Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 2003

immagine

Un pezzo di mia mente
Un saggio su desiderio

Howard L. Harrod, PhD Nashville, Tennessee
Ristampato dal giornale dell'americano
Associazione medica (JAMA), il 19 febbraio 2003.

La caduta e l'inverno di 1993 avevano luogo fra i migliori tempi della mia vita. Ero 62 anni e lavorare ad un libro sui rituali dell'animale del nativo americano; la mia moglie, Annemarie, stava preparando una carta in sociologia ambientale. Le nostre vite intellettuali erano piene. E poiché stavamo vivendo in una regione isolata vicino al confine ed al Glacier National Park canadesi, la bellezza spettacolare ci ha circondati. Durante la caduta, abbiamo risieduto in legna da ardere, abbiamo preso gli aumenti lunghi ed abbiamo alimentato le nostre anima sulla friabilità e sulla solitudine splendide che cadono sulla terra in attesa dell'inverno. Dopo che la gamma principale di Rocky Mountains è stata coperta di neve, abbiamo speso la lettura lunga di sere. Durante quella parte del giorno non smesso alla scrittura ed alla ricerca, ci siamo avventurati avanti sugli sci che attraversano il pæse.

Siamo ritornato a dicembre a Nashville per spendere il Natale con i nostri bambini, nipoti e famiglie allargate. Sull'azionamento indietro, ho avvertito un'urgenza per urinare che non sarebbe stata negata. Fortunatamente, un campo di mais abbandonato appena fuori dall'autostrada senza pedaggio mi ha fornito la copertura sufficiente ed ha benedetto il sollievo. Rassicurato dalle prove precedentemente normali di PSA, ero sicuro che la possibilità dell'infezione era alta ed ha preso un appuntamento con un urologo.

L'infezione non è stata individuata, ma il mio livello di PSA era aumentato significativamente. Il mio urologo ha suggerito forte una biopsia di ultrasuono. I risultati: un cancro a crescita rapida e probabilmente molto aggressivo. Ho speso molto di gennaio che esamina ansiosamente le opzioni, spendendo tan tempo come possibile nella biblioteca di facoltà di medicina a Vanderbilt. Le alternative erano oscure. Ho diventare gradualmente più profondamente cosciente che i rischi significativi ed i benefici incerti hanno accompagnato ogni terapia e che i percorsi alternativi sono stati contestati.

Dopo l'esame la ricerca, ulteriore consultazione con i miei medici, le conversazioni lunghe con la mia moglie ed ascoltare il mio proprio corpo, abbiamo deciso che l'ambulatorio era la migliore opzione per me a quel tempo. Così all'inizio del 1994 ho entrato nel centro medico di Vanderbilt ed ho subito la chirurgia per la rimozione della mia prostata. Il cancro si era sparso ai miei linfonodi ma, riconoscente, non si era riprodotto per metastasi alle mie ossa.

La terapia ormonale era il corso del trattamento raccomandato, in modo da ho cominciato le iniezioni mensili di Lupron. Ogni mese entrando nella clinica di Vanderbilt, una pletora di memorie ha spazzato sopra me mentre ho rivissuto gli aspetti dell'operazione ed ho disperato di che cosa era accaduto me. Per concludere, dopo un anno di trattamento, ho deciso di smettere i miei testicoli.

Dopo che il orchiectomy io poteva ancora fisicamente fare quasi tutti che voglia. Ma ero impotente e malgrado la considerazione di tutte le possibilità, dagli impianti del pene alle pompe, sono rimanere in uno stato di disperazione. In conseguenza della prova di selezionare questo groviglio emozionale complesso, ho diventare gradualmente cosciente di quanto in profondità la mia socializzazione di genere era stata. Non solo un senso di avere ero stato mutilato, io inoltre avevo perso le capacità stesse che sono state associate simbolico con virilità nella società americana. Più non ho avuto una prostata, ero incapace di una costruzione e non ho avuto testicoli. Più fondamentalmente, avevo perso la capacità di avvertire il desiderio.

La perdita improvvisa di libido ha prodotto le forme che soffrono me non aveva anticipato. Le forme iniziali sono state stimolate dal mio contesto: Ho insegnato a ad un'università ogni giorno; sulla città universitaria ed altrove, ho incontrato i giovani presi alle prese con gli ormoni infuriantemi. Poiché avevo perso la capacità di sperimentare il desiderio non ha significato che non ero tormentato dalle memorie di desiderio. Circondato dalla presenza di eros giovanile, espresso nelle forme di sguardi toccanti o desideranti, ho cominciato a ritenere un peso schiacciante di perdita. Perché questo stava accadendo? Dopo tutto, la miniera era una sessualità matura completamente integrata, io ha pensato, nella mia personalità.

Ma tali esperienze sono continuato ed hanno prodotto la sofferenza aumentata. La vista di giovani maschi che camminano attraverso la città universitaria tormentata me. Ho cominciato ad invidiare il più fondamentalmente le loro capacità e, il loro possesso di cui avevo perso. Odiavo queste sensibilità; ed a volte mi odiavo per averli. Ma erano difficili da sopprimere ed hanno continuato a rompersi nelle fioriture brutte nella mia esperienza. Poichè ho resistito alla sofferenza prodotta dalle fantasie indesiderate, infine ho cominciato a vedere che cosa stava producendole. Come una catena di montagne che compare nella distanza, quelle strutture del significato che si erano formate le capacità per le mie risposte erotiche sono venuto gradualmente nel fuoco.

Quando questi significati sono diventato più chiari, ho confrontato un'idea che avevo letto circa in letteratura dagli studiosi femministi: la sessualità maschio era eccessivamente genitale nel suo fuoco. Il confronto della questa idea ad un livello emozionale profondo stava rompendo; e permettere che abbia un impatto affettivo sulla mia esperienza ha cominciato a decostruire le mie espressioni precedentemente prendere-per-assegnate di piacere erotico. In conseguenza della mia socializzazione maschio, come limitato questi “piaceri„ ora è comparso e, più penosamente, dell'me ha cominciato a percepire quanto avevo mancato.

Tutto il questo non era nuovo alla mia moglie. Stava dicendo molte di queste cose per anni, ma non stavo ascoltando. La perdita di capacità, parti del corpo ed a cui ho pensato poichè il mio maleness essenziale era meno importante lei che l'intimità che ha accompagnato altre forme di comunicazione reciproca: toccando, tenendo, dividendo le sensibilità ed essendo profondamente presente ad una un altro. In conseguenza di queste comprensioni, una repulsione sorprendente è sorto in me ed ora ho cominciato ad odiare le mie risposte sessuali precedenti: quanto insensibili, stretti e compulsivi erano stati. E, in una frase che è sembrato riassumere tutti che sterà ritenendo, quanto caprino!

Continuato alla pagina 3 di 3

immagine

Di nuovo al forum della rivista