Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine ottobre 2003
immagine
Andropause

La valutazione longitudinale di concentrazione libera nel testosterone del siero predice la prestazione di memoria e lo stato conoscitivo in uomini anziani.
I livelli di circolazione del testosterone (t) hanno effetti comportamentistici e neurologici sia in specie umane che non umane. Sia le concentrazioni di T che la funzione neuropsicologica diminuiscono sostanzialmente con l'età negli uomini. Lo scopo di questo studio futuro e longitudinale era di studiare le relazioni fra le diminuzioni età-collegate in siero endogeno T e le concentrazioni libere di T e diminuisce nella prestazione neuropsicologica. I partecipanti erano volontari dallo studio longitudinale di Baltimora su invecchiamento, invecchiato 50 - 91 anno alla valutazione della linea di base T. Quattrocento sette uomini sono stati seguiti per una media di 10 anni, con le valutazioni dei dominii conoscitivi multipli e la determinazione contemporanea del totale T, SHBG e un indice libero di T (FTI) del siero. Abbiamo amministrato le prove neuropsicologiche della memoria verbale e visiva, dello stato mentale, dell'esame e dell'attenzione di visuomotor, della conoscenza verbale/lingua, dell'abilità visuospatial e della sintomatologia depressiva. Più alto FTI è stato associato con i migliori punteggi sulla memoria visiva e verbale, sul funzionamento visuospatial e sull'esame di visuomotor e su un tasso riduttore di declino longitudinale nella memoria visiva. Gli uomini classificati come ipogonadismo hanno avuti punteggi significativamente più bassi sulle misure della memoria e della prestazione visuospatial e su un tasso più veloce di declino nella memoria visiva. Nessuna relazione fra T totale o il FTI e le misure di conoscenza verbale, di stato mentale o dei sintomi depressivi sono state osservate. Questi risultati indicano una relazione utile possibile fra fare circolare le concentrazioni libere in T ed i dominii specifici della prestazione conoscitiva in uomini più anziani.

J Clin Endocrinol Metab. 2002 novembre; 87(11): 5001-7

Ormoni sessuali endogene e funzione conoscitiva in uomini più anziani.
L'obiettivo di questo studio era di determinare se i livelli di ormone sessuale endogeni predicono la funzione conoscitiva in uomini più anziani. La nostra progettazione di studio era un'analisi esplorativa in un gruppo basato sulla popolazione a Rancho Bernardo, la California. I partecipanti di studio erano 547 uomini dell'comunità-abitazione 59 - 89 anni alla linea di base che non stavano usando la terapia dell'estrogeno o del testosterone. Fra 1984 e 1987, i sieri sono stati raccolti per la misura dei livelli totali e bioavailable endogeni di estradiolo e del testosterone. Fra 1988 e 1991, 12 strumenti neuropsicologici standard sono stati amministrati, compreso due oggetti dalla prova benedetta di Informazione-Memoria-concentrazione (BIMC), le tre misure di recupero dalla prova di ricordo selettiva di Buschke-Fuld, una prova di fluidità di categoria, richiamo immediato ed in ritardo dalla prova visiva della riproduzione, l'esame Mini-mentale dello stato con la singola analisi del Sevens di serie e delle componenti “del mondo„ indietro e la parte difabbricazione B. della prova. Nelle analisi di istruzione-regolato e dell'età, gli uomini con i livelli elevati dell'estradiolo totale e bioavailable hanno avuti più poveri punteggi sulla prova di BIMC e sull'esame Mini-mentale dello stato. Gli uomini con i livelli elevati di testosterone bioavailable hanno avuti migliori punteggi sulla prova di BIMC e sulla prova di ricordo selettiva (deposito a lungo termine). Cinque associazioni erano a forma di U: testosterone totale e estradiolo totale e bioavailable con la prova di BIMC; testosterone bioavailable con la prova “del mondo„; e estradiolo totale con la prova difabbricazione. Tutte le associazioni erano relativamente deboli ma indipendente dall'età, dall'istruzione, dall'indice di massa corporea, dall'uso dell'alcool, dal tabagismo e dalla depressione. In questi uomini più anziani, l'estradiolo basso ed i livelli elevati del testosterone hanno predetto la prestazione migliore su parecchie prove della funzione conoscitiva. Le associazioni lineari e non lineari inoltre sono state trovate, suggerenti che un livello ottimale di ormoni sessuali potesse esistere per alcune funzioni conoscitive.

J Clin Endocrinol Metab. 1999 ottobre; 84(10): 3681-5

Il testosterone influenza la cognizione spaziale in uomini più anziani.
Il testosterone svolge un ruolo nell'organizzazione di comportamento durante lo sviluppo. Gli autori esaminati se il testosterone potrebbe svolgere un ruolo di manutenzione nel comportamento pure. In un modo della prova alla cieca, la memoria verbale e visiva, la cognizione spaziale, la velocità del motore, la flessibilità conoscitiva e l'umore in un gruppo di uomini più anziani in buona salute che sono stati completati per tre mesi con testosterone sono stati valutati. L'aumento in testosterone livella a 150% dei livelli della linea di base ha provocato un potenziamento significativo di cognizione spaziale, ma nessun cambiamento in qualunque altro dominio conoscitivo è stato trovato. Il completamento del testosterone ha influenzato la produzione endogena dell'estradiolo e l'estradiolo è stato trovato per avere una relazione inversa alla prestazione conoscitiva spaziale. Questi risultati indicano che il completamento del testosterone può modificare la cognizione spaziale in uomini più anziani; tuttavia, è probabile che questo si presenta con l'influenza del testosterone su estrogeno.

Behav Neurosci. 1994 aprile; 108(2): 325-32

Il completamento del testosterone migliora la memoria spaziale e verbale in uomini più anziani in buona salute.
OBIETTIVO: per determinare la relazione fra l'amministrazione esogena del testosterone e le abilità conoscitive in una popolazione degli uomini più anziani in buona salute. FONDO: I livelli del siero di testosterone totale e bioavailable diminuiscono gradualmente con l'età negli uomini e sono associati con le riduzioni della massa del muscolo, dell'osteoporosi, dell'attività sessuale in diminuzione e dei cambiamenti nella cognizione. METODI: Venticinque sani, volontari dell'comunità-abitazione, invecchiati 50 - 80 anni, completati un randomizzato, prova alla cieca, studio controllato con placebo. I partecipanti hanno ricevuto le iniezioni intramuscolari settimanali del enanthate del testosterone di mg 100 o placebo (salino) per sei settimane. Le valutazioni conoscitive sono state effettuate alla linea di base, alla settimana tre ed alla settimana sei del trattamento per mezzo di una batteria delle prove neuropsychologic. RISULTATI: Il testosterone totale di circolazione è stato alzato una media di 130% dalla linea di base alle settimane tre e 116% alla settimana sei nel gruppo del trattamento. A causa dell'aromatizzazione di testosterone, l'estradiolo ha aumentato una media di 77% alle settimane tre e 73% alla settimana sei nel gruppo del trattamento. I miglioramenti significativi nella cognizione sono stati osservati per la memoria spaziale (richiamo di un itinerario di camminata), l'abilità spaziale (costruzione del blocco) e la memoria verbale (richiamo di un racconto) in uomini più anziani curati con testosterone rispetto alla linea di base ed al gruppo del placebo, sebbene i miglioramenti non fossero evidenti per tutte le misure. CONCLUSIONI: I risultati indicano che l'amministrazione a breve termine del testosterone migliora la funzione conoscitiva in uomini più anziani in buona salute. Tuttavia, rimane poco chiaro se questi miglioramenti nella cognizione sono attribuibili ai livelli aumentati di estradiolo o del testosterone, o entrambi. Il ruolo potenziale di testosterone contro i suoi metaboliti su cognizione richiede ulteriore ricerca.

Neurologia. 10 luglio 2001; 57(1): 80-8

Gli steroidi del sesso modificano la memoria di lavoro.
Durante i dieci anni ultimi, i numerosi meccanismi da cui gli steroidi del sesso modificano la funzione corticale sono stati descritti. Per esempio, la sostituzione dell'estrogeno migliora la memoria verbale in donne e gli studi sugli animali hanno indicato gli effetti di estrogeno sullo synaptogenesis e sulla funzione hippocampal. Piccolo è conosciuto circa gli effetti steroidi del sesso su altri aspetti della memoria, quale la memoria di lavoro lobo-mediata frontale. Abbiamo esaminato le relazioni fra la memoria di lavoro e le concentrazioni steroidi del sesso e se il completamento steroide del sesso avrebbe modificato la perdita relativa all'età di memoria di lavoro in uomini più anziani ed in donne. Prima del completamento dell'ormone, la memoria di lavoro, provata con l'oggetto ordinato indicando la prova (CONTENTINO), era peggiore nei più vecchi oggetti che i più giovani oggetti e non c'era prova delle differenze di genere a qualsiasi età. Il completamento del testosterone ha migliorato la memoria di lavoro in uomini più anziani, ma un simile potenziamento della memoria di lavoro non è stato trovato in donne più anziane completate con estrogeno. Negli uomini, gli effetti dell'estrogeno e del testosterone erano reciproco-con la migliore memoria di lavoro relativa ad un testosterone superiore al rapporto dell'estrogeno. Questi risultati indicano che gli steroidi del sesso possono modulare la memoria di lavoro negli uomini e possono fungere da modulatori di cognizione durante vita.

J Cogn Neurosci. 2000 maggio; 12(3): 407-14

Effetti sinergici di estrogeno con l'androgeno sugli prostata-effetti di estrogeno sulla prostata dei ratti androgeno-amministrati e dell'attività della alfa-riduttasi 5.
Per chiarire gli effetti di estrogeno sulla prostata dei ratti androgeno-trattati, abbiamo amministrato l'estradiolo (E2; 0,01 mg/giorno) a testosterone (T; 1 mg/giorno) - ratti trattati di Wistar nelle varie circostanze. C'erano tre fattori variabili: l'età del ratto, il periodo non trattato dopo la castrazione e la presenza di testicoli. In tutte le circostanze, E2 ha stimolato la crescita della prostata in ratti T-trattati rispetto alla crescita in ratti dentro trattati con T soltanto. Per analizzare il meccanismo che è alla base di questo potenziamento della crescita della prostata dall'estrogeno, abbiamo misurato l'attività della alfa-riduttasi 5 ed abbiamo calcolato i suoi parametri cinetici, cioè, sia Vmax che chilometro. Il Vmax della frazione nucleare era più alto in ratti T-trattati E2-administered che in ratti soltanto-trattati T. Al contrario, il Vmax della frazione microsomica era più basso nei ratti di E2-administered. I valori di chilometro nei due gruppi non hanno evidenziato differenze significative. L'elevazione della frazione nucleare di attività della alfa-riduttasi 5 ha potuto spiegare gli effetti sinergici di estrogeno sulla crescita della prostata dei ratti androgeno-trattati.

Prostata. 1994 ottobre; 25(4): 169-76

Trattamento transcutaneo di diidrotestosterone “di andropause„.
L'invecchiamento maschio coincide in media con danno progressivo della funzione testicolare. I cambiamenti del plasma più notevoli sono un aumento in globulina obbligatoria dell'ormone sessuale (SHBG) e una diminuzione in a testosterone non diretto SHBG, che è il solo subfraction del testosterone efficacemente bioavailable per i tessuti dell'obiettivo. Negli individui sani il testosterone bioavailable diminuisce da circa 1% all'anno fra 40 e 70 anni ma un declino più pronunciato è stato osservato nei gruppi non sani, particolarmente negli alti gruppi di rischi cardiovascolari. La carenza relativa dell'androgeno è probabile avere conseguenze sfavorevoli sul muscolo, sul tessuto adiposo, sull'osso, sull'ematopoiesi, sulla fibrinolisi, sulla sensibilità dell'insulina, sul sistema nervoso centrale, sull'umore e sulla funzione sessuale e potrebbe essere trattata da un completamento appropriato dell'androgeno. Il rischio potenziale per la prostata è stato il motivo principale per la limitazione delle indicazioni di tale trattamento. Il testosterone (t) ed il diidrotestosterone (DHT) sono due androgeni potenti che hanno di fronte agli effetti per quanto riguarda attività di aromatasi, un enzima presente in stroma della prostata e sospettato per avere un'influenza patogena con la sintesi locale dell'estradiolo. T è il substrato principale per la sintesi dell'estradiolo e di aromatasi mentre DHT non è aromatizable e, a concentrazione sufficiente, non fa diminuire i livelli dell'estradiolo e di T. I 1,8 anni che un'indagine di 37 uomini ha invecchiato 55 - 70 anni curati con il trattamento percutaneo quotidiano di DHT hanno suggerito che livelli elevati del plasma di DHT (> 8,5 nmol/l) benefici clinici efficacemente indotti mentre leggermente ma significativamente riducendo dimensione della prostata. Le fasi iniziali di ipertrofia della prostata richiedono la stimolazione sinergetica sia da DHT che da estradiolo e sopprimere l'estradiolo invece di DHT sembra più facile e migliore adattata alla situazione specifica degli uomini hypogonadic invecchiati.

Ann Med. 1993 giugno; 25(3): 235-41

Antiestrogens ed i modulatori selettivi del ricevitore dell'estrogeno riducono il rischio di carcinoma della prostata.
Lo sviluppo delle strategie di chemoprevention contro carcinoma della prostata avrebbe medicamente che economicamente il più grande impatto globale sia contro carcinoma della prostata. Gli estrogeni sono richiesti per carcinogenesi della prostata. La stimolazione estrogena attraverso l'alfa del ricevitore dell'estrogeno in un ambiente degli androgeni diminuenti contribuisce significativamente alla genesi dell'iperplasia, della displasia della prostata e del carcinoma della prostata prostatici benigni. La capacità dei antiestrogens e dei modulatori selettivi del ricevitore dell'estrogeno (SERMs) di ritardare e sopprimere la carcinogenesi della prostata è sostenuta dagli studi preclinici, clinici ed epidemiologici. SERMs ha molte caratteristiche che rendono loro i candidati attraenti per il chemoprevention del carcinoma della prostata compreso il loro profilo di sicurezza favorevole e l'efficacia nei modelli preclinici del carcinoma della prostata. I veri benefici clinici di SERMs affinchè il chemoprevention impediscano il carcinoma della prostata, tuttavia, dovrebbero continuare ad essere studiato con i test clinici umani. Un test clinico umano di fase IIb/III attualmente sta valutando la sicurezza e l'efficacia di toremifene, un SERM, negli uomini che hanno neoplasia intraepiteliale prostatica di prima scelta.

Mondo J Urol. 2003 maggio; 21(1): 31-6. Epub 2003 14 febbraio

Interazione dei prodotti chimici estrogeni e dei phytoestrogens con il ricevitore dell'estrogeno beta.
Il ricevitore dell'estrogeno del ratto, del topo e dell'essere umano (ER) esiste come due sottotipi, l'alfa di ER ed ER beta, che differiscono nel dominio legante-legante del C-terminale e nel dominio di transactivation del N-terminale. In questo studio, abbiamo studiato l'attività estrogena dei prodotti chimici ambientali e dei phytoestrogens in concorrenza che legano le analisi con l'alfa di ER o proteina di ER la beta ed in un'analisi transitoria di espressione genica facendo uso delle cellule in cui una risposta estrogena acuta è creata cotransfecting le culture con l'alfa recombinante di ER dell'essere umano o DNA complementare di ER il beta (cDNA) in presenza di un plasmide estrogeno-dipendente del reporter. L'analisi legante-legante di saturazione dell'alfa umana di ER e proteina di ER di beta ha rivelato una singola componente obbligatoria per [3H] - 17beta-estradiol (E2) con alta affinità [costante di dissociazione (Kd) = 0,05 - 0,1 nanometri]. Tutti i prodotti chimici estrogeni ambientali [hydroxybiphenyls, diclorodifeniltricloroetano (DDT) e derivati, alchilfenoli, bisfenolo A, metossicloro e clordecone policlorati] fanno concorrenza a E2 per legare sia ai sottotipi di ER con una simile preferenza che al grado. Nella maggior parte delle istanze che le affinità obbligatorie relative (RBA) sono almeno volta 1000 inferiore a quello di E2. Alcuni phytoestrogens quali il coumestrol, la genisteina, l'apigenina, il naringenin ed il kempferolo competono più forte a E2 per legare al ER beta che all'alfa di ER. Prodotti chimici estrogeni, come per esempio nonylphenol, bisfenolo A, o, p'-DDT e 2', 4', 6' - trichloro-4-biphenylol stimolano l'attività trascrizionale dell'alfa di ER e del ER beta alle concentrazioni di 100-1000 nanometro. Phytoestrogens, compreso la genisteina, coumestrol e zearalenone stimola l'attività trascrizionale di entrambi i sottotipi di ER alle concentrazioni di 1-10 nanometro. Il posto della potenza estrogena dei phytoestrogens per entrambi i sottotipi di ER nell'analisi di transactivation è differente; cioè E2 >> zearalenone = coumestrol > genisteina > daidzeina > apigenina = phloretin > biochanin A = kempferolo = naringenin > formononetina = ipriflavone = quercetina = chrysin per l'alfa di ER e E2 >> genisteina = coumestrol > zearalenone > daidzeina > biochanin A = apigenina = kempferolo = naringenin > phloretin = quercetina = ipriflavone = formononetina = chrysin per il ER beta. L'attività di Antiestrogenic dei phytoestrogens non potrebbe essere individuata, eccezione fatta per lo zearalenone che è un agonista pieno per l'alfa di ER e un agonista-antagonista misto per il ER beta. Riassumendo, mentre la potenza estrogena dei prodotti chimici estrogeni industriale-derivati è molto limitata, la potenza estrogena dei phytoestrogens è significativa, particolarmente per il ER beta e possono avviare molte delle risposte biologiche che sono evocate dagli estrogeni fisiologici.

Endocrinologia. 1998 ottobre; 139(10): 4252-63

Effetti di addestramento di pesante-resistenza sui modelli ormonali di risposta in più giovane contro gli uomini più anziani.
Per esaminare gli adattamenti del sistema endocrino ad addestramento della pesante-resistenza in più giovane contro gli uomini più anziani, due gruppi di uomini (30 e 62enne) hanno partecipato ad un programma di formazione forza forza periodized 10 settimane. Il sangue è stato ottenuto prima, subito dopo e min 5, 15 e 30 dopo l'esercizio di a riposo prima e dopo addestramento e a riposo a -3, 0, 6 e 10 settimane per l'analisi di testosterone totale, di testosterone libero, di cortisolo, dell'ormone della crescita, del lattato e dell'analisi degli ACTH. I valori di riposo per il fattore di crescita del tipo di insulina (IGF) - I e protein-3 IGF-legante erano risoluti prima e dopo addestramento. Una prova di esercizio della pesante-resistenza è stata usata per valutare le risposte indotte dall'esercizio (quattro insiemi di 10 edifici occupati massimi di ripetizione con 90 s di resto fra gli insiemi). La forza tozza e la coscia muscle la sezione trasversale aumentata per entrambi i gruppi. Il più giovane gruppo ha dimostrato il testosterone totale e libero superiore e IGF-I che gli uomini più anziani, dagli gli aumenti indotti da addestramento in testosterone libero a riposo e con l'esercizio e gli aumenti in protein-3 IGF-legante di riposo. Con la formazione il gruppo più anziano ha dimostrato un importante crescita in testosterone totale in risposta allo sforzo di esercizio con le diminuzioni significative in cortisolo di riposo. Questi dati indicano che gli uomini più anziani rispondono con un profilo ormonale migliorato nella fase in anticipo di programma di formazione della resistenza, ma la risposta è differente da quella dei giovani.

J Appl Physiol. 1999 settembre; 87(3): 982-92