Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine agosto 2003

immagine

Massa del muscolo

La prevalenza del sarcopenia ed i preannunciatori del muscolo scheletrico si ammassano in uomini in buona salute e più anziani ed in donne.

FONDO: Sarcopenia si riferisce alla perdita di massa del muscolo scheletrico con l'età. L'obiettivo di questo studio era di determinare la prevalenza del sarcopenia in una popolazione di più vecchio, volontari della ricerca dell'comunità-abitazione. METODI: La massa appendicolare del muscolo scheletrico è stata misurata dai raggi x doppi absorptiometry in 195 donne invecchiate 64 - 93 anni e 142 uomini hanno invecchiato 64 - 92 anni. Abbiamo definito il sarcopenia come la massa del muscolo scheletrico/altezza appendicolari (2) (metri quadri) meno di due deviazioni standard sotto la media per le giovani, popolazioni in buona salute di riferimento. Abbiamo usato due popolazioni differenti di riferimento ed abbiamo confrontato la prevalenza nella nostra popolazione a quella riferita negli studi precedenti. L'indice di massa corporea (BMI) è stato calcolato e attività fisica e la prestazione è stato misurato con la scala di attività fisica per gli anziani, la breve batteria fisica della prestazione ed il test di performance fisico. Abbiamo misurato la qualità della vita correlata con la salute usando l'indagine di salute generale SF-36. L'estrone del siero, l'estradiolo, la globulina ormone-legante del sesso, l'ormone paratiroidale e 25 vitamine D idrossilate sono stati misurati in tutti i partecipanti ed il testosterone bioavailable è stato misurato soltanto negli uomini. La forza della stampa della gamba ed il potere della stampa della gamba sono stati determinati negli uomini. RISULTATI: La prevalenza del sarcopenia nel nostro gruppo era 22,6% in donne e 26,8% negli uomini. Un'analisi del sottogruppo delle donne e degli uomini 80 anni o i più vecchi tassi rivelatori di prevalenza di 31,0% e di 52,9%, rispettivamente. In donne, la massa del muscolo scheletrico ha correlato significativamente con BMI ed i livelli di estrone del siero, di estradiolo e di 25 vitamine D idrossilate; negli uomini, ha correlato significativamente con BMI, il singolo tempo di posizione della gamba, la forza della stampa della gamba, il potere della stampa della gamba, spartito di salute generale SF-36, spartito fisico di totale del test di performance e livelli bioavailable del testosterone. Con l'uso dell'analisi lineare, BMI era il solo preannunciatore della massa appendicolare del muscolo scheletrico in donne, rappresentante 47,9% della varianza (p <.05). Negli uomini, BMI rappresentato 50,1%, forza media ha rappresentato 10,3%, il potere medio ha rappresentato 4,1% ed il testosterone bioavailable ha rappresentato 2,6% della varianza in massa appendicolare del muscolo scheletrico (p <.05). CONCLUSIONI: Sarcopenia è comune in adulti sopra l'età di 65 anni ed aumenta con l'età. BMI è un forte preannunciatore della massa del muscolo scheletrico in donne ed in uomini. La forza, il potere ed il testosterone bioavailable sono ulteriori contributori negli uomini. Questi dati suggeriscono che gli interventi per mirare alla nutrizione, all'addestramento di forza ed alla terapia sostitutiva del testosterone dovrebbero più a fondo essere studiati per il loro ruolo nell'impedire la perdita del muscolo con l'età.

J Gerontol una biol Sci Med Sci 2002 dicembre; 57(12): M772-7

Epidemiologia del sarcopenia fra gli anziani nel New Mexico.

La massa del muscolo diminuisce con l'età, conducente “al sarcopenia,„ o alla massa relativa bassa del muscolo, in anziani. Sarcopenia è creduto di essere associato con i danni e l'inabilità metabolici, fisiologici e funzionali. I metodi di stima della prevalenza del sarcopenia e dei suoi rischi collegati in popolazioni anziane stanno mancando di. I dati da un'indagine basata sulla popolazione 883 di uomini bianchi e delle donne anziani del non latino-americano e ispani che vivono nel New Mexico (l'indagine di salute dell'anziano del New Mexico, 1993 - 1995) sono stati analizzati per mettere a punto un metodo per la stima della prevalenza del sarcopenia. Un'equazione antropometrica per la predizione della massa appendicolare del muscolo scheletrico è stata sviluppata da un sottocampione casuale (n = 199) di partecipanti ed è stata estendere al campione totale. Sarcopenia è stato definito mentre massa appendicolare del muscolo scheletrico (chilogrammo) /height2 (m2) che è di meno di due deviazioni standard sotto la media di giovane gruppo di riferimento. Le prevalenze aumentate da 13% a 24% in persone al di sotto di 70 anni a >50% in persone in 80 anni ed erano leggermente maggiori in latino-americani che nei bianchi del non latino-americano. Sarcopenia è stato associato significativamente con l'inabilità fisica auto-riferita sia in uomini che in donne, indipendente dai comportamenti di etnia, dell'età, della morbosità, dell'obesità, di reddito e di salute. Questo studio fornisce alcune delle prime stime delle dimensioni del problema sanitario di salute pubblica ha posato dal sarcopenia.

J Epidemiol 1998 15 aprile; 147(8): 755-63

I preannunciatori del muscolo scheletrico si ammassano in uomini ed in donne anziani.

FONDO: Gli uomini e le donne anziani perdono la massa e la forza del muscolo con l'aumento dell'età. L'attività fisica in diminuzione, gli ormoni, la malnutrizione e la malattia cronica sono stati identificati come fattori che contribuiscono a questa perdita. Ci sono pochi dati, tuttavia, per le loro associazioni a più variabili con la massa e la forza del muscolo. Questo studio analizza queste associazioni in un campione a sezione trasversale degli anziani dal New Mexico che invecchia lo studio trattato. METODI: I dati raccolti nel 1994 per 121 volontari maschio e 180 femminile hanno invecchiato 65 - 97 anni iscritti nel New Mexico che invecchia lo studio trattato sono stati analizzati. La composizione corporea è stata misurata facendo uso dei raggi x doppi di energia absorptiometry; ingestione dietetica dalle annotazioni di tre giorni dell'alimento; attività fisica usuale dal questionario; stato di salute dagli esami fisici annuali; e testosterone del siero, estrone, globulina obbligatoria dell'ormone sessuale (SHBG) e fattore di crescita del tipo di insulina (IGF1) dalle radioimmunoanalisi dei campioni di sangue di digiuno. Le analisi statistiche hanno compreso la correlazione parziale e la regressione multipla graduale. RISULTATI: La massa del muscolo e la forza (regolato per altezza del ginocchio) sono diminuito con l'aumento dell'età in entrambi i sessi. La massa del muscolo è stata associata significativamente con il libero testosterone, l'attività fisica, la malattia cardiovascolare e IGF1 del siero negli uomini. Nelle donne, la massa del muscolo è stata associata significativamente con la massa e l'attività fisica totali del grasso. L'età non è stata associata significativamente con la massa del muscolo dopo il controllo per queste variabili. La forza prensile è stata associata con l'indipendente dell'età dalla massa del muscolo in entrambi i sessi. L'estrogeno (endogeno ed esogeno) non è stato associato con la massa o la forza del muscolo in donne. CONCLUSIONI: La perdita relativa all'età di massa e di forza del muscolo si presenta in uomini ed in donne anziani relativamente in buona salute e ben-nutriti ed ha una base multifattoriale. Lo stato dell'ormone sessuale è un fattore importante negli uomini ma non in donne. L'attività fisica è un preannunciatore importante della massa del muscolo in entrambi i sessi.

Sviluppatore 1999 il 1° marzo invecchiante Mech; 107(2): 123-36

Linee guida di addestramento di esercizio per gli anziani.

La capacità degli uomini più anziani e delle donne di adattarsi ai livelli aumentati di attività fisica è conservata, anche nell'più anziano. L'esercizio aerobico provoca i miglioramenti nella capacità funzionale e nel rischio riduttore di sviluppare il diabete di tipo II negli anziani. L'addestramento ad alta intensità della resistenza (superiore a 60% dell'un massimo di ripetizione) è stato dimostrato per causare i grandi aumenti nella forza negli anziani. Inoltre, risultato di addestramento di resistenza negli importante crescite nella dimensione del muscolo in uomini ed in donne anziani. L'addestramento della resistenza inoltre è stato indicato significativamente al fabbisogno energetico di aumento ed all'azione dell'insulina degli anziani. SCOPO: Recentemente abbiamo dimostrato che l'addestramento della resistenza ha un effetto positivo sui fattori di rischio multipli per la frattura osteoporotica in donne postmenopausali precedentemente sedentarie. METODI: Poiché lo stile di vita sedentario di una struttura di assistenza a lungo termine può esacerbare le perdite di funzionalità del muscolo, abbiamo applicato questo stesso programma di formazione agli uomini ed alle donne anziani delicati e istituzionalizzati. RISULTATI: In una popolazione di 100 residenti della casa di cura, ad un programma ad alta intensità a caso assegnato di forza-addestramento ha provocato gli aumenti significativi della forza e dello stato funzionale. Inoltre, l'attività spontanea, misurata dai monitor di attività, è aumentato significativamente di quelle partecipanti al programma di esercizio mentre non c'era cambiamento nel gruppo di controllo sedentario. Prima dell'intervento di addestramento di forza, la relazione tra forza del potassio e della gamba del corpo intero è stata veduta e per essere relativamente debole (r2 = 0,29, P < 0,001), indicando che molto nel vecchio, la massa del muscolo è un importante ma non il solo fattore determinante di stato funzionale. CONCLUSIONI: Quindi, l'esercizio può minimizzare o invertire la sindrome della debolezza fisica, che è così prevalente fra il più anziano. A causa del loro stato funzionale basso ed alta incidenza della malattia cronica, non c'è segmento della popolazione che può trarre giovamento più dall'esercizio che gli anziani.

Med Sci Sports Exerc 1999 gennaio; 31(1): 12-17

Il completamento della creatina migliora la prestazione muscolare in uomini più anziani.

SCOPO: Il completamento della creatina è stato indicato per migliorare la forza muscolare ed il potere dopo i soltanto cinque - sette giorni in giovani adulti. Il completamento della creatina potrebbe quindi avvantaggiare gli individui più anziani perché invecchiando è associato con una diminuzione nella forza muscolare e nel potere esplosivo. METODI: Abbiamo esaminato gli effetti dei sette giorni del completamento della creatina in uomini più anziani normalmente attivi (59 - 72 anni) secondo per mezzo di una prova alla cieca, progettazione controllata con placebo con le misure ripetute. Dopo che un periodo di tre settimane di familiarizzazione per minimizzare gli effetti di apprendimento, una batteria delle prove è stata completata in tre occasioni separate entro i sette giorni (T1, T2 e T3). Dopo il T1, gli oggetti sono stati abbinati ed a caso sono stati assegnati in creatina (N = 10) e placebo (N = 8) gruppi. Dopo T2, gli oggetti consumati completa (0,3 g x chilogrammo (- 1) x d (- 1)) per sette giorni fino al T3. Tutti gli oggetti sono stati esaminati a forza dinamica massima (stampa massima della gamba di un-ripetizione e stampa di banco), a forza isometrica massima (estensione/flessione del ginocchio), a tomaia ed a sprint esplosivi di s di potere del basso-corpo (6 x 10 su un ergometro del ciclo) ed abilità funzionale dell'estremità inferiore (prova cronometrata di andatura della prova e del tandem del sedere-supporto). La composizione corporea è stata valutata via la pesatura idrostatica ed i campioni di sangue sono stati ottenuti per valutare le risposte e le concentrazioni renali ed epatiche nella creatina del muscolo. RISULTATI: Nessun importante crescita in tutte le misure di prestazione è stato osservato dal T1 a T2 ad eccezione della flessione isometrica del ginocchio destro nel gruppo del placebo che indica la stabilità nei protocolli di prova. Significativo gruppo-dalle interazioni tempe ha indicato che le risposte da T2 al T3 erano significativamente maggiori (P < or= 0,05) nella creatina rispetto al gruppo del placebo, rispettivamente, per la massa del corpo (1,86 e -1,01 chilogrammi), massa senza grasso (2,22 e 0,00 chilogrammi), forza dinamica massima (7 - 8 e 1% - 2%), forza isometrica massima (9 - 15 e -6% - 1%), potere medio del basso-corpo (11% e 0%) e la capacità funzionale dell'estremità inferiore (6 - 9 e 1% - 2%). Nessun effetto collaterale avverso è stato osservato. CONCLUSIONE: Questi dati indicano che i sette giorni del completamento della creatina è efficaci ad aumentare parecchi indici della prestazione del muscolo, compreso le prove funzionali in uomini più anziani senza effetti collaterali avversi. Il completamento della creatina può essere una strategia terapeutica utile affinchè gli adulti più anziani attenui la perdita nella forza muscolare e la prestazione delle mansioni viventi funzionali.

Med Sci Sports Exerc 2002 marzo; 34(3): 537-43

Continuato alla pagina 2 di 3

immagine

Di nuovo al forum della rivista