Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 2004
immagine
Proteggendo la vostra pelle da The Sun
Con svuotamento in corso dello strato di ozono, facendo uso di protezione solare e della presa dell'altra
i punti da proteggere da radiazione nociva di ultravoilet sono più importanti che mai.

Da Dave Tuttle

Negli ultimi decenni, l'incidenza del cancro di pelle è aumentato drammaticamente. L'incidenza annuale del melanoma maligno per 100.000 individui quasi ha triplicato fra gli uomini americani, aumentanti nel 1997 da 6,7 nel 1973 a 19,3.1 durante lo stesso periodo, l'incidenza del melanoma maligno fra le donne americane più di quanto raddoppiato nel 1997, da 5,9 nel 1973 a 13,8. Oggi, un americano muore del melanoma ogni ora di ogni giorno.I 2 tassi del cancro di pelle si pensano che salgano in futuro dovuto lo svuotamento lento ma costante dello strato di ozono protettivo della terra.

Gli aumenti nei livelli dell'agente inquinante conducono inesorabilmente ad una riduzione dei filtri atmosferici che hanno esseri umani protetti da radiazione nociva per gli eoni. La realtà triste è che lo strato di ozono continuerà a diminuire nell'immediato futuro come conseguenza degli affronti ambientali precedenti, anche se le misure correttive sono prese immediatamente. Nel frattempo, ciascuno di noi può intraprendere le azione per difendersi dalla singola esposizione a questi livelli di radiazione intensificati.

Come il Sun accelera l'invecchiamento della pelle
L'età prende il suo tributo sulla pelle, anche se una evita il sole interamente. Esponga al sole l'esposizione, tuttavia, drammaticamente accelera e peggiora questi cambiamenti inevitabili. La pelle cronicamente esposta al sole perde il suo spessore mentre le sue concentrazioni nel collagene diminuiscono.3 la rete della fibra dell'elastina della pelle sono interrotti ed i glicosaminoglicani, una componente della struttura della pelle, sono diminuiti. Ciò produce la pelle che si rompe facilmente, le contusioni, depressioni e prurito-tutto di quale sono segni visibili di invecchiamento.

Altro, cambiamenti più benigni alla superficie della pelle include i punti e le talpe di fegato. I punti di fegato sono toppe scure e piane del pigmento con i bordi arrotondati. Questi punti, che più esattamente sono chiamati punti dell'età perché hanno niente a che fare con il fegato, somigliano alle lentiggini. Non sono cancerogeni o precancerosi, in modo da non dovete essere interessato circa loro. Le talpe, anche chiamate nei, sono molto comuni. Vengono in varie forme e dimensioni e solitamente sono trovati sul fronte, sulle armi e sulle gambe. La persona media ha fra 10 e 40 talpe e diventano raramente cancerogeni. Se un punto o una talpa di fegato cambiate la sua forma o colore, tuttavia, consultate un dermatologo.

Fotomicrografo del tessuto della pelle dalla cultura della pelle, ingrandetto 125 volte. L'epidermide, nel rosa più scuro, contiene quattro tipi di cellule distinte: keratinocytes, melanociti, cellule di Merkel e cellule di Langerhans.

La radiazione ultravioletta in primo luogo entra nell'epidermide, che è lo strato della pelle che contatta l'ambiente. Col passare del tempo, questo può provocare la cheratosi attinica o solare, producendo le lesioni asciutte e squamose che possono essere giallo-marroni, bruno-rossastro, o lo stesso colore della pelle. Queste lesioni possono produrre un piccolo urto sulla pelle o possono essere piane. Un quarto della popolazione è stimato per avere almeno una di queste lesioni. Fortunatamente, sono solitamente inoffensivi. Se non sono rimossi, tuttavia, circa uno in 10 può svilupparsi in una forma maligna di carcinoma a cellule squamose chiamato del cancro di pelle. Le cheratosi attiniche possono a volte essere trattate con i farmaci attuali (per esempio, fluorouracile) in modo che pelino. Se questo trattamento non riesce, possono essere rimossi chirurgicamente, si dissipano (cautery elettrico), o congelato fuori (crioterapia).

La radiazione ultravioletta inoltre produce i vari cambiamenti agli strati della pelle che non sono visibili all'occhio.4 questi comprendono un ispessimento e un'increspatura del derma, la barriera protettiva dura ma altamente flessibile sotto l'epidermide. All'interno di questo strato sono i vasi sanguigni ed i nervi che aiutano la pelle per eseguire le sue funzioni. Il danneggiamento dei vasi sanguigni prodotti tramite radiazione ultravioletta è conosciuto come telangiactasia. Ancora più dalla superficie proviene i hypodermis, che contiene le ghiandole sudoripare, le ghiandole sebacee ed i follicoli piliferi, con i nervi ed i vasi sanguigni supplementari. Il danneggiamento delle ghiandole sebacee è conosciuto come comedones solari.

Fotomicrografo di melanocito, ingrandetto 2.800 volte. I melanociti fanno la pelle scura pigmentare la melanina, che si accumula sull'epidermide
formazione dello schermo contro i raggi UV del sole.

I melanociti sono la difesa primaria della pelle contro radiazione ultravioletta. I melanociti compongono 8-10% di tutte le cellule epidermiche e liberano le piccole quantità di pigmento chiamato melanina nella pelle. Questo pigmento produce l'abbronzatura desiderata dagli adoratori di sole. I due tipi di melanina sono eumelanin e pheomelanin.5 mentre entrambi sono utili, l'effetto protettivo principale contro radiazione viene da eumelanin, che limita la quantità di penetrazione ultravioletta con lo strato epidermico e pulisce per i radicali liberi DNA-offensivi prodotti tramite radiazione. La pigmentazione prodotta da melanina inoltre contribuisce a proteggere la pelle da ulteriore danno rendendolo più duro affinchè la pelle bruci.

Purtroppo, i melanociti diminuiscono di numero ed efficienza mentre invecchiamo.6 che la densità dei melanociti attivi diminuisce da 10-20% ogni decade dopo che raggiungiamo l'età 40. Poiché ci sono meno melanociti da reagire a radiazione ricevuta, la probabilità della combustione aumenta. Ciò è stata collegata statisticamente alla probabilità del cancro di pelle. I più grandi numeri dei melanociti sono trovati sulle spalle e sulla schiena della tomaia, seguite dalle armi e dal retro--preciso più basso le aree che ricevono la maggior parte della esposizione del sole. Ciò è il modo della natura di protezione noi dagli effetti di radiazione solare. Con l'età, tuttavia, anche i melanociti che rimangono diventano meno efficienti nell'esecuzione del loro ruolo, rendente li estremamente importanti approntare le misure per impedire o limitare l'esposizione del sole.

Radiazione ultravioletta e Cancro di pelle
Due tipi principali di radiazioni ultraviolette penetrano la superficie della terra: ultravioletto A (UVA) e B ultravioletta (UVB). UVA, che rappresenta 90% della radiazione totale, ha la lunghezza d'onda più lunga (320-400 nanometro) dei due e può penetrare gli strati di fondo della pelle. UVB ha una più breve lunghezza d'onda (290-320 nanometro) ed influenze soltanto gli strati superiori della pelle, ma è responsabile della solarizzazione e la maggior parte del danneggiamento iniziale fatto del DNA del corpo. La ricerca recente ha indicato che entrambi i tipi di radiazioni ultraviolette contribuiscono alle alterazioni a lungo termine in struttura del DNA che conducono al cancro di pelle.7 entrambi i tipi inoltre parzialmente sopprimono il sistema immunitario, rendente lo meno capace di eseguire i suoi ruoli vitali.

La radiazione di UVB direttamente è assorbita da DNA, che conduce alla formazione di composti conosciuti come i dimeri della pirimidina. Circa 75% di questi dimeri sono dimeri delle timine, il tipo considerato come il più cancerogeno. Le quantità aumentate di dimeri delle timine o un tasso in diminuzione di loro rimozione sono stati collegati statisticamente ai maggiori tassi di mutazione del DNA ed allo sviluppo successivo di cancro di pelle.8 mentre la radiazione di UVA non produce i dimeri, conduce alla formazione di radicali liberi, che anche possono danneggiare il DNA.

Uno studio nel giornale dell'istituto nazionale contro il cancro ha trovato una relazione dipendente dalla dose fra la capacità della riparazione del DNA della gente ed il loro rischio di sviluppo del melanoma maligno.9 purtroppo, mentre invecchiamo, la nostra capacità di riparare questo danno del DNA diminuisce, in parte a causa di un declino nelle proteine che partecipano alla riparazione del DNA. Il tasso di rimozione del dimero inoltre rallenta, conducendo alle mutazioni più potenziali.

Mentre il corpo ha una capacità stupefacente di guarirsi, i periodi estesi di esposizione a radiazione ultravioletta possono sopraffare le difese del corpo e condurre a cancro. I tre tipi principali di cancri di pelle sono basalioma, carcinoma a cellule squamose e melanoma.

Le cellule basali sono trovate sul fondo dell'epidermide, lo strato esterno della pelle. Sopra loro sono le cellule squamose, che compongono la maggior parte dell'epidermide restante. Il basalioma ed il carcinoma a cellule squamose sono entrambi i cancri dei keratinocytes, le cellule epiteliali che distribuiscono la melanina prodotta dai melanociti. Sebbene raramente mortale, basalioma e carcinoma a cellule squamose possa spargersi ad altre parti del corpo.

Più di 800,000 persone negli Stati Uniti sono diagnosticati ogni anno con basalioma, il cancro di pelle più comune. Il basalioma compare solitamente come piccolo urto sul collo o sulla testa, sebbene possa svilupparsi su qualsiasi area esposta al sole. Poiché questi tumori si sviluppano lentamente ed a volte somigliano alla psoriasi ed all'eczema, consultare un dermatologo per assicurare una diagnosi corretta altamente è raccomandato. Se trattato a tempo, più di 95% di tutto il basalioma può essere curato.

Il carcinoma a cellule squamose è il secondo cancro di pelle comune negli Stati Uniti, con più di 200.000 casse diagnosticate ogni anno. Compare solitamente come toppa rossa di pelle o di un nodulo, sebbene possa a volte somigliare ad una verruca. Queste crescite si sviluppano spesso sulle parti del corpo esposte al sole, ma possono anche comparire sulle aree della pelle che sono state nociute a dalle ustioni o da altre lesioni. La gente con i sistemi immunitari compromessi o l'infiammazione cronica della pelle è spesso al rischio aumentato per carcinoma a cellule squamose. A differenza di basalioma, il carcinoma a cellule squamose può riprodurrsi per metastasi, in modo dal primo soccorso di richiamo è raccomandato per coloro che pensa che possano avere carcinoma a cellule squamose.

Il melanoma, il cancro di pelle più serio, accade quando i melanociti nocivi tramite radiazione ultravioletta cominciano a dividersi da da basalioma dissimile control.10 e carcinoma a cellule squamose, che sono causati tramite l'esposizione prolungata del sole, melanoma è prodotto dagli episodi occasionale della solarizzazione severa. Per questo motivo, il melanoma è il cancro di pelle più comune in giovani adulti. È inoltre la forma più micidiale di cancro di pelle nella gente di tutte le età.

Le lesioni del melanoma somigliano solitamente alle talpe di circa 6 millimetri di diametro, ma hanno spesso una forma irregolare o i colori varianti. Trovato raramente sulle mani, sui braccia, o sul viso, si presentano il più comunemente sulle aree del corpo che sono esposte raramente al sole, quali le gambe più lombo-sacrali e superiori. Il rischio di melanoma è raddoppiato nella gente che ha avuta cinque o più brucia così severo che produrre delle bolle accaduta. Mentre la gente chiara di pelle è all'elevato rischio, quelle con pelle più scura possono anche essere colpite. Sebbene i tassi di sopravvivenza per quelli con il melanoma siano alti se il cancro è individuato presto, i tassi di sopravvivenza diminuiscono drammaticamente una volta che il cancro si è sparso.

Continuato alla pagina 2 di 2