Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine luglio 2004
immagine
Soia & prevenzione del cancro
Da Edward R. Rosick, FANNO, i MPH, ms

Per la decade passata, una controversia si è infuriata più se la gente può ridurre il loro rischio di cancro aumentando il loro consumo di alimenti della soia e di supplementi della soia. In risposta al dibattito, una serie di studi sono stati iniziati negli anni 90 per accertare degli effetti della soia sulle sanità.

Durante l'anno scorso, i risultati di questi studi hanno cominciato ad essere liberati. Mentre trascurati mediante i media della corrente principale, i risultati sensazionali indicano che il rischio di cancro al seno e della prostata potrebbe essere tagliato a metà se la gente consumasse soltanto più soia.

Chiave di prevenzione a fermare l'epidemia
L'incidenza dei cancri che prevalentemente non sono causati fumando, quale il linfoma, il mieloma multiplo ed il tumore al cervello, sta aumentando ai tassi in modo allarmante.

Uno di ogni due uomini americani svilupperà il cancro nella sua vita, come una di ogni tre donne americane. Malgrado miliardi di dollari della ricerca spesi, l'epidemia di cancro continua.

Un piccolo ma il numero crescente di cancro principale ricercatore-tali come Dott. Samuel S. Epstein, testa della prevenzione del cancro nazionale Coalizione-sta richiedendo un cambio principale in come il governo federale combatte il cancro.

Epstein ed altri avvocati di prevenzione del cancro sottolineano che il cancro è una malattia a più stadi che è favorevole alla prevenzione nelle sue fasi più iniziali dello sviluppo. Uno del il più ampiamente - il mezzo disponibile della prevenzione-ancora del cancro trascurato generalmente dalle organizzazioni e dalla corrente principale principali del cancro medicina-è l'uso degli agenti chemopreventive naturali.

Più di 250 il caso-control e studi del gruppo sono stati intrapresi sugli agenti chemopreventive naturali come quelli trovati in frutta ed in verdure. I dati da questi studi sono in modo schiacciante e irrefutabili: maggior il consumo di frutta e di verdure, più bassa l'incidenza di cancro. Un articolo recente sul chemoprevention del cancro ha riassunto questi dati come segue:

“Le componenti numerose trovate in frutta ed in verdure hanno potuto contribuire alla loro capacità di ridurre il rischio di cancro, compreso fibra dietetica, i micronutrienti ed i vari phytochemicals. . . la comunità biomedica deve riconoscere e sostenere gli approcci per impedire il cancro [quale l'uso degli agenti chemopreventive naturali] con lo stesso entusiasmo che attualmente orienta verso il trattamento.„1

Soia: Un agente potente di Chemopreventive
Gli isoflavoni derivati da soia hanno indicato la grande promessa nell'assicurare la protezione naturale contro i tipi multipli di cancri. Gli isoflavoni sono costituenti fitochimici di soia, con due dell'essere più noto genisteina e daidzeina. Gli isoflavoni sono creduti di esercitare una serie di effetti biologici positivi sul corpo umano,2 e molti professionisti di medicina integrante (e perfino di un piccolo ma del numero crescente nella medicina della corrente principale) ora credono che il consumo di soia e di isoflavoni possa ridurre significativamente il rischio di molte malattie croniche, compreso cancro, la malattia cardiaca, l'osteoporosi ed il diabete.

L'interesse significativo nel usando la soia ed i suoi costituenti dell'isoflavone come agenti chemoprotective del cancro ha cominciato negli anni 90. Gli studi intrapresi in Asia hanno trovato che le donne asiatiche, che consumano molti altri isoflavoni che le donne americane, hanno rischi significativamente più bassi di sviluppare il cancro al seno.3 Poiché gli studi sugli animali hanno indicato che un livello di dieta nell'isolato di genisteina e della soia può proteggere da mammario, colon e tumori di pelle,4 è sembrato ragionevole da pensare che la soia potrebbe anche contribuire ad impedire i cancri umani ed in particolare, cancro al seno. Eppure molti medici della corrente principale rimangono scettici che qualcosa come “semplice„ come soia potrebbe avere così effetto profondo sulle sanità.

Soia, estrogeno e cancro al seno
Alcuni nell'istituzione medica credono che gli isoflavoni della soia non abbiano ruolo nell'impedire le malattie serie quale cancro. Altri ritengono che gli isoflavoni della soia non dovrebbero essere usati come supplementi nutrizionali perché gli isoflavoni fungono da estrogeni naturali e potrebbero causare molti dello stesso problema-tale di cui sia aumentato rischio colpo-che gli estrogeni sintetici ora sono conosciuti per causare.

Infatti, gli isoflavoni della soia non fungono semplicemente da estrogeni “naturali„. Gli isoflavoni della soia sono classificati correttamente come modulatori selettivi del ricevitore dell'estrogeno. dovuto la loro struttura molecolare unica, isoflavoni della soia può fungere da agonisti del ricevitore dell'estrogeno o stampi del ricevitore. Con questa abilità, gli isoflavoni della soia sono pensati da molti confer agli effetti benefici di estrogeno senza suoi effetti collaterali potenzialmente pericolosi, particolarmente in tessuti ormonalmente sensibili trovati in sia seno che endometrio.5,6

Numerosa manifestazione che di studi il potenziale si avvantaggia alle donne di soia d'incorporazione nelle loro diete per contribuire per impedire il cancro al seno. Uno studio 1991 di caso-control del punto di riferimento delle donne a Singapore, comprendendo 200 oggetti di caso e 420 oggetti di controllo, trovati che le donne con il più alto consumo di prodotti a base di soia hanno avute un rischio contrassegnato in diminuzione di sviluppare il cancro al seno.7 uno studio giapponese ancora più grande di caso-control nel 1995, comprendendo 1.186 oggetti e 23.163 comandi, inoltre hanno indicato che le donne con l'assunzione aumentata del tofu (cagliata della soia) hanno fatte confrontare un rischio significativamente in diminuzione di sviluppare il cancro al seno alle donne che hanno consumato le piccole quantità di prodotti a base di soia quale il tofu.8 per concludere, un basato sulla popolazione recente e molto grande, uno studio prospettivo di 21.852 donne giapponesi ha invecchiato 40-59 ha trovato che le donne con il più alta assunzione degli isoflavoni della soia hanno ridotto il loro rischio di cancro al seno di fino a 54% rispetto alle donne all'assunzione più bassa degli isoflavoni della soia.9

Malgrado alla la ricerca basata a prova che mostra gli effetti preventivi degli isoflavoni della soia su cancro al seno, con gli studi epidemiologici che evidenziano i tassi molto più bassi di cancro al seno fra le donne asiatiche che consumano le quantità significative di prodotti a base di soia, alcuni medici ancora avvertono le donne contro usando gli alimenti a base di soia ed i supplementi. Si contendono che perché gli isoflavoni della soia sono stati identificati poichè l'estrogeno “mimi,„ essi potrebbe potenzialmente peggiorare o persino causare il cancro al seno. Con le conoscenze attuali che gli isoflavoni della soia fungono da modulatori selettivi del ricevitore dell'estrogeno e non sono semplicemente estrogeno “mimi,„ queste discussioni non sostengono semplicemente. Come gli autori di uno studio recente degli isoflavoni della soia hanno dichiarato:

“Le raccomandazioni evitare gli alimenti della soia ora che sono dati da molti professionisti del settore medico-sanitario a questi pazienti [donne con cancro al seno] non sono basate su alcuna prova clinica sostenere questo consiglio. . . il fatto che un isoflavone come la genisteina agisce più simile alla a [modulatore selettivo del ricevitore dell'estrogeno] che un estrogeno dovrebbe essere la base per credere che gli alimenti della soia [e supplementi] siano più probabili essere utili per il trattamento e la prevenzione di cancro al seno.„10

Oltre ad essere un supplemento chemoprotective per cancro al seno, isoflavoni della soia inoltre sia probabilmente efficace nell'evitare altri tipi di cancri che affliggono le donne, compreso cancro dell'endometrio. Uno studio recente di caso-control ha riferito gli effetti degli isoflavoni della soia e di altri phytoestrogens sul rischio di sviluppare il cancro dell'endometrio.11 lo studio hanno confrontato 500 donne invecchiate 35-79 chi ha sviluppato il cancro dell'endometrio fra 1996 e 1999 - 470 età-e comandi etnia-abbinati. Come negli studi che esaminano gli effetti degli isoflavoni su cancro al seno, questo studio ha indicato che le donne che hanno avute un'più alta assunzione degli isoflavoni della soia hanno avute significativamente un più a basso rischio di sviluppare il cancro dell'endometrio. Ancor più interessante era che i livelli di isoflavoni stati necessari per assicurare la protezione contro cancro dell'endometrio sono stati trovati per essere molto più bassi dell'importo ha creduto necessario proteggere da cancro al seno.

Continuato alla pagina 2 di 2