Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2004
immagine
L'acido di Rosmarinic fornisce il sollievo naturale di allergia
Da John Colman
Ashtma

Asma ed allergie
L'asma storicamente è stata considerata una malattia della basso-via aerea, mentre la rinite allergica è considerata un disordine della superiore-via aerea. Le nuove associazioni stanno trovande fra asma e le allergie e una nuova teoria integrata chiamata “la teoria della via aerea unita„ è stata proposta.23 allergie delle vie respiratorie superiori ora sono considerate un fattore di rischio per lo sviluppo di asma ed ora è chiaro che l'alto eosinofilo include il mucoso nasale è un collegamento comune fra i due disordini.24 molte genti soffrono da entrambe le allergie ed asma stagionali e gli eosinofilo nasali possono essere considerare come il preannunciatore più importante delle funzioni della basso-via aerea e della tomaia in pazienti con sia rinite allergica stagionale che asma, come dimostrato in uno studio del giugno 2004.25

Infatti, l'indurimento e l'ispessimento del tessuto polmonare visto nelle vie respiratorie più basse in asmatici sono stati collegati con i periodi ripetuti delle allergie nelle vie aeree superiori. I cambiamenti del tessuto sono probabilmente dovuto lo sfregio del radicale libero causato dai cellula-neutrofili del radar-risponditore, dalle cellule di T e da altri leucociti disegnati al sito infiammato dalle istamine e da altri chemoattractants.26

Nel febbraio 2004, i ricercatori hanno duplicato il muscolo liscio caratteristico che si ispessiscono nelle vie aeree asmatiche ripetutamente esponendo i ratti agli allergeni e notando i cambiamenti nell'architettura del polmone. Cellule di T, macrofagi, eosinofilo, linfociti e neutrofili in liquido del polmone aumentato drammaticamente, con conseguente cambiamenti caratteristici veduti nelle pareti della via aerea degli asmatici.26 nuovi studi come questo rinforzano l'importanza di controllo delle allergie stagionali ed annuali; l'omissione di controllare queste circostanze presenta il pericolo molto reale di causare i mutamenti strutturali permanenti al tessuto polmonare.

Conclusione
Fra i composti naturali, l'acido e la luteolina rosmarinic sono le migliori scelte per il trattamento le allergie stagionali, le allergie perenni e dell'asma. L'acido di Rosmarinic è il solo nutraceutical indicato per essere efficace nel trattamento della rinite stagionale in esseri umani. Nei numerosi studi della cellula umana e dell'animale, la luteolina è stata indicata per essere efficace nella soppressione dell'infiammazione allergica. Almeno una foglia naturale del fonte-perilla estratto-contiene le quantità significative di entrambi i composti. Ciò tiene la grande promessa per le vittime di allergia intorno al mondo, poichè questi prodotti sono stati dimostrati per fungere da antistaminici mentre uccidere fuori dall'eccesso allergia-ha attivato le cellule del radar-risponditore, la causa di origine reale di sofferenza nelle circostanze allergiche.

Riferimenti

1. Distacco di Umetsu, McIntire JJ, Akbari O, Macaubas C. Asthma: un'epidemia di immunità dysregulated. Nat Immunol. 2002 agosto; 3(8): 715-20.

2. Kosunen TU, gancio-Nikanne J, Salomaaa H, RH di Dekruff. Aumento degli anticorpi allergene-specifici dell'immunoglobulina E dal 1973 al 1994 in una popolazione finlandese ed in una relazione possibile alle infezioni di helicobacter pylori. Allergia di Clin Exp. 2002 marzo; 32(3): 373-8.

3. Berkow R. Il manuale di Merck, sedicesimo ed. Laboratori di ricerca di Merck; 1995.

4. Ziment I, Tashkin LP. Medicina alternativa per l'allergia e l'asma. Allergia Clin Immunol di J. 2000 ottobre; 106(4): 603-14.

5. Costa JJ, Welker PF, Galli SJ. Le cellule della risposta allergica: mastociti, cellule basofile ed eosinofilo. JAMA. 10 dicembre 1997; 278(22): 1815-22.

6. BR di Wong, Grossbard eb, DG di Payan, Masuda es. Ottimizzazione dello Syk come trattamento per i disordini allergici ed autoimmuni. Droghe di Opin Investig dell'esperto. 2004 luglio; 13(7): 743-62.

7. SIG. di Sereiti di Al, Abu-Amer chilometro, Sen P. Pharmacology dei rosmarini ed i suoi potenziali terapeutici. J indiano Exp Biol. 1999 febbraio; 37(2): 124-0.

8. Makino T, Furuta A, Fujii H, et al. effetto del trattamento orale del perilla frutescens ed i suoi costituenti su tipo-Io allergia in topi. Toro di biol Pharm. 2001 ottobre; 24(10): 1206-9.

9. Takano H, Osakabe N, Sanbongi C, et al. l'estratto del perilla frutescens arricchito per acido rosmarinic inibisce il rhinoconjunctivitis allergico stagionale in esseri umani. Med di biol di Exp. 2004 marzo; 229(3): 247-54.

10. Hur YG, YUN Y, acido vinto di J. Rosmarinic induce fas gli apoptosi di p561ck-dependent nel jurkat e le cellule di T periferiche via l'indipendente mitocondriale di via da fas/interazione del legante. J Immunol. 1° gennaio 2004; 172(1): 79-87.

11. Sanbongi C, Takano H, acido di Osakabe N. Rosmarinic inibisce la lesione di polmone indotta dalle particelle diesel dello scarico. Med libero di biol di Radic. 15 aprile 2003; 34(8): 1060-9.

12. Effetto di Makino T, di Furuta Y, di Wakushima H, di Fujii H, di Saito K, di Kano Y. Anti-allergic del perilla frutescens ed i suoi costituenti attivi. Ricerca di Phytother. 2003 marzo; 17(3): 240-3.

13. Ueda H, Yamazaki C. Luteolin come costituente antinflammatory ed antiallergico del perilla frutescens. Toro di biol Pharm. 2002 settembre; 25(9): 1197-202.

14. J vinto, Hur YG, il EM di Hur, et al. acido di Rosmarinic inibisce da attivazione e dalla la proliferazione a cellula T indotte TCR in un modo Lck-dipendente. EUR J Immunol. 2003 aprile; 33(4): 870-9.

15. YUN SY, Hur YG, Kang mA, Lee J, Ahn C, effetti immunosopressivi vinti di J. Synergistic di acido rosmarinic e rapamicina in vitro e in vivo. Trapianto. 27 maggio 2003; 75(10): 1758-60.

16. Sanbongi C, Takano H, Osakabe N, et al. acido di Rosmarinic in estratto della foglia del perilla inibisce l'infiammazione allergica indotta dall'allergene dell'acaro, in un modello del topo. Allergia di Clin Exp. 2004 giugno; 34(6): 971-7.

17. Hu G, pareti RS, spigola D, et al. La formulazione di erbe cinese Biminne in gestione di rinite allergica perenne: un randomizzato, prova alla cieca, controllata con placebo, un test clinico di 12 settimane. Ann Allergy Asthma Immunol. 2002 maggio; 88(5): 478-87.

18. Borchers A, Sakai S, Henderson GL, et al. Shosaiko-a ed altre medicine di Kampo [di erbe giapponese]: una rassegna delle loro attività immunomodulatorie. J Ethnopharmacol. 2000 novembre; 73 (1-2): 1-13.

19. Huntley A, medicine di Ernst E. Herbal per asma: una rassegna sistematica. Torace. 2000 novembre; 55(11): 925-9.

20. Hirano T, Higa S, Arimitsu J, et al. i flavonoidi quale luteolina, il fisetin e l'apigenina sono inibitori di produzione interleukin-4 e interleukin-13 dalle cellule basofile umane attivate. Allergia Immunol dell'arco di Int. 2004 giugno; 134(2): 135-40.

21. Inoue T, Sugimoto Y, Masuda H, effetto di Kamei C. Antiallergic dei glicosidi flavonoidi ottenuti dal toro di L. Biol Pharm di mentha piperita. 2002 febbraio; 25(2): 256-9.

22. Parcheggi le KY, Lee SH, il min BK, et al. l'effetto inibitorio di luteolina 4' - O-glucoside dai corpi striati di Kummerowia ed altri flavonoidi su bioattività interleukin-5. Med di Planta. 1999 giugno; 65(5): 457-9.

23. Gonzalez HJ, Gomez VJ, Orea MP, SG del Flores, Rios NR, iperreattività della via aerea di de la Torre F. in pazienti con rinite allergica e non allergica. Rev Alerg Mex. 2003 maggio-giugno; 50(3): 86-90.

24. Bavbeck S, Demirel YS, Erekul S, Kalayctoglu O, Beder S, Misirligil Z, Gurbuz L. Il meccanismo di iperattività bronchiale nei pazienti della rinite allergica. Allergol Immunopathol [Madr]. 1996 marzo-aprile; 24(2): 45-53.

25. Ciprandi G, Cirill, I, Vizzaccaro A, m. milanese, Tosca mA. Funzione della via aerea ed infiammazione nasale in rinite allergica stagionale e nell'asma. Allergia di Clin Exp. 2004 giugno; 34(6): 891-6.

26. Leung SY, Eynott P, nobile A, Nath P, Chung KF. Risoluzione di infiammazione allergica delle vie aeree ma persistenza di proliferazione del muscolo liscio della via aerea dopo le esposizioni ripetute dell'allergene. Allergia di Clin Exp. 2004 febbraio; 34(2): 213-20.