Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 2002

immagine

DHEA
E MEDICINA ANTINVECCHIAMENTO

immagine

Il processo di invecchiamento è legato inestricabile ad una diminuzione in ormoni utili, quali l'ormone della crescita, tiroide e DHEA e un aumento in ormoni di cui i livelli elevati sono chiaramente nocivi, quali insulina e cortisolo.

Il calo drammatico nei livelli di DHEA ha osservato durante i paralleli di invecchiamento lo sviluppo delle sindromi degeneranti quale il immunosenescence, l'aterosclerosi, l'osteoporosi, il declino conoscitivo, l'umore depresso ed ha aumentato il rischio di cancro. Gli anziani soffrono da un declino nella secrezione di DHEA e da un aumento in cortisolo. Quelli con i livelli molto bassi di DHEA ed i livelli elevati di cortisolo sono più probabili da soffrire da demenza. Gli effetti neuroprotective della sostituzione di DHEA possono essere il beneficio antinvecchiamento più importante, poiché infine c'è niente di importante quanto rallentando l'invecchiamento del cervello.

- da Ivy Greenwell

Può sostituendo DHEA con l'aiuto orale, sublinguale o transcutaneo dell'itinerario impediscono i disordini degeneranti di invecchiamento? È sicuro? La ricerca continua rispondere a queste domande nell'affermativa. Allo stesso tempo, l'immagine è complessa. DHEA sembra essere metabolizzato diversamente negli uomini che in donne e conseguentemente ha effetti in qualche modo differenti. Può essere più determinante per gli uomini per la protezione cardiovascolare, eppure l'effetto antidepressivo può essere più forte per le donne, che sono inoltre più probabili riferire un aumento nella libido e mostra il miglioramento in spessore della pelle e massa dell'osso. Interessante, l'aumento in estradiolo del siero ed il testosterone è più comunemente - visto in donne (Legrain 2000; Baulieu 2000). A questo punto, la maggior parte degli studi indica i benefici antinvecchiamento della sostituzione di DHEA che non possono essere trascurati semplicemente.

Sostituzione dell'ormone per gli uomini più anziani e le donne postmenopausali

immagine

“Andropause,„ anche riferito a come “carenza parziale dell'androgeno nel maschio di invecchiamento,„ è caratterizzato dai sintomi quali il declino in massa del muscolo e la forza, aumento in grasso corporeo, particolarmente intorno all'addome, alla pelle asciutta, alla riduzione della libido, all'affaticamento, alla perdita di massa dell'osso ed ai disturbi dell'umore quali la depressione e la apatia. La risposta semplice sembra essere testosterone e sostituzione di DHEA. I medici della corrente principale stanno cominciando lentamente ad accettare l'esigenza della sostituzione del testosterone, ma più sono ancora ignari della necessità di sostituire DHEA pure.

Uno degli studi più emozionanti sull'importanza di DHEA per gli uomini più anziani è stato pubblicato da Morley (1997). Morley ha trovato che testosterone bioavailable (anche conosciuto come “testosterone libero,„ il testosterone di significato non limitati alla legare-globulina dell'ormone sessuale [SHBG]), correlato il più bene con i vari indicatori della funzione fisica e conoscitiva. DHEA, a loro volta, ha correlato bene con i livelli di testosterone bioavailable. È ben noto che entrambe testosterone libero e DHEA diminuiscono drammaticamente con invecchiamento. Inoltre è conosciuto che DHEA può essere convertito facilmente in testosterone e in tal senso DHEA ed il suo servire solfonato della forma come precursori per testosterone. Ma i valori ottenuti in questo studio hanno indicato una più grande partecipazione di DHEA nel regolamento dei livelli di testosterone libero. Come Morley lo mette, “il tasso di diminuzione in testosterone bioavailable ha parallelizzato quasi esattamente quello di DHEA.„ I viaggi liberi del testosterone nella circolazione sanguigna limitano all'albumina, una proteina nel siero che può servire da trasportatore per varie sostanze state necessarie dai tessuti. Morley suggerisce che DHEA faciliti il legame del testosterone all'albumina. Se questa ipotesi è corretta, quindi DHEA sarebbe un'aggiunta molto benvenuta alla sostituzione del testosterone. Il testosterone totale non diminuisce come rapidamente con invecchiamento negli uomini; è la perdita di testosterone libero che è cruciale. La giusta dose di DHEA presumibilmente aumenterebbe sia DHEA che la consegna di testosterone libero ai ricevitori del tessuto.

Parecchi altri studi hanno confermato i benefici della sostituzione di DHEA. Per esempio, uno studio ceco ha studiato gli effetti di DHEA transcutaneo (50 mg in gel) sugli uomini di varie età (età media 52). Gli autori hanno trovato che DHEA cutaneo è stato assorbito bene e rapidamente è stato convertito in DHEA-S, androstenedione e poi i metaboliti estrogeni ed androgeni, compreso l'estradiolo ed il testosterone. Le correlazioni negative sono state trovate fra DHEA e lipoproteina (a), DHEA-S e colesterolo e DHEA, DHEA-S, testosterone e trigliceridi. Cioè mentre i livelli di DHEA sono aumentato, i livelli di vari lipidi del siero sono andato giù in un modo che ha indicato i benefici cardioprotective. C'era, tuttavia, una diminuzione in DHEA endogeno. A causa di breve durata dello studio, la conclusione principale che può essere tirata è che l'itinerario transcutaneo dell'applicazione di DHEA (gel) aumenta significativamente i livelli di quegli steroidi che sono i metaboliti di DHEA.

Il completamento di DHEA può essere della maggior parte del aiuto sia agli uomini che alle donne oltre 70, poiché la loro produzione naturale ha sofferto solitamente un declino profondo da quell'età. Uno studio recente ha studiato gli effetti di 50 mg DHEA orale al giorno per sei mesi sugli uomini e sulle donne fra le età di 72 e di 74. In risposta alla sostituzione di DHEA, entrambi i sessi hanno mostrato un aumento nella densità minerale ossea, sia totale che in tratto lombare della colonna vertebrale e un aumento globale in massa magra del corpo si è combinato con una diminuzione in massa del grasso. La sostituzione di DHEA inoltre ha provocato IGF-1 aumentato e testosterone totale. Allo stesso tempo, un piccolo studio pilota controllato con placebo ad un'università di clinica di impotenza di Vienna ha trovato che il completamento con 50 mg DHEA ha provocato un miglioramento nella funzione erettile senza un aumento nello PSA o nel volume della prostata. Tali risultati indicano che la sostituzione di DHEA può invertire almeno parzialmente i cambiamenti in relazione con l'invecchiamento nell'anziano, aumentando il senso di benessere e della funzione sessuale.

Parlando della prostata, il timore che è sollevato spesso quando si tratta di tutta la sostituzione dell'androgeno è la possibilità del rischio aumentato di carcinoma della prostata. Alcuni risultati inattesi negli studi sugli animali suggeriscono che quello che inizia l'aiuto di inizio di maggio del trattamento di DHEA in effetti impedisca il carcinoma della prostata. In uno studio da McCormick e da Rao (1999), i ratti hanno trattato con DHEA prima dell'esposizione all'agente cancerogeno sono sembrato essere resistenti a carcinoma della prostata di sviluppo. Poichè lo stato degli autori, “DHEA inibisce l'induzione entrambe del carcinoma della prostata una volta cronico amministrazione è cominciato prima dell'esposizione carcinogena e quando ritardare l'amministrazione fino a preneoplastic lesioni della prostata è presente.„ Mentre l'acido retinoico è risultato essere l'inibitore più potente di induzione del carcinoma della prostata, DHEA ha fornito i risultati sufficiente drammatici per rendere agli autori il nome entrambe acido retinoico e DHEA come “gli agenti più attivi„ per il chemoprevention di carcinoma della prostata.

Un altro studio da Rao ha confermato quello, “dosi non tossiche della protezione confer significativa di DHEA contro carcinogenesi della prostata in ratti.„ Ancora, i risultati indicano che DHEA è efficace inoltre negli stadi avanzati di induzione e può inibire la progressione delle lesioni precancerose a tumore invasivo. Sappiamo che DHEA può contribuire ad impedire determinati generi di cancro. Inoltre, alcuni medici olistici ritengono che se la sostituzione dell'androgeno è iniziata abbastanza presto, sia DHEA che l'aiuto del testosterone realmente impediscono il carcinoma della prostata (sebbene come precauzione, i medici olistici inoltre raccomandano i supplementi quali zinco, sega-palmetto, acidi grassi omega-3, licopene e flavonoidi [tè verde, soia] come pure esercizio regolare). La più ricerca è ovviamente necessaria. Per ora, abbiamo i risultati di uno studio in vitro facendo uso delle cellule di carcinoma della prostata della cultura, mostranti quello mentre la cosiddetta “forte forma„ di testosterone, la crescita stimolata delle cellule di diidrotestosterone (DHT), DHEA non ha avuta effetto. Inoltre, i pazienti con carcinoma della prostata non sembrano avere livelli elevati di DHEA che i comandi sani, come confermato da uno studio recente fatto all'università di Vienna (Schatzl 2000). Tuttavia, è troppo in anticipo per fare tutte le dichiarazioni costanti circa DHEA ed il rischio di carcinoma della prostata. (Nota di cautela: La nostra conoscenza è incompleta ed è migliore errare dal lato di cautela. Gli uomini diagnosticati con carcinoma della prostata non dovrebbero prendere DHEA.)

immagine
Un piccolo studio pilota controllato con placebo ad un'università di clinica di impotenza di Vienna ha trovato che il completamento con 50 mg DHEA ha provocato un miglioramento nella funzione erettile senza un aumento nello PSA o nel volume della prostata.

A causa dei rischi coinvolgere nella terapia ormonale sostitutiva della corrente principale per le donne postmenopausali, gli scienziati hanno rivolto la loro attenzione a DHEA come alternativa possibile. Parecchi studi hanno esplorato gli effetti del trattamento a breve termine con DHEA sulle donne postmenopausali. Vale la pena di notare che mentre negli uomini i livelli di declino di DHEA ad un modo lineare, in donne là è una caduta drammatica di 40% durante la sesta decade, riflettendo la menopausa. Ciò è dovuto il fatto che una parte di DHEA delle donne è prodotta dalle ovaie. Dopo che menopausa che la produzione ovarica degli androgeni normalmente diminuisce o persino che cessa con ovarico atrofizzi. I risultati recenti da Rancho Bernardo Study indicano che le donne nella gamma di età 50 - 89 hanno livelli più bassi di DHEA che gli uomini e, che cosa è potenzialmente più inquietante, un più alto rapporto di cortisol/DHEA-S. Gli ultimi possono essere collegati con l'elevato rischio delle donne per osteoporosi ed il declino nella funzione del cervello, compreso maggior suscettibilità alla depressione ed al morbo di Alzheimer.

C'è un interesse speciale nella capacità di DHEA di migliorare il senso di benessere in donne postmenopausali. Questo effetto sembra correlare con l'aumento nei livelli di fare circolare le beta endorfine, conosciuti per diminuire con menopausa. Uno studio italiano recente ha paragonato le donne che prendono 50 mg di solfato di DHEA alle donne che usando (la toppa a basse dosi di estradiolo di 50 microgrammi) e le donne che prendono il solfato di entrambi i DHEA e che usando la toppa a basse dosi di estradiolo. Tutti e tre i gruppi hanno mostrato un simile miglioramento nei livelli di beta endorfine e una diminuzione nei sintomi della menopausa. Il gruppo che riceve DHEA o DHEA più la toppa di estradiolo inoltre ha mostrato i livelli elevati di DHEA, di DHEA-S, dell'androstenedione e del testosterone. Inoltre, il gruppo che riceve estradiolo da solo o i livelli aumentati anche indicati combinati di terapia di estradiolo, di estrone e di ormone della crescita. La capacità del completamento di DHEA di aumentare i livelli di androgeni parla a favore dell'opportunità della terapia combinata, poiché ristabilisce un profilo endocrino più equilibrato.

Un altro studio italiano ha studiato gli effetti di 50 mg DHEA sulle donne postmenopausali secondo la loro età (50 - 55 per postmenopause in anticipo contro 60 - 65 per postmenopause recente) ed il peso (normale contro sovrappeso, BMI 26 - 30). Lo studio ha trovato un aumento in DHEA, in DHEA-S, in androstenedione, in testosterone ed in diidrotestosterone in tutte le donne. I livelli di globulina ormone-legante del sesso sono diminuito soltanto in donne che erano più vecchie e di peso eccessivo. Tutti i gruppi hanno mostrato un aumento triplo in beta endorfine, insieme ad un aumento in allopregnanolone (un neurosteroid con un effetto calmante). Inoltre, tutti i gruppi hanno mostrato un calo in cortisolo ed in gonadotropine. Le più giovani donne hanno avvertito un miglioramento nei sintomi della menopausa. Non c'era effetto sull'endometrio uterino, che è buone notizie per quelle donne che sono importunate dall'emorragia dell'innovazione quando usando la terapia ormonale sostitutiva corrente tipa.

L'effetto antidepressivo può essere le migliori notizie di tutti. Uno studio separato dallo stesso gruppo dei ricercatori ha trovato un importante crescita nei livelli dell'beta-endorfina del plasma in donne che usando 100 mg di DHEA orale. Gli autori suppongono che DHEA potrebbe migliorare il senso di benessere ristabilendo il controllo neuroendocrino della secrezione dell'beta-endorfina dall'ipofisi.

immagine
C'è un interesse speciale nella capacità di DHEA di migliorare il senso di benessere in donne postmenopausali. Questo effetto sembra correlare con l'aumento nei livelli di fare circolare le beta endorfine, conosciuti per diminuire con menopausa.

Uno studio tedesco, inoltre facendo uso di 50 mg DHEA orale, ha trovato i simili effetti in donne con la carenza iniziale di DHEA dovuto il hypofunction adrenale. I livelli del siero di DHEA, di androstenedione e di testosterone sono aumentato nella gamma normale; globulina ormone-legante del sesso in diminuzione. Le donne riferite hanno migliorato il senso globale di benessere, meno ansia e depressione, meno comportamento ossessivo, più forte libido e la soddisfazione più sessuale. Un effetto negativo era un abbassamento del colesterolo di HDL. Gli effetti collaterali secondari hanno compreso l'untuosità aumentata dei capelli del cuoio capelluto e della pelle, l'acne, più sudorazione ed hanno aumentato la crescita del facial e dei capelli del corpo (sugli avambraccia, per esempio), irruvidire e lo scurimento del facial e dei capelli del corpo e l'approfondimento della voce. Questi effetti collaterali sono androgeni in natura, cioè, relativa agli ormoni maschii, particolarmente diidrotestosterone (DHT). L'effetto collaterale più prevalente della sostituzione di DHEA in donne è semplicemente acne, che alcune donne trovano abbastanza delicato per controllare con una lozione attuale.

Purtroppo, è molto difficile da controllare il modo che il corpo sceglie di convertire DHEA. In donne (ma non in uomini), sia il testosterone che la sua più forte forma, DHT, salgono solitamente considerevolmente quando DHEA è preso; infatti, i livelli di DHT possono triplicare. Una soluzione è di abbassare la dose. Le donne producono naturalmente meno DHEA che gli uomini e la loro dose della sostituzione dovrebbe essere più bassa di per gli uomini. Alcuni medici olistici raccomandano non non più di 25 mg di DHEA ogni altro giorno. Gli uomini non sembrano avere alcuni effetti collaterali quando prende neppure le grandi dosi di DHEA, sebbene ci siano stati alcuni rapporti aneddotici degli anziani, uomini testosterone-carenti che sviluppano l'acne. Una teoria è quella in donne (cioè nell'ambiente principalmente estrogeno), la conversione di DHEA è pricipalmente androgena, mentre negli uomini (cioè nell'ambiente principalmente androgeno), è pricipalmente estrogena. La più ricerca sul metabolismo di DHEA è necessaria prima che la domanda delle differenze del sesso possa essere risolta.

L'individuazione ripetuta del benessere migliore in donne sulla sostituzione di DHEA è particolarmente interessante alla luce dei risultati di Rancho Bernardo Study che DHEA basso, ma non della carenza di altre ormoni sessuali, componenti con la depressione in donne più anziane. Uno studio giapponese ha trovato similmente una correlazione inversa significativa fra l'umore ed i livelli di DHEA, ma non fra l'umore ed altri steroidi.


Continuato alla pagina 2 di 2


Di nuovo al forum della rivista