Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine aprile 2003

immagine

Una nuova luce sulla vitamina D

immagine

Le vitamine sono una parte cruciale del mantenimento della stabilità biologica. Tuttavia, ha avuto luogo soltanto negli anni ultimi che i ricercatori ed i medici egualmente hanno realizzato il loro potenziale non solo di rispondere alla carenza, ma promuovere la migliore salute generale.1 uno delle sostanze nutrienti stranamente spesso trascurate più essenziali-ancora è vitamina D.

Sebbene i conti redatti delle malattie quali il rachitismo e l'osteoporosi datino i secoli posteriori, non era fino al 1919 che i ricercatori in primo luogo hanno cominciato a rend contoere come la vitamina D importante era da allora alla prevenzione ed alla correzione dell'osso disorders.2, ricerca su questa sostanza nutriente importante ha concluso che non solo è più di una vitamina-reale semplice che funziona come ormone-ma che inoltre svolge un ruolo significativo nella formazione dell'osso, la promozione della funzione di nervo e può anche contribuire ad impedire determinate forme di cancro.

Mentre oggi la vitamina di parola è un nome conosciuto, non aveva luogo fino all'inizio del XX secolo che in primo luogo ha cominciato a rendere ai suoi giri nel terreno comunale vernacolare. Primo comparire in dizionari nel 1912, la vitamina di termine originalmente è stato coniato per descrivere le sostanze organiche in alimento che sono essenziali per la maggior parte dei processi biochimici nel corpo.3

Da allora, gli scienziati hanno identificato 13 vitamine che sono considerate essenziali per la merce salute-essenziale perché sono richieste per vita e perché il corpo non fabbrica queste sostanze nutrienti stesso. Cioè devono essere ottenuti dalle fonti esterne, quali alimento o i supplementi. Queste “vitamine essenziali„ sono divise in due gruppi, solubile nel grasso (immagazzinato nelle cellule grasse) e solubile in acqua (usato ed espulso attraverso urina). Le vitamine liposolubili comprendono A, la D, la E ed il K. Le vitamine essenziali solubili in acqua sono C (acido ascorbico), B1 (tiamina), B2 (riboflavina), B3 (niacina), B5 (acido pantotenico), B6 (piridossina), B12, acido folico e biotina.4

Che cosa è vitamina D?

immagine

La maggior parte della gente pensa alle ossa come strutture statiche, rigide, costanti che formano la struttura interna dei loro corpi. In realtà, tuttavia, le ossa sono tessuto vivente dinamico composto di vari tipi delle cellule che coesistono in una battaglia costante fra processo-formazione due e riassorbimento contrastanti. Con queste due azioni, l'osso è ritoccato continuamente per mantenere la stabilità e conservare il perfetto funzionamento. Per raggiungere questo, i nostri corpi richiedono considerevolmente un rifornimento sufficiente ed affidabile del calcio vitale dei minerali-più e fosforo-e di un meccanismo assorbirli efficientemente. Entri nella vitamina D.

Anche se non è una delle vitamine parlate di, l'importanza della d della vitamina a salute di mantenimento non può essere esagerata. Gli anni di ricerca scrupolosa ha provato conclusivamente che la vitamina D è necessaria per sia l'assorbimento efficiente di calcio dietetico che il fosfato come pure il loro metabolismo una volta che ingested.5 inoltre, vitamina D è stato implicato nello svolgere un ruolo importante in un'ampia varietà di azioni altrove nel nostro fisiologia-tutto dal miglioramento della formazione immune del globulo e di funzione a promuovere le contrazioni normali del muscolo, l'azione cardiaca neurale di stimolazione di regolamento e della crescita.6

Fonti di vitamina D

Sebbene la vitamina D fornisca i nostri corpi con una varietà meccanismi differenti, quali la dieta ed il completamento nutrizionale, la risorsa primaria è via l'esposizione a luce solare. La ricerca ha indicato che una volta esposto alla luce ultravioletta del sole (UVB), un composto del colesterolo nella pelle è trasformato in un precursore della vitamina D (chiamata vitamina D3) quale poi prendpartee alla nostra circolazione.7 di conseguenza, la maggior parte delle nostre esigenze fisiologiche per la vitamina D realmente sono prevedute tramite l'esposizione casuale a luce solare. Infatti, i ricercatori hanno stimato che fino a 80% - 100% del requisito quotidiano di un individuo della vitamina D venisse dall'esposizione semplice a luce solare.8

VITAMINA D QUOTIDIANA REQUIREMENTS*

LIFE-STAGE UOMINI DONNE
Età 19-50 5 mcg o 200 IU 5 mcg o 200 IU
Età 51-69 10 mcg* o 400 IU 10 mcg* o 400 IU
Invecchia 70+ 15 mcg o 600 IU 15 mcg o 600 IU
vitamina D di mcg *1 = 40 unità internazionali (IU) * secondo l'istituto della sanità nazionale

La nostra fonte secondaria di vitamina D è dietetica. Mentre determinati alimenti hanno naturalmente una piccola quantità di vitamina D (rossi d'uovo, pesce grasso quali gli oli di pesce di color salmone e grassi compreso l'olio di fegato di merluzzo) gli alimenti fortificati, quale latte, offrono tipicamente il più ad alto livello della vitamina D dietetica, circa 100 IU o 25% dei requisiti quotidiani.9

Come la vitamina D funziona?

Mentre i ricercatori ancora si sforzano di scoprire tutti misteri che circondano il meccanismo dietro il controllo della d della vitamina sopra metabolismo minerale, ci sono tre tessuti dell'obiettivo primario per le sue azioni biologiche: intestino, osso e rene.

L'intestino tenue è una parte integrante della capacità del corpo umano di stimolare sia l'assorbimento che il trasporto attivo di calcio dietetico. La ricerca ha indicato quella nell'intestino tenue, fino a 90% dell'assorbimento del calcio è vitamina D-dipendente.10 ancora, secondo gli studi svolti all'università di scuola di medicina di Pensilvania, il duodeno prossimale tiene la più grande concentrazione di ricevitori di vitamina D nel corpo. Questi ricevitori, uniti una volta con la vitamina D ingerita, facilitano i livelli aumentati del calcio del siero che sono usati in tutto il corpo. Senza questo ruolo potente contribuito dalla vitamina D, i livelli del siero del calcio sarebbero compromessi seriamente.11

Nel caso dell'osso, le azioni principali di metabolismo minerale sono un sottoprodotto dell'effetto della d della vitamina sull'intestino. Poiché l'azione dell'intestino aumenta l'assorbimento biofisico del calcio, la disponibilità aumentata dei minerali per l'incorporazione nell'osso è derivata dalla vitamina D. Quando c'è calcio insufficiente nella dieta per rispondere all'esigenza del calcio del corpo, la vitamina D comunica all'osteoblasto (osso producendo le cellule) i precursori di quell'osteoclasto del segnale (cellula resorbing dell'osso) per maturare e dissolvere il calcio immagazzinato nell'osso. Come tale, la vitamina D svolge un ruolo chiave nel regolamento la proliferazione e della differenziazione di entrambi i tipi di ossa che ritoccano cellula-quei responsabili della ripartizione dell'osso e quelli responsabili della riforma dell'osso.8

I reni rappresentano il terzo tessuto prominente colpito dalla vitamina D. secondo i ricercatori al centro medico di Boston una volta che la vitamina D è nella circolazione, è metabolizzato in parte dal rene per trasformarsi in in dihydroxyvitamin 1,25 D, i ricevitori per cui sono trovati non solo nell'intestino e l'osso, ma in un'ampia varietà di altri tessuti, compresi il cervello, il cuore, lo stomaco, il pancreas, i linfociti attivati di B e di T, la pelle e le gonadi. Inoltre, i reni funzionano per migliorare il riassorbimento di calcio e di altri minerali dal liquido renale. Poichè le ossa stanno ritoccande su una base continua, c'è un rilascio o una mobilizzazione costante dei depositi del calcio da questi sito-e l'aiuto dei reni nella conservazione dei minerali per il riciclaggio di nuovo all'osso.12

Fattori che influenzano i livelli di vitamina D

Mentre ci sono molti fattori che colpiscono il livello di vitamina D nel sangue, più riferisca alla sintesi cutanea del vitamina D3. La posizione, l'ora, la stagione, la pigmentazione della pelle, l'uso di protezione solare, l'età e l'ingestione dietetica tutta svolgono un ruolo importante nel livello di circolazione di vitamina D.13

La posizione, per esempio può colpire drammaticamente la produzione del vitamina D3 nella pelle. I ricercatori hanno trovato che individui che vivono nelle più alte latitudini, quale Boston, prodotti di Massachusetts (latitudine di 42o N) poca o nessuna vitamina D da novembre a febbraio, mentre il più estremo Nord 10o a Edmonton, Canada, questo periodo è esteso da ottobre a marzo.14 per mantenere i livelli minimi di vitamina D durante questi mesi, le riserve della vitamina D prodotte di estate ed immagazzinate nelle cellule grasse sono liberate dai loro bacini idrici. Tuttavia, i ricercatori nel Canada recentemente hanno indicato che durante i periodi invernali almeno 34% della popolazione nordica sono vitamina D carente malgrado le riserve e richiedono il completamento.15

La riduzione dell'esposizione del UVB della pelle tramite protezione solare o abbigliamento può causare le simili carenze della vitamina poiché ritardano la capacità della pelle di assorbire la radiazione.16 secondo uno studio recente delle donne velate in Turchia, per esempio, su 51 donna esaminata (età 14 - 63), 82% sono stati trovati per essere severamente vitamina D carenti, mentre gli altri 8% erano moderatamente carenti. Inoltre, circa la metà delle donne carenti si è lamentato di dolore muscolare, della debolezza o dei affaticamento-sintomi coerenti con la carenza vitaminica profonda. Questi risultati confermano che l'esposizione riduttrice a luce solare compromette i livelli endogeni di vitamina il D.17

Continuato alla pagina 2 di 2

immagine 


Di nuovo al forum della rivista