Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 2003

immagine

Riduzione delle morti del carcinoma della prostata
Con la prevenzione e la diagnosi precoce

da Stephen B. Strum, M.D.
Oncologo medico che si specializza nel carcinoma della prostata
Co-fondatore e primo direttore medico dell'istituto di ricerca del carcinoma della prostata

Quando l'aa è formato o ingerito (per esempio carne rossa e tuorlo d'uovo) subisce il metabolismo dagli enzimi della ciclossigenase (COX) e dell'lipo-ossigenase (SALMONE AFFUMICATO). Una vasta parte dell'industria di Biotech è stata dedicata allo sviluppo degli inibitori di COX che variano dalle droghe non specifiche come aspirin all'ibuprofene a COX più selettivo 2 inibitori come Celebrex e Vioxx. Possiamo spostare naturalmente le vie del eicosanoid a partire da produzione di aa dalle manovre dietetiche che evitano l'eccessiva assunzione del carboidrato e la stimolazione risultante dell'insulina. Ciò è la base della dieta di zona e della dieta di Atkins. Riferendoci a figura 2 e mettendo a fuoco sulla via fra DGLA e l'aa (indicati nel verde), possiamo dirigere la nostra attenzione agli approcci dietetici e farmacologici che impediscono la sovrapproduzione dell'aa o inibiscono la produzione di aa. Se trascuriamo questa via, la sovrapproduzione dell'aa accade. L'aa è un acido grasso omega-6 quel radicali liberi dei generateds che provocano ferite delle cellule. I prodotti metabolici specifici dell'aa quali PGE2 e 5-HETE sono creati con le azioni degli enzimi COX-2 (ciclossigenase 2), 5-LOX (5-Lipoxygenase), 12-LOX e 15-LOX. Questi metaboliti sono esempi di cattivi eicosanoidi e sono stati implicati nella crescita del PC e in metastasis.27, 28 in uno studio del PC umano in cui 5-LOX ed il suo metabolita 5-HETE sono stati valutati in maligno contro il tessuto benigno della prostata presso lo stesso paziente, sia 5-LOX che 5-HETE sovra-sono stati espressi significativamente negli eicosanoidi specifici del PC tissue.29 cioè sono modulatori delle interazioni delle cellule del tumore con determinate componenti ospite nel contesto della crescita, dell'invasione e della diffusione del cancro. Che cosa il layperson può fare per inibire l'aa è di ridurrsi insulina-stimolare l'ingestione del carboidrato e di usare un'alta qualità di EPA/DHA per inibire la via di aa. Questi approcci sono la base per ultimo libro di Barry Sears ' chiamato la zona di Omega Rx.30

Altri micronutrienti

immagine
Figura 2. Le vie di Eicosanoid
Le vie a buon contro i cattivi eicosanoidi sono dettate vicino se produzione dell'acido arachidonico di favori del metabolismo di DGLA (aa) e la generazione di cattivi eicosanoidi, o invece è messa da parte preferenziale verso gli eicosanoidi favorevoli della serie PG1 (PGA1 e PGA2).

Altri prodotti che sembrano svolgere un ruolo potenzialmente significativo nella prevenzione ed il trattamento del PC include gli isoflavoni della soia quali la genisteina e la daidzeina, l'antiossidante dell'uva conosciuto come il reserveratrol, 31-35 che i curcuminoids hanno trovato nella curcuma della spezia (curcumina), 36-39 e una sostanza in vari tè quale EGCG chiamato tè verde (gallato del epigallocatechin) .40-44 emissioni future della rivista del prolungamento della vita indirizzerà queste aree.

Conclusione

Ci sono stati decine di migliaia di articoli scritti circa il PC. Il numero delle pubblicazioni mediche continua aumentare e con un aumento esponenziale nelle informazioni su questa malattia come pure la sua relazione ad altre malattie. Il compito monumentale del medico, particolarmente in odierno mondo bizzarro dell'economia medica, è di continuare con questa letteratura come meglio possibile ed ogni volta che applicabile di tradurre che cosa sta imparando alla cura attiva del paziente. Ciò è il cuore e l'anima di medicina di traduzione: applicandosi che cosa stiamo imparando prendendo i risultati della ricerca “al lato del letto„ del paziente.

Farei una richiesta, a tutti gli uomini ed ai loro cari, in base a 40 anni di sorveglianza l'evoluzione di medicina e dei risultati di migliaia di uomini con questa malattia, che la partecipazione attiva del paziente e del suo partner è critica ad un risultato ottimale. Nel meglio di tutti i mondi, questo dovrebbe comprendere l'co-associazione con il medico ma questo non sta accadendo. Invece, il medico sta diventando sempre più distante dal paziente e dal suo partner mentre è sopraffatto con i vincoli di cura (maciullata) diretta, dei costi fissi enormi e di una burocrazia sempre più complessa di vita. Dato una tal regolazione, l'autorizzazione del paziente ed i suoi partner devono trasformarsi in in un fenomeno comune. L'accesso a Internet e ad altre fonti di informazione adattate al paziente ed al suo partner può permettere al concetto di medicina di traduzione di sopravvivere a ed eventualmente essere portato al suo posto legittimo nelle vite di molti uomini e delle loro famiglie. Ciò era la ragione per cui Donna Pogliano ed io hanno passare gli anni che creano un iniettore su carcinoma della prostata, la guida del paziente autorizzato.

Gli sforzi di molti migliaia di medici e di ricercatori nel mondo intero ci hanno fornito l'opportunità di ridurre significativamente la morte e la morbosità causate dal PC. Che cosa è il più critico per voi è di iniziare le azioni state necessarie per portare questi sforzi a compimento e per farli trasformarsi in tutta la vita in un cambiamento di stile di vita. Lo dovete voi stesso ed alla vostra famiglia per iniziare tali punti se già non avete agito in tal modo. Ciò può conservare la vostra vita.

Stephen B. Strum, M.D.
Ashland, Oregon 2003


Riferimenti
immagine

1. Fowler JE, Jr., Bigler SA, miglia di D, et al. preannunciatori di prima rilevazione del cancro di biopsia di ripetizione con il carcinoma della prostata locale sospettato della fase. J Urol 163:813-8, 2000.

2. Barak m., Cohen m., Mecz Y, et al. Il valore supplementare dell'antigene specifico della prostata libera alla batteria dell'antigene prostatico specifico età-dipendente, della densità prostatico specifica dell'antigene e della velocità. Biochimica 35:475-81, 1997 di EUR J Clin Chem Clin.

3. Djavan B, Zlotta A, Kratzik C, et al. PSA, densità di PSA, densità di PSA della zona di transizione, rapporto liberano/PSA di totale e velocità di PSA per individuazione tempestiva di carcinoma della prostata in uomini con il siero ng/ml di PSA 2,5 - 4,0. Urologia 54:517-22, 1999.

4. Bosetti C, Tzonou A, Lagiou P, et al. frazione dell'incidenza del carcinoma della prostata attribuita per essere a dieta a Atene, Grecia. Cancro Prev 9:119-23, 2000 di EUR J.
5. WB di Grant. Uno studio ecologico sui collegamenti dietetici a carcinoma della prostata. Altern Med Rev 4:162-9, 1999.

6. Meyer F, Bairati I, Fradet Y, et al. energia dietetica e sostanze nutrienti relativamente a carcinoma della prostata preclinico. Cancro di Nutr 29:120-6, 1997.

7. Mukherjee P, Sotnikov avoirdupois, Mangian HJ, et al. apporto energetico e crescita del tumore della prostata, angiogenesi ed espressione di fattore endoteliale vascolare di crescita. Cancro nazionale Inst 91:512-23, 1999 di J.

8. Duque JL, Kr di Loughlin, RM di Adam, et al. livelli del plasma del fattore di crescita endoteliale vascolare è aumentato di pazienti con carcinoma della prostata metastatico. Urologia 54:523-7, 1999.

9. Blumenfeld AJ, Fleshner N, Casselman B, et al. aspetti nutrizionali di carcinoma della prostata: una rassegna. Può J Urol 7:927-35; discussione 936, 2000.

10. Agarwal S, Rao avoirdupois Licopene del pomodoro ed il suo ruolo nelle sanità e nelle malattie croniche. Cmaj 163:739-44, 2000.

11. Giovannucci E, Ascherio A, Rimm eb, et al. assunzione dei carotenoidi e retinolo relativamente al rischio di carcinoma della prostata. Cancro nazionale Inst 87:1767-76, 1995 di J.

12. St di Vogt TM, di Mayne, BI di Graubard, et al. licopene del siero, altri carotenoidi del siero e rischio di carcinoma della prostata nei nero e nei bianchi degli Stati Uniti. J Epidemiol 155:1023-32, 2002.

13. Gann pH, mA J, Giovannucci E, et al. riduce il rischio del carcinoma della prostata negli uomini con i livelli elevati del licopene del plasma: risultati di un'analisi futura. Ricerca 59:1225-30, 1999 del Cancro.

14. Kim L, Rao avoirdupois, Rao LG. Effetto di licopene sulle cellule tumorali di LNCaP della prostata nella cultura. J Med Food 5:181-7, 2002.

15. Chen L, Stacewicz-Sapuntzakis m., Duncan C, et al. danno ossidativo del DNA nei pazienti di carcinoma della prostata che consumano agli gli antipasti basati a salsa del pomodoro come intervento dell'intero-alimento. Cancro nazionale Inst 93:1872-9, 2001 di J.

16. Kucuk O, Sarkar FH, Sakr W, et al. fase II ha randomizzato il test clinico del completamento del licopene prima della prostatectomia radicale. Biomarcatori Prev 10:861-8, 2001 di Epidemiol del Cancro.

17. Kucuk O, Sarkar FH, Djuric Z, et al. effetti del completamento del licopene in pazienti con carcinoma della prostata localizzato. Med di biol di Exp (Maywood) 227:881-5, 2002.

18. LU QY, JC appeso, Heber D, et al. associazioni inverse fra il licopene del plasma e gli altri carotenoidi e carcinoma della prostata. Biomarcatori Prev 10:749-56, 2001 di Epidemiol del Cancro.

19. Giovannucci E. Una rassegna degli studi epidemiologici sui pomodori, sul licopene e sul carcinoma della prostata. Med di biol di Exp (Maywood) 227:852-9, 2002.

20. Giovannucci E, Rimm eb, Liu Y, et al. Uno studio prospettivo dei prodotti del pomodoro, del licopene e del rischio di carcinoma della prostata. Cancro nazionale Inst 94:391-8, 2002 di J.

21. LA di Mucci, Tamimi R, Lagiou P, et al. Le influenze dietetiche sul rischio di carcinoma della prostata sono mediate attraverso il sistema del tipo di insulina di fattore di crescita? BJU Int 87:814-20, 2001.

22. Heinonen OP, Albanes D, Virtamo J, et al. carcinoma della prostata e completamento con l'alfa-tocoferolo ed il beta-carotene: incidenza e mortalità in una prova controllata. Cancro nazionale Inst 90:440-6, 1998 di J.

23. Fleshner N, WR giusto, Huryk R, et al. vitamina E inibisce la crescita promossa dieta ad alta percentuale di grassi dei tumori umani stabiliti di LNCaP della prostata in topi nudi. J Urol 161:1651-4, 1999.

24. Helzlsouer kJ, Huang HY, Alberg AJ, et al. associazione fra l'alfa-tocoferolo, gamma-tocoferolo, selenio e carcinoma della prostata successivo. Cancro nazionale Inst 92:2018-23, 2000 di J.

25. Clark LC, pettini GF, Jr., Turnbull BW, et al. effetti del completamento del selenio per prevenzione del cancro in pazienti con carcinoma della pelle. Una prova controllata randomizzata. Prevenzione nutrizionale del gruppo di studio del Cancro. JAMA 276:1957-63, 1996.

26. WC di Yoshizawa K, di Willett, Morris SJ, et al. studio sul livello prediagnostic del selenio in unghie del piede ed il rischio di carcinoma della prostata avanzato. Cancro nazionale Inst 90:1219-24, 1998 di J.

27. Nie D, Che m., Grignon D, et al. ruolo degli eicosanoidi nella progressione del carcinoma della prostata. Rev. 20:195-206, 2001 della metastasi del Cancro.

28. Xu XC. Inibitori COX-2 in trement del cancro e nella prevenzione, uno sviluppo recente. Farmaci anticancro 13:127-37, 2002.

29. Gupta S, Srivastava m., Ahmad N, et al. Lipoxygenase-5 overexpressed nell'adenocarcinoma della prostata. Cancro 91:737-43, 2001.

30. Bruciature B. La zona di Omega Rx: Il miracolo dell'olio di pesce ad alta dose. (ed primo). New York, HarperCollins, 2002.

31. Morris GZ, Williams RL, ms di Elliott, et al. resveratrolo induce gli apoptosi in cellule di LNCaP e richiede i gruppi di idrossile di fare diminuire l'attuabilità in cellule del DU e di LNCaP 145. Prostata 52:319-29, 2002.

32. Hsieh TC, Wu JM. il resveratrolo chemopreventive Uva-derivato dell'agente fa diminuire l'espressione prostatico specifica dell'antigene (PSA) in cellule di LNCaP da un ricevitore dell'androgeno (AR) - meccanismo indipendente. Ricerca anticancro 20:225-8, 2000.

33. Kampa m., Hatzoglou A, Notas G, et al. Wine polifenoli antiossidanti inibisce la proliferazione delle linee cellulari umane del carcinoma della prostata. Cancro di Nutr 37:223-33, 2000.

34. Sgambato A, Ardito R, Faraglia B, et al. resveratrolo, un composto fenolico naturale, inibisce la proliferazione delle cellule ed impedisce il danno ossidativo del DNA. Ricerca 496:171-80, 2001 di Mutat.

35. Lin HY, Shih A, Davis FB, et al. fosforilazione della serina indotta resveratrolo di p53 causa gli apoptosi in una linea cellulare del carcinoma della prostata del mutante p53. J Urol 168:748-55, 2002.

36. Cuendet m., Pezzuto JM. Il ruolo di ciclo-ossigenasi e di lipossigenasi in chemoprevention del cancro. La droga di Metabol della droga interagisce 17:109-57, 2000.

37. Dorai T, Gehani N, potenziale di Katz A. Therapeutic di curcumina nel carcinoma della prostata umano. I. la curcumina induce gli apoptosi in sia cellule dell'androgeno-indipendente che androgeno-dipendenti di carcinoma della prostata. 3:84 prostatico del carcinoma della prostata DIS - 93, 2000.

38. Dorai T, cao YC, Dorai B, et al. potenziale terapeutico di curcumina nel carcinoma della prostata umano. III. La curcumina inibisce la proliferazione, induce gli apoptosi ed inibisce l'angiogenesi delle cellule di carcinoma della prostata di LNCaP in vivo. Prostata 47:293-303, 2001.

39. Mukhopadhyay A, Bueso-Ramos C, Chatterjee D, et al. meccanismi di sopravvivenza delle cellule dei downregulates della curcumina nelle linee cellulari umane del carcinoma della prostata. Oncogene 20:7597-609, 2001.

40. Azione medicinale di Liao S. The degli androgeni e del gallato del epigallocatechin del tè verde. Hong Kong Med J 7:369-74, 2001.

41. RA di Hiipakka, Zhang hertz, DAI W, et al. relazioni fra struttura e attività per inibizione di alfa-riduttasi dell'essere umano 5 dai polifenoli. Biochimica Pharmacol 63:1165-76, 2002.

42. Liao S, Umekita Y, Guo J, et al. inibizione della crescita e regressione di tumori umani del seno e della prostata in topi athymic dal gallato del epigallocatechin del tè. Cancro Lett 96:239-43, 1995.

43. Liao S, RA di Hiipakka. Inibizione selettiva di isozimi della alfa-riduttasi dello steroide 5 da tè epicatechin-3-gallate e epigallocatechin-3-gallate. Ricerca Commun 214:833-8, 1995 di biochimica Biophys.

44. Paschka AG, Butler R, giovane CY. Induzione degli apoptosi nelle linee cellulari dalla componente del tè verde, epigallocatechin-3-gallate del carcinoma della prostata. Cancro Lett 130:1-7, 1998

immagine


Di nuovo al forum della rivista