Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine dicembre 2002

immagine

Gli studi confermano che le B-vitamine proteggono da
occlusione coronarica

immagine

Due studi separati pubblicati nel giornale di American Medical Association (JAMA) e di New England Journal di medicina hanno dimostrato i benefici di omocisteina-abbassamento della terapia in quelli con la coronaropatia severa.

Questi studi sono stati intrapresi sui pazienti della malattia cardiaca che hanno subito le procedure di angioplastica per riaprire le arterie coronarie occluse. L'angioplastica è la riparazione chirurgica di un'arteria. Quando si tratta del trattamento dell'angina, questa procedura comprende normalmente l'inserzione di un catetere in un'arteria dell'estremità che poi è infilata in un'arteria coronaria in cui un pallone è gonfiato. Il pallone comprime la placca aterosclerotica contro la parete arteriosa, con conseguente aumento immediato in flusso sanguigno al cuore. La limitazione principale di questa procedura è che la ristenosi (ri-occlusione dell'arteria) si presenta spesso relativamente durante un periodo di periodo ridotto.

Nello studio di JAMA [il 28 agosto 2002; 288(8): 973-9], circa una metà di 553 pazienti che hanno subito l'angioplastica sono stati assegnati a caso alla terapia d'abbassamento, consistente di un regime quotidiano combinato del mcg 1000 di acido folico, di 400 mcg del vitamina b12 e di 10 mg di vitamina b6 per sei mesi. Confrontato a placebo, i pazienti che ricevono i supplementi della vitamina hanno avvertito una diminuzione di 38% nell'esigenza delle angioplastiche di ripetizione o delle operazioni di esclusione del cuore.

New England Journal più in anticipo dello studio della medicina [il 29 novembre 2001; risultati indicati di 345:1593-600] simili in 205 pazienti. Confrontato a placebo, coloro che ha ricevuto i supplementi della vitamina hanno mostrato postoperatorio una diminuzione di 48% nell'esigenza di un'altra angioplastica o l'intervento di bypass entro i primi sei mesi. La breve lunghezza di questi studia riflette il fatto che la ristenosi (ri-stringimento dell'arteria dopo la terapia) si presenta solitamente entro sei mesi di chirurgia in circa 40% dei pazienti di trimethylglycine (TMG).

Mentre questi studi sono la ricerca impressionante e originale costituita un fondo per dal fondamento del prolungamento della vita [la rivista del prolungamento della vita, marzo 1995] ha indicato che il dosaggio reale richiesto per abbassare ottimamente l'omocisteina alle gamme sicure varia ampiamente fra gli individui. Ciò mezzi mentre le dosi moderate di acido folico, delle vitamine B12 e di B6 sono adatte qualche gente, altri ha bisogno delle quantità elevate molto.

Alcuni cardiologi progressivi ora stanno prescrivendo le B-vitamine per abbassare l'omocisteina, ma poche loro controllo il loro sangue dei pazienti per verificare che abbastanza vitamine stiano consumande. Questa negligenza è equivalente alla prescrizione del medicinale ipotensivo e mai a non controllare la pressione sanguigna del paziente verificare che la droga stia funzionando.

Nel migliore dei casi, i livelli dell'omocisteina dovrebbero essere inferiore a 7 (umol/L di sangue) da proteggere da angina e da attacco di cuore. Nello studio di JAMA, i livelli dell'omocisteina sono stati abbassati a 7,47 Umol/L. La terapia forse più aggressiva (facendo uso del trimethylglycine [TMG] e/o di B6 supplementare) provocherebbe ancora i migliori risultati.


Effetti collaterali della terapia ormonale sostitutiva in donne

La terapia ormonale sostitutiva (terapia ormonale sostitutiva) in donne aumenta il rischio di malattie pericolose e anche pericolose, secondo un articolo britannico che ha confermato i risultati di uno studio americano più iniziale. I ricercatori alla carità britannica, ricerca sul cancro Regno Unito, hanno effettuato un esame di quattro studi precedenti

mettendo a fuoco sugli effetti contrari della terapia ormonale sostitutiva [settembre della lancetta di Beral V et al. 2002 21; 360(9337): 942]. Hanno trovato che le donne che hanno usato la terapia per almeno cinque anni hanno affrontato un elevato rischio di cancro al seno, del colpo e dei coaguli di sangue polmonari. Inoltre hanno trovato un più a basso rischio delle fratture del cancro e dell'anca dell'intestino. I risultati erano coerenti, anche se ogni prova ha impiegato i metodi varianti, i ricercatori precisati.

immagine

La meta-analisi, che ha messo a fuoco sull'le 20.000 donne postmenopausali combinate, ha confermato i risultati della prova americana conosciuta come l'iniziativa della salute delle donne. In quello studio, gli effetti di estrogeno combinato e la progestina sono stati analizzati. La meta-analisi britannica ha messo a fuoco sugli effetti della terapia ormonale sostitutiva combinata come pure sulla monoterapia dell'estrogeno.

Inoltre, i ricercatori alla salute dell'Oregon e l'università di scienza a Portland hanno effettuato un simile esame della letteratura medica per determinare la sicurezza della terapia ormonale sostitutiva [il Nelson HD et al. JAMA 2002 il 21 agosto; 288(7): 872-81]. “Sebbene la terapia ormonale sostitutiva postmenopausale (terapia ormonale sostitutiva) sia ampiamente usata negli Stati Uniti, la nuova prova circa i suoi benefici e nuoce a richiede il riesame del suo uso per la prevenzione primaria delle circostanze croniche,„ gli scienziati celebri.

Dopo la valutazione studia la datazione fin da 1966, i ricercatori hanno concluso che anche se la terapia ormonale sostitutiva fornisce i benefici a menopausa relativa, osteoporosi e cancro colorettale, aumenta il rischio di malattia cardiaca, di colpo, di eventi tromboembolici, di cancro al seno con uso a lungo termine e di disordine infiammatorio cronico della cistifellea conosciuta come colecistite.

- John Martin


Associazione americana della tiroide
avverte delle riserve insufficienti dello ioduro di potassio

A Cernobyl, il sito dell'incidente della centrale atomica peggiore della storia, alcuni residenti fortunati nelle zone circostanti poteva prendere le compresse dello ioduro di potassio (KI) nelle conseguenze. Quelli che ora hanno preso lo ioduro di potassio hanno tassi molto più bassi di tumore della tiroide. L'esempio in vivo non migliore dell'efficacia delle dosi correttamente cronometrate di KI per la protezione della ghiandola tiroide contro iodio radioattivo (RI) - una delle componenti più abbondanti di radioattivo precipitazione-esiste. Le autorità sanno che funziona. È economico e la probabilità degli effetti contrari con le pillole è virtualmente zero. In seguito al dell'11 settembre, la probabilità di un attacco terroristico alle centrali atomiche o di un attacco facendo uso dei dispositivi che producono fallout radioattivo si è trasformata in in una prospettiva torva ma complessivamente plausibile. Ma, il governo ha esitato a fornire i cittadini che vivono vicino alle centrali atomiche con le riserve dello ioduro di potassio.

immagine

L'associazione americana della tiroide (ATA) ha pubblicato una dichiarazione che segue la sua riunione annuale che porta questa rilascia alla luce. Questa associazione degli esperti su salute della tiroide ha determinato che mentre i programmi correnti negli Stati Uniti esistono, sono doloroso insufficienti. Dei 34 stati che una centrale atomica di funzionamento o sono situati entro 10 miglia di una centrale atomica, solo 16 hanno accettato o implementati il programma di distribuzione di KI offerto il dicembre scorso dalla commissione per la regolamentazione nucleare (Nrc). Questo programma terrebbe conto la distribuzione dei rifornimenti liberi dello ioduro di potassio all'interno di un raggio da 10 miglia degli impianti nucleari. Due stati hanno loro propri programmi di KI. Secondo il ATA, questo livello di partecipazione cade a corto di lontano che cosa dovrebbe esistere.

Il ATA inoltre ha dichiarato che un raggio da 10 miglia non è sufficiente per distribuzione di KI. È ben noto fra coloro che ha studiato i modelli della precipitazione radioattiva radioattiva dello iodio che questa sostanza può andare alla deriva le centinaia di miglia e che non è certamente probabile colpire soltanto quelli in un raggio da 10 miglia intorno ad un incidente o ad un'esplosione. La sicurezza di salute pubblica ed il bioterrorismo Bill, da allora ha raccomandato un aumento nella distribuzione dello ioduro di potassio ad un raggio da 20 miglia, ma l'associazione americana della tiroide presuppone che il raggio ideale è realmente di 200 miglia.

Alcuni esperti hanno dichiarato che il ritardo nell'implementare KI che accumula i programmi ha principalmente fare con la preoccupazione del settore produzione energia nucleare circa la sua immagine. Mentre il dibattito fra la Nrc, il governo ed i coloro che favorisce le riserve aumentate di KI accende, la migliore possibilità del pubblico è di acquistare i loro propri rifornimenti dello ioduro di potassio. Un rifornimento dai 14 giorni di 130 compresse di mg per ogni persona è un regime assicurativo economico contro RI in questi periodi incerti.

Lo ioduro di potassio funziona sommergendo la ghiandola a forma di farfalla della ghiandola-un della tiroide nel collo che regola metabolismo-con iodio sicuro e stabile. Ciò impedisce lo iodio radioattivo essere preso dalla ghiandola. Nel caso della precipitazione radioattiva radioattiva dello iodio, coloro che non è protetto da KI finiranno con gli eccessivi importi di radioattività concentrati in loro ghiandole tiroidi. Col passare del tempo, questo causerà il danno della tiroide e, finalmente può condurre a tumore della tiroide.

Se acquistate KI, sia prego informato che non funzionerà se preso prima di un incidente nucleare. La sincronizzazione dei dosaggi è cruciale. Prenda soltanto KI una volta informato per agire in tal modo dai funzionari di salute pubblica.

- Blocchetto di Melissa

immagine


Di nuovo al forum della rivista