Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine marzo 2001

William Faloon
William Faloon

Come lo vediamo


Prevenzione del carcinoma della prostata

L'incidenza di carcinoma della prostata continua ad aumentare.(1-5) Che cosa separa il carcinoma della prostata da altre malignità è il volume puro di uomini che sviluppano la malattia. C'erano 180.000 nuovi casi hanno diagnosticato l'anno scorso,(6) ma di maggior preoccupazione sono i risultati di autopsia che indicano che una percentuale significativa degli uomini ha carcinoma della prostata di fondo senza anche conoscerla.(7-15)

Per gli uomini che intendono vivere una vita lunga e sana, intraprendere le azione per ridurre il rischio di carcinoma della prostata sta bene ad una parte importante di programma del prolungamento della vita.

immagineLe notizie incoraggianti vengono dagli studi recenti che indicano che determinati integratori alimentari possono ridurre drammaticamente il rischio di sviluppare il carcinoma della prostata o impedire le cellule di carcinoma della prostata latenti la maturazione in un tumore completo. Secondo uno studio pubblicato nel 20 dicembre, l'edizione 20000 del giornale dell'istituto nazionale contro il cancro, uomini che hanno avuti i livelli ematici di tocoferolo di gamma era cinque volte meno probabile da ottenere il carcinoma della prostata.(16)

Che cosa ha fatto questo studio particolarmente significativo era che è stato condotto alla scuola prestigiosa di Johns Hopkins della salute pubblica ed ha valutato un grande gruppo (10.456 uomini) su un periodo di sette anni. Oltre a trovare che i livelli elevati del tocoferolo di gamma hanno ridotto significativamente il rischio di carcinoma della prostata, lo studio ha indicato che il selenio ed il tocoferolo dell'alfa inoltre hanno ridotto l'incidenza del carcinoma della prostata, ma soltanto quando i livelli elevati del tocoferolo di gamma sono.

Il tocoferolo di gamma è una forma di vitamina E che sta mancando di in quasi tutti i supplementi commerciali della vitamina E. Quando le dosi elevate di alfa vitamina del tocoferolo è consumata, sposta il tocoferolo estremamente importante di gamma nelle cellule. Mentre l'alfa tocoferolo inibisce la produzione dei radicali liberi, è la forma del tocoferolo di gamma di vitamina E che è richiesta per intrappolare e neutralizzare i radicali liberi esistenti.

In un editoriale che accompagna il rapporto di Johns Hopkins, il Dott. Edward Giovannucci della facoltà di medicina di Harvard chiama i risultati “ulteriore ragione per ottimismo„ che la vitamina E ed altri composti possono combattere il carcinoma della prostata. Dott. Giovannucci celebre, tuttavia, che i supplementi-principale commerciali della vitamina E alfa-tocoferolo-possono abbassare i livelli ematici di gamma-tocoferolo. Secondo Giovannucci, la circolazione sanguigna dell'americano medio è cinque volte più ricca in alfa-tocoferolo che il gamma-tocoferolo. E, quella differenza salta la volta 20 fra la gente che prende i supplementi della vitamina E. Il Johns Hopkins che i ricercatori hanno dichiarato quello poiché i supplementi della vitamina E possono spostare il gamma-tocoferolo, prevenzione di carcinoma della prostata puntata su studi futuri dovrebbe comprendere entrambe le forme di vitamina il E.(17)

I membri del prolungamento della vita non hanno dovuto aspettare “gli studi futuri„ per accedere al tocoferolo di gamma. Parecchi anni fa, il fondamento ha identificato l'importanza di prendere entrambe le forme della vitamina E ed ha offerto il primo supplemento del tocoferolo di gamma nel mondo.

Ha visto che il palmetto può contribuire ad impedire il carcinoma della prostata

I numerosi studi indicano che ha visto che l'estratto del palmetto allevia i sintomi urinarii connessi con l'ingrandimento benigno della prostata. Nel 1994, il fondamento del prolungamento della vita ha pubblicato un articolo che indica che i meccanismi di azione di hanno visto che il palmetto potrebbe ridurre il rischio di carcinoma della prostata.

immagineIl 13 dicembre 2000, una presentazione fatta alla società americana per la riunionedi biologia cellulare (20 ) ha indicato che ha visto che il palmetto inibisce la crescita delle cellule di carcinoma della prostata nella provetta. I ricercatori dall'ospedale pediatrico a Boston hanno descritto come hanno usato hanno visto l'estratto del palmetto per rallentare la crescita delle cellule di carcinoma della prostata e che questo effetto crescita-inibitorio sulle cellule della prostata era cinque volte più potente di altre linee cellulari del cancro la hanno verificata sopra.

Un nuovo meccanismo identificato dagli scienziati dell'ospedale pediatrico era che ha visto che il palmetto ha ridotto l'espressione di cyclooxygenase-2 (COX-2) in cellule di carcinoma della prostata. I membri del fondamento imparato gli anni fa quello cellule tumorali usano spesso COX-2 come combustibile biologico a hyperproliferate e le droghe che inibiscono COX-2 (quale Celebrex) dovrebbero essere considerate nel trattamento ausiliario di determinati cancri. I ricercatori che hanno presentato questo studio hanno scritto nell'estratto di riunione:

“Poiché l'espressione aumentata COX-2 è associata con un'incidenza aumentata di carcinoma della prostata, tutta la diminuzione nella sua espressione fornirebbe una base per il chemoprevention prostatico del cancro e giustificare il consumo a lungo termine di ha visto le formulazioni estratto-contenenti della bacca del palmetto.„

Mentre questi risultati stanno promettendo, avvertiamo i pazienti di carcinoma della prostata non rinunciare ad altri trattamenti poiché ha visto che il palmetto è in nessun caso una cura del cancro.

Quando si tratta di prevenzione di carcinoma della prostata, tuttavia, sembrerebbe che vedesse che il palmetto fornisce i meccanismi multipli, quali modulazione dell'ormone e soppressione dell'espressione COX-2, che può fornire una riduzione di rischio per carcinoma della prostata.

Soppressione del carcinoma della prostata attuale

Donald D. Hensrud, M.D., è uno specialista della medicina preventiva e di nutrizione a Mayo Clinic a Rochester, Minnesota. Nel bollettino della salute del Mayo Clinic,(21) il Dott. Hensrud ha dichiarato quello circa che 40 per cento degli uomini nei loro anni settanta hanno carcinoma della prostata latente. Il Dott. Hensrud ha continuato a dire che la vitamina la E (alfa tocoferolo) sembra lavorare impedendo i piccoli tumori latenti i cancri attivi completi diventanti. Impedendo la trasformazione latente a cancro attivo, dice il Dott. Hensrud, la vitamina E può permettere molti uomini che avrebbero sviluppato altrimenti il cancro attivo per evitarlo. Questa intervista è stata data in risposta ad un rapporto più iniziale pubblicato nel giornale delle 22) rappresentazioni dell'istituto nazionale contro il cancro (che i supplementi della vitamina E hanno ridotto l'incidenza del carcinoma della prostata di 32%.

Un approccio completo

Ci sono una serie di integratori alimentari che hanno indicato il beneficio potenziale nella riduzione del rischio di carcinoma della prostata. Il licopene ha ottenuto la maggior parte della pubblicità come costituente dell'alimento che riduce il rischio di prostata ed altre forme di cancro, mentre però proteggendo dall'ossidazione del colesterolo di LDL.(23)

Oltre a licopene, ha visto che il palmetto, selenio e sia forme di gamma che le alfa di vitamina E sembra aiutare confer un effetto protettivo contro carcinoma della prostata.

Da un punto di vista dietetico, il consumo di ampia varietà di frutta e le verdure riduce il rischio, mentre una dieta ad alta percentuale di grassi aumenta l'incidenza del carcinoma della prostata.

Gli uomini sopra l'età 40 si consigliano di avere un'analisi del sangue annuale di PSA e un esame rettale digitale per individuare il carcinoma della prostata nelle sue fasi più iniziali in cui il tasso della cura sia molto alto.

Perché l'epidemia del carcinoma della prostata sta peggiorando

Il at large pubblico non sta intraprendendo le azione necessarie per ridurre l'incidenza o la mortalità del carcinoma della prostata. È soltanto con auto-istruzione che gli uomini americani salute consapevoli stanno imparando che cosa possono fare per proteggere stessi.

Il fondamento del prolungamento della vita ha dedicato le risorse enormi per valutare i metodi novelli di impedire e di trattamento della malattia. Eravamo pionieri nel sostegno della terapia di ablazione dell'androgeno nel trattamento iniziale di carcinoma della prostata, piuttosto che aspettando la malattia per riprodurrci per metastasi. L'istituzione era altamente critica del nostro approccio, ma le centinaia di migliaia di uomini hanno potute controllare la loro malattia tramite la prima riduzione delle dimensioni il tumore con il blocco intermittente dell'ormone rispetto ad aspettarlo per raggiungere una fase avanzata prima dell'inizio del blocco dell'ormone. I tipi di terapia del carcinoma della prostata del fondamento possono essere trovati libro nello smalltext del trattamento e di prevenzione delle malattie o su Internet a www.lef.org

QUANTO TOCOFEROLO DI GAMMA?

In uno studio pubblicato negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze (aprile 1997),(24) ricercatori hanno riferito che potrebbe essere pericoloso prendere gli alti livelli di alfa vitamina E del tocoferolo senza tocoferolo anche di consumo di gamma. La ragione per questa è che troppo alfa tocoferolo potrebbe privare le cellule della forma di gamma di vitamina E che è necessaria neutralizzare gli agenti ossidanti esistenti quale il radicale del peroxynitrite, che può essere particolarmente offensivo.

Gli scienziati che hanno scritto l'articolo dell'Accademia nazionale delle scienze hanno suggerito che gli alfa supplementi della vitamina E del tocoferolo dovrebbero contenere almeno il tocoferolo di gamma di 20%. In risposta a queste raccomandazioni, i membri di fondamento hanno cominciato a prendere una capsula un il giorno di un supplemento chiamato tocoferolo di Gamma E che ha fornito 210 mg di tocoferolo di gamma in ogni capsula. Questa stessa quantità di tocoferolo di gamma (210 mg) più successivamente si è aggiunta alla formula del ripetitore del prolungamento della vita. I membri di fondamento hanno ottenuto la protezione supplementare nei cappucci eccellenti del softgel CoQ10 che sono fortificati con un complesso di tocotrienolo che fornisce la frazione della vitamina E di tocotrienolo di gamma.

Poiché il membro medio prende fra 400 IU e 1000 IU un il giorno di alfa vitamina E del tocoferolo, 210 mg di tocoferolo di gamma hanno trovato in tocoferolo di gamma E o ripetitore del prolungamento della vita più di questa condizione del tocoferolo di gamma di 20%.

Gli urologi convenzionali sostengono spesso la prostatectomia radicale o la radioterapia esterna del fascio come la terapia iniziale. Il risultato per molti pazienti è che il cancro sfugge alla capsula della prostata, si riproduce per metastasi ad altre parti del corpo e soltanto poi è blocco dell'ormone iniziato come palliativo, piuttosto che la terapia curativa. Gli effetti collaterali comuni da chirurgia o da radiazione media di esterno sono impotenza, incontinenza e dolore cronico.

I membri del fondamento del prolungamento della vita hanno acceduto molti anni fa agli approcci novelli di prevenzione e del trattamento di carcinoma della prostata. La maggior parte degli Americani, d'altra parte, è ancora nello scuro circa i metodi scientifici per impedire e migliorare l'ossequio la malattia.

I rapporti favorevoli circa i modi evitare il carcinoma della prostata sono derivato dalle facilità mediche prestigiose quali Johns Hopkins, Harvard, Mayo Clinic e l'istituto nazionale contro il cancro. Malgrado questi risultati positivi, nessuno di queste organizzazioni stanno raccomandando ufficialmente che la popolazione realmente prenda i supplementi (come il tocoferolo di gamma) che la loro propria ricerca ha indicato potrebbe ridurre il rischio di carcinoma della prostata.

La differenza fra queste organizzazioni della corrente principale ed il fondamento del prolungamento della vita è che prendiamo i risultati degli studi scientifici e trasformiamo questi nelle raccomandazioni specifiche in moda da potere intraprendere la persona di disposizione le azione per proteggere oggi la loro salute preziosa.

Sulla base della prova riunita fin qui, gli uomini che cercano di ridurre i loro rischi di contrarre il carcinoma della prostata potrebbero volere completare con selenio, licopene, hanno visto il palmetto, con forme di gamma e le alfa di vitamina E. (la maggior parte dei membri di fondamento stanno prendendo a lungo questi supplementi già.)

Poiché questi supplementi a basso costo forniscono altre indennità-malattia, non capiamo perché la medicina dell'istituzione non sta raccomandando che tutti gli uomini sopra l'età 40 considerino questi supplementi per la prevenzione possibile di carcinoma della prostata e di una miriade di altre malattie. Insistendo che aspettiamo “la prova„ assoluta di efficacia, l'istituzione medica può condannare le centinaia di migliaia di uomini americani per contrarre inutilmente il carcinoma della prostata.

Per vita più lunga,

immagine

William Faloon

Riferimenti

1. Shiraishi T, et al. La frequenza di carcinoma prostatico latente in giovani maschi: l'esperienza giapponese. In vivo 1994 maggio-giugno; 8(3): 445-7.

2. Boyle P, et al. incidenza di carcinoma della prostata si raddoppierà entro l'anno 2030: la discussione per. EUR Urol 1996; 29 supplementi 2:3-9.

3. Sapi Z, et al. L'incidenza aumentante di carcinoma della prostata in Ungheria. In vivo 1994 maggio-giugno; 8(3): 433-5.

4. George NJ. L'incidenza di carcinoma della prostata si raddoppierà entro l'anno 2030: la discussione contro. EUR Urol 1996; 29 2:10 del supplemento - 2.

5. Mettlin CJ, et al. Il rapporto nazionale della base di dati del Cancro sulle osservazioni longitudinali su carcinoma della prostata. Cancro 1996 15 maggio; 77(10): 2162-6.

6. SEDERE di Weber, et al. esploranti l'efficacia dei gruppi di appoggio per gli uomini con carcinoma della prostata. Geriatr Nurs 2000 ottobre; 21(5): 250-253.

7. Harvei S. [epidemiologia di cancro prostatico]. [Articolo nel norvegese] Tidsskr né Laegeforen 1999 10 ottobre; 119(24): 3589-94.

8. CR di Yang, et al. carcinoma insospettato della prostata e neoplasma intraepiteliale prostatico in pazienti di Taiwan che subiscono Cystoprostatectomy. Mol Urol 1999; 3(1): 33-39.

9. Sakr WA, et al. epidemiologia di neoplasia intraepiteliale prostatica dell'alto grado. Ricerca Pract 1995 di Pathol settembre; 191(9): 838-41.

10. Patè di maiale PN, et al. L'incidenza delle metastasi insospettate dalle ghiandole di prostata clinicamente benigne con carcinoma latente della prostata. Med 1995 del laboratorio di Pathol dell'arco agosto; 119(8): 731-3.

11. Erbersdobler A, et al. anomalie cromosomiche numeriche in adenocarcinomi latenti della prostata. Prostata 1999 1° febbraio; 38(2): 92-9.

12. Carcinoma di Billis A. Latent e lesioni atipiche della prostata. Uno studio di autopsia. Urologia 1986 ottobre; 28(4): 324-9.

13. Takahashi S, et al. carcinoma prostatici latenti ha trovato all'autopsia negli uomini oltre 90 anni. Jpn J Clin Oncol 1992 aprile; 22(2): 117-21.

14. Matsushima H. [correlazione dell'iperplasia atipica e del carcinoma latente della prostata]. [Articolo nel giapponese] il Giappone Hinyokika Gakkai Zasshi 1991 novembre; 82(11): 1821-8.

15. Cancro prostatico di Holund B. Latent in serie consecutiva di autopsia. Scand J Urol Nephrol 1980; 14(1): 29-35.

16. Helzlsouer kJ, et al. associazione fra l'alfa-tocoferolo, gamma-tocoferolo, selenio e carcinoma della prostata successivo. Cancro nazionale Inst di J 2000 20 dicembre; 92(24): 2018-2023.

17. La vitamina E può proteggere da carcinoma della prostata, il 19 dicembre 2000, salute di Reuters.

La forma poco usata di vitamina E può essere il più protettivo contro carcinoma della prostata, scuola di Johns Hopkins della salute pubblica, il 19 dicembre 2000.

18. Bayne CW, et al. repens del Serenoa (Permixon): un 5alpha-reductase scrive la I ed II inibitore-nuova prova in un modello di coculture di BPH. Prostata 1999 1° settembre; 40(4): 232-41.

19. Delos S, et al. metabolismo del testosterone nelle culture primarie delle cellule epiteliali della prostata umana e fibroblasti. Biochimica Mol Biol 1995 dello steroide di J dicembre; 55 (3-4): 375-83.

20. Società americana per biologia cellulare; San Francisco, CA; 13 dicembre 2000; Presentazione da Dott. W.H. Goldmann dell'ospedale pediatrico a Boston, mA.

21. Mayo Clinic Health Oasis (04.16.98), ricerca a www.mayoclinic.com.

22. Smigel K. Vitamin E riduce i tassi del carcinoma della prostata nella prova finlandese: U.S. considera seguito. J Cancro Inst 1998 18 marzo nazionale; 90(6): 416-7.

23. Oasi: Lo studio ha trovato che la vitamina E non riduce i carcinoma della prostata (inattivi) latenti. Che cosa fa quella media? Giornale americano di nutrizione clinica 2000 giugno; 71 (6 supplementi): 1691S-5S.

24. Battezzi la S, et al. elettrofili mutageni delle trappole del gamma-tocoferolo come NESSUN (X) e complementa l'alfa-tocoferolo: implicazioni fisiologiche. Proc Acad Sci gli S.U.A. 1997 1° aprile nazionale; 94(7): 3217-22.

  

Di nuovo al forum della rivista