Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 2003

immagine

I prodotti farmaceutici di biomarcatore si sviluppa
Terapia antinvecchiamento

Da Saul Kent, direttore, fondamento del prolungamento della vita

immagine
Il personale scientifico dei prodotti farmaceutici di biomarcatore (da sinistra a destra): Tomoshi Tsuchiya, M.D., Hyon-Jeen Kim, Ph.D., Joseph Dhahbi, M.D., Ph.D. (scienziato senior), Xi Zhao-Wilson, Ph.D., MBA (President/CEO), Stephen R. Spindler, Ph.D. (testa di tecnologia), Patti Mote, SEDERE, Glenn Shea, BS, Kyung-Youp Kim, B.S.

Ora c'è prova scientifica che una terapia può rallentare il processo di invecchiamento in animali da laboratorio. I prodotti farmaceutici di biomarcatore (www.biomarkerinc.com), una nuova società costituita un fondo per da prolungamento della vita, ha scoperto quella metformina, una droga usata per trattare il diabete, possono imitare molti dei cambiamenti nell'espressione genica trovata in topi calorico-limitati, che vivono vite molto più lunghe e più sane che i topi di normale-federazione.

La restrizione calorica (CR) è il metodo più efficace di rallentamento dell'invecchiamento, impedente le malattie quali aterosclerosi, il diabete ed il cancro ed estendente la durata massima in mammiferi. Dagli anni 30, gli studi in ratti, topi, scimmie ed altre specie, hanno dimostrato che il CR può mantenere la vita, la salute e la gioventù in animali per i periodi estesi.

Un'innovazione medica senza precedenti

La scoperta che una droga clinico-usata (metformina) produce gli effetti genetici simili a quelli della restrizione calorica, compreso l'estensione della durata, è un'innovazione senza precedenti nella medicina, con le implicazioni sorprendenti per noi tutte. Per le migliaia di anni, la professione medica ha si è sforzata di impedire e trattare le malattie mortali, ma mai non ha potuta trovare un metodo di intervento nel processo di invecchiamento.

Gli avanzamenti nel risanamento, nella nutrizione e nella medicina hanno aumentato la speranza di vita ad un considerevole grado. Durante l'anno 1900, la durata media negli Stati Uniti era di soltanto 47 anni. Da ora al 2000, era aumentato all'alto 70s. Ciò ha condotto ai numeri di persone aumentanti che raggiungono le età avanzate, ma non ha avuta impatto qualunque sull'età massima ha raggiunto dal più vecchio del vecchio. Oggi, è ancora molto raro affinchè chiunque viva oltre l'età di 107, sebbene i numeri di persone aumentanti raggiungano 100. In Grecia antica, la durata media aveva luogo nell'inizio degli anni 20, ma la gente il più lungamente viva ancora ha raggiunto 100+.

Negli Stati Uniti oggi, la donna di 50 anni media sopravvive a per invecchiare 81. Se dovessimo conquistare le due cause conducenti di morte-Cancro e di cuore malattia-estenderebbe soltanto la durata della donna fino 88 e questi anni aggiunti sarebbero un momento di salute e di vigore diminuenti. Se dovessimo rallentare l'invecchiamento, d'altra parte, la donna non solo sarebbe meno probabile morire di cancro, della malattia cardiaca e di altri uccisori, ma inoltre sarebbe più sana, più vigorosa e più giovanile. Vivrebbe bene oltre 100, con la prospettiva di una durata molto più lunga e più sana dagli avanzamenti successivi nel controllo di invecchiamento. (Fig. 1)[1]

immagine
Fig. 1. Una terapia per rallentare l'invecchiamento aggiungerebbe molto più anni di vita sana e giovanile alla portata di vita umana che curando il cancro e la malattia cardiaca. (Adattato dal GM di Martin, LaMarco K, Strauss E, Kelner chilolitro, ricerca su invecchiamento: La conclusione dell'inizio, della scienza, del 299:1341, il 28 febbraio 2003.)

Un avanzamento autentico nel controllo di invecchiamento, durante appena alcuni brevi anni, produrre più benefici di longevità e di salute che ancora sono stati prodotti nella storia del pianeta. Attraverserebbe la barriera fino ad ora impenetrabile che ha tenuto ogni persona su terra in catene fin dall'inizio del tempo. Appena poichè la capacità di lasciare l'orbita della terra ci ha dato la possibilità di raggiungimento la luna, i pianeti, altri sistemi della stella e delle galassie, la capacità di estendere la portata sana di vita umana ci dare la possibilità di vivere nei buona salute ben oltre la portata massima corrente di vita umana.

Il biomarcatore ha intrapreso la prima azione rivoluzionaria nello sviluppare una terapia antinvecchiamento autentica. Prima dell'entrata in dettagli di questo avanzamento, diamo un'occhiata alla tecnologia dirottura usata dal biomarcatore per progredire così rapidamente.

Misurazione del tasso di invecchiamento

Le malattie possono essere diagnosticate e, in molti casi, essere trattate efficacemente perché affliggono un sottoinsieme della popolazione ed hanno conosciuto le cause, i biomarcatori, i fattori di rischio e le caratteristiche. L'influenza, la polmonite e l'AIDS, per esempio, sono causati dagli agenti patogeni che producono i sintomi quali emergenza, i dolori ed i dolori respiratori e dalla disfunzione immune. Il Cancro è caratterizzato dalla proliferazione accelerata delle cellule aberranti, malattia cardiaca e colpo dalle placche aterosclerotiche e coaguli di sangue anormali ed il diabete dai livelli ematici elevati di glucosio e di insulina.

Invecchiare, d'altra parte, colpisce ognuno, è caratterizzato dal deterioramento di ogni tessuto, organo e sistema nel corpo e si presenta in un modo progressivo in tutto la maggior parte della durata. Le conseguenze di invecchiamento sono così diffuse, dominanti ed intrecciate con le malattie degeneranti che è molto difficile da misurare il tasso di invecchiamento. Poiché molte delle caratteristiche di invecchiamento sono inoltre caratteristiche di paralizzare e di uccisione malattia-di quale invecchiamento è un maggiore, esserlo alla base causa-è difficile da separare l'invecchiamento dai processi di malattia.

L'un biomarcatore che è stato usato efficacemente poichè una misura di invecchiare è durata massima. Ogni le specie ha una durata caratteristica che è determinata dal suo tasso di invecchiamento. La durata massima dei topi e dei ratti è di tre anni, la durata massima degli scimpanzè è di 50 anni, mentre la durata massima degli esseri umani è 100+.

La capacità della restrizione calorica di estendere la durata massima dei topi ed i ratti fino finchè quattro--cinqu'agli anni è così prova ben fondata che il CR ritarda il loro tasso di invecchiamento.[2] Ulteriore prova della capacità del CR di rallentare l'invecchiamento ed estendere la gioventù è la sua capacità di impedire le disfunzioni immuni della vecchiaia, di migliorare la riparazione del DNA, di ridurre l'attività offensiva del radicale libero, i più bassi livelli dell'insulina e del glucosio, di mantenere la fertilità alle età avanzate, di amplificare i livelli energetici, sintesi delle proteine di aumento, di ridurre l'accumulazione delle proteine nocive, di inibire le risposte infiammatorie di invecchiamento, i più bassi livelli ematici di colesterolo ed i trigliceridi, di neutralizzare il neurodegeneration ed impedire il declino relativo all'età nell'ormone salute costruzione DHEA (deidroepiandrosterone). Il CR inoltre impedisce, pospone l'incidenza di e riduce la severità delle malattie che uccidono normalmente i topi ed i ratti, quali cancro, la malattia renale e la malattia cardiovascolare.[3]

Alle età avanzate, gli animali calorico limitati sono sguardo più sottile, più piccolo e più giovanile che gli animali di normale-federazione. (Fig. 2) la differenza più vistosa fra CR e gli animali di normale-federazione, tuttavia, è il loro livello di attività. I topi di trenta mesi di normale-federazione, che sono approssimativamente equivalenti agli esseri umani di 75 anni, sono lenti, gonfiato, sedentario e spesso hanno tumori maligni, se sono ancora vivi. Al contrario, i topi di 30 mesi del CR si esercitano vigoroso, spesso di modo acrobatico e sono altamente inquisitori. Nell'osservazione degli entrambi i gruppi di topi “anziani„, è ovvio che gli animali del CR sono più giovani e più sani dei topi di normale-invecchiamento. All'estremità di questo articolo, i lettori sono forniti le informazioni del contatto per permettere loro di imparare più circa i prodotti farmaceutici di biomarcatore. Fra gli oggetti disponibili è una mostra cinematografica di sequenza quanto più attivo e topi giovanili del CR sono che i topi normali, alle età avanzate.

Poiché il CR può impedire le malattie di invecchiamento, mantenere la salute e la gioventù in animali alle età avanzate ed estendere la durata massima (in topi ed in ratti) fino all'equivalente di 160 anni in esseri umani, ora è accettato dagli scienziati come modo autentico di rallentamento dell'invecchiamento nei mammiferi. Gli studi in corso del CR all'istituto nazionale su invecchiamento (NIA) ed all'università di Wisconsin hanno indicato che il CR produce i simili effetti di antidisease ed antinvecchiamento in resi come in roditori, sebbene fosse troppo in anticipo per dire se la durata massima delle scimmie del CR sarà estesa.[4] I dati preliminari dallo studio di NIA indicano che il CR sta riducendo la malattia cardiovascolare, il diabete, il cancro e l'insufficienza epatica in resi.[5]

Durante il soggiorno nella biosfera II in Arizona, gli otto abitanti non potevano coltivare abbastanza alimento affinchè loro mangino una dieta normale. Di conseguenza, hanno avvertito la restrizione calorica involontaria per quasi due anni. Uno della squadra di biosfera II, il Dott. Roy Walford del centro medico del UCLA, ha effettuato le misure biochimiche e fisiologiche regolari della squadra, che ha mostrato che i simili effetti antinvecchiamento a quelli hanno trovato in maniera sconvolgente in topi, in ratti ed in scimmie.[6]

immagine
Fig. 2. Il topo a sinistra è stato su una dieta calorica della restrizione. Il topo del CR è più leggero, più sano e più giovane delle sue controparti normalmente alimentate. Entrambi i topi sono di 20 mesi dell'età.

Gli abitanti di Okinawa consumano una dieta sana che è 20% più in basso nelle calorie che quelli nel resto del Giappone. Uno studio trovato che-negli anni 70 in Okinawa, tassi di mortalità dal colpo è stato ridotto da 41%, da cancro da 31% e dalla malattia cardiaca da 41% sotto il resto del Giappone. Il tasso di mortalità per 60 al 64enni che vive su Okinawa era metà del tasso trovato altrove nel Giappone e l'incidenza dei centenari (la gente che vive a 100+) sull'isola era 2 - 40 volte maggior di in altre comunità giapponesi.[7]

Quando George Roth ed i soci all'istituto nazionale su invecchiamento hanno analizzato i dati dallo studio longitudinale di Baltimora su invecchiamento, hanno trovato che la sopravvivenza era maggior negli uomini che hanno avuti la temperatura corporea più bassa, i più bassi livelli dell'insulina del plasma e livelli elevati di DHEA che altri nello studio.[8] Poiché il CR abbassa i livelli dell'insulina di temperatura corporea e del plasma in entrambi i roditori e scimmie ed aumenta i livelli di DHEA in scimmie, questi risultati negli uomini più sani nello studio di Baltimora suggeriscono che un meccanismo comune colpisca questi cambiamenti sia in primati non umani che umani. Purtroppo, le informazioni non sono disponibili sull'apporto calorico degli oggetti nello studio longitudinale di Baltimora, ma poiché gli uomini non sono stati messi intenzionalmente su una dieta del CR, è probabile che le terapie antinvecchiamento che hanno gli effetti benefici di CR possono essere sviluppate. Ciò è lo scopo del biomarcatore.

Uno svantaggio degli studi massimi della durata

Uno svantaggio importante nel usando la durata massima per misurare il tasso di invecchiamento è che gli esperimenti della durata prendono troppo lungamente. Le scimmie e gli esseri umani vivono per tali lungi periodi di tempo che tutto il tentativo di determinare se una terapia può estendere la loro durata massima richiede a decadi. Studi I NIA e del CR di Wisconsin in resi stanno accendendo per 10 - 15 anni, eppure è ancora troppo in anticipo per determinare se il CR sta estendendo la durata media in questi animali e non scopriremo l'effetto di CR sulla loro durata massima per altri 30 - 40 anni. Nessuno ha tentato mai uno studio per vedere se la durata massima può essere estesa in esseri umani perché un tal studio probabilmente supererebbe la durata dei ricercatori. Anche in mammiferi relativamente di breve durata quali i topi ed i ratti, uno studio della durata massima può richiedere quattro - cinque anni. Inoltre, questi studi sono non solo che richiede tempo, ma costosi.

A causa del momento e dei soldi stati necessario per gli studi massimi della durata, gli scienziati stanno cercando le analisi a breve termine (biomarcatori di invecchiamento) per misurare il tasso di invecchiamento negli esseri umani. Un biomarcatore vero di invecchiamento misurerebbe una funzione biologica fondamentale che si presenta in ognuno in tutto la durata. Dovrebbe essere una funzione che è alla base delle malattie di invecchiamento, ma non è un processo stesso di malattia e che non può essere invertita tramite le terapie che impediscono o trattano le malattie. Per esempio, un uomo sedentario di 50 con colesterolo elevato e pressione sanguigna ha un rischio più superiore normale di attacco di cuore e di colpo. Se l'uomo comincia prendere regolarmente il anti-colesterolo e farmaci ed esercizi di anti-ipertensione, avrà letture più basse di pressione sanguigna e del colesterolo all'età 60, ma ancora è biologicamente più vecchio a 60 che era a 50.

IL PERSONALE SCIENTIFICO DEL BIOMARCATORE

Presidente del comitato consultivo scientifico:

Stephen R. Spindler, Ph.D., prof. di biochimica, università. di California, riva del fiume. Il Dott. Spindler è uno dei pionieri nell'applicazione della tecnologia ad alta densità di microarray (chip del gene) alla misura di espressione genica di migliaia di geni normalmente nell'invecchiare, calorico-limitate e dei topi nani longevi. Ha pubblicato 49 articoli scientifici in pubblicazioni pari-esaminate nei campi di gerontologia, di biologia molecolare e dell'endocrinologia.

Direttore di progetto, scienziato senior:

Joseph Dhahbi, M.D., Ph.D. Il Dott. Dhahbi ha condotto e sorvegliato molta della ricerca del biomarcatore. Ha pubblicato 12 articoli scientifici in pubblicazioni pari-esaminate nei campi di gerontologia e di biologia molecolare.

L'altro personale scientifico:

Shelley Cao, Ph.D., Hyon-Jeen Kim, Ph.D., Tomoshi Tsuchiya, M.D. Patricia L. Mote e Glen Shea.

COLLABORATORI SCIENTIFICI:

1. George S. Roth, Ph.D., sezione nutrizionale & molecolare senior dello scienziato dell'ospite, di fisiologia, istituto nazionale su invecchiamento, NIH, Baltimora, MD.

2. Donald K. Ingram, Ph.D., capo, sezione comportamentistica di neuroscienza, centro di ricerca di gerontologia, istituto nazionale su invecchiamento, NIH, Baltimora, MD.

3. Mark A. Lane, Ph.D., Project Manager, Merck & Company, Rahway, NJ.

DRS. Roth, Ingram ed il vicolo stanno intraprendendo gli studi a lungo termine della restrizione calorica in scimmie all'istituto nazionale su invecchiamento. Inoltre hanno condotto la ricerca puntata su trovando il mimetics del CR. Stanno collaborando con il biomarcatore per intraprendere gli studi del chip del gene sui tessuti della normale-federazione e delle scimmie del CR.

4. James Nelson, Ph.D., servizio di fisiologia, università. del Texas, Dallas.

5. Brian Allan, Ph.D., servizio di fisiologia, università. del Texas, Dallas.

DRS. Il Nelson ed Allan hanno contribuito agli studi del microarray del biomarcatore nei tessuti della scimmia.

6. Andrzej Bartke, Ph.D., servizio di fisiologia, università del sud di Illinois, Springfield, IL.

7. Richard A. Miller, M.D., Ph.D., prof. di patologia, università. del Michigan, Ann Arbor.

DRS. Bartke e Miller stanno collaborando con il biomarcatore per provare ed analizzare i tessuti dei topi nani longevi con i chip del gene.

8. Gerold Grodsky, Ph.D., prof. di biochimica, di biofisica e di medicina, università. di California, San Francisco e redattore consultivo fondante, tecnologia del diabete e terapeutica.

Il Dott. Grodsky è un'autorità sulla ricerca, sul trattamento e sulla gestione del diabete. Sta consigliando il biomarcatore sulla conduzione degli studi puntati su trovando nuovo antinvecchiamento, terapie di anti-malattia.

9. Michael West, Ph.D., presidente e direttore generale di tecnologia avanzata delle cellule, Worcester, mA.

Il Dott. West sta consigliando il biomarcatore su progresso nello sviluppo delle tecnologie terapeutiche della cellula staminale e si pensa che collabori sugli studi che verificano le terapie di cellula staminale con la tecnologia del biomarcatore.

Un altro requisito di un biomarcatore vero di invecchiamento è che deve cambiare abbastanza velocemente per potere da vedere relativamente le differenze significative per i brevi periodi di tempo. Se cambiamenti di funzione così lentamente che prende 10 anni o più prima che il cambiamento fosse significativo, sarebbe poco pratico usarlo come analisi di invecchiamento.

Per concludere, un biomarcatore di invecchiamento dovrebbe essere relativamente non invadente, quale una biopsia dell'analisi del sangue o della pelle. Una prova molto dilagante, quale una biopsia del cervello, sarebbe costosa, che richiede tempo e rappresenterebbe un rischio inaccettabile per la maggior parte della gente. Provando a biomarcatori di invecchiamento dovranno essere effettuate almeno una volta all'anno per generare la prova scientifica in modo convincente degli effetti antinvecchiamento delle terapie. I risultati di tali prove dovranno fornire rapidamente i dati scientifici per schermare le terapie affinchè la loro capacità ritardino o di invertire l'invecchiamento.

Espressione genica: biomarcatori veri di invecchiamento

Dai geni controlli ogni aspetto di vita biologica, compreso salute, invecchiamento e la longevità e la restrizione calorica estende la durata sana, un approccio logico nella ricerca dei biomarcatori veri di invecchiamento è di paragonare l'espressione genica in animali normalmente invecchianti ad espressione genica negli animali del CR. Negli anni 80, un gruppo principale da Arlan Richardson (poi all'università di Stato di Illinois) ha cominciato ad esplorare questo confronto in ratti, facendo uso degli strumenti di biologia molecolare, quale l'analisi nordica della macchia. Hanno esaminato l'espressione genica nelle cellule di fegato dei ratti di normale-federazione e di 18 mesi e dei ratti di 18 mesi del CR ed hanno trovato che la sintesi delle proteine, i livelli del mRNA e la trascrizione nucleare sono stati aumentati due a triplo dalla restrizione calorica.[9]

Il problema con per mezzo di questi strumenti di biologia molecolare per cercare i biomarcatori di invecchiamento, tuttavia, è che tali esperimenti sono lenti, laboriosi e costosi. Quei problemi sono stati risolti da una nuova tecnologia - microarrays ad alta densità del DNA (chip del gene) - sviluppata dalle società quale Affymetrix in Santa Clara, la California. I chip del gene hanno permesso agli scienziati di individuare rapidamente l'espressione genica in migliaia di geni per volta.

La gestione del biomarcatore

immagine

UFFICIO ESECUTIVO DI PRESIDENT/CHIEF (CEO):
Xi Zhao-Wilson, Ph.D., MBA. Il Dott. Zhao-Wilson ha più di 15 anni di esperienza come dirigente anziano della partenza, della fase iniziale e delle società istituite nell'industria di Biotech. Era dirigente corporativo a Aviron, una società biofarmaceutica dello sviluppo che recentemente si è fusa con MedImmune. Era un fondatore e CEO di InCell, una società biomedica e servito da direttore del bordo ed ufficiale del dirigente anziano a Baekon, una società di Biotech. Prima della sua carriera corporativa, il Dott. Zhao-Wilson era un ricercatore a Stanford Medical Center, in cui ha condotto la ricerca nel campo del regolamento del gene dei cancri relativi ai recettori ormonali steroidi. Il Dott. Zhao-Wilson è un professore all'accademia cinese di medicina preventiva. Ha ricevuto il suo ms in genetica molecolare e biologia cellulare dall'accademia delle scienze cinese, il suo Ph.D. in cellulare e la biologia dello sviluppo dall'università di Stato di Ohio ed il suo MBA da Fisher School dell'affare.

DIRETTORE FINANZIARIO (CFO): Matthew J. Franklin, MBA. Il sig. Franklin ha tenuto una vasta gamma di posizioni per parecchie società della fase iniziale. Ha tenuto la posizione finanziaria superiore per le scienze biologiche di ACLARA, una società pubblica della tecnologia “del laboratorio-su-chip„, che ha avuta uno di IPO più riusciti nella storia di Biotech. A ACLARA, ha sorvegliato la finanza, la contabilità, l'amministrazione, l'ora, le facilità e l'IT. Ha assistito nell'innalzamento oltre i dollari $40 milioni nei capitali di rischio, nelle associazioni corporative, nelle concessioni di governo e nel finanziamento di debito. Prima di ACLARA, era co-fondatore e CFO di BioLumin Corp., una società dell'apparecchio medico. Il Dott. Franklin inoltre ha servito da CFO di PeopleTrends (Internet) e di AFx, una società dell'apparecchio medico. Il sig. Franklin ha ricevuto le BS nell'affare dall'università. di California del sud e di MBA da Santa Clara University.

immagine

VICEPRESIDENTE, SVILUPPO DI AFFARI: Paul C. Watkins ha in 20 anni di esperienza in via di sviluppo lo sviluppo di affari e la R & S con biotecnologia, il biomedical, la genomica, le scienze biologiche e le ditte farmaceutiche, varianti dalle partenze alla fase post--IPO. Ha esperienza internazionale significativa di affari in Cina, nel Giappone ed Europa. Prima del biomarcatore, era direttore senior, affari scientifici e sviluppo di affari per i prodotti farmaceutici di Ancile. Inoltre era un dirigente senior a terapeutica di Sequana, un pioniere di sviluppo di affari nella commercializzazione della tecnologia del DNA per la scoperta della droga ed ai prodotti farmaceutici di Axys, l'acquirente di Sequana (Axys da allora si è acquistato da genomica di Celera). Alle tecnologie di vita, ha diretto i progetti di R & S di biologia molecolare. Il sig. Watkins ha guadagnato il suo ms nella scienza animale delle cellule, biologia molecolare e la genetica a Massachusetts Institute of Technology (MIT) e le sue BS nella microbiologia e nella salute pubblica dall'università dello stato del Michigan.

Il consiglio d'amministrazione del biomarcatore

immagine

PRESIDENTE DELL'ASSEMBLEA: Saul Kent ha svolto un ruolo principale negli sforzi per estendere la portata sana di vita umana per 39 anni. È un fondatore (nel 1980) e direttore del fondamento del prolungamento della vita a Hollywood, Florida, un'organizzazione senza scopo di lucro che diffonde le informazioni di salvataggio e costituisce un fondo per la ricerca pathbreaking. Oltre ad essere un fondatore dei prodotti farmaceutici di biomarcatore, Risonanza ha fondato due società a Rancho Cucamonga, la California: Medicina del XXI secolo, che si impegna nella ricerca agli organi del cryopreserve per trapianto; e la ricerca critica di cura, che sta sviluppando un portatile, ha automatizzato il sistema dell'ipotermia per medicina clinica ed ha avanzato i metodi di rianimazione. Risonanza inoltre ha sorvegliato i progetti di ricerca costituiti un fondo per da prolungamento della vita, compreso gli studi per determinare se gli integratori alimentari e le droghe possono estendere la durata in animali, ringiovanimento puntato su studi dell'invecchiato di, il topo transgenico studia per delucidare i meccanismi di invecchiamento e l'esplorazione dei metodi per ringiovanire il sistema immunitario.

MEMBRO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: Xi Zhao-Wilson, il Ph.D., MBA - vedi la descrizione delle qualificazioni del Dott. Zhao-Wilson a sinistra.

MEMBRO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: Michael West, Ph.D. è President/CEO della tecnologia avanzata delle cellule a Worcester, Massachusetts, un capo nella ricerca della clonazione che sta cercando di sviluppare le terapie di anti-malattia ed antinvecchiamento dalle cellule staminali embrionali clonate. Il Dott. West era fondatore di Geron Corp. a Menlo Park, la California (ora una società pubblica), che ha aperto la strada a nella ricerca della cellula staminale e del telomerase. Prima quello, il Dott. West ha condotto la ricerca dell'innovazione in biologia cellulare all'università del Texas a Dallas.

immagine

MEMBRO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: Victor V. Vurpillat, Ph.D. ha aiutato gli start-up del fondo 14. Per 15 anni, il Dott. Vurpillat era vicepresidente della salvaguardia scientifico, una società ad ampia base e alta tecnologia che fornisce a finanziario ed ai servizi di gestione per le sue società collegate, che hanno incluso i sistemi dati di Novell, Compucom, i sistemi coerenti, le tecnologie di Cambridge e QVC. Fra le altre società, il Dott. Vurpillat fondato o lavorato per è: InCell, una società di Biotech, dove era presidente dell'assemblea; Imprese di Triquest, una società di venture capital; SpanWorks, una società a capitale misto con Toshiba del Giappone; e Telerate, un fornitore di informazioni finanziario mondiale, che è stato acquistato nel 1987 da Dow Jones per $1,7 miliardo. Le società del Dott. Vurpillat hanno generato più di $10 miliardo nella valutazione del mercato azionario. Tiene una laurea nella matematica dall'università politecnica della California, in MBA dall'università di Pepperdine ed in un Ph.D. nel comportamento umano dall'università di Newport.

Richard Weindruch e Tomas Prolla dell'università di Wisconsin hanno utilizzato i chip del gene nella ricerca di invecchiamento. Nel 1999, hanno usato i chip del gene di Affymetrix per misurare l'espressione di 6.347 geni nei muscoli del gastrocnemius (gamba) di giovani (di cinque mesi) e vecchi topi (30-month). Quando hanno paragonato l'espressione genica in topi normalmente invecchianti ad espressione genica nei topi del CR, hanno trovato che molti dei cambiamenti genetici di invecchiamento sono stati invertiti negli animali del CR.[10] Da allora Weindruch e Prolla hanno eseguito i simili esperimenti nel cervello e nel cuore dei topi e delle scimmie.

Gli scienziati di biomarcatore hanno fatto un'innovazione importante determinando che 70% dei cambiamenti relativi all'età nell'espressione genica invertita da CR a lungo termine (in due anni) sono invertiti nelle soltanto due - quattro settimane dopo che i topi sono disposti su una dieta del CR. Il biomarcatore ha usato i chip del gene di Affymetrix che la misura cambia in 12.000 geni in questi studi. Questa scoperta ha stabilito il fondamento scientifico per la piattaforma brevettata della tecnologia della società.

Selezione per le terapie antinvecchiamento

Il paragone dell'espressione di migliaia di geni per volta permette affinchè gli scienziati sviluppi i profili genetici di invecchiamento negli organi differenti in topi, in scimmie ed in esseri umani e di scoprire che cambiamenti genetici relativi all'età sono impediti o invertiti nei modelli di prolungamento della vita quale la restrizione calorica. Quando i geni chiave che governano l'invecchiamento sono identificati, gli scienziati potranno mirare ai geni, le proteine che producono ed i meccanismi biologici colpiscono per sviluppare le nuove droghe ed altre terapie per rallentare l'invecchiamento, che impediscono le malattie e che estendono la durata sana.

la tecnologia del Gene-chip ha permesso agli scienziati di misurare l'espressione di migliaia di geni per volta. Weindruch e Prolla hanno dimostrato che potete schermare per le terapie antinvecchiamento su un periodo di 25 mesi. I prodotti farmaceutici di biomarcatore ha fatto le andature importanti nella dimostrazione che il processo di vagliatura può avere luogo su molto un periodo di scarsità e che i benefici di CR possono accadere alle età avanzate.

La società inoltre ha trovato la prova per i meccanismi genetici che possono partecipare alla prevenzione di cancro e di una droga (metformina) che può essere una terapia antinvecchiamento autentica.

Come il CR colpisce tardi la durata nella vita

La maggior parte dei scienziati suppongono che l'antinvecchiamento, effetti d'estensione della durata del CR comprendono la prevenzione graduale dei cambiamenti genetici e biologici età-collegati e che questi effetti diminuiscono con l'età d'avanzamento. Gli studi iniziali hanno trovato che, mentre il CR potrebbe estendere drammaticamente la durata una volta cominciato presto nella vita, ha accorciato la durata una volta cominciata più successivamente nella vita. Poi, Weindruch e Walford hanno trovato che il CR può estendere la durata dei topi (di un anno) di mezza età se la loro dieta è limitata gradualmente per permetterle di adattarsi ad apporto calorico riduttore.[11]

Il biomarcatore ha trovato che il CR può alterare l'espressione genica nei topi maschii e longevi dell'ibrido B6C3F1 molto rapidamente sia in giovani che vecchi animali. In quattro settimane, il CR a breve termine ha invertito 70% dei cambiamenti relativi all'età nell'espressione genica invertita in topi che subiscono il CR per due anni o più. Il CR a breve termine ha indotto un profilo genetico di espressione connesso con salute e la longevità. In alcuni casi, l'espressione genica è stata elevata, in altri casi riduttori, una volta confrontata al gene i cambiamenti trovati in topi naturalmente invecchianti.

Ancora, la società ha trovato che il CR è tardi altrettanto efficace nella durata d'estensione nella vita come ha luogo presto nella vita. Nello studio di biomarcatore, il CR di tardi-vita ha aumentato la durata media e massima dei topi di circa 40% (fig. 3) ed ha rallentato l'inizio dei tumori maligni.[12] Questi risultati sono prova che il CR rapidamente decelera l'invecchiamento, anche quando iniziato tardi nella vita. Inoltre indicano che gli effetti rapidi di CR su espressione genica si presentano nello stesso calendario degli effetti rapidi di CR sulla longevità. Ciò collega gli effetti di longevità e di espressione genica in una relazione probabile di causa-e-effetto.

Tipi di geni variabili da CR

La strategia del biomarcatore è di cercare i geni il più criticamente implicati nel processo di invecchiamento esplorando i cambiamenti nell'espressione genica causata dalla restrizione calorica in vari tessuti (fegato, cuore, cervello e muscolo) in topi, in scimmie ed in esseri umani in tutto la loro durata e di scoprire che cambiamenti del gene accadono quando il CR è iniziato alle età differenti ed è continuato per i periodi varianti. Gli scienziati di biomarcatore stanno cercando i cambiamenti in geni regolatori chiave che avviano i cambiamenti secondari del gene. Stanno cercando i cambiamenti che si presentano nei tipi multipli del tessuto molto presto nell'incrocio dal profilo di espressione genica di invecchiamento al profilo antinvecchiamento di espressione genica.

I cambiamenti nell'espressione genica causata dalla restrizione calorica sono stati separati nelle classi funzionali definite per ulteriore studio. Questi includono i geni in questione nel metabolismo del carboidrato, del grasso e di proteina; segnali la trasduzione per la crescita delle cellule e la proliferazione, il suicidio delle cellule (apoptosi); e la produzione di insulina, dell'ormone della crescita e della crescita del tipo di insulina factor-1; protezione cellulare contro i radicali liberi ossidativi ed altri tipi di induttori di sforzo; metabolismo xenobiotico in questione nella disintossicazione dei prodotti chimici; ed infiammazione.

Fra i geni metabolici che sono cambiato con CR erano i geni che indicano CR migliora la ripartizione ed il volume d'affari di proteina al corpo intero. Questi cambiamenti dovrebbero determinare il rinnovamento della proteina in tutto il corpo. Alcuni dei geni hanno ridotto la capacità enzimatica per la biosintesi ed il metabolismo del lipido, che possono rappresentare le diminuzioni nei livelli del trigliceride e di colesterolo di siero negli animali del CR.[13]


Continuato alla pagina 2 di 2

immagine

Di nuovo al forum della rivista