Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine luglio 2002

immagine

Studi nel mondo intero da quell'aiuto della latta vivete più lungamente

Clicchi qui per accedere agli aggiornamenti medici di quest'anno.

Clicchi qui per accedere agli archivi medici dell'aggiornamento.

Clicchi qui per accedere agli estratti scientifici completi online.


Luglio 2002 indice

  1. Terapia sostitutiva di GH e colesterolo di VLDL
  2. Uno studio retrospettivo sui antineoplastons in tumori cerebrali
  3. Deprenyl salva i neuroni dopaminergici dalla tossicità
  4. Effetti della sostituzione di GH sulla prestazione e sulla composizione corporea fisiche
  5. Longevità umana al costo di successo riproduttivo
  6. Proliferazione di linfocita B da un'erba medicinale
  7. Terapia dell'estrogeno nell'impedire e nel rallentamento della progressione di demenza
  8. Carenza di GH: Segni, sintomi e diagnosi

1. Terapia sostitutiva di GH e colesterolo di VLDL

Quelli con la carenza adulta dell'ormone della crescita (GH) sono spesso dyslipidemic e possono avere un rischio aumentato di malattia cardiovascolare. La secrezione e la distanza della lipoproteina di densità molto bassa (VLDL) sono cause importanti delle concentrazioni (grasse) nel lipido del sangue. Questo studio ha esaminato l'effetto di terapia sostitutiva di GH sul metabolismo di VLDL. La cinetica di VLDL è stata determinata in 14 pazienti adulti con la carenza di GH prima e dopo 3 mesi del GH o del trattamento del placebo. La terapia sostitutiva di GH ha aumentato il sangue che le concentrazioni del tipo di insulina 2,9 di fattore di crescita I (IGF-1) volta, le concentrazioni di digiuno 1,8 nell'insulina volta ed emoglobina A (1C) 5,0% - 5,3%. Ha fatto diminuire la massa del grasso da 3,4 chilogrammi e la massa magra aumentata del corpo da 3,5 chilogrammi. La concentrazione totale nel colesterolo, la concentrazione nel colesterolo della lipoproteina a bassa densità (LDL) ed il rapporto di VLDL cholesterol/VLDL sono diminuito. La terapia di GH non ha cambiato significativamente la dimensione di stagno di VLDL, ma ha aumentato il tasso della secrezione di VLDL da 9,2 a 25,9 mg/kg per giorno e velocità di eliminazione metabolica (MCR) 11,5 - ml/min. 20,3 Nessun cambiamento significativo è stato osservato nel gruppo del placebo. Questo studio suggerisce che la terapia sostitutiva di GH migliori il profilo del lipido aumentando la rimozione di VLDL. Sebbene la terapia di GH realmente stimoli la secrezione di VLDL, questo aumento in VLDL infine è ridotto tramite l'aumento nella velocità di eliminazione di VLDL, che il postulato dei ricercatori è dovuto i suoi effetti in ricevitori aumentanti della lipoproteina a bassa densità (LDL) e composizione di modificazione in VLDL.

GIORNALE DI ENDOCRINOLOGY CLINICA E METABOLISM, 1999, volume 84, Iss 1, pp 307-316


2. Uno studio retrospettivo sui antineoplastons in tumori cerebrali

I risultati del trattamento dei tumori cerebrali sono stati deludenti. L'obiettivo di questo studio era di valutare un nuovo trattamento con i antineoplastons A10 e AS2-1. I pazienti hanno ricevuto le iniezioni quotidiane dei antineoplastons A10 e AS2-1 ai dosaggi medii di 7,7 e 0,36 g/kg/giorno, rispettivamente. Le dimensioni del tumore sono state documentate da imaging a risonanza magnetica. I cambiamenti nelle dimensioni del tumore sono stati categorizzati come definiti dall'istituto nazionale contro il cancro. I risultati hanno indicato che antineoplastons A10 e tumori eliminati o sostanzialmente riduttori di AS2-1 in 44% dei pazienti con i tumori cerebrali. Dei 36 pazienti valutabili, nove hanno avuti una risposta completa, sette una risposta parziale e una malattia di 12 stalle. La malattia progressiva si è presentata in otto pazienti. Quindici pazienti sono oggi vivo, 86,5% di loro per oltre tre anni dall'inizio del trattamento. Le esperienze avverse della droga incluse facilmente hanno trattato le anomalie in elettroliti del plasma. In una piccola percentuale degli effetti contrari supplementari dei pazienti possibilmente relativi ai antineoplastons ha compreso le chiazze cutanee (19%), la sonnolenza (17%), la debolezza (14%), la nausea (6%), il vomito (3%), le emicranie (3%), la conservazione fluida slurred di discorso (6%), di confusione (3%), di febbre (3%) e (3%). Gli effetti contrari sono stati invertiti sulla sospensione temporanea dei antineoplastons o della riduzione della dose. Quindi, la terapia del antineoplaston ha prodotto le risposte complete o parziali in 16 di 36 pazienti (di 44%) con i tumori cerebrali. Rispetto al trattamento standard, la terapia del antineoplaston è associata con tempo di sopravvivenza prolungato e tempo prolungato alla progressione di malattia.

DROGA CLINICA INVESTIGATION, 1999, volume 18, Iss 1, pp 1-10


3. Deprenyl salva i neuroni dopaminergici dalla tossicità

L'effetto neuroprotective potenziale del deprenyl contro il excitotoxicity dell'aspartato è stato studiato sui neuroni dopaminergici del ratto (cellule nervose) nella cultura. Mentre applicazione di 24 ore dell'aspartato (100 MU che M) ha causato una profonda diminuzione nel numero della sopravvivenza dei neuroni dopaminergici, l'applicazione simultanea del deprenyl hanno indebolito significativamente l'effetto tossico dell'aspartato sulle cellule. Tuttavia, il pretrattamento delle culture con il deprenyl non ha offerto la protezione contro danno successivo dell'aspartato. Ciò suggerisce che l'effetto protettivo del deprenyl possa essere indipendente dalla sua azione inibitoria irreversibile sulle molecole della monoamina ossidasi quali serotonina, dopamina e norepinefrina (neurotrasmettitori). Deprenyl era inoltre inefficace nell'impedire la morte delle cellule indotta dal perossido di idrogeno (H2O2). I risultati indicano che il deprenyl protegge i neuroni dopaminergici dal excitotoxicity dell'aspartato attraverso un meccanismo distinto da inibizione della monoamina ossidasi o da disintossicazione di radicali liberi.

GIORNALE EUROPEO DI PHARMACOLOGY, 1999, volume 377, Iss 1, pp 29-34


4. Effetti della sostituzione di GH sulla prestazione e sulla composizione corporea fisiche

Gli adulti con la carenza dell'ormone della crescita (GH) si lamentano frequentemente di bassi livelli energetici con conseguente qualità della vita percepita cattiva. La composizione corporea è alterata, con la massa aumentata del grasso e la massa magra in diminuzione del corpo e la forza muscolare è ridotta. Gli obiettivi di questo studio erano di determinare gli effetti della sostituzione di GH sulla prestazione e sulla composizione corporea fisiche negli adulti carenti di GH (GHD). Ciò era uno studio di sei mesi sull'amministrazione della sostituzione a 35 adulti di GHD (17F), l'età media dell'ormone della crescita 39,8 anni (gamma 21.1-59.9). I dosaggi erano 0,25 UI/kg/settimane - 0,125 UI/kg/settimane per le prime quattro settimane. Questo periodo è stato seguito da una fase aperta di sei mesi di terapia di GH. La capacità aerobica massima è stata misurata su una pedana mobile motorizzata. La forza muscolare del quadricipite è stata valutata misurando le contrazioni e la composizione corporea volontarie massime. I risultati non hanno mostrato cambiamenti statisticamente significativi nella forza muscolare del quadricipite fra il GH ed i gruppi del placebo. In entrambi i gruppi, c'era un importante crescita nella forza muscolare del quadricipite alla conclusione confrontata alla linea di base (inizio). Confrontato alla linea di base, la forza muscolare più ulteriormente è stata migliorata nel gruppo del trattamento di GH dopo i 12 mesi supplementari del trattamento. Nessun ulteriore miglioramento è stato notato nel gruppo del placebo dopo sei mesi sul trattamento aperto di GH. Nel gruppo del placebo, la capacità aerobica massima è diminuito durante il periodo del placebo. Nessun cambiamento significativo nella capacità aerobica è stato osservato nel gruppo di GH. Durante la fase aperta del trattamento di GH, il gruppo precedentemente placebo-trattato ha avuto un importante crescita della capacità aerobica massima mentre nessun miglioramento significativo potrebbe essere visto nel gruppo di GH. Tuttavia, nel gruppo di GH c'era un importante crescita nella massa magra del corpo ed in una diminuzione significativa in massa del grasso. Nessun cambiamento statisticamente significativo è stato notato nel gruppo del placebo per quanto riguarda la massa del corpo. I cambiamenti in composizione corporea nel gruppo di GH durante il periodo controllato con placebo di sei mesi sono stati mantenuti durante il trattamento aperto continuato. I simili cambiamenti in composizione corporea a quelli osservati nel gruppo di GH (durante il periodo controllato con placebo di sei mesi) inoltre sono stati veduti nel gruppo del placebo, una volta che i pazienti ricevessero il trattamento di GH. I risultati dei dati indicano che la sostituzione di GH negli adulti carenti di GH è associata con i cambiamenti favorevoli in composizione corporea, in grado di essere a lungo termine risultato di salute e attività fisica importanti di quelli con le carenze di GH. I dati sostengono il concetto che la terapia di GH da solo, in assenza di un certo programma della forma di esercizio, può aumentare la quantità di tessuto magro ma non della qualità o la capacità funzionale di questo tessuto. Può essere che preparandosi, oltre alla terapia di GH, possa essere necessario da aumentare significativamente la prestazione fisica. Le prove future con la terapia di GH e gli approcci generali al trattamento della carenza di GH dovrebbero comprendere un programma di attività previsto come approccio a miglioramento di salute in questi pazienti.

ENDOCRINOLOGY CLINICA, 1999, volume 51, Iss 1, pp 53-60


5. Longevità umana al costo di successo riproduttivo

La teoria eliminabile del soma sull'evoluzione degli stati di invecchiamento che la longevità richiede gli investimenti nella manutenzione somatica che riducono le risorse disponibili per la riproduzione. Gli esperimenti con la mosca della frutta (drosophila melanogaster) indicano che le alternanze di questo genere esistono in specie non umane. Questo studio ha determinato la correlazione fra la longevità ed il successo riproduttivo in esseri umani che usando i dati storici dall'aristocrazia britannica. Il numero della progenie era piccolo quando le donne sono morto in età precoce, aumentato con l'età della morte, raggiungente un plateau con settimo ed ottavo le decadi di sixth, di vita, ma in diminuzione ancora in donne che sono morto ad un'età di 80 anni o più. L'età al primo parto era più bassa in donne che sono morto presto ed il più su per le donne che sono morto alle vecchiaia. Quando conto è stato tenuto soltanto delle donne che avevano raggiunto la menopausa, che è stato invecchiato 60 anni e più, la longevità femminile in modo opposto è stata associata con il numero della progenie e positivamente è stata associata con l'età al primo parto. I risultati indicano che i dati storici di vita umana comprendono un rapporto tra la longevità e la riproduzione.

NATURE, 1998, volume 396, Iss 6713, pp 743-746


6. Proliferazione di linfocita B da un'erba medicinale

Le radici dell'erba medicinale, il falcatum L. di Bupleurum, contenente un polisaccaride pectico farmacologicamente attivo, bupleuran 2IIc, come suo componente attivo, sono state amministrate oralmente ai topi per i sette giorni consecutivi. Le risposte proliferative delle cellule della milza (produce i linfociti) sono state migliorate in presenza del polisaccaride pectico purificato, il bupleuran 2IIc. Le cellule della milza hanno indicato che l'erba inoltre ha stimolato i linfociti, vuotati delle cellule aderenti, o cellule di T. Il trattamento ha aumentato la sottopopolazione dei linfociti di superficie immuni del cellula CD25 e dell'immunoglobulina. La secrezione dell'immunoglobulina delle cellule della milza trattate con il bupleuran 2IIc è stata aumentata secondo il tempo della cultura. La coesistenza di interleukin-6 (IL-6) (una citochina che stimola la crescita e la differenziazione dei linfociti B umani) ha migliorato la secrezione più di quella del bupleuran 211c da solo. Questi risultati indicano che il polisaccaride della pectina nell'erba prolifera le cellule immuni di B in assenza dei macrofagi e trovano che i linfociti B attivati risultanti poi sono incitati nelle cellule diformazione in presenza di IL-6. (Macrofagi interagiscono con i linfociti per facilitare la produzione dell'anticorpo.) I risultati indicano che gli epitopi (associazione con l'anticorpo o i ricevitori di cellula T) in bupleuran 211c fungono da siti attivi del polisaccaride durante la trasformazione delle cellule e della mitosi.

IMMUNOLOGY, 1999, volume 97, Iss 3, pp 540-547


7. Terapia dell'estrogeno nell'impedire e nel rallentamento della progressione di demenza

La prova dall'animale, a sezione trasversale umani, il caso-control e gli studi prospettivi indicano che la terapia ormonale sostitutiva (terapia ormonale sostitutiva) è un trattamento di promessa per ritardare l'inizio dei sintomi di demenza. Lo studio di memoria di iniziativa della salute delle donne (CAPRICCI) è il test clinico in primo luogo doppio mascherato, randomizzato, controllato con placebo, a lungo termine destinato per verificare l'ipotesi che la terapia ormonale sostitutiva riduce l'incidenza di demenza per tutte le cause in donne invecchiate 65 e più vecchio. I CAPRICCI, uno studio dipendente all'iniziativa della salute delle donne (WHI) costituita un fondo per dagli istituti della sanità nazionali, recluteranno un sottogruppo di donne invecchiate 65 e più vecchio fra da quelli che si iscrivono alla prova di terapia ormonale sostitutiva del WHI. I centri clinici di WHI e 10 satelliti affiliati progettano di iscrivere circa 8300 donne nei CAPRICCI su un periodo di due anni. I partecipanti saranno seguiti annualmente per 6 anni, ricevendo le valutazioni conoscitive via l'esame Mini-mentale modificato dello stato (3MS). Le donne che schermano positivamente per danno conoscitivo in base ad un punto educativo ed adeguato all'età del taglio 3MS procedono a prova neuropsicologica più estesa ed alla valutazione neurologica. Ogni donna sospettata per avere demenza poi subisce una serie di prove di laboratorio che confermano la diagnosi clinica e classificano il tipo di demenza. I CAPRICCI è destinato per fornire il potere statistico più di di 80% di individuare un rapporto di riproduzione di 40% del tasso di demenza per tutte le cause, un effetto che potrebbe avere implicazioni profonde di salute pubblica per la salute ed il funzionamento delle donne più anziane.

TEST CLINICI CONTROLLATI, 1998, volume 19, Iss 6, pp 604-621


8. Carenza di GH: Segni, sintomi e diagnosi

L'uso dell'ormone della crescita (GH) per i bambini con la carenza dell'ormone della crescita (GHD) è affermato. Tuttavia, GHD è una sindrome che colpisce i pazienti di tutte le età. La letteratura su GHD pediatrico è estesa perché il trattamento di questo termine con la sostituzione di GH è stato approvato circa 12 anni fa. Sebbene la terapia della GH-sostituzione per l'adulto GHD sia stata pratica accettata in Europa per quasi 15 anni, è stata approvata soltanto recentemente per questa indicazione negli Stati Uniti. In adulti, GHD non ha i sintomi non specifici, quali affaticamento e le capacità psychointellectual alterate, o sintomi. Le alterazioni misurabili indotte da GHD in adulti possono comprendere la composizione corporea alterata, riduttrice densità minerale ossea, la prestazione fisica alterata, metabolismo dei lipidi anormale e qualità della vita alterata. GHD è comune in pazienti con i tumori ipofisari trattati o non trattati o altri disordini dell'ipofisi, dei pazienti che hanno avuti irradiamento cranico e degli adulti con una storia dell'infanzia-inizio GHD. I bassi livelli isolati di crescita del tipo di insulina factor-1 (IGF-1) possono indicare GHD ma non possono sostituire un processo di prova in cui c'è una risposta insufficiente di sangue GH dall'all'ipoglicemia indotta da insulina.

ENDOCRINOLOGIST, 1998, volume 8, Iss 6, supplemento. 1, pp 8S-14S


immagine


Di nuovo al forum della rivista