Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine dicembre 2004
immagine
Ioduro di potassio
Protezione in un'emergenza nucleare
Da Jon VanZile

È il nostro incubo collettivo come nazione, una minaccia che potrebbe causare le rotture all'ingrosso e produrre i feriti di massa: un'emergenza nucleare all'interno dei confini degli Stati Uniti.

Questo scenario è una possibilità molto reale e molto pericolosa. Per esempio, i terroristi potrebbero usare una cosiddetta “bomba sporca„ per rendere inabitabile un'area di parecchi blocchi. Questi dispositivi consistono di un esplosivo convenzionale attrezzato per fuoriuscire il materiale radioattivo che è disponibile facilmente dalle fonti quali le università e gli ospedali. I terroristi potrebbero attaccare una centrali atomiche dell'America delle più di 100. Immagini appena se gli attaccanti dell'11 settembre avessero scelto di pilotare i loro getti dirottati in tre o quattro centrali atomiche invece delle costruzioni che hanno partecipato come i simboli di forza politica ed economica nazionale. Forse il peggio di tutti, un gruppo terrorista, forse aiutato da uno stato ostile, ha potuto ottenere le sue mani su un'Arma nucleare reale.

Ciascuno di questi scenari presenta una sfida differente di salute, ma ciascuno è considerevolmente serio e potenzialmente letale su vasta scala. Una risposta rapida sarebbe richiesta dalla nostra risposta dell'infrastruttura-un di salute pubblica che potrebbe essere oltre la nostra portata.

“Deve essere piani sul posto,„ dice Dana Best, il MD, il MPH, un medico curante al centro medico nazionale in Washington, DC dei bambini. “Dobbiamo rinforzare la nostra infrastruttura di salute pubblica in modo da può fare il suo lavoro, che è di proteggerci dai tornadi, dagli uragani e dalle Armi nucleari.„

Durante l'emergenza nucleare, le evacuazioni di massa sarebbero necessarie-più probabilmente nelle aree urbane congestionate e dove potrebbero condurre facilmente a caos. Come seconda opzione, riparare sarebbe necessaria da proteggere la gente da esposizione a radiazioni. Ciò, anche, richiederebbe la mobilizzazione su una scala massiccia e non provata.

Dall'11 settembre 2001, il governo federale ha lottato per aggiornare i suoi piani d'emergenza. Le agenzie quale il dipartimento di sicurezza di patria, insieme con l'agenzia federale della gestione delle emergenze e la commissione per la regolamentazione nucleare (Nrc), hanno studiato l'edizione e fatto le raccomandazioni tenere la gente sicura. Fortunatamente, una di queste raccomandazioni è semplice, efficace ed ampiamente - disponibile chiunque interessato, non appena ai lavoratori di governo o alla gente che vivono all'ombra di un reattore nucleare.

La protezione è una pillola semplice dello ioduro di potassio, che contiene la stessa forma di iodio utilizzata in sale da tavola. È stato indicato nel multiplo studio-e in realtà esperienza-a sicuro protegge la gente, particolarmente bambini, da un effetto collaterale pericoloso di esposizione a radiazioni: lo sviluppo di tumore della tiroide.1,2 a causa di questo effetto protettivo potente, il dipartimento di sicurezza di patria, FDA, la Nrc, l'accademia americana della pediatria e l'organizzazione mondiale della sanità tutta hanno firmato la distribuzione e l'uso dello ioduro di potassio.

Una dichiarazione politica 2003 pubblicata dall'accademia americana della pediatria, coauthored dal Dott. Best, era molto chiara sulla materia: “Lo ioduro di potassio è utile provato per la protezione della tiroide ma deve essere dato prima di, o presto dopo, l'esposizione ai radioiodi, richiedenti la sua disposizione nelle case, le scuole ed i centri di assistenza all'infanzia.„1

La biologia di radiazione
Nei termini più semplici, la radiazione è energia emanata in onde o nelle piccole particelle della materia dagli atomi instabili. Anche alle dosi basse, la radiazione può penetrare il corpo e causare a danno cellulare quel i risultati nel cancro molti anni più successivamente. Alle dosi elevate, la radiazione può causare la sindrome ematopoietica severa, attaccando i globuli rossi e bianchi del corpo. Questa sindrome può causare la morte in 8 - 50 giorni.1

La severità della malattia da radiazioni direttamente correla al grado ed alla durata di esposizione ed al genere di radiazione in questione. (Per una descrizione più dettagliata delle sostanze radioattive e come la radioattività è misurata, vedi che la barra laterale intitolata “radiazione di comprensione Radioactivity.") inoltre colpisce le cellule nei modi diversi, secondo il loro tasso di divisione ed il livello di specializzazione. Le cellule più sensibili sono linfoidi, mentre il meno sensibili sono midollo osseo e cellule di sistema nervoso.1

Una forma di radiazione, conosciuta come il radioiodio, è particolarmente pericolosa alla ghiandola tiroide. Il radioiodio è un sottoprodotto comune della generazione di energia nucleare. Una volta inalato, il radioiodio rapidamente è assorbito dalla ghiandola tiroide, in cui ha una serie di effetti nocivi. Può causare i tumori benigni, il tumore della tiroide, o, alle dosi elevate, l'ipotiroidismo causato tramite la distruzione della ghiandola tiroide.1,3

Lo ioduro di potassio funziona sommergendo la ghiandola tiroide dall'iodio disponibile facilmente e, se preso al momento giusto, all'impedimento o completamente alla didascalia l'assorbimento di iodio radioattivo.3

RADIOATTIVITÀ DI COMPRENSIONE

La radiazione è energia emanata sotto forma di onde o di piccole particelle della materia. La gente è esposta regolarmente a tutti i generi differenti radiazione-dal sole, raggi x presi all'ufficio del dentista ed innumerevoli altre fonti.

Gli scienziati distinguono fra “radiazione„ come energia e “radioattività,„ che è una caratteristica di una sostanza che emana la radiazione. Inoltre distinguono fra “radiazione elettromagnetica,„ che non ha massa e comprende la luce solare ed i raggi x e “radiazione della particella,„ che è emessa mentre gli atomi instabili liberano le particelle minuscole. Tutti i metalli radioattivi emettono le particelle mentre provano a decomporrsi ad una forma più stabile.

L'uranio, per esempio, emette la radiazione della particella mentre prova a decomporrsi ad una forma più stabile. Prende l'uranio 238, una forma comune di uranio naturale, circa 4,5 miliardo anni per decomporrsi in torio, un altro metallo radioattivo che stesso si decompone durante 14 miliardo anni in radio, che si decompone durante circa 1.600 anni in cavo. Il tempo che richiede per un elemento radioattivo a decadimento nella sua forma seguente è chiamato la sua “emivita.„

La radioattività è misurata da cui “gli eventi della disintegrazione„ hanno luogo al secondo. Nel sistema metrico, un becquerel è un decadimento al secondo. Alternativamente, l'emissione di radiazione di un radionucleotide inoltre è misurata dentro striglia. Un currie è equivalente alle 37 miliardo disintegrazioni al secondo.

La forma più pericolosa di energia di radiazione è conosciuta come “radiazione ionizzante,„ che ha abbastanza energia per rompere i legami chimici negli organismi viventi. Su ad abbastanza livelli, questa energia può creare le mutazioni spontanee del DNA, la produzione aumentata dei radicali liberi, o la rottura della struttura della cellula di base. Le cinque forme di radiazione ionizzante sono elioni, particelle beta, neutroni, raggi gamma e raggi x.

  • Gli elioni sono molecole estremamente pesanti che consistono di due protoni e di due neutroni. Hanno una capacità limitata di penetrare la pelle o l'abbigliamento, ma possono essere ingeriti. Il radon emette gli elioni.
  • Le particelle beta sono particelle subatomiche espelse dal nucleo di alcuni atomi radioattivi. Sono equivalenti agli elettroni. Possono essere inalati o possono penetrare più facilmente la pelle degli elioni. Le particelle beta vengono dai radionuclidi utilizzati nella medicina (quale xeno) o sono create come sottoprodotti dei reattori nucleari. Il radioiodio è una particella beta.
  • I neutroni sono particelle potenti ma rare che sono emesse solo dopo una detonazione nucleare. Sono altamente distruttivi al tessuto vivente.
  • I raggi gamma sono raggi elettromagnetici che sono emessi dai materiali radioattivi quali cesio o cobalto, o dopo una detonazione nucleare. Possono facilmente penetrare il tessuto e le cellule.
  • I raggi x fanno parte inoltre dello spettro elettromagnetico. Sono improbabili da essere incontrato durante l'emergenza nucleare.

Ci sono due sistemi per dosaggio di misurazione di radiazione. Il più vecchio sistema usa i rad (dose assorbita di radiazione). Un rad è prodotto quando un grammo di materiale assorbe ERG di energia (ERG è un'unità molto piccola di energia). Nel sistema metrico, i rad sono sostituiti dai grays, con un gray che è uguale a 100 rad. Il rad o il gray è la quantità di energia assorbente da un tessuto o da una sostanza.

Per calcolare l'effetto biologico di radiazione, o l'equivalente della dose, scienziati moltiplica la quantità di energia assorbente nei rad o nei grays per una variabile chiamata il fattore di qualità, o QF. Il QF considera i gradi differenti di danno biologico prodotti dagli importi uguali dei tipi differenti di radiazioni. Per i raggi x, raggi gamma e la maggior parte delle particelle beta, il QF uguaglia uno. L'alfa radiazione ha un QF di 20, mentre il QF per i neutroni varia da 2 a 11.

Il rem (rontgen equivalente in uomo) è il prodotto della quantità (nei rad o nei grays) di periodi assorbenti energia l'efficienza di radiazione nella produzione del danno biologico (il QF). Il sistema metrico usa le unità chiamate sieverts, con un sievert uguale a 100 rem.

Le dosi superiore a 100 rem, o un sievert, sono stati indicati a danno rosso ed ai globuli bianchi, causanti l'effetto ematopoietico. I dosaggi superiore a 1.000 rem causano le cellule che allineano l'apparato digerente per morire ed i batteri per invadere la circolazione sanguigna, una circostanza conosciuta come l'effetto gastrointestinale. Una dose di parecchie migliaia di rem può condurre al trauma cranico ed alla morte nelle ore.

Continuato alla pagina 2 di 2