Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine gennaio 2003

immagine

Invecchiamento di combattimento della pelle

Andare oltre gli antiossidanti

Mentre i radicali liberi sono stati implicati in gran parte del danno che si presenta a pelle invecchiante, ci sono altri fattori nocivi che provocano il deterioramento strutturale e funzionale sgradevole.

CONSERVAZIONE
PELLE BEN OLIATO

La nutrizione della pelle con gli ingredienti attuali è importante, ma inoltre è essenziale che alimentiate il vostri alimento e bevanda di nutrizione della pelle. Quello significa i lotti di consumo dell'acqua purificata e dell'assunzione di minimizzazione dell'etanolo. Invecchiare causa un declino progressivo nella nostra capacità internamente di sintetizzare gli acidi grassi essenziali richiesti dalla pelle di mantenere un aspetto giovanile e umido. Gli acidi grassi Omega-3 possono fare la lisciatrice della pelle, più morbido e lo sguardo più radiante. Quando la pelle è nutrita correttamente, mostra di meno degli effetti di invecchiamento. L'ingestione orale dell'olio del pesce, del lino o del perilla fornisce le quantità abbondanti degli acidi grassi omega-3 che sono così utili alla salute ed all'aspetto della pelle.

immagine

Per esempio, le cellule epiteliali invecchianti soffrono dagli squilibri metabolici che li precludono dall'esecuzione delle funzioni giovanili della riparazione. Il lavoro approfondito di Benjamin S. Frank, M.D. ha indicato che il RNA ha migliorato l'energia cellulare e la capacità delle cellule della pelle usare l'ossigeno. Questo metabolismo migliore migliora il movimento di giovani cellule alla superficie della pelle in cui sostituiscono le cellule vecchie.

Un altro beneficio da RNA attuale applicato è di riparare il danno di cellula epiteliale iniziale. I test clinici dal Dott. S.J. Jellinek negli anni 70 dimostrati come screma contenere RNA/DNA hanno causato un sollevamento visibile/rafforzamento della pelle e le grinze sono sembrato essere meno visibili in un periodo di tre settimane. Sebbene lo studio sia uno studio su scala ridotta, era ciò nonostante una prova alla cieca. Molto pochi prodotti commerciali forniscono la potenza di RNA e di DNA utilizzati in questi studi.

L'acido glicolico è un acido alfa-idrossilato potente che è stato indicato per cancellare le grinze fini nell'invecchiamento della pelle umana. Il meccanismo di azione di acido glicolico è di suddividere le vecchie cellule alla superficie della pelle in modo da possono essere sostituite con le cellule più giovanili sotto. I 22 la settimana, la prova alla cieca, test clinico randomizzato all'Ospedale Generale di Massachusetts in 74 donne sopra l'età 40 hanno indicato che l'acido alfa-glicolico attuale applicato ha ridotto significativamente corrugarsi ed altri tipi di danni causati tramite l'esposizione cronica del sole. Un acido alfa-idrossilato dovrebbe essere incluso come costituente di tutto il programma attuale antinvecchiamento.

Uno studio nel giornale di farmacologia e della ricerca biofisica ha indicato che l'estratto del ginkgo biloba segnala l'attività del fibroblasto nella pelle per aumentare la sintesi di collagene, mentre servendo da agente antinfiammatorio. L'applicazione topica dell'estratto del gingko è stata trovata per ridurre l'irritazione che qualche gente sperimenta quando usando i prodotti come la retina ed i composti altamente concentrati dell'acido della frutta.

L'IMPORTANZA DI MANTENIMENTO DELLA PELLE SANA

La nostra pelle è il più grande organo nel corpo umano che pesa circa dieci libbre e che riguarda un'area di circa 16 quadrati. piede. La gente spesso prende la pelle per assegnato e tende a non prendere la cura ottimale. La nostra pelle è responsabile della protezione dei nostri organi interni dal mondo esterno tossico. La nostra pelle ci protegge dalle lesioni fredde e fisiche del calore. Inoltre ci fornisce informazioni sensoriali sulla natura del mondo esterno ed è la nostra prima difesa contro l'invasione dai batteri, dai virus e da altri elementi tossici. La pelle è inoltre un organo escretivo, eliminante le tossine dal corpo via la traspirazione.

immagine

Uno dei problemi principali di invecchiamento avanzato è l'incurvatura dei tessuti causati tramite la distruzione della struttura di sostegno di fondo della pelle (soprattutto collagene ed elastina). Mentre molto di questo deterioramento strutturale può essere evitabile tramite i cambiamenti di stile di vita e l'uso adeguato degli agenti orali ed attuali, è difficile da invertire questo crollo sgradevole dei fazzoletti per il trucco. In uno studio pubblicato nelle tecnologie della ricerca della pelle,19 DMAE (dimethylaminoethanol) sono stati indicati per produrre un effetto di consolidamento sulla pelle. Questo meccanismo può essere dovuto il fatto funzioni di quel DMAE come stabilizzatore della membrana cellulare. Sulla base dei rapporti clinici, DMAE può essere il primo agente attuale che può aiutare la pelle costante dell'incurvatura.

Tenendo la pelle umida

La sostituzione dell'umidità persa ad invecchiare è una ragione per la quale principale il fronte di uso delle donne screma. La maggior parte del fronte commerciale screma è oleoso e lavoro bloccando il rilascio dell'acqua dalla pelle.

Mentre la gente si sviluppa più vecchia, tuttavia, non possono contare sulle preparazioni oleose per bloccare il rilascio di umidità. Quello è perché la pelle invecchiata perde la capacità di attirare l'umidità in primo luogo e fondamentalmente è disidratata. A questo punto, la pelle invecchiata deve essere riempita con il suo complesso naturale dell'idratante per attirare e conservare l'acqua.

L'idratante più avanzato è ®NGA di Ceraphyl, che funziona riducendo l'eccessiva essiccazione negli superiore-strati della pelle. DRS. Stig E. Friberg e David W. Osborne hanno indicato che il ®NGA di Ceraphyl inibisce la perdita di acqua epidermica del trasporto impedendo i lipidi (grassi) cristallizzare. Questo meccanismo è centrale all'impedimento asciutto, pelle sottile, coriacea, smussata, corrugata. Il ®NGA di Ceraphyl inoltre sembra aumentare l'efficacia delle protezioni solari e migliorare il receptiveness delle cellule epiteliali agli antiossidanti quali le vitamine A, C ed E.

FUNZIONE DELLA TIROIDE ED ASPETTO DELLA PELLE

La gente che è carente in ormone tiroideo è spesso di peso eccessivo, affaticata facilmente e deprimente mentalmente. Gli individui carenti della tiroide inoltre hanno pelle asciutta, a fiocchi, lenta. Un profilo della tiroide del sangue o un rilevamento basale di due settimane della temperatura può rivelare la funzione bassa limite o minima della tiroide. Riferisca al protocollo di terapia sostitutiva della tiroide a www.lef.org per informazioni sulla diagnostica e sul trattamento della carenza della tiroide.

L'acido ialuronico aiuta la pelle per conservare la sua umidità giovanile via un meccanismo differente che il ®NGA di Ceraphyl. L'acido ialuronico mantiene l'integrità del tessuto connettivo perché è una fonte di manganese e di glucosamina. L'acido ialuronico iniettabile può l'un giorno sostituire il collagene iniettabile, ma questa sostanza nutriente diconservazione importante è disponibile senza una prescrizione oggi in pelle non quotata in borsa screma.

La capacità di pelle di tenere l'umidità direttamente è collegata con il suo contenuto di NaPCA (acido carbossilico di pyrolidone del sodio). NaPCA è uno degli idratante naturali più importanti della pelle. La vecchia pelle, tuttavia, contiene soltanto circa la metà del NaPCA come giovane pelle. NaPCA facilita l'inumidimento tirando l'acqua dentro dall'aria. La protezione ottimale contro disidratazione d'accelerazione è ottenuta il più bene dall'applicazione topica di NaPCA, di acido ialuronico, di acido lattico, di urea, del ®NGA di Ceraphyl e dello squalano ogni giorno.

Consegnando le sostanze nutrienti alla pelle

Una preoccupazione fra i dermatologi è se gli agenti che sono efficace provato nell'invecchiamento della pelle di combattimento possono essere consegnati coerente agli strati specifici della pelle in cui sono conosciuti per indurre il loro effetto biologico. L'arrivo della tecnologia di consegna del liposoma ha permesso agli scienziati di aumentare l'efficacia degli agenti antinvecchiamento attuali consegnandoli negli strati interni della pelle.

Un ® trademarked brevettato di QuSomes del delivery systemdel liposoma (significato “liposomi rapidi„) è stato scoperto alla fine del 2000. Questa tecnologia rappresenta un potenziamento sostanziale in veicoli convenzionali del liposoma. Il ®di QuSomes non solo consegna gli ingredienti proteggenti della pelle attiva più velocemente negli strati di fondo della pelle, ma questi liposomi inoltre sono destinati per proteggere il principio attivo da deterioramento. Con il delivery system unicodel ® di QuSome, la solubilità degli agenti antinvecchiamento attivi è conservata, quindi permettendo loro di risiedere più lungamente nelle aree della pelle in cui esercitano i loro più grandi effetti biologici.

La disponibilità del ®di QuSomes permette alle sostanze nutrienti come alfa acido lipoico di essere consegnata attendibilmente agli strati interni della pelle. L'alfa acido lipoico è un antiossidante grasso e solubile in acqua super-potente. Che cosa ha scienziati in modo da eccitato circa alfa acido lipoico è il suo ruolo nel mantenimento della salute dei mitocondri, le centrali elettriche della cellula stessa. Quando i mitocondri sono compromessi metabolicamente, le cellule epiteliali non possono eseguire le funzioni giovanili della riparazione.

Inoltre, l'alfa acido lipoico contribuisce a spegnere un messaggero infiammatorio conosciuto come la kappa nucleare la B (NFkB) di fattore. L'espressione di NFkB induce l'infiammazione ad una fase iniziale. I fattori che sopprimono NFkB inibiscono la pelle che danneggia i processi infiammatori.20 (la nota del redattore: NFk-B è un fattore di trascrizione. I fattori di trascrizione sono messaggeri trovati dentro la cellula, che portano le informazioni dal citoplasma al nucleo. Là possono attivare o inibire la produzione di determinati proteine o enzimi, che poi espletano una funzione particolare delle cellule. Una tal funzione ha potuto essere fattori infiammatori aumentati.)

I DUE STRATI DELLA PELLE

La nostra pelle consiste di due strati- principali derma ed epidermide. Il derma è lo strato interno di pelle che contiene le fibre nervose, le cellule grasse, i vasi sanguigni, il sudore e le ghiandole di olio e di follicoli piliferi. Il derma inoltre contiene il collagene e l'elastina, due proteine che sono responsabili della struttura e dell'elasticità della pelle stessa. È queste proteine che sono conforme al processo di invecchiamento. Le ghiandole di olio e del sudore nel derma proteggono lo strato esterno di pelle con una glassa sottile del petrolio e della traspirazione.

L'epidermide è lo strato molto esterno della nostra pelle. Le nuove cellule generate dal derma sostituiscono continuamente questo strato. La rimozione dell'epidermide, come in una raschiatura o in un'ustione, rivela un derma sensibile non protetto sotto.

immagine

Un altro beneficio per avere quantità abbondanti di alfa acido lipoico nella pelle è la sua capacità di regolare un fattore diregolamento conosciuto come AP-1. Quando l'alfa acido lipoico attiva AP-1, accende gli enzimi che digeriscono soltanto il collagene glycation-nocivo. Mentre invecchiamo, le proteine diventano glicate, con conseguente formazione di tessuti uniti con legami atomici incrociati non funzionante (prodotti finiti glicati avanzati, età). L'accumulazione di questi legami incrociati è una caratteristica molecolare dell'marchio di garanzia di invecchiamento visibile della pelle.

Il ®di QuSomes può consegnare alfa più profondo acido lipoico nell'epidermide più bassa (strato superiore) e nel derma superiore (strato di fondo) di pelle. Ciò rende ad alfa acido lipoico una nuova arma emozionante nella battaglia contro le devastazioni di tempo.

Riassunto

I risultati recentemente pubblicati indicano che uno può avere più controllo sopra il tasso a cui la loro pelle invecchia che qualunque altro organo del corpo.

Per rallentare l'invecchiamento e parzialmente l'inverso della pelle, un individuo deve adottare un approccio completo a controllo di guadagno sopra tutti fattori che sono stati identificati nel processo di degenerazione della pelle.

Per molti anni, un dibattito si è infuriato nella comunità dermatologica se le preparazioni antinvecchiamento attuale applicate potrebbero rallentare l'invecchiamento della pelle. La letteratura scientifica ora indica che l'applicazione quotidiana di vari agenti può avere un effetto profondo sia sulla salute che sull'aspetto della pelle.

L'articolo seguente descrive il lavoro aprente la strada di un medico che ha sviluppato la prima preparazione attuale che ha contenuto gli ingredienti a cui ora sono stati indicati sia proteggono che ristabilisce la pelle che è stata danneggiata da irradiamento e/o da invecchiamento normale.


Riferimenti

1. Podda m., et al. antiossidanti a basso peso molecolare ed il loro ruolo nell'invecchiamento della pelle. Clin Exp Dermatol 2001 ottobre; 26(7): 578-82.

2. Il CS della sabbiatrice, et al. Photoaging è associato con l'ossidazione della proteina in pelle umana in vivo. J investe Dermatol 2002 aprile; 118(4): 618-25.

3. Fitzpatrick CON RIFERIMENTO A, et al. prova alla cieca, studio di profilo che confronta vitamina C e veicolo attuali per ringiovanimento del photodamage. Dermatol Surg 2002 marzo; 28(3): 231-6.

4. Dreher F, et al. effetti protettivi degli antiossidanti attuali in esseri umani. Curr Probl Dermatol 2001; 29:157-64.

5. Yin L, et al. alterazioni della matrice extracellulare indotte dall'estratto del fumo di tabacco. Ricerca 2000 di Dermatol dell'arco aprile; 292(4): 188-94.

6. Traikovich ss. Uso di acido ascorbico attuale e dei suoi effetti su topografia photodamaged della pelle. Collo Surg 1999 della testa di Otolaryngol dell'arco ottobre; 125(10): 1091-8.

7. Darr D, et al. efficacia degli antiossidanti (vitamina C ed E) con e senza le protezioni solari come photoprotectants attuali. Acta Derm Venereol 1996 luglio; 76(4): 264-8.

8. Rhie G, et al. invecchiare e cambiamenti photoaging-dipendenti degli antiossidanti enzimatici e non enzimatici nell'epidermide e nel derma di pelle umana in vivo. J investe Dermatol 2001 novembre; 117(5): 1212-7.

9. Unità di elaborazione di Giacomoni, et al. invecchiare di pelle umana: rassegna di un modello meccanicistico e dei primi dati sperimentali. Vita 2000 di IUBMB aprile; 49(4): 259-63.

10. Scharffetter-Kochanek K, et al. Photoaging della pelle dal fenotipo ai meccanismi. Exp Gerontol 2000 maggio; 35(3): 307-16.

11. Ridge BD, et al. La tecnica dansilica del cloruro per il rinnovamento di corneum dello strato come indicatore dei cambiamenti nell'attività mitotica epidermica che segue trattamento attuale. Br J Dermatol 1988 febbraio; 118(2): 167-74.

12. Chapellier B, et al. da proliferazioni fisiologiche ed indotte da retinoide dei keratinocytes basali dell'epidermide è diversamente controllato. EMBO J 2002 1° luglio; 21(13): 3402-13.

13. Koussoulakos S, et al. effetto di vitamina A sull'epidermide arrotolata durante la rigenerazione del forelimb in tritoni adulti. Biol del 1990 dello sviluppatore di Int J dicembre; 34(4): 433-9.

14. Varani J, et al. vitamina A si contrappone alla crescita in diminuzione delle cellule ed alle proteinasi metalliche elevate del collagene-degradingmatrix e stimola l'accumulazione del collagene in pelle umana naturalmente invecchiata. J investe Dermatol 2000 marzo; 114(3): 480-6.

15. Varani J, et al. meccanismi molecolari di invecchiamento intrinseco della pelle e da riparazione e da inversione indotte da retinoide. J Investig Dermatol Symp Proc 1998 agosto; 3(1): 57-60.

16. HL di Gensler, et al. effetti di palmitato dietetico di retinyl o acido cis-retinoico 13 sulla promozione dei tumori nella pelle del topo. Cancro ricerca 1987 15 febbraio; 47(4): 967-70.

17. Abdel-Galil, et al. una prevenzione di 3 tumori di pelle methylcholanthrene indotti in topi da un'applicazione simultanea di acido cis-retinoico 13 e del palmitato di retinyl (palmitato della vitamina A). Exp Pathol 1984; 25(2): 97-102.

18. Sorg O, et al. vitamine cutanee A ed E nel contesto dallo dello sforzo ossidativo ultravioletto o indotto da chimica. Pelle Physiol 2001 di Pharmacol Appl della pelle novembre-dicembre; 14(6): 363-72.

19. Uhoda I, et al. studio spaccato del fronte sull'effetto di tensione cutaneo 2 del gel di dimethylaminoethanol (deanol). Ricerca Technol 2002 della pelle agosto; 8(3): 164-7.

20. Saliou C, et al. da eritema indotto da ultravioletta solare in pelle umana e espressione genica fattore-kappa-B-dipendente nucleare nei keratinocytes è modulato da un estratto marittimo francese della corteccia del pino. Radic biol Med 2001 15 gennaio libero; 30(2): 154-160.


immagine


Di nuovo al forum della rivista