Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine settembre 2004
Gli antiossidanti possono proteggere da perdita dell'udito

La ricerca recente pubblicata nel laringoscopio medico del giornale presta ulteriore credito alla credenza che gli antiossidanti supplementari possono proteggere l'orecchio interno da perdita dell'udito traumatica e relativa all'età.1

Negli studi intrapresi all'università del sud dell'Illinois, gli scienziati hanno studiato gli effetti della vitamina supplementare E su perdita dell'udito indotta da un farmaco anticancro potente, cisplatino. I ratti che ricevono la vitamina E prima di un'iniezione di cisplatino hanno sostenuto molto danneggiamento dei capelli sensoriali dell'orecchio interno che i ratti che non hanno ricevuto la vitamina E. Scientists credono i danni di quel cisplatino che sentono più o meno allo stesso modo che l'invecchiamento normale erodesse l'udienza; entrambe le circostanze sono credute per essere il risultato di danno libero radicale.2,3 scienziati suppongono che la vitamina E ed altri antiossidanti possano neutralizzare i radicali liberi danneggianti prima che colpiscano i capelli sensoriali sensibili nell'orecchio interno.

I risultati dello studio echeggiano la simile ricerca pubblicata negli ultimi anni. Nel 2002, i ricercatori di Yale University hanno determinato che la perdita dell'udito correla con sia l'età che l'esposizione al rumore. Hanno trovato che gli oggetti con gli più alti certificato di scuola media superiore della vitamina tendono a soffrire meno perdita di udienza che i pazienti con i certificato di scuola media superiore bassi della vitamina.4 similarmente, negli studi intrapresi in Israele nel 2003, i soggetti umani con perdita dell'udito improvvisa di origine sconosciuta erano più probabili recuperare la loro udienza dopo che il trattamento con la vitamina supplementare E che i pazienti che non hanno ricevuto l'antiossidante.5

Altri studi recenti hanno notato un effetto udienza-protettivo per altri antiossidanti supplementari, compresi i resveratroli, vitamina C 6, melatonina,2 ed acetile-l-carnitina ed acido alfa-lipoico.3

— Dale Kiefer

Riferimenti

1. Kalkanis JG, Whitworth C, Rybak LP. La vitamina E riduce l'ototossicità del cisplatino. Laringoscopio. 2004 marzo; 114(3): 538-42.

2. MD di Seidman, Khan MJ, Bai U, Shirwany N, capriccio WS. Attività biologica dei metaboliti mitocondriali su invecchiamento e su perdita dell'udito relativa all'età. J Otol. 2000 marzo; 21(2): 161-7.

3. MD di Seidman. Effetti della restrizione dietetica e degli antiossidanti su presbiacusia. Laringoscopio. 2000 maggio; 110 (5 pinte 1): 727-38.

4. Rabinowitz PM, il tus dello sta- della PAGINA dello Sr di Pierce Wise J, di Hur Mobo B, di Antonucci, di Powell C, di Slade M. Antioxidant e l'udienza funzionano in lavoratori caratterizzati da rumore. Senta la ricerca. 2002 novembre; 173 (1-2): 164-71.

5. Joachims hertz, Segal J, Golz A, Netzer A, Goldenberg D. Antioxidants nel trattamento di perdita dell'udito improvvisa pathic del idio-. Otol Neurotol. 2003 luglio; 24(4): 572-5.

6. Seidman m., Babu S, Tang W, Naem E, capriccio WS. Effetti dei resveratroli sul trauma acustico. Collo Surg della testa di Otolaryngol. 2003 novembre; 129(5) 463 - 70.

I fossili registrano l'aumento drammatico della longevità umana

Un considerevole aumento nella portata in anticipo di vita umana può essere un fattore chiave nella modellatura della civilizzazione moderna, secondo fossile un 5 luglio 2004 pubblicato nuovo studio, negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze.

Gli scienziati all'università del Michigan ed all'università di California, riva del fiume, hanno analizzato il rapporto di più vecchio ai più giovani adulti in 750 campioni hominid del dente a partire dai periodi di tempo successivi, valutante il significato delle differenze nei tassi di usura molare. I loro risultati hanno indicato che la sopravvivenza del numero di persone ad una vecchiaia più di quanto quadruplicato BC durante il periodo paleolitico superiore in anticipo intorno a 30.000, quando homo sapiens stava diventando ha stabilito in Europa.

Nello studio, i ricercatori hanno definito “vecchio„ per essere almeno la doppia età di maturazione riproduttiva. “Mentre l'età di maturazione riproduttiva può variare nei gruppi umani in anticipo, se fosse 15, quindi l'età 30 sarebbe l'età quale potrebbe teoricamente in primo luogo stare bene ad una nonna,„ a Caspari ha notato.

Il salto nella longevità può essere un fattore chiave nella modellatura della civilizzazione moderna. Un gran numero di gente più anziana ha fornito i vantaggi evolutivi distinti quali le relazioni ed i legami sociali più stretti della parentela come pure ha permesso la maggior efficienza nell'accumulazione e nella trasmissione di conoscenza specializzata dagli individui più anziani e con esperienza alle più giovani generazioni. Questa cosiddetta “ipotesi della nonna„ presuppone che le nonne sono utili a causa della conoscenza che passano sopra alla prole dei derivati dell'riproduttivo-età e delle loro figlie.

La durata più lunga inoltre avrebbe aumentato il numero degli anni disponibili per la riproduzione, lavorando per promuovere l'espansione della popolazione e creando le pressioni sociali quella ha condotto alla crescita delle reti commerciali, della mobilità aumentata e di più sistemi complessi della cooperazione e della concorrenza.

“C'è stato molta speculazione circa che cosa ha dato ad esseri umani moderni il loro vantaggio evolutivo. Questa ricerca fornisce una spiegazione semplice per cui ora c'è prova concreta: Gli esseri umani moderni erano più vecchi e più saggio,„ i co-author dello studio hanno scritto.

— Decano S. Cunningham, MD, PhD

Gli scienziati identificano Gene Thought per controllare l'invecchiamento

I ricercatori a Mayo Clinic a Rochester, MN, stavano cercando le cause genetiche di cancro quando hanno inciampato su qualche cosa di gene inatteso-un quel aspetti importanti di comandi di aging.*

Secondo i risultati pubblicati nella genetica della natura del giornale, gli scienziati hanno scoperto che i topi mutanti che mancano di determinato gene, BubR1 definito, muoiono della vecchiaia cinque topi del normale di volte più velocemente. Questa discrepanza clamorosa nella durata suggerisce che la proteina codificata da BubR1 sia compresa nella portata di mantenimento di vita normale. I topi senza questa proteina mostrano i numerosi segni in anticipo dell'invecchiamento accelerato, compreso la pelle d'assottigliamento, un sistema immunitario d'indebolimento, una sterilità, le cataratte e le anomalie spinali.

Rivolgere la loro attenzione al normale topo-che hanno il gene e così i proteina-ricercatori BubR1 ha scoperto che la proteina BubR1 livella normalmente la diminuzione con l'età. Questa speculazione richiamata che un declino in proteina BubR1 può essere responsabile almeno di alcuno del declino fisiologico si è associata con invecchiamento.

Poiché i livelli della proteina BubR1 diminuiscono nel testicolo e nelle ovaie dei topi normali con l'età d'avanzamento, gli scienziati suppongono che la diminuzione della proteina possa essere responsabile della sterilità e di determinati difetti di nascita età-collegati, quale sindrome di Down, in esseri umani. I topi mutanti di BubR1-lacking sono infertile dovuto un'incapacità di passare il numero corretto dei cromosomi alle cellule germinali riproduttive. Sindrome di Down ed altri difetti di nascita comuni si sono associati con l'età avanzata in esseri umani risultano quando un uovo fertilizzato contiene un numero sbagliato dei cromosomi.

Questa scoperta intrigante fornisce la nuova comprensione nelle complessità di invecchiamento e può aiutare gli scienziati a capire meglio e finalmente trattare alcuni dei disordini connessi con invecchiamento umano.

— Dale Kiefer

Riferimento

* Panettiere DJ, KB di Jeganathan, inizio iniziale di cause di insufficienza JD, et al. BubR1 di Cameron dei fenotipi collegati invecchianti e sterilità in topi. Nat Genet. 2004 luglio; 36(7): 744-9. Epub 2004 20 giugno.

Continuato alla pagina 2 di 2