Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine gennaio 2003

immagine

Aiuto dei minerali e delle vitamine combattere fuori le malattie della mente e del corpo
Intervista con Abram Hoffer, M.D., Ph.D.

immagine
 

Abram Hoffer, M.D., Ph.D., è internazionalmente - un medico riconosciuto, un autore, un ricercatore medico e un pioniere nell'uso delle vitamine e delle sostanze nutrienti trattare la malattia. La sua messa a fuoco della ricerca sull'uso dei megadoses della vitamina come trattamento della schizofrenia negli anni 50 ha condotto ad alcune osservazioni sensazionali.

I pazienti che soffrono dalla psicosi in relazione con schizofrenica potevano condurre le vite normali dopo la terapia ad alta dose della vitamina. Questi pazienti schizofrenici avevano venuto a mancare tutti i trattamenti convenzionali, ma la maggior parte di loro completamente hanno recuperato dopo parecchi mesi sulla terapia del Dott. Hoffer.

Il Dott. Hoffer ha passato le cinque decadi scorse che conducono la ricerca relativa alla pratica di medicina ortomolecolare, che sottolinea l'uso delle sostanze nutrienti nelle dosi ottimali per il trattamento di una vasta gamma di malattie. Le sue scoperte mediche sono state l'argomento di più di dozzina libri e letteralmente centinaia di pubblicazioni. Oggi, nei suoi metà di anni '80, il Dott. Hoffer continua ad esercitare la professione medica, prescrivente i regimi ortomolecolari ai pazienti in Victoria, Columbia Britannica, Canada. È inoltre il redattore capo del giornale di medicina ortomolecolare.

Il prolungamento della vita ha contattato il Dott. Hoffer per chiedergli circa i suoi 50 anni di ricerca e come la professione medica sta cominciando lentamente ad accettare il suo teorie una volta trascurate della malattia. Nelle seguenti pagine, vediamo perché massa di pazienti ha consultato il Dott. Hoffer e perché sostiene questo regime unico della vitamina non solo per combattere fuori la malattia, ma tenere le tossine nei nostri dintorni di ogni giorno alla baia.

Fondamento del prolungamento della vita: Come avete cominciato con la vostra ricerca su medicina ortomolecolare?

Dott. Abram Hoffer: Nel 1950, avevo finito appena il mio internato dell'Ospedale Generale ed ero interessato nell'effettuare una certa ricerca in psichiatria. Sono stato emozionante circa medicina psicosomatica, che era poi molto popolare. Mi sono avvicinato al governo di Saskatchewan ed ho chiesto loro se avessero un lavoro per me. Dopo alcuni mesi, hanno detto sì. Non ho avuto alcun addestramento psichiatrico, ma la circostanza era che avrei preso l'addestramento mentre sul lavoro. La mia missione era di iniziare un programma di ricerca in psichiatria.

A quel tempo, eravamo disperatamente psichiatri di a corto di, in modo dal governo di Saskatchewan ha impiegato una serie di psichiatri per unirci. Uno di questi era Humphrey Osmond. Ha portato con lui uno studente che era un giovane collega: Dott. John Smythies. Questi medici stavano studiando la mescalina, una droga del akaloid che induce [allucinogeno] sperimenta in volontari normali, che è presente in peyote. Avevano concluso che l'esperienza era simile a quella indotta dalla schizofrenia sulla gente normale. I pazienti schizofrenici hanno molti dei sintomi che sono presenti in gente normale quando prendono la mescalina, o persino nel lsd.

DRS. Osmond e Smythies inoltre avevano osservato che la mescalina ha struttura [biochimica] di a simile all'adrenalina. Avevano sviluppato l'ipotesi che forse nel corpo dello schizofrenico, ci potrebbe essere un composto relativo in qualche modo all'adrenalina, che ha avuta le proprietà di mescalina. Ciò era un'ipotesi molto emozionante.

Nel 1950, non c'era il trattamento per la schizofrenia. Il coma insulinico [terapia] stava scomparendo; la terapia della scossa elettrica stava applicanda, ma anche quando i risultati erano buoni, erano sempre temporanei e dovreste ripeterlo. Finalmente non funzionerebbe più. Eravamo disperati. La metà dei nostri pazienti nell'ospedale psichiatrico era schizophrenics cronici e non abbiamo avuti trattamento, nessun droghe, niente.

immagine
 

Così, abbiamo deciso di esaminare molto con attenzione questa ipotesi. Ho cominciato a studiare tutti gli allucinogeni conosciuti di quel giorno. Non c' era che molti. L'un giorno, quando stavo annotando la formula di questi composti, mi ha colpito improvvisamente. Erano tutti gli indoli. Un indolo è un prodotto chimico con un doppio anello. Ciò lo ha reso molto più facile. Se dico il migliore biochimico nel mondo di cercare il corpo schizofrenico un composto che causa la schizofrenia, penserà che siate matto. Dei 50.000 composti o di più, quanti psichiatri sono disposti a passare la loro intera vita che insegue uno, quando non hanno ottenuto un cavo? Ma quando state parlando degli indoli, lo portate vi scolate a circa cinque o sei [composti], che lo rende molto più facile.

Inoltre, il Dott. Osmond aveva osservato l'adrenalina ossidata [nella sua ricerca]. Quando alcuni dei loro pazienti asmatici hanno preso questa adrenalina scolorita, inoltre hanno avute alcune [degli stessi] reazioni che avrebbero ottenuto da mescalina.

LEF: Quello è l'adenocromo, destra?

Hoffer: Quello è giusto, ma poi non lo abbiamo conosciuto. È risultato che, sul nostro gruppo, era un professore che aveva fatto il suo Ph.D. sull'adenocromo. Mentre stavamo parlando di questo composto [ossidato], ci ha detto che cosa era. Abbiamo annotato la struttura dell'adenocromo ed abbastanza sicuro, è un indolo. Così abbiamo detto, “ora abbiamo il diritto l'ipotesi. Cerchiamo il corpo umano un composto che è un indolo, che è derivato dall'adrenalina e che ha le proprietà di mescalina.„ Quello è stato chiamato “l'ipotesi dell'adenocromo.„ Quello è da cui realmente iniziato la nostra ricerca fuori.

Non potremmo lasciarlo a quello, perché non eravamo interessati nell'ipotesi.

Abbiamo voluto un trattamento. Ed ho saputo a quel tempo che le probabilità contro di noi che siamo corretti erano forse mille - quello. Ma abbiamo detto che abbiamo dovuto fare qualcosa. Così, abbiamo tagliuzzato giù tre caratteristiche. Lo abbiamo detto, in primo luogo, dovremmo essere presenti nel corpo. Secondariamente, abbiamo detto che deve essere un allucinogeno. E, in terzo luogo, abbiamo detto se possiamo impedire in qualche modo il corpo farlo, forse noi avremmo una terapia.

Avevo preso il mio Ph.D. all'università di Minnesota in vitamine. E così, nel 1950, ho conosciuto le vitamine a partire da quel giorno. C'era una vitamina, in particolare, B3 chiamato o niacina, che sono un accettore metilico; prende i gruppi metilici. Abbiamo ritenuto che se potessimo impedire il corpo la preparazione dell'abbastanza adrenalina legando i gruppi metilici, impedissimo la metilazione della noradrenalina all'adrenalina e quindi potremmo fare diminuire la produzione dell'adenocromo. Abbiamo saputo che la niacina era molto sicura, in modo da abbiamo deciso di provare la niacina per vedere se potesse aiutare. Inoltre abbiamo saputo che la vitamina C ha teso a stabilizzare l'adrenalina. Così, abbiamo ritenuto se inoltre dessimo ai nostri pazienti la vitamina C, noi ridurremmo l'ossidazione di adrenalina all'adenocromo.

Poi, abbiamo ottenuto alcune vitamine. Ho scritto a Merck & Società-erano i capi nel campo delle vitamine a quello del tempo e hanno detto, “questo è che cosa stiamo provando a fare e siamo disperatamente poveri, prego, potremmo voi inviarci alcune delle vitamine?„ Ed ho elencato quei che volessi. Alla mia stupefazione, due settimane più successivamente, ho ottenuto un fusto da 50 libbre di niacina, un barilotto da 50 libbre del niacinamide e un barilotto da 50 libbre di vitamina C.

immagine
Da ora al 1960, tantissimi psichiatri americani ci avevano uniti e da ora al 1970, penso che abbiamo avuti un'esperienza collettiva oltre in 100.000 pazienti schizofrenici curati. I risultati erano realmente buoni. Non erano perfetto-noi mai non hanno sostenuto che-ma erano molto certamente un lotto meglio di che cosa ottenete oggi semplicemente prendendo le droghe.

Così poi, abbiamo dovuto trasformarli su 500 compresse di milligrammo perché avevamo concluso che le compresse poi disponibili sul mercato erano non buone. Queste vitamine commerciali erano soltanto 100 mg nella potenza ed erano così piene dei riempitori quello che avrebbe fatto il malato della gente. Ora, abbiamo avuti l'idea ci abbiamo lasciati provare la niacina. Inoltre abbiamo ritenuto che dovessimo dare molto perché se fosse stato attivo in piccola quantità, qualcun altro potrebbe riferirlo [in un altro studio].

Posso ricordare il primo paziente che ho curato. Ciò era una giovane donna che era il segretario capo di una società importante nella nostra città. È diventato psicotica ed è stata ammessa ad un ospedale. È stata data i trattamenti d'urto; è sembrato recuperare ed è ritornato a lavoro. Ha avuta una ricorrenza il seguente Natale ed ha avuta altro il terzo Natale. Nel frattempo, ero all'ospedale e quando è venuto [nel tempo del terzo], era nell'ambito della mia cura. Ha detto che non era riuscito a rispondere almeno a tre serie di ECT [elettro terapia di scossa]. Ho deciso che sarebbe stata un buono conforme alla prova su niacina. Così, la ho iniziata su niacina, su 1 grammo preso tre volte un giorno dopo i pasti ed anche sulla stessa quantità di vitamina C.

LEF: Lo avete titolato su, o lo avete iniziato appena tre volte un il giorno?

Hoffer: Lo ho fatto appena [tre volte un il giorno]. La ho tenuta per un mese ed ho pensato che cominciassi a vedere un certo miglioramento. Era stata estremamente paranoica e maniacale. Gradualmente, il delirio ha cominciato a scomparire e dopo due mesi, la ho scaricata dall'ospedale. La ho veduta ancora come paziente esterno. È rimanere bene, ma circa un anno o due successivamente, sui suoi propri, ha smesso di prendere le sue vitamine. Sua sorella la ha portata dentro ed ha detto, “mia sorella è ancora malata.„ Così, ho urlato lei, rimesso lei sulle stesse vitamine ed ha fatto un altro recupero. Ha fatto questa circa tre o quattro volte. Per concludere, dopo che era stata bene per circa cinque anni, è venuto ancora a me ed ha detto, “il Dott. Hoffer, voi mi pensa può ora andare via [le vitamine] senza dovere tradire?„ Ho detto, “proviamo.„ Così, ha andato via le vitamine ed è restato bene da allora in poi. È ritornato a suo lavoro come il segretario senior a questa grande ditta.

LEF: Che cosa ha avuto luogo che causato lei per potere andare via delle sue vitamine?

Hoffer: Direi che circa 20% - 30% [di coloro che ha] stati pozzo fuori possono andarlo via. Non lo capisco neanche. Ma quella è un'osservazione. La schizofrenia è una malattia come il diabete dove dovete prendere per sempre [la terapia adeguata]. Non è come un'infezione. Se avete un'infezione, prendete gli antibiotici per i dieci giorni ed è andato.

Così poi abbiamo eseguito otto pazienti in uno studio pilota aperto e tutti e otto le recuperati. A quel tempo, stavamo ottenendo abbastanza emozionanti. Così, poi abbiamo eseguito la prima prova alla cieca, esperimenti controllati nella storia di psychiatry.1 che abbiamo diviso 30 pazienti in tre gruppi; niacina, placebo e niacinamide. Niacinamide è l'altra forma [vitamina] di B3, ma mettiamo quello dentro perché non arrossisce [rossore episodico del fronte e del collo] i pazienti. [Altrimenti], il personale infermieristico supporrebbe che ogni paziente che si è arrossito era su niacina ed ogni paziente che non si è arrossito era su placebo. Era che cosa abbiamo chiamato “un controllo cieco.„

La nota del redattore: Negli studi, i gruppi “di controllo„ includono i pazienti che sono dati gli interventi non terapeutici da paragonare al prodotto che è provato. L'intervento “fittizio„ è incluso mentre un controllo per assicurare che il risultato sia causato dall'effetto dell'intervento terapeutico e non attraverso altri mezzi. Per esempio, aspirin potrebbe essere dato ad un gruppo di pazienti con un'emicrania e un antiacido è dato ad un gruppo “di controllo„ di pazienti, che inoltre hanno emicranie. Il risultato probabile è che più pazienti nel gruppo “di intervento„ (coloro che ha preso aspirin) riferiranno il sollievo che quelli nel gruppo “di controllo„. In quel modo, i ricercatori possono concludere che era aspirin che ha fornito l'effetto, non l'antiacido.

In “ha accecato„ lo studio, i pazienti, i ricercatori, o a volte entrambi (studio di prova alla cieca) non sanno se un paziente sta ricevendo la terapia o l'intervento “fittizio„. In questo modo, gli scienziati possono assicurarsi che i risultati dello studio non siano colpiti dal cosiddetto “effetto del placebo.„ In alcuni casi, un placebo, che non ha azione farmacologica ma è utilizzato come controllo nella ricerca scientifica, può creare gli effetti terapeutici con il potere di suggestione. Per esempio, un paziente potrebbe essere dato un dolcificante ed ha detto che è un anti-infiammatorio non steroideo (NSAID) che faciliterà il dolore infiammatorio. In alcuni casi, il dolore può realmente abbassarsi perché il paziente ha creduto che la pillola fittizia sia stata realmente un NSAID.

Continuato alla pagina 2 di 2


immagine 


Di nuovo al forum della rivista