Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 2001

immagine

Melatonina e Cancro

Le donne cieche sono a significativamente più a basso rischio per cancro al seno normalmente delle donne avvistate, manifestazioni le nuove di uno studio e quella possono essere dovuto il fatto che hanno livelli elevati coerente della melatonina dell'ormone.

immagineI ricercatori alla registrazione del Cancro della Norvegia hanno seguito il cancro al seno in più di 15.000 donne cieche, di cui 400 erano completamente ciechi. L'analisi ha indicato che completamente le donne dei ciechi hanno goduto di un 36% più a basso rischio di cancro al seno confrontato alle donne avvistate, secondo un rapporto nel giornale britannico di Cancro (2001; 84:397-399). Tuttavia, le donne che soltanto sono state alterate visivamente, ma non completamente accecano, non indicato prova degli effetti similmente protettivi, secondo il Dott. J. Kliukiene. “I nostri risultati danno il supporto “all'ipotesi della melatonina, “„ Kliukiene hanno scritto.

Qui è come il collegamento della melatonina funziona: Secernuto soprattutto nella ghiandola pineale, che è messa nel cervello, la melatonina dell'ormone avvia una vasta gamma di processi biochimici, primari fra loro una riduzione della produzione del corpo di estrogeno alla notte. Indirettamente, questo può ridurre il rischio di malignità.

Per i 20 anni scorsi, gli scienziati hanno esplorato l'ipotesi che l'esposizione a luce artificiale alla notte interrompe l'equilibrio naturale dell'melatonina-estrogeno, con conseguente meno melatonina che ci dovrebbe essere e più estrogeno. L'effetto netto è un rischio intensificato adi tumori estrogeno sensibili, quale cancro al seno. Le donne cieche sono, per definizione, non ricettivo accendersi.

Già del 1990, gli scienziati ragione per cui qualcuno di cui gli occhi non potessero individuare la luce dovrebbe essere resistente ai tumori estrogeno-generati. Il Dott. Robert A. Hahn, del centri per il controllo e la prevenzione delle malattie a Atlanta, GA., ha combinato le statistiche da un'indagine nazionale sulle donne ospedalizzate fra 1979 e 1987, compreso 11.700 con cancro al seno. Ha trovato che i ciechi che le donne erano soltanto mezze come incline sviluppano il cancro al seno come donne avvistate (epidemiologia, maggio 1991).

Gli studi successivi in Europa e negli Stati Uniti hanno amplificato questo collegamento fra esposizione alla luce di notte, melatonina e lo squilibrio dell'estrogeno, con un aumento risultante nell'incidenza del cancro, particolarmente cancro al seno. Ciò ultimo studio dalla Norvegia suggerisce che le donne mantengano l'alta produzione della melatonina alla notte indipendentemente dalle condizioni di luce esterne ed implica quella che è un meccanismo unicamente protettivo. Ciò che trova anche suggerisce che potrebbe essere utile da esplorare se i livelli aumentanti della melatonina in vista individui potrebbero confer finora benefici indefiniti.

— JIM O'Brien


I3C come trattamento possibile per cancro ovarico

Un prodotto chimico che si presenta naturalmente in broccoli, in cavolfiore, in cavolo ed in altre verdure relative è micidiale alle cellule tumorali sicure. Indole-3-carbinol (I3C) può completamente distruggere varie linee di cellule tumorali ovariche, secondo un rapporto recente alla società degli oncologi ginecologici.

Gli studi, intrapresi alla riva del nord/all'istituto di ricerca di Long Island ed all'ospedale universitario ebrei di Long Island, inoltre hanno confermato che un prodotto fatto dall'estratto vegetale ha chiamato gli impianti di DIM (diindolylmethane) efficacemente quanto la cosa vera, cioè I3C.

Che cosa è più, la sostanza nutriente potente ha amplificato l'efficacia del cisplatino comunemente usato della droga della chemioterapia del cancro. Ciò è appena l'ultima aggiunta ad un corpo già impressionante di prova circa i molti costituenti di Cancro-combattimento delle verdure crocifere e o del tipo di cavolo.

immagineNello studio corrente, costituito un fondo per dall'istituto nazionale contro il cancro, una volta misto con il carbinol indole-3 ed ATTENUI in provette, cellule tumorali ovariche è morto nei giorni. Inoltre, entrambi i composti inoltre hanno migliorato l'efficacia di cisplatino. Ciascuno ha fatto la droga della chemioterapia più estremamente alla linea cellulare OVCAR-3, che è conosciuta per essere resistente a cisplatino. I risultati precedenti hanno indicato che quello aggiungere il paclitaxel della droga della chemioterapia al cisplatino ha aumentato il tasso di uccisione di cellule OVCAR-3 a 70%, ma 100% del tessuto maligno è morto quando il cisplatino si è combinato con TENUE. Per coincidenza, TENUE da sè ha eliminato le cellule tumorali ovariche con l'efficacia 100%.

I ricercatori ritengono che i loro risultati suggeriscano che sia indole-3-carbinol che la volontà TENUE finalmente svolgano un ruolo utile nel trattamento di cancro ovarico. Ma più ulteriormente gli studi sono necessari, avvertono. Da un punto di vista pratico, questi ultimi dati precisano l'importanza di un supplemento standardizzato di indole-3-carbinol. Gli esperti hanno saputo a lungo che le verdure crocifere sono ricche in prodotti chimici di Cancro-combattimento. Ma la maggior parte della gente non mangia abbastanza vero per fare una differenza. Ed inoltre, la quantità di prodotti chimici varia con ogni raccolto effettuato. Ma un supplemento attendibilmente prodotto di indole-3-carbinol ad un prezzo accessibile permette alla gente di ottenere le dosi affidabili e di prevedere i risultati prevedibili, poichè I3C converte PER ATTENUARSI nel corpo.

FONTE: Studio dell'ospedale universitario di Long Island, presentato come carta alla società degli oncologi ginecologici, marzo 2001.

— JIM O'Brien


Soia per Alzheimer

di soia ricca di sostanza può contribuire a ridurre il rischio di morbo di Alzheimer. Per un po di tempo, i ricercatori hanno conoscere quella gente che prendono l'estrogeno supplementare per la gestione della menopausa sono meno probabili sviluppare Alzheimer che coloro che non fa. Ora sembra che i composti naturali in isoflavoni chiamati soia effettuino le azioni del tipo di estrogeno, con risultati simili, secondo un nuovo studio dal Dott. Helen Kim dell'università di Alabama a Birmingham.

immagine“Come biochimico della proteina del cervello, sono interessato che cosa accade nel cervello dei pazienti di Alzheimer,„ nel Dott. Kim ho detto quando ha consegnato una carta del simposio alla riunione nazionale della società di prodotto chimico americano. Ha riferito che un composto conosciuto come il proteina tau subisce col passare del tempo i cambiamenti, “e quelle modifiche sono correlate con il morbo di Alzheimer.„

Con il finanziamento dagli istituti della sanità nazionali, ha seguito 45 ha invecchiato le scimmie femminili di cui le ovaie erano state rimosse. Ha rotto i 45 in tre gruppi: Uno ha ricevuto la soia con gli isoflavoni, un altro soia ricevuta senza isoflavoni e l'ultimo Premarin ricevuto, comunemente usato nella terapia sostitutiva dell'estrogeno. Le scimmie hanno alimentato gli isoflavoni della soia chiamati phytoestrogens- hanno esibito meno delle modifiche malattia-collegate della proteina che altri gruppi, esami post mortem indicati dopo 36 mesi.

“Sappiamo che l'estrogeno è buono per il cervello,„ il Dott. Kim ha osservato. “Ma assomiglia agli isoflavoni della soia ha avuto effetti dove Premarin non ha fatto. I nostri dati suggeriscono che phytoestrogens della soia nella dieta possa avere azioni protettive contro determinati eventi biochimici connessi con Alzheimer, ma queste azioni possono essere differenti dalle azioni protettive di estrogeno reale,„ Kim ha scritto in un riassunto.

Risultati dai ricercatori al risveglio Forest University, a Winston-Salem, rapporto di Dott. Kim del complemento di N.C. Professore detto di Dott. comparativo Tom Clarkson della medicina: “Abbiamo fatto i simili studi sui ratti che suggeriscono che isoflavoni della soia avesse il potenziale per l'inibizione del Alzheimer.„

— JIM O'Brien



Di nuovo al forum della rivista