Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Edizione speciale di LE Magazine, inverno 2004/2005
Una migliore forma di acido lipoico

L'acido lipoico ha quello diventato degli integratori alimentari più popolari negli Stati Uniti. La ragione per questa è una serie di risultati scientifici straordinari che indicano che l'acido lipoico possiede le proprietà biologiche che superano quella degli antiossidanti ordinari.

Per esempio, l'acido lipoico è sia l'acqua che solubile nel grasso. Questa proprietà unica permette all'acido lipoico di raggiungere le parti delle cellule che altri antiossidanti non possono. Una volta le cellule dell'interno, acido lipoico può rigenerare le vitamine C ed E ed aumentare i livelli di glutatione per contribuire a proteggere da da decadimento mitocondriale indotto da età.1-7

Uno studio ha mostrato che una combinazione di acido e di acetile-l-carnitina lipoici ha ristabilito i livelli della vitamina C nelle cellule di fegato di vecchi ratti a quelli veduti in giovani ratti.8 un altro studio hanno indicato che l'acido lipoico ha ristabilito la struttura della cellula del muscolo del cuore in vecchi ratti a quella di giovani ratti dopo soltanto due settimane dell'amministrazione.9 inoltre, l'acido lipoico poteva invertire l'aumento relativo all'età in una citochina pro-infiammatoria pericolosa, una sostanza corporea naturale, chiamata interleukin-1b.10

Che cosa ci ha impressionati più erano gli studi pubblicati negli atti della rappresentazione dell'Accademia nazionale delle scienze che acido ed acetile-l-carnitina lipoici:8,11-15

  1. La funzione ambulatoria migliore in vecchi ratti, con un grado di miglioramento significativamente maggior in vecchi ratti ha confrontato ai giovani quelli.
  2. Parzialmente ha invertito il declino nella funzione mitocondriale della membrana mentre inducevano un aumento nel consumo di ossigeno, quindi migliorante la funzione metabolica cellulare in vecchi ratti.
  3. Memoria migliore e decadimento mitocondriale di un neurone età-collegato invertito in vecchi ratti.
  4. Ha ristabilito un enzima richiesto per produzione di energia mitocondriale (acetiltransferasi della carnitina), mentre simultaneamente proteggevano dalla perossidazione lipidica in vecchi ratti.

L'alfa acido lipoico consiste di due forme differenti (isomeri) che hanno proprietà notevolmente differenti. La forma “della R„ è la componente biologicamente attiva (indigena al corpo) che è responsabile dell'effetto antiossidante fenomenale dell'acido lipoico. La forma “di S„ è prodotta dalla fabbricazione chimica e non è molto biologicamente attiva. Gli alfa supplementi acidi lipoici consistono della forma di S “e„„ “della R in un rapporto di 50/50. Quello significa che un alfa supplemento acido lipoico di mg 100 sta fornendo 50 mg della forma biologicamente attiva “della R„.

Il corpo umano normalmente produce ed usa l'acido R-lipoico, l'intervento concreto. l'acido R-lipoico riduce significativamente le reazioni infiammatorie ed è stato indicato per essere più potente della forma combinata di S “e„„ “della R che comprendono l'alfa acido lipoico.16-25 l'acido R-lipoico aumenta l'attività antiossidante cellulare e mitocondriale ed impedisce il decadimento mitocondriale connesso con invecchiamento.26 a causa di questo, l'aumento nello sforzo ossidativo con invecchiamento sarebbe riduttore.l'acido R-lipoico 27,28 è neuroprotective ed è stato indicato per contribuire a migliorare la memoria difficile, mentre rallenta i deficit di cognizione connessi con invecchiamento.15,29-33 l'acido R-lipoico inoltre ha dimostrato la sua capacità di ridurre l'aumento di grasso corporeo da invecchiamento migliorando la funzione metabolica.34,35 studi inoltre hanno indicato l'acido R-lipoico per ridurre il danneggiamento ossidativo ai grassi nel corpo e di danneggiamento del blocco del cuore dallo sforzo.l'acido R-lipoico 36,37 può aumentare l'assorbimento del glucosio in cellule resistenti dell'insulina perché può imitare le proprietà dell'insulina.38-45 questa forma dell'attivo “R„ di acido lipoico può rigenerare le forme ossidate di antiossidanti riciclando il coenzima Q10, la vitamina C, la vitamina E ed il glutatione nuovamente dentro il loro stato attivo.3,6,7,46-50

Nell'emissione del febbraio 2005 della rivista del prolungamento della vita, ci sarà un articolo approfondito sui benefici multipli dell'acido di R-dihydrolipoic, che è più efficace anche dell'acido R-lipoico. Nel frattempo, i membri presto avranno accesso all'acido di R-dihydrolipoic. Questo nuovo supplemento acido di R-dihydrolipoic verrà in 150 capsule liquide di mg che forniscono l'ingrediente più biologicamente attivo confrontato a 250 mg che gli alfa membri acidi lipoici precedentemente hanno usato.

Riferimenti

1. GP di Biewenga, Haenen GR, farmacologia di Bast A. The dell'acido lipoico antiossidante. Gen Pharmacol. 1997 settembre; 29(3): 315-31.

2. Smith AR, Shenvi SV, Widlansky m., et al. acido lipoico come terapia potenziale per le malattie croniche si è associato con lo sforzo ossidativo. Curr Med Chem. 2004 maggio; 11(9): 1135-46.

3. DP di Xu, pozzi WW. rigenerazione dipendente acida Alfa-lipoica di acido ascorbico da acido deidroascorbico in mitocondri del fegato del ratto. J Bioenerg Biomembr. 1996 febbraio; 28(1): 77-85.

4. Arivazhagan P, Ramanathan K, Panneerselvam C. Effect di acido DL-alfa-lipoico sugli enzimi metabolici del glutatione in ratti invecchiati. Exp Gerontol. 2001 dicembre; 37(1): 81-7.

5. Suh JH, Wang H, RM di Liu, et al. (R) - acido alfa-lipoico inverte la perdita relativa all'età nello stato redox di GSH in tessuti post-mitotici: prova per il requisito aumentato della cisteina della sintesi di GSH. Biochimica Biophys dell'arco. 2004 Mar1; 423(1):126-35.

6. Kagan VE, Kuzmenko AI, Shvedova aa, et al. prova diretta per il riciclaggio dei radicali myeloperoxidase-catalizzati di phenoxyl di un omologo della vitamina E, un chromane di 2,2,5,7,8 pentamethyl-6-hydroxy, dall'ascorbato/dal dihydrolipoate in cellule viventi HL-60. Acta di Biochim Biophys. 17 marzo 2003; 1620 (1-3): 72-84.

7. Stoyanovsky DA, Goldman R, RM di Darrow, et al. ascorbato endogeno rigenera direttamente la vitamina E nella retina e congiuntamente ad acido dihydrolipoic esogeno. Ricerca dell'occhio di Curr. 1995 marzo; 14(3): 181-9.

8. Hagen TM, Liu J, Lykkesfeldt J, et al. la acetile-L-carnitina d'alimentazione e l'acido lipoico ai vecchi ratti migliora significativamente la funzione metabolica mentre fanno diminuire lo sforzo ossidativo. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 19 febbraio 2002; 99(4): 1870-5.

9. Suh JH, Shigeno ET, Morrow JD, et al. sforzo ossidativo nel cuore del ratto di invecchiamento è invertito dal completamento dietetico con (R) - (alfa) - acido lipoico. FASEB J. 2001 marzo; 15(3): 700-6.

10. BM di McGahon, Martin DS, Horrobin DF, Lynch mA. I cambiamenti relativi all'età in LTP e nelle difese antiossidanti sono invertiti da una dieta acido-arricchita alfa-lipoica. Invecchiamento di Neurobiol. 1999 novembre-dicembre; 20(6): 655-64.

11. Liu J, E capa, Gharib, et al. perdita di memoria in vecchi ratti è associato con decadimento mitocondriale del cervello e l'ossidazione di RNA/DNA: inversione parziale alimentando acetile-L-carnitina e/o acido R-alfa-lipoico. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 2002. 99(4): 2356-61

12. Liu J, Killilea DW, BN di Ames. decadimento ossidativo mitocondriale Età-collegato: miglioramento di affinità e di attività substrato-leganti dell'acetiltransferasi della carnitina in cervello alimentando a vecchi ratti acetile-L-carnitina e/o acido R-alfa-lipoico. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 19 febbraio 2002; 99(4): 1876-81.

13. Arivazhagan P, Ramanathan K, Panneerselvam C. Effect di acido DL-alfa-lipoico sugli enzimi mitocondriali in ratti invecchiati. Le bioe di Chem interagiscono. 28 novembre 2001; 138(2): 189-98.

14. Thirunavukkarasu V, cv di Anuradha. Influenza di acido alfa-lipoico su perossidazione lipidica e sul sistema di difesa antiossidante nel sangue dei ratti insulina-resistenti. Diabete Obes Metab. 2004 maggio; 6(3): 200-7.

15. Nickander KK, BR di McPhee, PA basso, acido Alfa-lipoico di Tritschler H.: potenza antiossidante contro perossidazione lipidica dei tessuti neurali in vitro e delle implicazioni per neuropatia diabetica. Med libero di biol di Radic. 1996;21(5):631-9.

16. Breithaupt-Grogler K, Niebch G, Schneider E, et al. Dose-proporzionalità della acido-coincidenza tioctica orale delle valutazioni via plasma riunito e diversi dati. EUR J Pharm Sci. 1999 aprile; 8(1): 57-65.

17. Hong YS, Jacobia SJ, imballatore L, sig.ra di Patel. Gli effetti inibitori dei composti lipoici sul piruvato deidrogenasi mammifero complesso e sulle sue componenti catalitiche. Med libero di biol di Radic. 1999 marzo; 26 (5-6): 685-94.

18. Kilic F, Handelman GJ, Traber K, et al. modellante cataractogenesis corticale XX. Effetto in vitro di acido alfa-lipoico sulle concentrazioni del glutatione in lente in cataractogenesis diabetico di modello. Biochimica Mol Biol Int. 1998 ottobre; 46(3): 585-95.

19. Streeper RS, Henriksen EJ, Jacob S, et al. effetti differenziali degli stereoisomeri acidi lipoici sul metabolismo del glucosio in muscolo scheletrico insulina-resistente. J Physiol. 1997 luglio; 273 (1 pinta 1): E185-91.

20. Estrada DE, Ewart HS, Tsakiridis T, et al. stimolazione dell'assorbimento del glucosio dall'acido alfa-lipoico/acido tioctico del coenzima naturale: partecipazione degli elementi della via di segnalazione dell'insulina. Diabete. 1996 dicembre; 45(12): 1798-804.

21. Maitra I, Serbinova E, Tritschler HJ, effetti di L. Stereospecific dell'imballatore di acido R-lipoico da su formazione indotta sulfoximine della cataratta di buthionine in ratti neonati. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 16 aprile 1996; 221(2): 422-9.

22. GP di Biewenga, Dorstijn mA, JV di Verhagen, et al. riduzione di acido lipoico dalla deidrogenasi di lipoamide. Biochimica Pharmacol. 9 febbraio 1996; 51(3): 233-8.

23. Zimmer G, Beikler TK, Schneider m., et al. dose/curve di risposta della r lipoica dell'acido e S-forme nel cuore di lavoro del ratto durante la riossigenazione: superiorità dell'R-enanziomero nel potenziamento di flusso aortico. J Mol Cell Cardiol. 1995 settembre; 27(9): 1895-903.

24. Fuchs J, inibizione di Milbradt R. Antioxidant di infiammazione della pelle indotta dagli ossidanti reattivi: valutazione delle coppie redox dihydrolipoate/lipoate. Pelle Pharmacol. 1994; 7(5):278-84.

25. Schempp H, Ulrich H, Elstner E-F. Riduzione Stereospecific dell'acido tioctico della R (+) - dalla diaforesi porcina della deidrogenasi di lipoamide del cuore. Z Naturforsch [C]. 1994 settembre-ottobre; 49(9-10):691-2.

26. Liu J, Atamna H, Kuratsune H, BN di Ames. Ritardo del decadimento mitocondriale del cervello ed invecchiare con gli antiossidanti ed i metaboliti mitocondriali. Ann N Y Acad Sci. 2002 aprile; 959:133-66.

27. Hagen TM, Vinarsky V, Wehr cm, BN di Ames. (R) - acido alfa-lipoico inverte l'aumento età-collegato nella suscettibilità degli epatociti al tert-butylhydroperoxide sia in vitro che in vivo. Segnale di redox di Antioxid. 2000 cadute; 2(3): 473-83.

28. Hagen TM, Ingersoll RT, Lykkesfeldt J, et al. (R) - vecchi ratti integrati con acido alfa-lipoici ha migliorato la funzione mitocondriale, danno ossidativo in diminuzione ed ha aumentato il tasso metabolico. FASEB J. 1999 febbraio; 13(2): 411-8.

29. Imballatore L, Tritschler H Wessel K. Neuroprotec-tion dall'alfa acido lipoico antiossidante metabolico. Med libero di biol di Radic. 1997 22(1-2):359-78.

30. Gli effetti di Wolz P, di Krieglstein J. Neuroprotective di acido alfa-lipoico ed i suoi enanziomeri hanno dimostrato nei modelli del roditore di ischemia cerebrale focale. Neurofarmacologia. 1996 marzo; 35(3):369-75.

31. Arivazhagan P, Panneerselvam C. Effect di acido DL-alfa-lipoico sugli antiossidanti neurali in ratti invecchiati. Ricerca di Pharmacol. 2000 settembre; 42(3): 219-22.

32. Nagamatsu m., Nickander KK, Schmelzer JD, et al. acido lipoico migliora il flusso sanguigno del nervo, riduce lo sforzo ossidativo e migliora la conduzione distale del nervo in neuropatia diabetica sperimentale. Cura del diabete. 1995 agosto; 18(8): 1160-7.

33. Greenamyre JT, Garcia-Osuna m., Greene JG. I cofattori endogeni, acido tioctico ed acido dihydrolipoic, sono neuroprotective contro NMDA e le lesioni acide maloniche del corpo striato. Neurosci Lett. 25 aprile 1994; 171 (1-2): 17-20.

34. Jacob S, rute P, Hermann R, et al. somministrazione orale di acido RAC-alfa-lipoico modula la sensibilità dell'insulina in pazienti con il diabete di tipo 2 mellito: una prova pilota controllata con placebo. Rad Biol Med libero. 1999 agosto; 27 (3-4): 309-14.

35. Bustamante J, casetta JK, Marcocci L, et al. acido Alfa-lipoico nel metabolismo del fegato e malattia. Med libero di biol di Radic. 1998 aprile; 24(6): 1023-39.

36. Androne L, Na di Gavan, Veresiu IA, effetto di Orasan R. In-vivo di acido lipoico su perossidazione lipidica in pazienti con neuropatia diabetica. In vivo. 2000 marzo-aprile; 14(2): 327-30.

37. Ko chilometro, Yiu HY. Schisandrin B modula i cambiamenti indotti ischemia-riperfusione nei livelli antiossidanti non enzimatici nei cuori isolare-irrorati del ratto. Mol Cell Biochem. 2001 aprile; 220 (1-2): 141-7.

38. Borcea V, Nourooz-Zadeh J, PS di Wolff, et al. acido alfa-lipoico fa diminuire lo sforzo ossidativo anche in pazienti diabetici con controllo glycemic difficile ed albuminuria. Med libero di biol di Radic. 1999 giugno; 26 (11-12): 1495-500.

39. Jacob S, Henriksen EJ, AL di Schiemann, et al. potenziamento di disposizione del glucosio in pazienti con il diabete di tipo 2 da acido alfa-lipoico. Arzneimittelforschung. 1995 agosto; 45(8): 872-4.

40. Konrad T, Vicini P, Kusterer K, et al. le concentrazioni Alfa-lipoiche nel lattato e nel piruvato del siero di diminuzioni del trattamento acido e migliora l'efficacia del glucosio in pazienti magri ed obesi con il diabete di tipo 2. Cura del diabete. 1999 febbraio; 22(2): 280-7.

41. Streeper RS, Henriksen EJ, Jacob S, et al. effetti differenziali degli stereoisomeri acidi lipoici sul metabolismo del glucosio in muscolo scheletrico insulina-resistente. J Physiol. 1997 luglio; 27; 3 (1 pinta 1): E185-91.

42. Estrada DE, Ewart HS, Tsakiridis T, et al. stimolazione dell'assorbimento del glucosio dall'acido alfa-lipoico/acido tioctico del coenzima naturale: partecipazione degli elementi della via di segnalazione dell'insulina. Diabete. 1996 dicembre; 4(12): 1798-804.

43. Jacob S, rute P, amministrazione di Hermann R. Oral di acido RAC-alfa-lipoico modula la sensibilità dell'insulina in pazienti con il diabete di tipo 2 mellito: una prova pilota controllata con placebo. Rad Biol Med libero. 1999 agosto; 27 (3-4): 309-14.

44. Thirunavukkarasu V, Anitha Nandhini A, cv di Anuradha. L'acido di Alpha Lipoic ristabilisce il sistema antiossidante in tessuti dei ratti hyperinsulinaemic. J indiano Med Res. 2003 settembre; 118:134-40.

45. Walgren JL, Amani Z, McMillan JM, et al. effetto dell'acido alfa-lipoico della R (+) sul metabolismo del piruvato e sull'ossidazione dell'acido grasso negli epatociti del ratto. Metabolismo. 2004 febbraio; 53(2): 165-73.

46. Gotz ME, Dirr A, hamburger R, et al. effetto di acido lipoico sullo stato redox del coenzima Q in topi ha trattato con 1 methyl-4-phenyl-1,2,3,6-tetrahydropyridine e dietilditiocarbammato. EUR J Pharmacol. 15 febbraio 1994; 266(3): 291-300.

47. Lykkesfeldt J, Hagen TM, Vinarsky V, BN di Ames. declino Età-collegato nella concentrazione, nel riciclaggio e nella biosintesi nell'acido ascorbico nell'epatocita-inversione del ratto con (R) - completamento acido alfa-lipoico. FASEB J. 1998 settembre; 12(12): 1183-9.

48. Suh JH, Shenvi SV, BM di Dixon, et al. declino nell'attività trascrizionale di Nrf2 causa la perdita relativa all'età di sintesi del glutatione, che è reversibile con acido lipoico. Proc Acad nazionale Sci S.U.A. 9 marzo 2004; 101(10): 3381-6.

49. Kozlov avoirdupois, Gille L, Staniek K, acido di Nohl H. Dihydrolipoic mantiene l'ubiquinone nell'intervento concreto antiossidante tramite riduzione dell'due-elettrone di riduzione dell'un-elettrone e dell'ubiquinone del ubisemiquinone. Biochimica Biophys dell'arco. 1° marzo 1999; 363(1): 148-54.

50. Schneider D, Elstner E-F. Il coenzima Q10, la vitamina E e l'acido dihydrothioctic in cooperazione impediscono la coniugazione del diene in lipoproteina a bassa densità isolata. Segnale di redox di Antioxid. 2000 estati; 2(2): 327-3.