Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Estratti

LE Magazine aprile 2005
immagine

Ginkgo

Effetti del ginkgo biloba sul funzionamento mentale nei volontari sani.

FONDO: C'è stato una mancanza di indagini che esaminano gli effetti dell'estratto EGb 761 del ginkgo biloba sulle funzioni mentali e della qualità della vita negli individui sani senza il danno conoscitivo. Quindi, l'obiettivo dello studio presente era di valutare (cioè, gli effetti relativamente a breve termine di 4 settimane) di EGb 761 sul funzionamento e sulla qualità della vita mentali in volontari sani. METODI: La prova è stata condotta come un di quattro settimane, randomizzato, la prova alla cieca, studio controllato con placebo, a gruppi paralleli, monocentric. Sessantasei volontari sani invecchiati fra 50 e 65 anni senza danno conoscitivo età-collegato sono stati randomizzati, 32 nel placebo e 34 nel gruppo del trattamento di EGb 761 (240 mg, t.i.d.). La sicurezza e la conformità sono state controllate dopo 1, 2, 3 e 4 settimane. Le misure primarie di risultato in questo studio sono il giudizio degli oggetti della loro propria salute mentale (MH), la loro salute generale (GH) e la loro qualità della vita (QoL) operazionalizzata in base a tre scale analogiche visive differenti (VAS). Le misure secondarie di risultato sono 15 prove e procedure sperimentali basate su una classificazione o su una tassonomia neurobiologically basata delle funzioni. RISULTATI: Le differenze di intergruppo nella salute mentale auto-stimata come pure nella qualità della vita auto-stimata erano significative a favore di EGb 761. Nessuna differenza di intergruppo è stata trovata nella salute generale auto-stimata. I risultati secondari che sostengono la nozione di superiorità della droga attiva sono stati trovati per sia la prestazione del motore che la valutazione emozionale. Questo studio non ha rivelato la prova degli effetti collaterali o dell'intolleranza farmaco-indotti sconosciuti. Gli eventi avversi non seri sono stati osservati durante lo studio. CONCLUSIONI: Entrambe le domande trattate in questi studio, efficacia e sicurezza, sono importanti da una prospettiva medica perché molte persone prendono l'agente studiato in uno sforzo per migliorare il loro funzionamento mentale e benessere generale. I risultati di questo studio supportano l'adeguatezza di assunzione di EGb 761 per migliorare le funzioni indicate precedentemente.

Arco Med Res. 2003 settembre-ottobre; 34(5): 373-81

Gli effetti del ginkgo biloba estraggono (LI 1370) il completamento e la sospensione sulle attività della vita e dell'umore quotidiani in volontari più anziani viventi liberi.

Lo scopo dello studio era di studiare gli effetti di continuazione del trattamento con l'estratto del ginkgo biloba (GBE) 120 mg/giorno sulle attività della vita del quotidiano (ADLs) e dell'umore in volontari più anziani in buona salute che immediatamente precedentemente avevano partecipato ad un'indagine degli effetti di un trattamento di 4 mesi con la droga. A seguito di un'indagine postale priore che studia gli effetti di 4 mesi di completamento con GBE su ADLs e vari aspetti dell'umore e del sonno, 1.570 volontari sono continuato su un'indagine postale di seguito di 6 mesi. Gli oggetti hanno selezionato la loro propria opzione del trattamento per l'indagine di seguito, che efficacemente ha creato quattro gruppi: un gruppo di continuazione che ha ricevuto GBE nell'iniziale uno studio di 4 mesi e durante il seguito di 6 mesi (GBE-GBE), un gruppo della sospensione che ha ricevuto GBE nello studio iniziale ma non durante il seguito (GBE-NT), un nuovo gruppo del trattamento che non ha ricevuto GBE nell'iniziale uno studio di 4 mesi ma chi ha ricevuto GBE durante il seguito di 6 mesi (NT-GBE) e un nessun gruppo di trattamento che non ha ricevuto il trattamento in qualsiasi indagine (NT-NT). Alla conclusione del periodo di seguito di 6 mesi ogni oggetto ha completato una linea la scala di valutazione analogica (LARS) ed attività di una auto-valutazione della scala quotidiana di vita (SR-ADL). C'erano differenze della sopraelevazione ferroviaria di fi di signi nei punteggi globali medi di SR-ADL e del LARS fra i quattro gruppi di combinazione del trattamento alla conclusione del periodo di seguito. Un'analisi fattoriale del LARS ha rivelato due fattori, “l'umore„ e “la vigilanza„. Quando i punteggi da ciascuno dei gruppi del trattamento sono stati esaminati sopra il tutto un periodo di 10 mesi era evidente che le valutazioni di competenza globale nello SR-ADL ed in entrambi i fattori del LARS sono state diminuite su cessazione del trattamento con GBE e sono state migliorate quando il trattamento di GBE è stato iniziato. La grandezza dei miglioramenti su tutte le scale è stata collegata con la durata globale del completamento di GBE. Le differenze della sopraelevazione ferroviaria di Signi fi fra i gruppi di oggetti trattati con GBE per i periodi differenti (4-10 mesi) suggerisce che l'estratto abbia un effetto dimostrabile nel miglioramento l'umore e della prestazione auto-valutata delle mansioni della vita di ogni giorno.

Ricerca di Phytother. 2004 luglio; 18(7): 531-7

Studi sui meccanismi molecolari dell'estratto del ginkgo biloba.

Negli ultimi dieci anni, l'interesse dal grande pubblico nell'uso degli integratori alimentari di erbe è aumentato esponenzialmente. Come attraverso la storia, gli individui ora stanno girando verso l'uso delle terapie “naturali„ per la prevenzione, il trattamento e la cura di quasi ogni disturbo e male invecchiante immaginabili. spesso senza prova sostanziale di sicurezza o di efficacia. Uno dei supplementi di erbe più popolari è l'estratto del ginkgo biloba, preso per la sua “memoria percepita che migliora„ le proprietà. Dato la popolarità eccessiva, l'utilizzazione crescente ed il numero sostanziale dei prodotti farmaceutici che contengono il biloba del G., accoppiato con le richieste di sicurezza del prodotto e “di prova irrefutabile,„ la scienza ha seguito molto attentamente questa tendenza con un corpo in continua espansione dei dati farmacologici e clinici su tali preparazioni. Sostiene che l'estratto standardizzato di biloba del G. (EGb 761) può modulare l'ambiente cellulare di un organismo sia nelle circostanze di sforzo che fisiologiche può essere attribuito alle sue proprietà multivalent o totipotent e può ora essere convalidato dalla disponibilità delle tecniche molecolari moderne. Rispetto alle droghe farmacologicamente fabbricate o sintetiche, che forniscono un singolo obiettivo per un singolo ricevitore come il meccanismo di azione, EGb 761 può aumentare o giù-regolare le vie di segnalazione, la trascrizione genica, il metabolismo cellulare, ecc. e così assiste nel regolamento dello stato fisiologico generale della cellula e/o dell'organismo in risposta ai fattori di sforzo posati sia dalle circostanze intracellulari che extracellulari. Presumibilmente, questo è uno di più grandi vantaggi di utilizzare i prodotti naturali per la prevenzione ed il trattamento dell'infermità come pure il mantenimento di salute in un organismo.

Microbiologia Biotechnol di Appl. 2004 maggio; 64(4): 465-72

Effetti del bilobalide su neurotrasmissione cerebrale dell'aminoacido.

Bilobalide è uno di molti costituenti attivi trovati in EGb 761 (la definizione vede l'editoriale), che è estratto dalle foglie del ginkgo biloba. Mentre c'è buona, prova sana che il bilobalide esibisce le azioni neuroprotective in vari sistemi-modello, non c'è attualmente consenso sul suo meccanismo di azione. Questa comunicazione attuale riassume i risultati che abbiamo ottenuto con questo composto sulla neurotrasmissione eccitante dell'aminoacido nel sistema nervoso centrale facendo uso sia di neurochemical che delle tecniche elettrofisiologiche. Bilobalide è stato indicato per ridurre il rilascio dell'aspartato e del glutammato suscitato sia dal liquido cerebrospinale artificiale potassio-contenente di livello (aCSF) o dal veratridine dalle fette corticali del topo. Inoltre, il bilobalide ha avuto un effetto molto potente (microM (50) 2,7) di IC sul rilascio del glutammato suscitato da ipossia/dal rilascio indotto da ipoglicemia da
fette corticali del ratto. Electrophysio-logically, bilobalide inoltre ha fatto diminuire la frequenza dalle delle depolarizzazioni indotte da inibitore di assorbimento acido gamma-amminico-butirrico (GABA) nelle fette corticali del topo, un effetto probabilmente mediato tramite una diminuzione nel rilascio del glutammato. Nessuna conclusione definitiva può essere raggiunta riguardo al meccanismo di azione del bilobalide, ma una capacità di fare diminuire il rilascio excitotoxic dell'aminoacido, specialmente glutammato, suggerirebbe che questo fosse un meccanismo probabile per rappresentare le sue proprietà neuroprotective.

Pharmacopsychiatry. 2003 giugno; 36 supplementi 1: S84-8

Proprietà haemorrheological migliori dall'estratto del ginkgo biloba (Egb 761) in complicato mellito del diabete di tipo 2 con retinopatia.

FONDO & OBIETTIVI: La proprietà haemorrheological anormale cambia nella deformabilità dell'eritrocito, in plasma e nella viscosità del sangue e la viscoelasticità del sangue può svolgere i ruoli molto importanti nello sviluppo dei microangiopathies in diabeti melliti (dm). In questo studio, dimostriamo il miglioramento nei parametri haemorrheological anormali nel dm con ingestione dell'estratto 761 (Egb 761) del ginkgo biloba. METODI: i parametri Haemorrheo-logici prima e 3 mesi dopo ingestione orale di Egb 761 sono stati determinati 25 nel tipo - i pazienti di 2 DM con retinopatia. Questi parametri hanno compreso lo sforzo di perossidazione lipidica degli eritrociti, deformabilità dell'eritrocito, la viscosità del sangue e del plasma, viscoelasticità del sangue e velocità di flusso sanguigno capillare retinica. RISULTATI: Dopo la presa del Egb 761 oralmente per 3 mesi, la viscosità del sangue è stata ridotta significativamente ai tassi differenti del taglio, di 0,44 +/- 0,10 (gamma = 400), 0,52 +/- 0,09 (gamma = 150) e 2,88 +/- 0,57 (gamma = 5). La viscoelasticità è stata ridotta significativamente in pazienti diabetici di 3,08 +/- di 0,78 (0,1 hertz). Il livello di malondialdeide dell'eritrocito (MDA) è stato ridotto di 30%; tuttavia, la deformabilità dell'eritrocito è stata aumentata di 20%. Ed infine, il tasso capillare retinico del flusso sanguigno è stato aumentato a partire da 3,23 +/- 0,12 - 3,67 +/- 0,24 min di cm (- 1). CONCLUSIONE: In questo studio clinico preliminare, 3 mesi della somministrazione orale di Egb 761 livello significativamente riduttore di MDA di membrane degli eritrociti, livelli in diminuzione del fibrinogeno, deformabilità promossa degli eritrociti e viscosità e viscoelasticità migliori del sangue, che possono facilitare l'aspersione del sangue. Ancora, efficacemente ha migliorato il tasso capillare retinico del flusso sanguigno nel tipo - 2 pazienti diabetici con retinopatia.

Clin Nutr. 2004 agosto; 23(4): 615-2