Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine aprile 2004
L'esercizio può contribuire ad impedire il cancro al seno

L'esercizio regolare, anche quando cominciato più successivamente nella vita, può ridurre la probabilità di una donna di cancro al seno di sviluppo di circa 20%, secondo uno studio pubblicato nel giornale di American Medical Association.

I ricercatori hanno seguito quasi 75.000 donne invecchiate 50 - 79 come componente dello studio di gruppo di iniziativa della salute delle donne. Le donne sono state interrogate circa i loro livelli di passato e della corrente di attività fisica e questi informazioni sono state confrontate al loro sviluppo riferito di cancro al seno. Lo studio ha trovato che le donne che si sono impegnate nell'equivalente di 1,25 - 2,5 ore alla settimana di camminata attiva hanno avute un 18% più a basso rischio di cancro al seno rispetto alle donne inattive durante il periodo quasi quinquennale di studio. Le donne che si sono impegnate in 10 o più ore alla settimana di camminata attiva hanno avute una riduzione leggermente maggior del rischio. Questa riduzione del rischio di cancro al seno era evidente anche in donne considerate come all'elevato rischio per la malattia, come quelli con una forte storia della famiglia della malattia e coloro che prende la terapia ormonale sostitutiva.

Conduca il ricercatore Anne McTiernan, il MD, PhD, di Fred Hutchinson Cancer Research Center a Seattle, WA, celebre: “Le buone notizie sono che anche se la terapia ormonale sostitutiva aumenta il rischio di cancro al seno, l'esercizio è che qualcosa le donne possono fare per ridurre questo rischio se scelgono di continuare a prendere la terapia ormonale sostitutiva per dirigere i sintomi di menopausa o per impedire l'osteoporosi.„

— Marc Ellman, MD

Riferimento

McTiernan A, Kooperberg C, E bianca, et al. studio di gruppo di iniziativa della salute delle donne. Attività fisica ricreativa ed il rischio di cancro al seno in donne postmenopausali: lo studio di gruppo di iniziativa della salute delle donne. JAMA. 10 settembre 2003; 290(10): 1331-6.

Concentrazione legata ad esofageo, rischio nel selenio di tumore dello stomaco

Le più alte concentrazioni nel siero del selenio minerale sono collegate con un'incidenza più bassa di carcinoma a cellule squamose esofageo e del cancro gastrico di cardias (stomaco superiore), secondo i risultati di uno studio recentemente pubblicato nel giornale americano di Nutrition.* clinico

Il cinese ed i ricercatori degli Stati Uniti hanno studiato 1.103 oggetti che sono stati scelti dalla prova di intervento di nutrizione di Linxian, Cina, che ha iscritto 29.584 adulti invecchiati 40 - 69. I livelli del selenio del siero sono stati misurati all'inizio dello studio ed i partecipanti sono stati seguiti per i 15 anni successivi.

Durante il periodo di seguito, 516 morti sono state registrate, compreso 116 dalla malattia cardiaca, 167 dal colpo, 75 da carcinoma a cellule squamose esofageo e 36 dal cancro gastrico di cardias. L'età avanzata, il genere maschio, l'indice di massa corporea basso ed il tabagismo sono emerso come fattori che erano più probabili essere trovati in coloro che è morto confrontato ai superstiti. Le associazioni significative sono state osservate fra i livelli elevati del selenio del siero all'inizio dello studio e un più a basso rischio della morte da carcinoma a cellule squamose esofageo e dal cancro gastrico di cardias. Gli oggetti di cui le concentrazioni nel selenio erano nel 25% principale hanno avuti un rapporto di riproduzione di 69% del rischio gastrico della mortalità del cancro di cardias confrontato a quelli di cui le concentrazioni nel selenio erano nel 25% inferiore. Quelli di cui le concentrazioni nel selenio erano nel 25% principale hanno avuti un 65% più a basso rischio della morte dal carcinoma a cellule squamose esofageo rispetto a quelli alle concentrazioni nel selenio nel fondo 25%. I ricercatori hanno trovato una simile ma più piccola associazione fra i livelli elevati del selenio e l'incidenza della malattia cardiaca più bassa, ma non hanno trovato tendenze associanti i livelli del selenio con il colpo o le morti totali, rispettivamente.

— Dayna Dye

Riferimento

Wei WQ, Abnet cc, Qiao YL, et al. studio prospettivo delle concentrazioni nel selenio del siero e del cancro esofageo e gastrico di cardias, facilità del cuore DIS, colpo e morte totale. J Clin Nutr. 2004 gennaio; 79(1): 80-5.

La carenza folica danneggia del tipo di radiazione DNA

Una carenza nel folato della vitamina di B è più offensiva della radiazione ionizzante nel suo effetto sulle rotture del filo del DNA, secondo un rapporto pubblicato online dalla federazione delle società americane per Biology.* sperimentale

Il danno del DNA può condurre alle aberrazioni cromosomiche ed al cancro. Il folato ed altre vitamina e carenze minerali possono causare le rotture del doppio filo del DNA, che sono la lesione del DNA più seria causata tramite radiazione ionizzante. I ricercatori hanno irradiato i linfociti umani (globuli bianchi) a parecchie dosi ed hanno coltivato altri linfociti nelle concentrazioni basse di folato per i 10 giorni. Hanno trovato che la carenza folica e le dosi elevate di radiazione ionizzante hanno causato le rotture e gli apoptosi del DNA. Radiazione ionizzante e cambiamenti anche causati folici di carenza nel ciclo cellulare e nell'espressione genica. Mentre la radiazione ha attivato i geni della riparazione della rottura del doppio filo del DNA, la carenza folica non è stata trovata per fare lo stessi.

Gli autori hanno concluso che la carenza folica può essere più nociva in basso delle dosi di radiazione e celebri che il folato dietetico insufficiente causa il danno dello sperma. Poiché l'esposizione la maggior parte dei individui a radiazione è relativamente bassa, la radiazione può comportare un più piccolo rischio del cancro che quello incontrato da una dieta difficile. Secondo i ricercatori: “I nostri risultati indicano che la ricerca sugli effetti biologici di radiazione a basse dosi, in esseri umani, dovrebbe considerare lo stato nutrizionale degli oggetti, perché vitamina e minerale) folici (ed altri la carenza potrebbe confondere gli effetti di radiazione a basse dosi o potrebbe anche avere un effetto sinergico ed aumentare la sensibilità delle cellule a radiazione.„

— Dayna Dye

Riferimento

Courtemanche C, CA di Huang, Elson-Schwab I, Kerry N, NG VICINO, BN di Ames. Il DNA di causa di radiazione ionizzante e di carenza folica irrompe i linfociti umani primari: un confronto. FASEB J. 2004 gennaio; 18(1):209-11.

Uso folico collegato con il rischio riduttore del colpo in uomini

L'assunzione di vitamina b12 è stata associata con un più a basso rischio del colpo ischemico ed il consumo di folato è stato associato significativamente con più a basso rischio, secondo i risultati di uno studio recente pubblicato nel giornale americano Stroke.* di associazione del cuore

Nella ricerca determinare il ruolo di folato e delle vitamine B6 e B12 nella prevenzione del colpo, i ricercatori hanno studiato 43.732 uomini fra le età di 40 e di 75 chi sono stati iscritti allo studio di approfondimento dei professionisti del settore medico-sanitario. Le informazioni dietetiche sono state ottenute con l'uso dei questionari di frequenza dell'alimento amministrati all'inizio dello studio e due volte durante il periodo di seguito che si conclude nel 2000.

Lo studio ha trovato 455 colpi ischemici, 125 colpi emorragici e 145 colpi dell'origine sconosciuta sono stati registrati durante il periodo di seguito. L'analisi dei dati dietetici ha associato il vitamina b12 e l'assunzione folica con un più a basso rischio del colpo ischemico. Gli uomini nell'un quinto principale di assunzione folica hanno avuti un rischio più basso 30% del colpo che quelli nel quinto più basso. Le analisi di più variabili dei dati hanno confermato che il beneficio di folato non è stato spiegato dagli stili di vita più sani globali in quelli di cui l'assunzione folica era alta. Poiché i supplementi della vitamina erano la fonte principale di acido folico, tuttavia, altre componenti delle formule di supplemento potrebbero essere responsabili dei benefici osservati.

Il beneficio protettivo di folato e del vitamina b12 contro il colpo potrebbe essere dovuto la loro associazione con l'omocisteina del sangue, che può danneggiare i vasi sanguigni accumulandosi nelle cellule endoteliali e generando i radicali liberi. Gli studi più iniziali hanno determinato che l'omocisteina elevata del plasma è un fattore di rischio per il colpo ischemico. Mentre i livelli di vitamina b6 inoltre sono stati correlati con i livelli dell'omocisteina, l'associazione è meno forte che le correlazioni fra omocisteina e folato e fra omocisteina ed il vitamina b12, rispettivamente.

— Dayna Dye

Riferimento

Lui K, commerciante A, Rimm eb, et al. folato, vitamina b6 e assunzioni B12 relativamente al rischio di colpo fra gli uomini. Colpo. 2004 gennaio; 35(1): 169-74. Epub 2003 11 dicembre.

Conferenza internazionale per mettere in luce le innovazioni antinvecchiamento

Durante appena tre anni, la conferenza antinvecchiamento internazionale (precedentemente Monte Carlo Anti-Aging Conference) si è stabilita come uno del primo ministro del mondo che impara le conferenze per i professionisti del settore medico-sanitario e i extensionists di vita che sono dedicati a usando la scienza di avanguardia per migliorare la longevità, raggiungere la salute ottimale e per impedire e trattare le malattie ed i disordini relativi all'età.

La conferenza antinvecchiamento internazionale attira i centinaia di medici, di scienziati, di organizzazioni e di entusiasti del prolungamento della vita intorno al mondo. La conferenza più recente ha ricavato i partecipanti da 26 paesi. La conferenza presenta gli altoparlanti rinomati che dividono le ultime innovazioni nella scienza del prolungamento della vita ed antinvecchiamento, da nutrizione e da medicina ortomolecolare a terapia ormonale sostitutiva ed a biotecnologia. Oltre alla riunione ed alla rete con gli altoparlanti ed altri partecipanti, i membri hanno l'opportunità di interagire con gli espositori che visualizzano i protocolli di avanguardia ed i prodotti di interesse sia al professionista del settore medico-sanitario che all'entusiasta antinvecchiamento.

Principe Albert del Monaco (centro) posa con gli altoparlanti di terzo Monte Carlo Anti-Aging Conference.

Phil Micans, vice presidente dei sistemi antinvecchiamento internazionali e presidente conferenze precedenti delle tre, nota quello antinvecchiamento “mentre altre conferenze sono adattate a coloro che è nuovo a medicina, la conferenza antinvecchiamento internazionale fa appello a a coloro che è attivo ed implicato e così ha potuta dimostrare gli ultimi sviluppi antinvecchiamento come pure prevedere le innovazioni imminenti. Questa conferenza mira a tenere la gente che sta praticando ed interessato alla medicina antinvecchiamento sull'avanguardia.„

Per ulteriori informazioni sulla conferenza antinvecchiamento di 2004, essere tenuto 2-4 settembre a Londra, l'Inghilterra, contatta prego gli organizzatori direttamente dal telefono, dal fax, o dal email:

Telefono: 011 44 870 901 7878
Fax: 011 44 870 902 7878
Email: conference@antiaging-systems.com
Sito Web: www.antiaging-conference.com