Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Edizione speciale di LE Magazine, inverno 2004/2005
Perché la gente invecchiante soffre da tanti giunti facenti male

Invecchiare provoca troppo spesso la ripartizione della funzione e della struttura unite sane. La prova aumentante indica i fattori infiammatori distruttivi mentre colpevoli dietro l'incontro unito degli esseri umani di problemi mentre si sviluppano più vecchi.

Mentre i farmaco anti-infiammatorio hanno sostegni diventati nei gabinetti di medicina degli anziani, un corpo di conoscenze aumentante rivela che gli approcci naturali a mantenere la salute unita possono essere più efficaci e molto più sicuro.

Un esame della letteratura scientifica pubblicata rivela gli effetti antinfiammatori significativi quando gli agenti naturali sono utilizzati negli studi clinici umani. Tuttavia, la mancanza di protezione di brevetto significa che questi supplementi non saranno annunciati molto.

Un beneficio degli agenti naturali è che costano molto di meno che i farmaci da vendere su ricetta medica. Un altro vantaggio agli agenti naturali (quale l'olio di pesce) è i loro vantaggi collaterali, rispetto agli effetti collaterali farmaco-indotti.

Citochine Pro-infiammatorie
Due fattori pericolosi in questione nel danno unito sono le citochine pro-infiammatorie interleukin-1b (IL-1b) e fattore-alfa di necrosi del tumore (TNF-a). Queste citochine infiammatorie sono costituenti normali e naturali del corpo, ma a volte è necessario da modulare i loro livelli per evitare il danno. Le citochine sono proteine che portano i messaggi fra le cellule e regolano l'immunità e l'infiammazione. Quando sono elevati, le citochine pro-infiammatorie infliggono il danno in tutto il corpo.

L'fattore-alfa di necrosi del tumore e interleukin-1b svolgono un ruolo patologico nel processo della distruzione e di infiammazione della cartilagine.1 queste citochine pro-infiammatorie è stato trovato nei livelli elevati nella membrana sinoviale, nel liquido sinoviale e nella cartilagine delle ossa di invecchiamento. Nei modelli animali, è stato indicato che l'inibizione di TNF-a provoca l'infiammazione in diminuzione, mentre l'inibizione di IL-1 beta efficacemente impedisce la distruzione della cartilagine.2

Sostanze del tipo di ormone Pro-infiammatorie
Un altro meccanismo distruggente unito comprende la produzione delle sostanze del tipo di ormone distruttive conosciute come la prostaglandina E2 ed il leucotriene B4. Questi agenti d'induzione sono sintetizzati da acido arachidonico dal lipo-ossigenasi cylooxygenase-2 (COX-2) e 5 (5-LOX) degli enzimi.

Aspirin ed altri anti-infiammatori non steroidei, lungamente i sostegni del trattamento di artrite, bloccano sia enzimi COX-1 che COX-2. L'enzima COX-2 produce la prostaglandina E2, che è un innesco potente di dolore e di infiammazione. Tuttavia, COX-1 è necessario da proteggere il rivestimento dello stomaco, in modo da interferire con la sua attività troppo può causare le perturbazioni gastriche che variano dal disagio alle ulcere d'emorraggia. Per ridurre il rischio di problemi gastrici, un numero aumentante di individui stanno prendendo le droghe d'inibizione COX-2.

Il lato negativo soltanto di inibizione dell'enzima COX-2 è che uno squilibrio può accadere durante l'infiammazione fra i vari prodotti finiti di acido arachidonico. Quando soltanto COX-2 è bloccato, l'acido più arachidonico è a disposizione per creare il leucotriene B4 (un agente pro-infiammatorio pericoloso). Durante gli stati infiammatori, i livelli dell'acido arachidonico e di COX-2 aumentano drammaticamente ed insieme.

Nell'inibire soltanto l'enzima COX-2, i livelli di leucotriene distruttivo B4 possono essere sollevati via la via di lipo-ossigenasi 5. Ciò accade quando l'acido arachidonico è bloccato (via inibizione di COX-2) dalla conversione in prostaglandina E2. Invece, l'acido arachidonico in eccesso può essere convertito (da lipossigenasi 5) in leucotriene B4. Gli effetti offensivi di leucotriene B4 alla parete ed al giunto arteriosi sono affermati.

Per questo articolo stava andando in stampa, non è sorprendente imparare che Vioxx® (una droga d'inibizione COX-2) è stato rimosso dal mercato perché la gente che lo ha preso stava avendo più attacchi di cuore e colpi. L'emissione del 21 ottobre 2004 di New England Journal di medicina ha pubblicato gli articoli altamente critici sull'omissione di FDA di rimuovere Vioxx® più presto.

Per capire meglio le vie da cui l'acido arachidonico può causare le circostanze artritiche e cardiovascolari, le manifestazioni del diagramma di flusso alla pagina seguente come l'acido arachidonico precipita a cascata giù nei composti distruttivi uniti.

Quando i livelli di prostaglandina E2 o di aumento del leucotriene B4, questo a loro volta solleva i livelli dell'TNF-alfa di citochine e del IL-1 pro-infiammatori beta.3

Quindi, l'inibizione COX-2 può contribuire a perpetuare il processo degenerante di fondo dell'artrite mentre allevia i suoi sintomi superficiali. Come gli scienziati che hanno fatto questa scoperta metterlo, “gli effetti a breve termine di (inibitori COX-2) sul dolore ed il gonfiamento dell'infiammazione e dell'artrite possono essere raggiunti al costo di una tendenza aumentata a danno di tessuto a lungo termine con cui queste citochine sono state associate.„4

Questa ricerca evidenzia l'importanza di inibizione TNF-a e del IL-1b, con COX-2 ed il lipo-ossigenasi 5 quando cerca una soluzione completa ai problemi uniti cronici.

Perché l'olio di pesce è così importante

Poiché l'acido arachidonico è il precursore per congiungere distruggere la prostaglandina E2 ed il leucotriene B4 (riferisca al diagramma di flusso qui sopra), intraprendere le azione per ridurre l'acido arachidonico è una parte importante di programma unito della protezione. La carne rossa è alta in acido arachidonico, mentre il pesce con acqua fredda contiene gli oli che inibiscono la formazione dell'acido arachidonico nel corpo.

In uno studio, i supplementi dell'olio di pesce dati ai pazienti di artrite reumatoide hanno ridotto i livelli dell'acido arachidonico di 33% confrontato ai valori di pretrattamento.5 un altro studio umano ha mostrato che olio di pesce abbassa i livelli dell'acido arachidonico da 26%.6

L'olio di pesce inoltre sopprime il giunto-tessuto citochine distruttive di IL-1b e di TNF-a, che gli aiuti spiegano perché tanti studi pubblicati dimostrano i benefici dell'olio di pesce.7-13 gli studi che paragonano i volontari sani ai pazienti di artrite reumatoide indicano che il completamento dell'olio di pesce inibisce la produzione delle citochine, del TNF-a e del IL-1b pro-infiammatori vicino fino a 90%!14

Come citato già, un altro metabolita pro-infiammatorio di acido arachidonico è leucotriene B4. Gli inibitori COX-2 non sopprimono il leucotriene B4, che gli aiuti spieghino perché gli inibitori COX-2 forniscono solitamente soltanto la sospensione parziale dai sintomi di artrite. L'olio di pesce, d'altra parte, sopprime sia il leucotriene B4 che la prostaglandina E2.15-18

Nuovo modo sopprimere le citochine e gli ormoni infiammatori
I flavonoidi sono composti naturali trovati in un'ampia varietà di frutta e di verdure. I bioflavonoidi dagli agrumi quali le arance, i mandarini ed il pompelmo sono stati trovati per esercitare gli effetti antinfiammatori.19-20

Il nobiletin del bioflavonoide in primo luogo è stato isolato da scorza d'arancia nel 1938. Nobiletin è stato indicato per essere un agente antinfiammatorio potente.21-23 gli studi iniziali hanno rivelato che il nobiletin inibisce significativamente la produzione di ossido di azoto e di superossido, due radicali liberi potenti in questione nella promozione dell'infiammazione. In uno studio, il nobiletin è stato indicato per sopprimere parecchie fasi di infiammazione della pelle.24

Il nobiletin flavonoide è stato trovato giù-per regolare selettivamente COX-2 senza interferire con COX-1.25 nei macrofagi del topo, il nobiletin inoltre è stato indicato per sopprimere la produzione della prostaglandina E2 mentre interferiva con le citochine pro-infiammatorie quali interleukin-1 beta, l'fattore-alfa di necrosi del tumore e interleukin-6.26

Inoltre, il nobiletin ha dimostrato la grande attività antinfiammatoria.27 con i suoi effetti nella riduzione dell'infiammazione, il nobiletin può contribuire a proteggere da una miriade di problemi relativi all'età compreso disagio unito, problemi cardiovascolari ed altri da disordini indotti da infiammatoria.

Glucosamina per la struttura unita
La glucosamina è una sostanza naturale nel corpo, sintetizzato dai chondrocytes allo scopo di produrre la cartilagine unita. In pazienti con disagio e degenerazione uniti, questa sintesi è difettosa ed il completamento con la glucosamina è stato trovato per essere utile.

Il corpo usa la glucosamina supplementare per sintetizzare i proteoglicani ed i glicosaminoglicani di legame d'acqua nella matrice della cartilagine. Oltre a fornire i materiali da costruzione, la presenza di glucosamina sembra stimolare i chondrocytes per produrre queste sostanze. La glucosamina inoltre inibisce determinati enzimi che distruggono la cartilagine, compreso la collagenosi e la fosfolipasi. Bloccando i meccanismi patogeni che conducono a degenerazione unita, la glucosamina protegge e mantiene i giunti sani ed allevia i sintomi anche per le settimane dopo il termine del trattamento.28

La glucosamina sta essendo riconosciuta come trattamento per quelle che cercano di proteggere e mantenere i giunti sani negli Stati Uniti. La sua capacità di riparare e migliorare la funzione unita oltre a fornire il sollievo dal dolore le dà un vantaggio significativo sopra il trattamento convenzionale. Ulteriormente, la glucosamina può stimolare la nuova crescita del tessuto e sopprime gli enzimi che ripartono altrimenti la cartilagine.

Methylsulfonyl-metano (MSM): Zolfo per i giunti
Methylsulfonylmethane, anche conosciuto come MSM, è un composto solforato naturale e organico trovato nelle diete dell'essere umano e quelli di virtualmente tutti i altri vertebrati. MSM si presenta naturalmente nel corpo umano come conseguenza degli alimenti che mangiamo. In vertebrati, la concentrazione di MSM nel corpo diminuisce con l'età. Una certa ricerca suggerisce che ci sia una concentrazione minima di MSM che deve essere mantenuto nel corpo per conservare la funzione normale e la struttura.

Negli esperimenti facendo uso di zolfo radioattivo-identificato, è stato indicato che dopo ingestione, MSM smette il suo zolfo alla metionina di aminoacidi essenziali, alla cisteina e ad altre proteine del siero, finalmente trovanti il suo modo nel collagene di pelle, i giunti ed i vasi sanguigni. Inoltre è incorporato nella cheratina di capelli e delle unghie.

Gli studi sugli animali hanno indicato che i giunti colpiti dall'osteoartrite hanno contenuto di zolfo più basso,29 e che topi artritici dati ad esperienza di MSM meno degenerazione unita.30 in uno studio in doppio cieco nella gente con l'osteoartrite, i partecipanti di studio che hanno ricevuto dolore significativo avvertito MSM relief.31 MSM è conosciuto per essere molto sicuri e non tossici.

Che cosa accade quando la glucosamina e MSM sono presi insieme?
In un nuovo studio emozionante, la combinazione di glucosamina con methylsulfonylmethane (MSM) è stata trovata per essere più efficace nella manutenzione e nella protezione delle articolazioni e delle ossa che qualsiasi agente solo.32

La glucosamina è conosciuta come agente chondroprotective poiché contribuisce a proteggere e ristabilire la cartilagine unita. MSM è conosciuto come efficace lubrificante naturale che promuove la comodità. Ora sappiamo che la combinazione dei due è ancor più potente che ogni singolo composto.

In questo studio, 118 pazienti con delicato per moderare il disagio unito sono stati curati giornalmente tre volte per 12 settimane con 500 mg di glucosamina, 500 mg MSM, una combinazione di entrambi, o un placebo inattivo. I pazienti sono stati valutati a 0, 2, 4, 8 e 12 settimane. Lo studio ha valutato il dolore, l'infiammazione ed il gonfiamento dei pazienti.

La glucosamina, MSM e la combinazione di glucosamina e di MSM hanno migliorato il dolore ed il gonfiamento rispetto a placebo. Dopo 12 settimane del trattamento, il punteggio medio di dolore nel gruppo solo glucosamina ha caduto a partire da 1,74 a 0,65… un rapporto di riproduzione di 63%. Nel gruppo solo MSM, è caduto 1,53 - 0,74… un rapporto di riproduzione di 52%. Tuttavia, nel gruppo che prende la glucosamina e MSM, il punteggio medio di dolore ha caduto da 1,7 a 0,36… una riduzione sbalordente di 79%! I ricercatori inoltre hanno trovato che la terapia di associazione ha avuta un effetto più veloce su dolore e su infiammazione che la glucosamina o MSM da solo.

Gli autori dello studio hanno concluso che la combinazione di glucosamina con MSM (methylsulfonylmethane) fornisce il migliore e miglioramento più rapido in pazienti l'osteoartrite che qualsiasi agente da solo.

Riassunto
L'artrite e l'invecchiamento vanno di pari passo. L'artrite è una singola malattia non, ma piuttosto una miriade di circostanze che colpiscono avversamente i giunti.

L'osteoartrite è la forma più comune di artrite, colpente circa 70-80% della popolazione sopra l'età 50. L'osteoartrite accade quando i rivestimenti dei giunti degenerano, conducendo al lipping ed allo stimolo dell'osso. Ciò causa i sintomi di rigidezza di mattina, dei giunti sfrigolare e del dolore. L'osteoartrite colpisce il più comunemente le anche, le ginocchia, le dita e la spina dorsale, sebbene altri giunti possano anche essere implicati. Mentre la circostanza progredisce, l'osteoartrite conduce a disagio, fa soffrire e vari livelli di inabilità per decine di milioni di Americani.

Appena poichè l'artrite non è una circostanza, non c'è nessun trattamento probabile rendere una soluzione completa. Un approccio sistemico che mira alle citochine pro-infiammatorie (quale IL-1b), alle sostanze del tipo di ormone pro-infiammatorie (quale leucotriene B4) ed alla distruzione strutturale della cartilagine dovrebbe più efficacemente indirizzare la natura complessa delle circostanze che sono conosciute come artrite.

La nuova ricerca sta facendo luce su come l'osteoartrite si sviluppa ai livelli cellulari e molecolari. L'olio di pesce dovrebbe essere incluso nel regime quotidiano di ogni persona invecchiata per i suoi effetti cardio-protettivi, oltre alla sua capacità di neutralizzare molti tipi differenti di reazioni infiammatorie che conducono a perdita di funzione e di struttura unite. Come abbiamo imparato in questo articolo, ci sono agenti naturali supplementari, quali il nobiletin, la glucosamina e MSM che combattono i processi che causano così tanto la sofferenza mentre gli esseri umani invecchiano.

Riferimenti

1. Feldmann m., Brennan FM, Maini Marina militare. Ruolo delle citochine nell'artrite reumatoide. Ann Rev Immunol. 1996 aprile; 14:397-440.

2. Probert L, aratri L, Kontogeorgos G, Kollias G. Il tipo ricevitore di interleuchina di I agisce in serie con il fattore di necrosi tumorale (TNF) per indurre l'artrite in topi TNF-transgenici. EUR J Immunol. 1995 giugno; 25(6): 1794-7.

3. Penglis PS, Cleland LG, Demasi m., Caughey GE, James MJ. Regolamento differenziale della prostaglandina E2 e della produzione del trombossano A2 in monociti umani: implicazioni per l'uso degli inibitori del ciclo-ossigenasi. J Immunol. 2000 agosto; 165(3):1605-11.

4. Goldman G, Welbourn R, CR di Valeri, Shepro D, HB di Hechtman. Il trombossano A2 induce la sintesi del leucotriene B4 che a loro volta media il dispedesis del neutrofilo via l'attivazione del CD 18. Ricerca di Microvas. 1991 maggio; 41(3): 367-75.

5. Sperling RI, et al. effetti del completamento dietetico con il pesce di mare lubrifica sulla generazione e sulla funzione del mediatore del lipido del leucocita nell'artrite reumatoide. Rheum di artrite. 1987 settembre; 30(9): 988-97.

6. Conquisti JA, la LA di Cheryk, Chan E, et al. l'effetto del completamento con l'olio di guarnizione dietetico sui fattori di rischio cardiovascolari selezionati e le variabili emostatiche nei soggetti di sesso maschile in buona salute. Ricerca di Thromb. 1° novembre 1999; 96(3): 239-50.

7. Venkatraman JT, WC di CHU. Gli effetti dei lipidi dietetici omega-3 e omega-6 e della vitamina E sulle citochine del siero, sui mediatori del lipido e sugli anticorpi anti-DNA in un topo modellano per l'artrite reumatoide. J Coll Nutr. 1999 dicembre; 18(6): 602-13.

8. Lo CJ, Chiu KC, Fu m., et al., olio di pesce fa diminuire il fattore di necrosi tumorale Gene Transcription del macrofago alterando l'attività di NFkappaB. Ricerca 1999 di J Surg aprile; 82(2): 216-221.

9. Khalfoun B, Thibault F, Watier H, et al., docosaexanoico e acidi eicosapentanoici inibisce la produzione endoteliale umana in vitro delle cellule di interleukin-6. Adv Exp Med Biol. 1997; 400B: 589-97.

10. Caughey GE, Mantzioris E, Gibson RA, et al. L'effetto sull'alfa e sull'interleuchina umane di fattore di necrosi tumorale 1 beta produzione delle diete arricchite in acidi grassi n-3 da olio vegetale o dall'olio di pesce. J Clin Nutr. 1996 gennaio; 63(1): 116-22.

11. Khalfoun B, Thibault G, Bardos P, Lebranchu Y. Docosahexaenoic e gli acidi eicosapentanoici inibiscono l'adesione linfocita-endoteliale umana in vitro delle cellule. Trapianto. 15 dicembre 1996; 62(11): 1649-57.

12. Espersen GT, Grunnet N, Lervang HH, et al. beta livelli in diminuzione interleukin-1 in plasma dai pazienti di artrite reumatoide dopo il completamento dietetico con gli acidi grassi polinsaturi n-3. Clin Rheumatol. 1992 settembre; 11(3): 393-5.

13. Il CL di Curtis, il CE di Hughes, il CR di Flannery, et al. gli acidi grassi n-3 specificamente modula i fattori catabolici in questione nella degradazione articolare della cartilagine. Biol chim. di J. 2000 14 gennaio; 275(2): 721-4.

14. James MJ, Gibson RA, Cleland LG. Acidi grassi polinsaturi dietetici e produzione infiammatoria del mediatore. J Clin Nutr 2000 gennaio; 71 (1 supplemento): 343S-8S.

15. Kremer JM. supplementi dell'acido grasso n-3 nell'artrite reumatoide. J Clin Nutr. 2000 gennaio; 71 (1 supplemento): 349S-51S.

16. Proprietà di Raederstorff D, di Pantze m., di Bachmann H, di Moser U. Anti-inflammatory di docosaexanoico e acidi eicosapentanoici dall'nell'infiammazione indotta phorbol estere dell'orecchio di topo. Allergia Immunol dell'arco di Int. 1996 novembre; 111(3): 284-90.

17. Mayatepek E, Paul K, Leichsenring m., et al. influenza di dietetico (n-3) - acidi grassi polinsaturi su leucotriene B4 e sintesi della prostaglandina E2 e corso della tubercolosi sperimentale in cavie. Infezione. 1994 marzo-aprile; 22(2): 106-12.

18. Terano T, salmone JA, Higgs GA, acido eicosapentanoico di Moncada S. come modulatore di infiammazione. Effetto sulla sintesi del leucotriene e della prostaglandina. Biochimica Pharmacol. 1° marzo 1986; 35(5): 779-85.

19. KA di O'Leary, de Pascual-Tereasa S, et al. effetto dei flavonoidi e della vitamina E su trascrizione cyclooxygenase-2 (COX-2). Ricerca di Mutat. 2004 luglio; 551 (1-2): 245-54.

20. Manthey JA, Grohmann K, et al. proprietà biologiche dei flavonoidi dell'agrume pertinente a cancro ed infiammazione. Curr Med Chem. 2001 febbraio; 8(2): 135-53.

21. Lin N, Sato T, et al. azioni antinfiammatorie novelle del nobiletin, un flavonoide di polymethoxy dell'agrume, sui fibroblasti e sui macrofagi sinoviali umani del topo. Biochimica Pharmacol. 15 giugno 2003; 65(12) 2065-71.

22. Tanaka S, Sato T, et al. prevenzione dal del photoinflammation indotto UVB e di photoaging da un flavonoide di polymethoxy, nobiletin, nei keratinocytes umani in vivo e in vitro. Biochimica Pharmacol. 1° agosto 2004; 68(3): 433-9.

23. Murakami A, Nakamura Y, et al. effetti soppressivi degli agrumi sulla generazione del radicale libero e nobiletin, un polymethoxyflavonoid antinfiammatorio. Biofactors. 2000;12(1-4):187-92.

24. Tanaka S, Sato T, et al. prevenzione dal del photoinflammation indotto UVB e di photoaging da un flavonoide di polymethoxy, nobiletin, nei keratinocytes umani in vivo e in vitro. Biochimica Pharmacol. 1° agosto 2004; 68(3): 433-9.

25. KA di O'Leary, de Pascual-Tereasa S, et al. effetto dei flavonoidi e della vitamina E su trascrizione cyclooxygenase-2 (COX-2). Ricerca di Mutat. 2004 luglio; 551 (1-2): 245-54.

26. Ishiwa J, Sato T, et al. Un flavonoide dell'agrume, nobiletin, sopprime la produzione e l'espressione genica della proteinasi metallica 9/gelatinase B della matrice nei fibroblasti sinoviali del coniglio. J Rheumatol. 2000 gennaio; 27(1): 20-5.

27. Murakami A, Nakamura Y, et al. effetto inibitorio del nobiletin dell'agrume da su infiammazione indotta da estere della pelle di phorbol, sforzo ossidativo e produzione del tumore in topi. Ricerca del Cancro. 2000 15 settembre; 60(18): 5059-66.

28. SN di Qiu GX, di Gao, Giacovelli G, et al. efficacia e sicurezza del solfato della glucosamina contro ibuprofene in pazienti con l'osteoartrite del ginocchio. Arzneimittelforschung. 1998 maggio: 48(5): 469-74.

29. Rizzo R, Grandolfo m., Godeas C, et al. calcio, zolfo e distribuzione dello zinco in cartilagine equina articolare normale ed artritica: uno studio indotto da radiazioni dell'emissione dei raggi x del sincrotrone (SRIXE). J Exp Zool. 1995 settembre; 273(1): 82-6.

30. LuV di Murav'ev, ms di Venikova, Pleskovskaia GN, et al. effetto di solfossido dimetilico e sulfone dimetilico su un processo distruttivo nei giunti dei topi con l'artrite spontanea. Patol Fziol Eksp Ter 1991 marzo-aprile; (2): 37-9. [nel Russo].

31. RM di Lawrence. Methylsulfonylmethane (MSM): uno studio di prova alla cieca sul suo uso nell'artrite degenerante. Int J del Med antinvecchiamento. 1998;1:50.

32. Usha PR, Naidu MU. Randomizzato, prova alla cieca, parallelo, studio controllato con placebo della glucosamina orale, methylsulfonylmethane e la loro combinazione nell'osteoartrite. Ricerca clinica della droga. 2004 giugno; 24(6): 353-63. Disponibile a http://www.msm.com/PDF/DegenerativeArthritisStudy.pdf ha acceduto a 9-13-04.