Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2003
immagine
Una guida completa ad analisi del sangue preventiva
Da Penny Baron

Uno studio sugli oggetti asintomatici di HIV-1-infected ha verificato l'ipotesi che una somministrazione orale di 3 grammi al giorno di acetile-L-carnitina (ALCAR) potrebbe colpire significativamente i livelli IGF-1. I ricercatori hanno trovato che mentre ALCAR non ha sollevato i livelli totali IGF-1, ha aumentato significativamente i livelli di IGF-1 libero (la componente dell'bio--attivo di IGF-1 totale) in pazienti curati. Nessuno degli oggetti esaminatori hanno riferito direttamente tutta la tossicità o indirettamente si sono riferiti all'amministrazione di ALCAR. Notevolmente, tutti i pazienti curati hanno riferito soggettivamente, senza eccezione, un senso migliore di benessere dal secondo/terzo settimana della terapia di ALCAR.72

Ormoni tiroidei

Ormone tiroideo
Gamma normale Gamma ottimale

TSH

0.35-5.50 mIU/mL

<2.1 mIU/mL

T4

4.5-12.0 g/dl

4.5-12.0 g/dl

T3, libero

2.3-4.2 pg/mL

2.3-4.2 pg/mL

L'ormone di stimolazione della tiroide (TSH) è secernuto dall'ipofisi e serve a controllare la secrezione dell'ormone tiroideo nella tiroide. La tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3, liberi) sono ormoni che sono sintetizzati (da tirotropina che libera hormone/TRH) e sono liberati dalla tiroide. Lo iodio che è preso dalla tiroide è incorporato in T3 e in T4 (cosiddetti perché hanno tre e quattro atomi dello iodio, rispettivamente), che serviscono ad aumentare il tasso metabolico basale del corpo, regolano la crescita e sviluppo, aumentano il volume del sangue arterioso, aumentano il metabolismo di colesterolo, aumentano il numero dei recettori di LDL nel fegato ed inibiscono la secrezione di TSH.

Normalmente, una diminuzione in T3 e T4 stimola il rilascio di TSH dall'ipofisi che, a loro volta, stimola produzione T3 e T4 e la secrezione e la crescita della ghiandola tiroide. Quando i livelli T3 e T4 sono aumentati, la produzione di TSH è interrotta tramite canali di risposte negative.

Quando i livelli TSH, T3 e/o T4 scendono sopra o sotto il normale, questo si riferisce a come ipotiroidismo (attività bassa della tiroide) o ipertiroidismo (attività aumentata della tiroide, anche chiamata tireotossicosi). Iper- evidente o l'ipotiroidismo è generalmente facile da diagnosticare, ma la malattia infraclinica è un po'più evasiva.

In uno studio dall'indagine nazionale dell'esame di nutrizione e di salute (NHANES III), ipotiroidismo è stato trovato in 4,6% (4,3% malattie delicate e 0,3% cliniche) di una popolazione a sezione trasversale negli Stati Uniti e di un ipertiroidismo in 1,3% (0,5% clinico e 0,7% delicato) dello stesso gruppo di studio. Poiché i sintomi delicati (o “infraclinici ") possono essere non specifici (o assenti) e progredire lentamente e funzioni del thryroid non è schermato ordinariamente, la gente con iper- delicato o ipotiroidismo può andare non diagnosticata. L'indisposizione non diagnosticata può diventare gli stati clinici di malattia. La gente con ipotiroidismo e colesterolo nel siero elevato e LDL ha un rischio aumentato di aterosclerosi.

L'ipotiroidismo delicato (funzione bassa ghiandola tiroide) può essere associato bene con ipercolesterolemia reversibile (alto colesterolo del sangue) e disfunzione conoscitiva, quanto tali sintomi non specifici come l'affaticamento, la depressione, l'intolleranza fredda, la pelle asciutta, la costipazione e l'obesità. L'ipertiroidismo delicato è associato spesso con la fibrillazione atriale e densità minerale ossea riduttrice e sintomi non specifici quali affaticamento, perdita di peso, intolleranza del calore, nervosismo, insonnia, la debolezza di muscolo, la dispnea e le palpitazioni, tra l'altro.

La misura di TSH è la migliore prova per la valutazione della funzione della tiroide. Attualmente, l'associazione americana della tiroide raccomanda da allora in poi l'inizio di prova di TSH all'età 35 ed ogni cinque anni.73 confrontare i rapporti fra i livelli ematici TSH, T3 e T4, sebbene, possa delucidare la diagnosi definitiva. Ciò è estremamente importante, dato che la maggior parte della gente con il hypo delicato o l'ipertiroidismo è asintomatico ed i livelli di ormoni tiroidei possono essere depressi o elevati soltanto leggermente.

Sebbene la gamma superiore normalmente “accettata„ per TSH sia 5,50 mcIU/mL, le indagini hanno indicato che i livelli ematici uguali e più maggior di 2,0 mcIU/mL possono realmente indicare gli effetti sulla salute avversi:

TSH >2.0mcIU/mL ha aumentato il rischio di 20 anni da di attacco autoimmune indotto da tiroide.74

TSH >4.0mcIU/mL ha aumentato il rischio di attacco di cuore.75

Dal lato positivo: quando i livelli di TSH sono 2.0-4.0 mcIU/mL, i livelli di colesterolo diminuiscono in risposta alla terapia T4.76

La tavola sotto riassume i risultati di giuria caratteristici della tiroide dalle persone con il hypo evidente o delicato o l'ipertiroidismo.

Il T3 libero è utile nella conferma della diagnosi di ipertiroidismo quando un livello libero o totale elevato T4 è trovato. Le concentrazioni anormali possono essere vedute nella tossicosi T3 in presenza dei livelli normali T4.

Gastrointestinale

Pilori di Helicobactor, anticorpi di IgG
I batteri dei pilori di Helicobactor (pilori del H.) infettano la mucosa gastrica (rivestimento dello stomaco) e sono stati implicati come l'agente eziologico in alcuni pazienti con gastrite cronica e in 80% e in 95% dei pazienti con gastrico e le ulcere duodenali, rispettivamente. Circa 90% dei pazienti con entrambi i tipi di ulcere sono asintomatici ed hanno lasciato non trattato, pilori che del H. l'infezione può condurre alle malignità gastriche. (http://www.fpnotebook.com/GI97.htm). La prova dell'anticorpo dei pilori del H. è una prova altamente specifica e sensibile per rilevazione dell'infezione con i pilori e la valutazione del H. dell'efficacia del trattamento antimicrobico.

Hepato-biliare

Transpeptidasi del glutamil di gamma (GGT)
GGT è un enzima biliare che è utile per la diagnostica delle malattie del fegato e del pancreas. Può anche essere usato per distinguere gli alcoolizzati astinenti dagli alcoolizzati che continuano a bere. I livelli sono elevati comunemente in pazienti con infiammazione del fegato (dovuto epatite virale, abuso di alcool, mononucleosi, cytomegalovirus/CMV, infarto miocardico, il diabete mellito, la malattia neurologica, il trauma e la sepsi) o l'ostruzione dei dotti biliari (dalla malattia pancreatica, dalle colelitiasi, o dai tumori). I livelli in diminuzione di GGT possono essere trovati in pazienti ipotiroidei o in pazienti con i bassi livelli del magnesio o la disfunzione ipotalamica. GGT è un indicatore molto specifico di danni al fegato o dell'ostruzione biliare e sarà il primo indicatore hepato-biliare per indicare tutti gli aumenti nel sangue. GGT, CEA e la fosfatasi alcalina, usata insieme, sono indicatori utili per individuare la metastasi del fegato dal seno e dai due punti. GGT dovrebbe essere provato con AST ed alt per diagnosticare il fegato e la disfunzione biliare.

Indicatori del Cancro

Antigene carcinoembrionario (CEA)
L'antigene carcinoembrionario è una sostanza che è prodotta normalmente nella fase fetale di vita. La produzione si ferma solitamente prima della nascita ed i livelli ematici sono inosservabili in adulti in buona salute. Il CEA può essere visto nella gente che è fumatori pesanti ed in pazienti con determinati cancri, specialmente quelli del pancreas, colon, retto, seno e polmone. Un marcatore tumorale, CEA non è utilizzato per diagnosticare la malattia, ma per determinare le dimensioni della malattia e della prognosi del paziente e per controllare l'efficacia del trattamento. Il CEA è spesso il primo indicatore da elevare in risposta ad una ricaduta del cancro e può rivelare i mesi prima che i pazienti diventino sintomatici o mostrino una risposta con altre prove di laboratorio.

I livelli del CEA possono anche essere elevati in pazienti con le infiammazioni (cioè, infezioni, malattie intestinali infiammatorie e pancreatite), l'ipotiroidismo e la cirrosi.

Antigene del Cancro (CA) 15-3
CA 15-3 è un indicatore tumore-collegato del siero che è altamente importante per il controllo della risposta al trattamento di cancro al seno e come indicatore possibile della ricorrenza di malattia. Alcuni ricercatori hanno indicato che CA 15-3 è elevato raramente nelle fasi iniziali di cancro al seno. CA 15-3 non è usato per diagnosticare la malattia, specialmente poichè i pazienti con carcinoma del seno hanno livelli dell'antigene nella stessa gamma degli individui in buona salute.

CA aumentato 15-3 livelli può inoltre essere visto nei cancri del pancreas, del polmone, dell'ovaia e del fegato come pure nell'epatite e nella cirrosi (benigne).

Patologie ossee

Le donne in particolare sono al rischio aumentato per lo sviluppo di osteoporosi (diminuzione nella densità ossea). Al rischio sono le persone del peso corporeo basso (ad altezza relativa), i fumatori, gli oltraggiatori dell'alcool, gli individui con l'assunzione dietetica bassa di vitamina D e del calcio, le donne che subiscono la menopausa in anticipo, le giovani donne che non stanno mestruando e le persone che non ottengono abbastanza esercizio del peso-cuscinetto. La storia della famiglia e l'età avanzata sono inoltre fattori di rischio. La gente con osteoporosi è al rischio aumentato per le fratture, che possono condurre a dolore, all'inabilità e perfino alla morte cronici. L'osteoporosi può essere impedita determinando il rischio con prova di laboratorio degli indicatori biochimici e poi intraprendendo le azione adeguate (dieta, esercizio, terapia farmacologica, completamento) per ridurre la perdita dell'osso.

Una prova altamente accurata ed economica di riassorbimento dell'osso (ripartizione) è Pyrilinks-D o Dpd (deossipiridinolina), che comprendono le prove del secondo esemplare di urina svuotato del giorno. DpD, con la piridinolina (Pyd), forma i legami incrociati rigidi di collagene di tipo I maturo in osso. Durante il riassorbimento dell'osso, DpD è scaricato nella circolazione ed è espulso non metabolizzato nell'urina. I livelli aumentati di Dpd nell'urina sono stati correlati al rischio di osteoporosi77 ed alla risposta a terapia ormonale sostitutiva.78

Interleukin-6 (IL-6), che è prodotto in vari tessuti compreso l'osso, stimola la differenziazione e la proliferazione degli osteoclasti (cellule che svolgono un ruolo attivo nel riassorbimento dell'osso), che possono poi condurre a riassorbimento aumentato dell'osso. I livelli ematici aumentati di IL-6 sono stati trovati per essere un preannunciatore importante di perdita dell'osso in donne postmenopausali, specificamente con la prima decade postmenopausale.79 livelli aumentati inoltre sono stati veduti in donne con iperparatiroidismo con perdita successiva dell'osso.80

Gli indicatori biochimici per l'osso che ritocca (crescita) possono valutare lo stato o il rischio di un paziente per diminuzione significativa in massa dell'osso fornendo mezzi di misurazione del volume d'affari dell'osso. In un test clinico di 7.598 donne, Ntx aumentato (l'indicatore di riassorbimento dell'osso, vede la tavola qui sotto) era associato a un aumentato rischio delle fratture dell'anca.

Mentre la densitometria dell'osso può dare un'istantanea accurata di densità ossea, un - due anni fra le valutazioni sono necessari da individuare una perdita dell'osso di soltanto 3% - 5%. I cambiamenti al metabolismo dell'osso possono essere valutati facendo uso degli indicatori biochimici che cominciano tre - sei mesi dopo l'inizio della terapia.

Gli indicatori dell'osso possono essere classificati come formazione o riassorbimento dell'osso. Il riassorbimento, la suddivisione del collagene, si presenta prima di formazione dell'osso e gli indicatori biochimici forniscono un'indicazione diretta di efficacia della terapia antiresorptive. Nessun cambiamento nei livelli dell'indicatore può indicare che la terapia è inefficace (o il paziente è noncompliant). Un aumento nei livelli dell'indicatore indica la perdita dell'osso (terapia inefficace), una diminuzione nei livelli dell'indicatore indica che la terapia sta funzionando. Osservi le informazioni su alcuni degli indicatori di formazione e di riassorbimento dell'osso più importanti.

Continuato alla pagina 9 di 9