Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine luglio 2004
immagine
I fuochi dentro
L'infiammazione è la prima difesa del corpo contro l'infezione, ma quando va storto,
può condurre agli attacchi di cuore, al tumore del colon, a Alzheimer e ad una miriade di altre malattie.

Da Christine Gorman e da Alice Park
il © 2004 TIME, Inc. ha ristampato con permesso.

È IL VOSTRO CUORE SU FUOCO?
Non molto tempo fa, la maggior parte dei medici hanno ritenuto agli attacchi di cuore come soprattutto problema dell'impianto idraulico. Nel corso degli anni, i depositi grassi si accumulerebbero lentamente sugli interni delle arterie coronarie importanti finché non si sviluppassero così grandi che hanno tagliato il rifornimento di sangue ad una parte vitale del cuore. Una molecola complessa chiamata LDL, il cosiddetto cattivo colesterolo, se la materia prima per questi depositi. Chiunque con i livelli elevati di LDL era chiaramente al maggior rischio di sviluppare la malattia cardiaca.

C'è appena un problema con quella spiegazione: a volte è completamente sbagliato. Effettivamente, la metà di tutti gli attacchi di cuore si presenta nella gente con i livelli di colesterolo normali. Non solo che, mentre le tecniche di rappresentazione sono migliorato, medici hanno trovato, molto con la loro sorpresa, che le placche più pericolose non erano necessariamente tutte quello grande. Qualcosa che ancora non fosse stato identificato stava inducendo quei depositi a scoppiare, avviando i grumi massicci che hanno tagliato il rifornimento di sangue coronario. Negli anni 90, Ridker è stato convinto che una certa specie della reazione infiammatoria fosse responsabile delle placche di scoppio ed ha cominciato la prova di provarla.

Artrite reumatoide: Qualcosa-possibile un virale infezione-provoca i macrofagi ed i neutrofili per attaccare i giunti. Lo scheletro è sempre più deforme

Per verificare la sua impressione, Ridker ha avuto bisogno di un'analisi del sangue semplice che potrebbe servire da indicatore per infiammazione cronica. Si è sistemato su proteina C-reattiva (CRP), una molecola prodotta dal fegato in risposta ad un segnale infiammatorio. Durante la malattia acuta, come un'infezione batterica severa, i livelli di CRP sparano rapidamente da meno di 10 mg/l - da 1.000 mg/l o da più. Ma Ridker era più interessato nei bassi livelli di senza CRP che 10 mg/L-that lui hanno trovato in gente altrimenti in buona salute e quello ha indicato soltanto un livello leggermente elevato di infiammazione. Effettivamente, la differenza fra normale ed elevata è così piccola che deve essere misurata da un'analisi specialmente progettata chiamata una prova della alto-sensibilità CRP.

Da ora al 1997, Ridker ed i suoi colleghi a Brigham e le donne avevano indicato che gli uomini di mezza età in buona salute con i livelli elevati di CRP erano tre volte probabili soffrire un attacco di cuore durante i sei anni successivi quanto erano quelli con i più bassi livelli di CRP. Finalmente, gli esperti in infiammazione hanno determinato quello che ha una lettura di CRP di 3,0 mg/l o più su possono triplicare il vostro rischio di malattia cardiaca. Il pericolo sembra ancora maggior in donne che negli uomini. Al contrario, gente con estremamente - i bassi livelli di CRP, meno di 0,5 mg/l, hanno raramente attacchi di cuore.

I medici ancora non sanno di sicuro l'infiammazione potrebbe indurre una placca a scoppiare. Ma hanno una teoria. Mentre il livello di colesterolo di LDL aumenta di sangue, speculano, alcuno di filtra nel rivestimento delle arterie coronarie e rimane incastrato là. I macrofagi, avvisati alla presenza di qualcosa che non appartenga, vengono in e provano a ripulire il colesterolo. Se, per qualsiasi ragione, la citochina segnala cominci a arrampicarsi il processo infiammatorio invece di dentellatura giù, la placca diventa instabile. “Questo non è circa la sostituzione del colesterolo come fattore di rischio,„ Ridker dice. “I giacimenti del colesterolo, ipertensione, fumare-tutta contribuiscono allo sviluppo delle placche di fondo. Che infiammazione sembra contribuire è la tendenza di quelle placche a rompere e causare un attacco di cuore. Se c'è soltanto infiammazione ma nessuna malattia cardiaca di fondo, quindi non c'è problema.„

A questo punto, i cardiologi non sono ancora pronti a raccomandare che la popolazione in genere sia schermata per i livelli di infiammazione. Ma c'è un consenso crescente che CRP dovrebbe essere misurato in quelli con un rischio moderatamente elevato di sviluppare la malattia cardiovascolare. Per lo meno, un livello elevato di CRP potrebbe fornire di punta l'equilibrio a favore della terapia più aggressiva con il trattamento-tale come aspirin e statina-che già sono conosciuti per lavorare.

UNA NUOVA VISTA DI DIABETE
Prima che il Dott. frederick banting ed i suoi colleghi all'università di Toronto isoli l'insulina negli anni 20, medici hanno provato a trattare il diabete con le dosi elevate dei salicilati, un gruppo di composti del tipo di aspirin. (Erano morfina ed eroina disperate ed anche provate.) Abbastanza sicuro, l'approccio del salicilato ha ridotto i livelli dello zucchero, ma ad un prezzo elevato: gli effetti collaterali hanno compreso uno squillo costante nelle orecchie, nelle emicranie e nelle vertigini. Gli odierni trattamenti per il diabete sono molto più sicuri e generalmente funzionano sostituendo l'insulina, amplificante la sua produzione o aiutando il corpo faccia l'uso più efficiente dell'ormone. Ma i ricercatori durante questi ultimi anni stanno riesaminando l'approccio del salicilato per i nuovi indizi circa come il diabete si sviluppa.

Che cosa hanno scoperto è un'interazione complessa fra infiammazione, insulina e grasso-qualsiasi dentro la dieta o in grandi popolare sotto la pelle. (Effettivamente, le cellule grasse si comportano molto come le cellule immuni, fuoriuscire fuori le citochine infiammatorie, specialmente poichè guadagnate il peso.) Dove misure di infiammazione in questa scenario-come una causa o un effetto-resti poco chiaro. Ma l'argomento per un ruolo centrale sta rafforzandosi. Il Dott. Steve Shoelson, un ricercatore senior al centro del diabete di Joslin a Boston, è cresciuto uno sforzo dei topi di cui le cellule grasse sono fabbriche sovralimentate di infiammazione. I topi diventano meno efficienti a usando l'insulina e continuano a sviluppare il diabete. “Possiamo riprodurre l'intera sindrome appena esortando l'infiammazione,„ Shoelson dice.

Quello suggerisce che un intervento tempestivo nel processo infiammatorio potrebbe invertire alcuni degli effetti del diabete. Alcune delle droghe che già sono usate per trattare il disordine, come metformina, possono lavorare perché inoltre inumidiscono la risposta di infiammazione. Inoltre, la ricerca preliminare suggerisce che i livelli elevati di CRP possano indicare un maggior rischio di diabete. Ma è troppo in anticipo per dire se ridurre i livelli di CRP realmente terrà il diabete alla baia.

CANCRO: LA FERITA CHE NON GUARISCE MAI
Indietro nei 1860s, il patologo rinomato Rudolf Virchow ha speculato che i tumori cancerogeni sorgono al sito di infiammazione cronica. Un secolo più successivamente, oncologi pagati più attenzione al ruolo che le varie mutazioni genetiche svolgono nella promozione delle crescite anormali che finalmente diventano maligne. Ora i ricercatori stanno esplorando la possibilità che la mutazione e l'infiammazione stanno rinforzando reciprocamente i processi che, lasciati incontrollati, possono trasformare le cellule normali nei tumori potenzialmente micidiali.

Alzheimer: Le cellule di Glial nel cervello sono supposte per sostenere i neuroni. Ma nel tentativo di per portare le cose alla normalità, liberano troppe citochine e distruzione di innesco maggior

Come ha potuto quello accadere? Una delle armi più potenti prodotte dai macrofagi ed altre cellule infiammatorie sono i cosiddetti radicali senza ossigeno. Queste molecole altamente reattive distruggono appena circa qualche cosa che attraversi il loro DNA del percorso-particolare. Un colpo dante un'occhiata che danneggia ma non distrugge una cellula potrebbe condurre ad una mutazione genetica che permette che tenga sulla crescita e sulla divisione. La crescita anormale non è ancora un tumore, dice Lisa Coussens, un biologo del cancro al centro completo del Cancro all'università di California, San Francisco. Ma al sistema immunitario, guarda molto come una ferita che deve essere riparata. “Quando le cellule immuni ottengono chiamate dentro, portano i fattori di crescita e un intero pantano delle proteine che chiamano altre cellule infiammatorie,„ Coussens spiega. “Quelle cose entrano e vanno “guariscono, guariscono, guariscono.„ Ma invece di guarigione, “state alimentando, alimentarti, alimentanteti. “„ A volte la ragione per il ciclo infiammatorio iniziale è ovvio-come con bruciore di stomaco cronico, che bagna continuamente il rivestimento dell'esofago con l'acido di stomaco, predisponente una persona al cancro esofageo. Altre volte, è meno chiaro. Gli scienziati stanno esplorando il ruolo di un enzima chiamato ciclossigenase 2 (COX-2) nello sviluppo di tumore del colon. COX-2 è ancora un altra proteina prodotta dall'ente durante l'infiammazione.

Durante questi ultimi anni, i ricercatori hanno indicato che le gente che prendono le dosi quotidiane di aspirin-cui è conosciuto per bloccare COX-2-are meno probabilmente per sviluppare le crescite precancerose hanno chiamato i polipi. Il problema con aspirin, tuttavia, è che può anche causare l'emorragia interna. Poi nel 2000, i ricercatori hanno mostrato quel Celebrex®, un altro inibitore COX-2 che è meno probabile che aspirin causare l'emorragia, inoltre riduce il numero dei polipi nell'intestino crasso.

Così, dovreste prendere Celebrex® per impedire il tumore del colon? È ancora troppo in anticipo per dire. COX-2 è chiaramente uno dei fattori nel tumore del colon. “Ma non penso che sia la risposta esclusiva,„ dice Ray DuBois, direttore di prevenzione del cancro al centro del Cancro di Vanderbilt-Ingram a Nashville, Tenn. “Ci sono molte altre componenti che devono essere esplorate.„

Continuato alla pagina 3 di 3