Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2003

Nuovi risultati sensazionali circa omocisteina
William Faloon

Parecchi anni fa, abbiamo fatto una scoperta in modo allarmante! La gente che precedentemente era stata nelle gamme sicure stava chiamandoci per riferire che le loro nuove analisi del sangue hanno rivelato i livelli elevati contrassegnato dell'omocisteina.

Abbiamo pensato vedere una certa elevazione, come i livelli dell'omocisteina sono conosciuti per aumentare durante l'invecchiamento normale. Che cosa ci ha fatti sussultare era la grandezza di aumento che si è presentata solo in un anno. In alcuni casi, questo forte aumento in omocisteina è stato accompagnato dall'inizio di un disordine degenerante (angina, colpo, danno renale, stenosi aortica, perdita di memoria, depressione, ecc.).

In risposta ai nostri risultati, abbiamo avvisato i membri circa l'importanza di verificare il loro sangue annualmente per difenderci dagli impulsi inattesi nei fattori di rischio cardiovascolari quali omocisteina, proteina C-reattiva e la lipoproteina a bassa densità (LDL).

Gli studi recentemente pubblicati stanno confermando le osservazioni che in primo luogo abbiamo fatto verso la fine degli anni 90. Nell'ultimo studio, fare sussultare 100% degli anziani francesi ha ospedalizzato i pazienti ha mostrato i livelli più superiore desiderati dell'omocisteina, con 45% che soffre dall'iperomocisteinemia severa (omocisteina del sangue maggior di 18 µmol/L).1

Alcuni medici ancora definiscono l'omocisteina in eccesso come livelli ematici maggior di 15-18 µmol/L. Gli studi pubblicati, d'altra parte, indicano che quello tenere l'omocisteina inferiore a 7-8 µmol/L è ideale per la riduzione del rischio di malattie letali.2

In uno studio triennale di 600 pazienti ospedalizzati gli anziani italiani, il livello di digiuno medio dell'omocisteina era gli spaventoso su 16,8 µmol/L. I pazienti con l'iperomocisteinemia in questo studio hanno mostrato una maggior prevalenza degli stati seri di malattia, quali i disordini vascolari e conoscitivi.3

Nel tedesco una carta ha intitolato Hyperhomo-cysteinemia nell'età avanzata, le seguenti conclusioni dove fatto come si riferisce ad omocisteina ed alla malattia relativa all'età:4

  • L'iperomocisteinemia si presenta spesso con l'età avanzata
  • Il danno della condizione fisica o della situazione sociale sembra aumentare il rischio di iperomocisteinemia
  • L'amministrazione delle vitamine B6 e B12 ed il folato, causa una diminuzione significativa delle concentrazioni elevate nell'omocisteina del siero in persone più anziane
  • l'Omocisteina-abbassamento del trattamento dovrebbe migliorare la prevenzione delle malattie croniche.

Nessuna gamma sicura
Il messaggio chiaro dai risultati scientifici è che c'è “gamma normale„ non sicura per omocisteina. Mentre i laboratori commerciali dichiarano che l'omocisteina normale può variare da 5 a 15 micromole per litro (µmol/L) di sangue, dati epidemiologici riveli che livelli dell'omocisteina superiore a causa 6,3 un rischio progressivo ripido di attacco di cuore (vedi la circolazione del giornale dell'associazione americana del cuore).2 Uno studio ha trovato che ogni aumento 3-µmol/L in omocisteina ha causato un aumento di 35% nel rischio di attacco di cuore.10

Un prolungamento della vita di ragione raccomanda i livelli dell'omocisteina è tenuto inferiore a mmolL 7-8 è che questo sia circa il meglio che una persona di invecchiamento può compire realisticamente, anche quando prendendo le dosi elevate della vitamina b6, TMG ed altre sostanze nutrienti d'abbassamento.

Il grafico di cui sopra illustra i risultati dello studio americano di associazione del cuore: gli aumenti incrementali nei livelli dell'omocisteina correlano con il rischio aumentato per la coronaropatia. Livelli di rischio: 15,0 = ad alto rischio; rischio 9.0=moderate; 7,0 = a basso rischio.

L'omocisteina “ipotesi„ della malattia degenerante
I membri del prolungamento della vita sono stati avvertiti circa i pericoli di alto ritorno dell'omocisteina nel 1981 e si sono consigliati di prendere l'acido folico, con le vitamine B12 e B6, per ridurrlo.

Durante gli anni 80, molti medici debunked “l'ipotesi„ che quell'omocisteina era un fattore di rischio per attacco di cuore.5-7 cominciando nel della metà del 1990 la s, tuttavia, i risultati dalle grandi prove umane hanno concluso che i livelli elevati dell'omocisteina sono stati associati con un rischio significativamente maggior di attacco di cuore e di colpo.

Gli studi più recenti non solo confermano i pericoli cardiovascolari di omocisteina, ma anche il suo effetto tossico sul cervello. Risulta che i livelli ematici di omocisteina aumentano l'incidenza della depressione, del danno di memoria e perfino del morbo di Alzheimer.

Gli ultimi risultati rivelano che gli anziani con le malattie degeneranti comuni presentano frequentemente con molto gli alti livelli di omocisteina.

L'istituzione medica ha svegliato ai pericoli di omocisteina quando New England Journal di medicina e del giornale di American Medical Association (JAMA) ha pubblicato gli articoli che suggeriscono che i supplementi della vitamina fossero usati per abbassare i livelli dell'omocisteina.8-9

La prova che il rischio di attacco di cuore aumentato omocisteina era nel 1981 sostanziale. È spiacevole che 22 anni più successivamente, la maggior parte dei medici ancora non riconoscono l'omocisteina come aminoacido tossico che dovrebbe essere ridotto nelle circolazioni sanguigne di tutti i loro pazienti di invecchiamento.

Che cosa dottore Are Overlooking
I livelli ottimali dell'omocisteina del sangue sono sotto le mmole 7 per litro di sangue, eppure i risultati recentemente pubblicati della ricerca confermano che mentre gli esseri umani si sviluppano più vecchi, i livelli dell'omocisteina aumentano sostanzialmente. L'alta omocisteina è stata collegata a molte malattie relative all'età comuni compreso l'occlusione vascolare, l'insufficienza renale e la demenza. Un'individuazione coerente in questi studi è che l'iperomocisteinemia è associata con stato nutrizionale difficile.

Alcuni medici ora riconoscono il ruolo letale che l'omocisteina svolge nello sviluppo e nella progressione delle malattie degeneranti comuni. Questi medici, tuttavia, curano raramente i loro pazienti in un modo scientifico. Per esempio, i pazienti con i livelli elevati dell'omocisteina a volte sono detti per prendere un supplemento dell'acido folico o le dosi del moderato del vitamina b12, della vitamina b6 e dell'acido folico. I livelli ematici dell'omocisteina sono controllati raramente ancora. Questi medici diprescrizione suppongono che l'omocisteina sarà abbassata adeguatamente finchè il paziente prende la dose consigliata delle vitamine, che è spesso la stessa dose raccomandata per tutti i loro pazienti.

Continuato alla pagina 2 di 4