Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2003
Di nuovo ad immortalità
Le opportunità e le sfide di clonazione terapeutica
Michael D. West, Ph.D.
Come gli scienziati propongono di ringiovanire gli esseri umani di invecchiamento ingrandicono l'immagine

Su un caldo, ancora notte di estate nell'agosto 1999, sono stato in un'unità di cure intensive dell'ospedale dell'Indiana ed ho girato la mia testa per esaminare l'orologio. Era quasi 2 di mattina, le ore scure e profonde prima della luce di mattina, quando la maggior parte dei morti accadono. Il cuore della mia cara madre ha corso a 140 battiti per minuto, ma quello si è accinto all'estremità. Stava morendo, la donna che mi aveva dato la vita. Lungamente avevo inventato un piano che ho sperato l'un giorno la aiuterei, un piano circa 20 anni nella fabbricazione. Era un piano profondo da intervenire nella biologia di invecchiamento umano. Ma devo dire, i miei migliori sforzi sono sembrato impotente a quel momento, fissante nel fronte ghiacciato della morte.

Alla mia richiesta, un infermiere ha pizzicato il suo letto dell'unghia ancora una volta con un hemostat, schiacciante la sua punta delle dita tenera con la forza di un paio delle pinze. Ha sobbalzato, sebbene impercettibile. Quello era abbastanza per il medico curante. Ha ordinato il respiratore che periodicamente ad aria forzata nei polmoni di mia madre da spegnere con la dopamina endovenosa che stava determinando il suo cuore. I miei occhi erano fissi sui monitor. Il petto della mamma appiattito. Il suo cuore inizialmente mantenuto il suo ritmo costante di 140 battiti per minuto e poi ha cominciato lentamente la sua discesa, andare alla deriva discendente come una foglia cadente in autumn-140, 125, 110, 100…

La mia mente ha infiammato di nuovo ad un giorno dell'autunno nel 1960 in cui avevo sette anni. La miei madre ed io hanno camminato lungo il marciapiede, sul nostro modo al deposito d'angolo. Improvvisamente, da sopra, una foglia rossa ha cominciato una discesa lenta dalla cima di un albero davanti noi. La foglia è caduto fra alcuni cespugli accanto al marciapiede ed ho smesso di prenderlo. “Mamma, sguardo, un bozzolo.„ Fra le foglie cadute c'era un bozzolo grigio, grande quanto il vostro pollice, tessuto fra i gambi di un ramo. Lo ho rotto fuori ed abbiamo acceso al deposito.

Quando siamo arrivato a casa, mia madre propped il bozzolo su un bordo vicino ad una finestra glassata della cucina ed ho dimenticato a questo proposito durante i periodi invernali lunghi del Michigan. Poi l'un giorno di molla, un miracolo è accaduto. La miei madre ed io avevano fatto un passo appena dall'automobile e mia sorella è venuto correndo, gridante, “la fretta, voi ha ottenuto di vedere!„ Imbattendomi nella cucina mi sono fermato alla porta nella stupefazione. Un lepidottero spettacolare seduto si è appollaiato sul davanzale, più variopinto, più grande, più meraviglioso di qualche cosa io ha conosciuto i pollici esistenti-sei dall'ala all'ala e dipinto nei colori vellutati profondi dell'arcobaleno. Il miracolo di questo ciclo immortale dell'metamorfosi-uovo, il trattore a cingoli, lepidottero e di nuovo al again-never dell'uovo ha lasciato la mente di questo giovane ragazzo.

Il ciclo di vita
Per i millenni i nostri antenati erano abbastanza osservatori riconoscere la profondità del ciclo di vita ed il fatto che c'è un senso in cui la vita è immortale. Mentre è vero che il singolo impianto invecchia e dadi, dal suolo Sun-infradiciato della molla una resurrezione di flora si presenta ogni anno. E mentre la singola zebra muore, fin da chiunque può ricordarsi là sempre essere zebre ed indossano sempre le bande. Cioè c'è un substrato immortale di vita, un continuum che collega le generazioni – un ciclo di vita, un ciclo immortale. L'individuo muore, ma c'è una continuità degli individui. Gli antichi hanno attribuito la forza di questo rinnovamento continuo di vita al regno dei.

Gli Egiziani antichi hanno testimoniato questo ciclo immortale del rinnovamento sulle banche del fiume Nilo. Sono venuto a riverire la sua permanenza. Come il sole che muore ogni sera nel cielo occidentale, solo essere rinato la seguente mattina, in modo dalla vita dell'individuo è un fenomeno transitorio, ma il ciclo immortale di vita stesso è costante. Nella mente del mythologist egiziano antico, il fenomeno del rinnovamento immortale era più appena di un'osservazione scientifica; era la pietra angolare del significato della vita stessa. Era (in modo da hanno ragionato) il lavoro di un dio ed hanno chiamato quel dio Osiris.

Osiris, rappresentato spesso con il suo fronte ha dipinto il verde per simbolizzare questa forza del rinnovamento immortale, era il fondamento della religione egiziana antica. Osiris non solo ha sfuggito alla morte e la corruzione egli stesso, ma, poiché c'è ne dei suoi discepoli potrebbero imparare il mistero del percorso in immortalità, anche potrebbe sperare per un rinnovamento immortale di vita che oltrepassa la morte.

Cellule immortali
Penso che il filosofo egiziano antico si sia meravigliato per sapere che dalla sabbia asciutta del deserto, gli scienziati futuri imparerebbero fare il vetro trasparente e poi per modellare quel vetro nelle lenti e poi per impilare insieme quelle lenti per fare i telescopi per ingrandire il cielo notturno ed i microscopi per ingrandire il mondo troppo piccolo per l'occhio senza aiuto. Il microscopio ha permesso che i biologi in anticipo scrutassero nella sottostruttura cellulare di vita e da ora alla metà del 1800 s, è stato asserito con confidenza che il meccanismo della riproduzione animale era via le cellule, una non certa “forza vitale amorfa.„ Tutta la vita viene a partire da vita preesistente e tutte le cellule vengono dalle cellule preesistenti. Cioè la scienza aveva scoperto la forza del rinnovamento immortale. Era un filo invisibile che ha collegato le generazioni, uno stirpe delle cellule primordiali microscopiche.

Lo scienziato tedesco August Weismann ha capito chiaramente le implicazioni di questa osservazione. La teoria delle cellule ha implicato quella vita sul nostro pianeta oggi probabilmente ha prodotto molti milioni di anni fa dagli animali unicellulari che erano immortali. Dall'immortale Weismann non ha significato implicare che non potrebbero essere uccisi. Effettivamente, la lotta dell'più adatto implicito che i loro cugini di meno misura effettivamente muoiano. Dall'immortale Weismann ha significato soltanto che non hanno bisogno di dado-che la nutrizione adeguata data ed escludere un certo incidente, tutta la cellula particolare potrebbero continuare la divisione, non lasciante antenati morti nel suo risveglio.

Weismann poi ha suggerito che queste cellule immortali originali potessero aderire alle loro cellule figlie dopo la divisione, quindi formante un piccolo mazzo delle cellule identiche. È poi facile da immaginare che queste cellule si siano circondate semplicemente con le cellule figlie per aiutare nella loro concorrenza per immortalità. Si potrebbe immaginare, capace per esempio, che “tenendosi per mano„ in questo modo, potessero meglio muoversi attraverso l'acqua, o forse migliore di evitare essere mangiato da un certo altro animale.

Specializzazione delle cellule
Ma animali complessi e multicellulari come voi e me fare gli antenati morti di permesso dietro. Quando e perché quello è accaduto? Qui è dove Weismann ha presentato una proposta rivoluzionaria. Ha supposto che alcune delle cellule in questo mazzo cambiassero in un modo profondo. Quando il più grande animale era ancora un piccolo mazzo cellula-forse di qualcosa come la palla delle cellule chiamate Volvox, l'acqua microscopica dello stagno animale-qualche di queste cellule primordiali ed immortali si è specializzata in un modo sottile facilitare la riproduzione delle loro cellule della sorella. Queste cellule specializzate, che sono chiamate cellule somatiche (dal soma greco di parola, significante corpo), hanno perso la capacità di creare altri organismi se stessi. Irreversibilmente si erano specializzati.

Per la prima volta nella storia, una specializzazione dei tipi delle cellule è sorto. Il cambiamento può fare l'intero organismo di più adattarsi confrontato alla sua concorrenza, ma il costo era che le cellule somatiche sono state destinate per morire, perdendo il potenziale per la loro propria immortalità. Ciò, Weismann ha discusso la prima volta, era morte programmata è comparso. Come Joseph Wood Krutch (1856) lo ha messo:

“L'ameba ed il paramecio sono potenzialmente immortali… Ma per il Volvox, la morte sembra essere inevitabile come è in un topo o in un uomo. Il Volvox deve morire poichè Leeuwenhoek era di morire perché ha avuto bambini e più non è necessario. Quando il suo momento viene cade tranquillamente al fondo ed unisce i suoi antenati. Come Hegner, lo zoologo di Johns Hopkins, ha scritto una volta, “questo è il primo arrivo della morte naturale inevitabile nel regno animale e di tutta per il sesso. “„

Continuato alla pagina 2 di 3