l'infiammazione quando lattoferrina alimentata.

Effetti antivirali

La lattoferrina è stata trovata sia a direttamente che indirettamente inibisce parecchi virus che causano la malattia in esseri umani. Per esempio, (gli studi in vitro della provetta) hanno trovato che la lattoferrina inibisce forte il HIV (il pensiero del virus per causare l'AIDS). La rilevanza clinica esatta di questi informazioni ha ancora essere delucidata, ma la lattoferrina può essere un composto particolarmente efficace e non tossico nella lotta contro i virus che causano la morte e l'affezione in esseri umani.

Effetti anticancro

Forse uno degli usi di promessa per lattoferrina può essere nel suo potenziale come agente non tossico e anticancro. L'estesa ricerca in vitro ed in vivo con gli animali ha indicato la lattoferrina per essere un agente anticancro potente. Studi di multiplo facendo uso di entrambi i ratti e topi esposti ad un prodotto chimico tossico (azoxymethane) conosciuto per causare i tumori in tutto il tratto gastro intestinale, amministrato simultaneamente con lattoferrina, indicata una grande riduzione dello sviluppo intestinale del polipo in tutto il tratto intestinale. Uno studio ha trovato la lattoferrina per essere molto efficace a sopprimere la crescita delle cellule di cancro del pancreas umane. Così tanto così i ricercatori hanno concluso che la lattoferrina “… potrebbe trasformarsi in in una di nuove droghe della scelta per la terapia adiuvante contro cancro del pancreas.„

Effetti antimicrobici

Probabilmente il ruolo più noto della lattoferrina è come proteina obbligatoria del ferro. Si è riferito a come il hololactoferrin nella sua forma rilegata del ferro e il apolactoferrin in suo ferro hanno vuotato la forma. Gli studi hanno trovato che è la forma di apolactoferrin che ha gli effetti più potenti come agente antimicrobico.

La lattoferrina può un antimicrobico potente inibire una vasta gamma di batteri patogeni ed altri microbi. Il meccanismo sembra trovarsi con la capacità della lattoferrina di legare il ferro, poichè ha saputo per avere un'affinità estremamente alta per questo metallo. Molti batteri patogeni hanno bisogno di un rifornimento di ferro libero di moltiplicarsi ed in presenza di lattoferrina forte sono inibiti o uccisi. Uno studio ha aggiunto la lattoferrina all'acqua potabile dei topi e sottoposto loro al microbo tossico ha chiamato stafilococcico. Lo studio ha trovato che i topi che ottengono la lattoferrina come 2% delle calorie hanno ridotto le infezioni del rene di 40% - 60% e popolare riduttore to-12 di contenuti batterici 5. Hanno concluso, “i risultati indicano un potenziale per l'uso di lattoferrina come proteine antibatteriche naturali per impedire le infezioni batteriche.„

Lattoferrina come antiossidante

Per concludere, la lattoferrina è un antiossidante che pulisce il ferro libero che contribuisce ad impedire le reazioni radicali libere basate ferro incontrollato, determinate cellule così proteggenti da perossidazione. Sebbene la lattoferrina sia sia un organismo saprofago che donatore del ferro (secondo l'ambiente cellulare), è stato trovato per pulire o donare il ferro ai tempi appropriati in cui il corpo è necessitante la reazione. A pH fisiologico normale, la lattoferrina lega il ferro che diminuisce strettamente così lo sforzo ossidativo ai tessuti (da produzione del radicale libero di ferro). Apolactoferrin, ma non il hololactoferrin, è stato indicato per impedire la perossidazione lipidica. Uno studio che ha esaminato il ruolo dei proteine del siero, dei proteine del siero multi-fermentati e della lattoferrina nello sforzo ossidativo ha rilasciato la dichiarazione audace, “noi può concludere che il proteina del siero, la lattoferrina ed il siero di latte multi-fermentato sono buoni candidati come inibitori dietetici dello sforzo ossidativo e dovrebbe essere considerato come alimenti medicinali potenziali in varie patologie come infezione HIV e cancro.„

Nuova ricerca: antivirale, antibatterico, antifungino

Gli studi precedenti hanno trovato la lattoferrina per essere un inibitore potente di una vasta gamma di virus. Recentemente, la lattoferrina è stata provata contro il hantavirus micidiale e direttamente è stata confrontata alla droga antivirale ribavirin.1 che lo studio ha trovato che le cellule trattate e pretrattate della lattoferrina notevolmente hanno soppresso il hantavirus. Forse intrigando, è stato trovato che un sinergismo potente è esistito quando la lattoferrina si è combinata con ribavirina. I ricercatori hanno concluso, “questi risultati indicano che la lattoferrina ha l'attività anti--hantaviral in vitro ed inibizione di adsorbimento del virus alle cellule, che svolgono un ruolo importante nel rivelare l'attività anti--hantaviral del lactorferrin. Questa carta riferisce per la prima volta l'effetto anti--hantaviral di lattoferrina.„

Come detto precedentemente, la lattoferrina è stata trovata per essere un agente antimicrobico potente che sopprime i batteri. Gli scienziati hanno voluto vedere se alimentare l'essere umano degli animali o derivasse la lattoferrina, lattoferrina derivata bovino o i peptidi derivati da lattoferrina potrebbero essere efficaci contro le infezioni delle vie urinarie causate dai batteri Escherichia coli (e coli).(2)

Le infezioni delle vie urinarie, o UTIs, sono un'infezione comune in esseri umani, particolarmente in donne. Il lactorferrin umano, la lattoferrina bovina ed i peptidi sono stati dati oralmente ai topi femminili 30 minuti dopo l'instillazione dei batteri di Escherichia coli nella vescica urinaria. Lo studio ha trovato che la quantità di batteri nei reni e di vescica dei topi è stata ridotta significativamente 24 ore più successivamente dai trattamenti della lattoferrina, confrontati ai risultati per il gruppo di controllo. Interessante, soltanto la lattoferrina umana ha mostrato un forte effetto antinfiammatorio, che contraddice l'altra ricerca. Gli studi precedenti hanno trovato che sia BLF che HLF hanno forti proprietà antinfiammatorie, il BLF che è l'agente antibatterico più potente. La lattoferrina può essere efficace come terapia di associazione nel trattamento di UTIs per le donne, ma la più ricerca è autorizzata.

Gli studi clinici sono stati intrapresi per valutare l'efficacia di lattoferrina nel trattamento dei pedis della tigna.(3) i pedis della tigna è una micosi citata spesso come “piede di atleti„ ma possono essere trovati in altre aree del corpo. Una dose di 600 mg o di 2000 mg di lattoferrina o di un placebo era quotidiano oralmente amministrato per otto settimane - 37 adulti che sono stati giudicati per avere pedis delicati o moderati della tigna. Una cura micologica non è stata veduta in c'è ne degli oggetti. Tuttavia, c'erano statisticamente miglioramenti significativi trovati nei sintomi dermatologici (itching, rossore, ecc) nei gruppi dell'attivo che ricevono la lattoferrina, autorevoli ricercatori per concludere, “l'utilità potenziale di lattoferrina come materiale funzionale dell'alimento per trattare la tigna che i pedis sono stati veduti per la prima volta in questo studio.„

Studi supplementari su interesse

- Uno studio pubblicato nell'edizione del dicembre 2000 del giornale della biochimica delle cellule (15; 79(4): 583-593) trovato che la lattoferrina è compresa nel upregulation dei linfociti CD4, che sono essenziali alle abilità di combattimento della malattia del corpo. È ben noto che la lattoferrina direttamente è collegata alla risposta immunitaria ospite e questo studio può essere un altro pezzo del puzzle per quanto riguarda il collegamento del lattoferrina-immune-sistema.

- Uno studio recente (sviluppatore in anticipo di ronzio 2000 1° agosto; 59(2): 95-105) “la lattoferrina chiamata è responsabile dell'effetto fungistatico di latte umano„ trovato che la lattoferrina è il peptide primario in latte che sopprime la crescita dei funghi pericolosi. Il latte umano ha riconosciuto gli effetti antimicrobici ed è stato indicato ripetutamente che gli infanti allattati al seno hanno i meno ed infezioni meno severe che gli infanti di formula-federazione. Mentre la maggior parte dei studi hanno messo a fuoco sulle attività antibatteriche ed antivirali, pochi hanno messo a fuoco sull'effetto antifungoso di latte umano. Infezioni cutanee ed altre causate dai funghi sono comuni in infanti con il peso corporeo basso. In vitro, questo studio ha trovato il latte per avere un effetto inibitorio potente su formazione di muffa. Hanno concluso: “La maggior parte, se non tutto questo effetto è stato causato da lattoferrina via la sua capacità di legare il ferro…„ Interessante, dichiarano “… al contrario, altre proteine del latte umane con la formazione di muffa piuttosto aumentata antimicrobica conosciuta o suggerita di effetti.„

- Una “lattoferrina chiamata studio ed anticorpi della anti-lattoferrina: Gli effetti di caricamento del ferro della lattoferrina sullo stravaso dell'albumina in tessuti differenti in ratti„ (Erga KS, penna E, Tenstad O, Reed RK) hanno trovato che il ferro vuotato, ma non il ferro saturato, lattoferrina può proteggere il tessuto polmonare durante il rilascio delle specie reattive dell'ossigeno. In vivo, soltanto la lattoferrina senza ferro ha ridotto il hyperpermeability infiammatorio nel tessuto polmonare dei topi e dei ratti. Sebbene interessante, la ricerca supplementare sia necessaria confermare il ruolo protettivo della lattoferrina in polmoni che sono stati danneggiati durante gli iper periodi infiammatori.

- Uno studio interessante ha utilizzato il livello di lattoferrina nelle secrezioni nasali come strumento diagnostico per la diagnostica del raffreddore dalla sinusite più seria (infezione dei seni). Come già accennato, la lattoferrina è trovata in tutte le secrezioni che bagnano le membrane del muco ed è una prima linea difesa contro i virus ed altri agenti patogeni. Non sorprende che le quantità elevate di lattoferrina sarebbero trovate nelle secrezioni nasali della gente con le infezioni serie del seno. Lo studio ha trovato gli aiuti nasali della lattoferrina per distinguere la sinusite dai raffreddori. Lo studio è stato chiamato “lattoferrina e proteina cationica eosinofila nelle secrezioni nasali dei pazienti con i freddo sperimentali del rhinovirus, i freddo naturali e la sinusite batterica comunità-acquistata acuta presunta„ (J Med Microbiol 2000 agosto; 49(8):
719-23).

Conclusione

La scienza sta esaminando la lattoferrina in ricerca del trattamento potenziale e strumenti diagnostici in una vasta gamma di disturbi umani. È preveduto che ulteriore ricerca emerga per quanto riguarda questo peptide bioactive.

bordo è un medico, una forma fisica e uno scrittore ben noti di salute per varie pubblicazioni. È il più celebre per i suoi articoli e lavoro con i proteine del siero ed acidi grassi essenziali in atletica ed il trattamento e la prevenzione di varie malattie.

Riferimenti

1. Murphy ME, attività antivirale di Kariwa H, di Mizutani T, di Yoshimatsu K, di Arikawa J, di Takashima I. in vitro di lattoferrina e ribavirina sopra il hantavirus. Arco Virol 2000; 145(8): 1571-82.

2. La LA di Haversen, la LA di Engberg I, di Baltzer L, del delfino G, di Hanson, la lattoferrina di Mattsby-Baltzer I. Human ed i peptidi derivati da una regione elicoidale superficie-esposta riducono le infezioni delle vie urinarie sperimentali di Escherichia coli in topi. Infetti Immun 2000 ottobre; 68(10): 5816-23.

3. Yamauchi K, Hiruma m., Yamazaki N, Wakabayashi H, Kuwata H, Teraguchi S, Hayasawa H, Suegara N, somministrazione orale di Yamaguchi H di lattoferrina bovina per il trattamento dei pedis della tigna. Un controllato con placebo, studio di prova alla cieca. Micosi 2000; 43(5): 197-202.

Di nuovo al forum della rivista