Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine febbraio 2004
Magnesio indicato al rischio più basso della malattia cardiaca

La maggior assunzione di magnesio sembra ridurre il suo rischio di sviluppare la coronaropatia, secondo uno studio recentemente pubblicato nel giornale americano della cardiologia.1

I ricercatori hanno analizzato i dati per più di 7.000 partecipanti maschii al programma del cuore di Honolulu, che ha cominciato nel della metà del 1960 lo S. Quasi 1.500 di questi uomini hanno sviluppato la coronaropatia durante il periodo di studio di 30 anni.

I ricercatori hanno scoperto che più magnesio che gli uomini consumassero, il più basso il loro rischio di sviluppare la malattia cardiaca. Gli uomini che hanno consumato gli importi più bassi di magnesio erano approssimativamente due volte probabili sviluppare la coronaropatia quanto quegli uomini che hanno consumato il più alto.

I ricercatori hanno notato che questi risultati sono coerenti con quelli di altri studi quale il rischio di aterosclerosi nello studio 2delle Comunità e nell'indagine generale nazionale dell'esame di nutrizione e di salute,3 in cui i livelli ematici di magnesio sono stati associati con il rischio più basso della coronaropatia.

“La carenza di magnesio è creduta per avere conseguenze cardiovascolari avverse, compreso i vasti ed effetti complessi su ipertensione, sul diabete, sulle aritmia cardiache, aterosclerosi e sulla morte cardiaca improvvisa,„ i ricercatori conclusivi.

Riferimenti

1. Abbott RD, Ando F, Masaki KH, et al. assunzione dietetica del magnesio ed il rischio futuro di coronaropatia (il programma del cuore di Honolulu). J Cardiol. 15 settembre 2003; 92(6): 665-9.

2. Liao F, Folsom AR, Brancati FL. È la concentrazione bassa di nesium di MAG un fattore di rischio per la coronaropatia? Il rischio di aterosclerosi nello studio delle Comunità (ARIC). Cuore J. 1998 di settembre; 136(3): 480-90.

3. Gartside PS, Glueck CJ. Il ruolo importante delle caratteristiche dietetiche e comportamentistiche modificabili nella causa e nella prevenzione di cuore coronario DIS facilita l'ospedalizzazione e la mortalità: lo studio di approfondimento futuro di NHANES I. J Coll Nutr. 1995 febbraio; 14(1): 71-9.

Lavoro di turno di notte, carenza della melatonina collegata a Cancro colorettale

Il lavoro di turno di notte può notevolmente aumentare il vostro rischio di sviluppare il cancro colorettale, secondo i dati dallo studio della salute degli infermieri in corso.

Nel loro studio di quasi 80.000 infermieri femminili, dei ricercatori a Brigham e dell'ospedale delle donne a Boston, mA, trovato che quelle donne che hanno lavorato i turni di notte almeno tre volte un il mese per 15 anni o più erano 35% più probabili sviluppare cancer.* colorettale

I ricercatori ritengono che la carenza della melatonina possa essere il colpevole, poichè la luce ambientale fa diminuire il rilascio di melatonina nel corpo, che alza solitamente nel mezzo della notte.
“La melatonina ha proprietà anticarcinogenic affermate e un collegamento fra esposizione alla luce alla notte ed il rischio di cancro con la via della melatonina potrebbe offrire una spiegazione plausibile per il rischio che aumentato abbiamo osservato,„ essi ha scritto nel giornale dell'istituto nazionale contro il cancro.

Parecchi studi già hanno dimostrato un collegamento fra il lavoro di turno di notte ed il cancro al seno. Inoltre, la ricerca precedente ha sostenuto il collegamento fra la carenza della melatonina e lo sviluppo di cancro colorettale.

“L'individuazione che i malati di cancro colorettali hanno avuti livelli del plasma di melatonina più bassi gli oggetti in buona salute di controllo suggerisce un collegamento possibile fra i bassi livelli della melatonina e lo sviluppo migliorato di cancro colorettale in esseri umani,„ ha indicato i ricercatori.

Riferimenti

* Schernhammer es, Fe caricato di Speizer, di F, et al. lavoro di turno di notte e rischio di cancro colorettale nello studio della salute degli infermieri. Cancro nazionale Inst di J. 4 giugno 2003; 95(11): 825-8.

L'acrilamide dell'ingrediente dell'Friggere-alimento altera il DNA

L'acrilamide, una sostanza trovata nelle alte concentrazioni nel fumo di tabacco, è stata collegata a cancro in animali da laboratorio. La scoperta ragionevolmente recente dell'acrilamide in vari prodotti alimentari fritti ed a base d'amido ha condotto ad un turbine di neve della ricerca per esaminare la sua capacità possibile di causare il cancro. L'organizzazione mondiale della sanità e l'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle nazioni unite hanno tenuto l'anno scorso una riunione di emergenza in Svizzera per discutere queste complicazioni possibili di salute.

Un nuovo rapporto nel giornale dell'istituto nazionale contro il cancro fornisce la prova che l'acrilamide può condurre ai cambiamenti cancerogeni del DNA negli scienziati mammiferi di cells.* all'istituto di ricerca di Beckman alla città del centro medico nazionale di speranza in Duarte, CA, trovata che il trattamento del fibroblasto che embrionale del topo le cellule con l'acrilamide hanno indotto la formazione di DNA adduce ed ha aumentato la frequenza delle mutazioni alle posizioni specifiche lungo il gene, di cui tutt'e due può essere strumentale nella formazione del tumore.

In una dichiarazione a prolungamento della vita, il Dott. Ahmad Besaratinia del ricercatore ha scritto: “Le osservazioni globali sostengono la teoria della partecipazione dell'acrilamide nella formazione del complesso del DNA e nell'induzione di mutazioni, entrambi i pertinenti per cancro. Sebbene il meccanismo esatto di azione per l'acrilamide ancora resti completamente determinare, i dati correnti sono a favore di una proprietà DNA-offensiva dell'acrilamide parzialmente che conduce alle mutazioni. Le osservazioni fatte nello studio presente autorizzano le indagini successive negli effetti cancerogeni dell'acrilamide in esseri umani.

La nota del redattore: Chlorophyllin e indole-3-carbinol (I3C) sono i migliori supplementi da proteggere da danno dalla formazione di complessi del DNA. Se mangiate i carboidrati al forno o fritti, ha significato ingerire il chlorophyllin e/o I3C allo stesso tempo.

Riferimenti

* Besaratinia A, GP di Pfeifer. Mutagenicità debole eppure distinta dell'acrilamide in cellule di mammiferi. Cancro nazionale Inst di J. 2003 Jun18; 95(12): 889-96.

FDA mette in guardia contro terapia ormonale della menopausa

Gli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) recentemente hanno lanciato una campagna d'informazione nazionale “sollevare la consapevolezza circa i risultati recenti sui rischi e sui benefici di terapia ormonale della menopausa.„

È stimato che più di 10 milione donne americane usino le terapie ormonali sostitutive quali gli estrogeni o gli estrogeni con le progestine. Mentre precedentemente è stato creduto che questi ormoni potrebbero proteggere da molte malattie, la più nuova ricerca sta confutando questa nozione. Infatti, gli studi recenti sono stati fermati quando questi ormoni sono stati trovati per essere generalmente più nocivi di utili.

FDA riconosce che la terapia ormonale della menopausa può avere certo beneficio nella riduzione delle vampate di calore, nel trattamento della siccità vaginale e nel rallentamento della perdita dell'osso, ma sollecita che questi benefici sono pesati contro “i risultati recenti del rischio aumentato di malattia cardiaca, di colpi, di cancro al seno e di altre preoccupazioni serie di salute connesse con l'uso di queste terapie.„

FDA ha modificato le indicazioni approvate affinchè le terapie ormonali della menopausa chiarisca che queste droghe dovrebbero essere usate “soltanto quando i benefici superano chiaramente i rischi in peso.„

“Il ther postmenopausale dell'ormone apy è una decisione personale importante per le donne e dovrebbero essere armati con gli ultimi fatti chiave e strumenti utili per prendere la migliore decisione per i loro bisogni,„ commissario il Dott. Mark McClellan di FDA ha detto ad una conferenza stampa.

“È molto importante che le donne rend contoere che questa terapia utile inoltre porta i rischi significativi,„ hanno detto McClellan. “La nostra raccomandazione è che se scegliete di usare la terapia ormonale per le vampate di calore o la siccità vaginale, o se la preferite ad altri trattamenti per impedire le ossa sottili, prenda la dose più bassa per la meno durata richiesta per fornire il sollievo.„

La nota del redattore: Il fondamento del prolungamento della vita in primo luogo ha messo in guardia contro i pericoli di terapia ormonale sostitutiva gli anni fa.

Continuato alla pagina 2 di 2