Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine settembre 2004
Gli acidi grassi Omega-3 stabilizzano le placche aterosclerotiche

La malattia cardiaca può essere veduta come il sintomo delle placche contenenti lipidi nelle pareti delle arterie coronarie, delle arterie carotiche, dell'aorta e delle arterie periferiche. Almeno in a metà di tutti gli primi attacchi di cuore, tuttavia, le placche sono hemodynamically insignificante-che è, essi non bloccano le arterie o non causano il dolore toracico. Queste placche diventano clinicamente significative quando liberano i frammenti che alloggiano in più piccoli vasi sanguigni, causanti l'occlusione e privanti i tessuti vicini del sangue e dell'ossigeno. Da o diriga l'esame patologico o con l'assistenza di imaging a risonanza magnetica, le placche arteriose possono ora essere valutate e classificate come stabili o instabili.

A tal fine, i ricercatori all'università di Southampton (Regno Unito) hanno progettato un test clinico futuro, randomizzato, della prova alla cieca per determinare l'effetto degli acidi grassi dietetici omega-3 in 162 pazienti preveduti subire l'endoarterectomia carotica per atherosclerosis.* che avanzato i pazienti sono stati dati le capsule che contengono gli acidi grassi omega-3 negli importi conosciuti per essere cardioprotective, le capsule che contengono gli acidi grassi omega-6, o le capsule che contengono una miscela degli oli comparabili ad una dieta occidentale tipica. Ai tempi di chirurgia, le sezioni arteriose sono state ottenute e classificato state per un cardiopathologist come stabili o instabile basato sulla morfologia della placca e sul grado di infliltration del macrofago.

Rispetto ai partecipanti che hanno ricevuto gli acidi grassi omega-6 o una miscela degli oli di dieta Westernized, quelli che ricevono gli acidi grassi omega-3 hanno avuti un aumento più maggior di di 50% in stalla contro le placche instabili. I ricercatori hanno supposto che le placche arteriose fossero strutture e rispondenti dinamici a modifica dietetica.

Aumentando gli acidi grassi dietetici omega-3 consumando il pesce o i supplementi è cardioprotective, riduce l'aterosclerosi, impedisce le morti improvvise causate dalle placche instabili e fa diminuire la probabilità degli attacchi di cuore futuri. Gli scienziati ritengono che questa protezione sia conferita dalle proprietà antinfiammatorie degli acidi grassi omega-3.

— Decano S. Cunningham, MD, PhD

Riferimento

* Thies F, Garry JM, Yaqoob P, et al. associazione degli acidi grassi polinsaturi n-3 con stabilità delle placche aterosclerotiche: una prova controllata randomizzata. Lancetta 2003 8 febbraio; 361(9356): 477-85.

Il vaccino del Cancro della Anti-prostata mostra la promessa

Alla riunione annuale del giugno 2004 della società americana dell'oncologia clinica, Johann Vieweg, MD, professore associato dell'urologia e l'immunologia a Duke University Medical Center, presentati a risultati emozionanti su un vaccino immunotherapeutic sta provando contro il carcinoma della prostata.

A differenza dei vaccini tradizionali che una volta amministrati proteggono il destinatario dall'acquisto della malattia, vaccini immunotherapeutic facilitano la distruzione di una malattia attuale. Il vaccino del Dott. Vieweg provoca un attacco immune contro le cellule cui il telomerase dei overexpress, un polipeptide che è silenzioso in cellule umane normali ma abbondantemente è espresso in più di 85% di tutte le cellule del tumore, compreso quelli della prostata, del seno, del polmone, dei due punti e del rene. Il Telomerase è conosciuto per proteggere le cellule del tumore dal subire la morte preprogrammata delle cellule, eppure a causa di queste differenze nell'espressione, il telomerase può servire da obiettivo immunologico, quindi rendente le cellule del tumore vulnerabili mentre conserva l'integrità delle cellule normali.

Dei 20 uomini con carcinoma della prostata che sono iscritti allo studio del Dott. Vieweg, 19 potevano generare con successo le loro proprie cellule di T immuni specifiche con attività citotossica contro le cellule telomerase-collegate del tumore e senza effetti collaterali apprezzabili. Di conseguenza, il momento di raddoppiamento tipico di 2,9 mesi per l'antigene prostatico specifico (PSA) nel sangue è aumentato a 100 mesi. Il tempo di raddoppiamento di PSA è lungamente una misura conveniente di una risposta del paziente di carcinoma della prostata al trattamento-$$'il tempo di raddoppiamento, migliore la risposta.

Ancora, 9 di 10 oggetti che inizialmente hanno avuti livelli rilevabili di carcinoma della prostata di circolazione sono stati trovati per avere una riduzione significativa o per completare l'assenza di queste cellule dopo la vaccinazione. Nella fase prossima dello studio, gli oggetti riceveranno le vaccinazioni del ripetitore per prolungare la loro immunità e protezione presuntiva da carcinoma della prostata.

Purtroppo, mentre i pochi uomini che partecipano allo studio si sono avvantaggiati, molti altri uomini ammissibili non non. Il vaccino del telomerase è nei test clinici di fase I/II come prodotto in via di sviluppo per Geron Corporation e può bene essere anni prima che questo vaccino di promessa sia messo a disposizione del pubblico.

— Decano S. Cunningham, MD, PhD

L'uso a breve termine di statina vuota i livelli CoQ10

In un nuovo studio sulla statina l'uso ha pubblicato negli archivi della neurologia, ricercatori all'università di Columbia nel rapporto di New York che anche un breve corso della terapia di statina riduce drammaticamente i livelli di coenzima Q10 (CoQ10). * Questa individuazione, i ricercatori celebri, potrebbe spiegare gli effetti collaterali di disturbo della terapia di statina, che includono l'intolleranza di esercizio, il dolore muscolare ed altri indicatori di disfunzione del muscolo.

Una classe ampiamente prescritta di droghe che riducono i livelli di colesterolo nocivi, le statine include Pravachol® (pravastatina), Zocor® (simvastatina) e Lipitor® (atorva-statina), che è stato utilizzato nello studio di Colombia. CoQ10 è un antiossidante e un cofattore naturali che è determinante per il metabolismo energetico cellulare. La produzione naturale del corpo dei declini CoQ10 con l'età ed i cali precipitosamente con uso di statina.

Nello studio di Colombia, una maggioranza dei livelli del CoQ10 dei pazienti ha caduto vicino fino a 49% dopo appena due settimane della terapia. Lo studio crea il completamento raccomandato CoQ10 come misura preventiva per i pazienti che prendono Lipitor® o altre statine.

L'alta lipoproteina a bassa densità (LDL) è implicata nell'aterosclerosi, che può condurre alla malattia cardiaca ed al colpo. La riduzione del colesterolo è uno scopo raccomandato di salute per la maggior parte dei adulti. Mentre l'attenzione alla dieta aiuta, non tutto il colesterolo viene dagli alimenti grassi; il colesterolo è inoltre fabbricato all'interno del corpo. Le statine sono efficaci perché interferiscono con una fase di una via che biochimica quella conduce alla produzione di colesterolo. Poiché CoQ10 è creato a valle dalla stessa via, le statine bloccano la sua sintesi pure, rendendo il completamento CoQ10 cruciale per quelli che prendono le statine.

— Dale Kiefer

Riferimento

* Rundek T, Naini A, Sacco R, Coates K, DiMauro S. Atorvastatin fa diminuire il livello del coenzima Q10 nel sangue dei pazienti a rischio della malattia cardiovascolare e del colpo. Arco Neurol. 2004 giugno; 61(6):889-92.

Ormoni sessuali implicate nell'ingrandimento della prostata

L'ingrandimento della ghiandola di prostata che si presenta con invecchiamento, conosciuto come l'iperplasia prostatica benigna (BPH), fa la sua apparizione nella maggior parte dei uomini mentre hanno luogo nei loro anni trenta. Dall'età di 80, circa 85% degli uomini hanno BPH. Fino a un terzo degli uomini fra 40 e 79 anni ha sintomi severi di BPH, compreso la difficoltà che inizia la minzione, una corrente debole dell'urina, o svegliantesi dal sonno per urinare più di due o tre volte ogni notte.

Con sempre più gli uomini stanno optando affinchè il completamento del testosterone migliorino la loro salute globale, è importante da accertare di se tale terapia aumenterà corrispondentemente il rischio di BPH. Fin qui, la prova epidemiologica non ha implicato i livelli del testosterone del siero avversamente nel colpire la salute della prostata, né abbia uomini che hanno ricevuto la terapia ormonale sostitutiva indicato per avere un più alto tasso di carcinoma della prostata o di BPH.

I ricercatori all'università di Gazi a Ankara, Turchia, hanno cercato di determinare l'associazione, all'occorrenza, fra la concentrazione nel siero delle ormoni sessuali ed i sintomi severi di BPH.* lo studio iscrivessero 61 uomo che sono stati preveduti per ambulatorio radicale come trattamento per BPH, con 45 che il controllo abbinato asintomatico sottopone. Sebbene il grado di iperplasia aumenti con l'età, la sola relazione significativa fra l'iperplasia ed i livelli di ormone ha compreso l'estradiolo. I livelli elevati di estradiolo erano significativamente negli uomini con più maggior di 50 grammi di tessuto hyperplastic. La fluttuazione degli ormoni di circolazione che si sono presentati in funzione dell'età era simile fra il gruppo di BPH ed il gruppo di controllo. Specificamente, i livelli liberi del testosterone sono diminuito con l'età, mentre l'estradiolo, la prolattina ed i livelli della gonadotropina sono aumentato.

Gli autori hanno concluso che è improbabile che le concentrazioni nel siero delle ormoni sessuali fossero collegate con BPH, ma piuttosto è il rapporto aumentante dell'estradiolo a testosterone libero che è importante nello sviluppo di BPH.

— Decano S. Cunningham, MD, PhD

Riferimento

* Concentrazioni in Tan MO, in Karabiyik I, in Uygur MC, in Diker Y, in Erol D. Serum delle ormoni sessuali in uomini con i sintomi più bassi severi dell'apparato urinario ed iperplasia prostatica benigna. Int Urol Nephrol. 2003;35(3):357-63.

Continuato alla pagina 2 di 2