Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Estratti

LE Magazine luglio 2005
immagine

Fibromialgia

Una rassegna della fibromialgia.

Caratterizzato dal giunto diffuso cronico e dal dolore muscolare, la fibromialgia è una sindrome dell'eziologia sconosciuta. L'istituto universitario americano dei criteri di classificazione della reumatologia per la fibromialgia comprende il dolore diffuso del tessuto molle almeno della durata di 3 mesi e fa soffrire sulla palpazione almeno in 11 di 18 ha accoppiato i punti teneri. I sintomi sono esacerbati spesso da sforzo, dallo sforzo, dalla mancanza di sonno e dai cambiamenti del tempo. La fibromialgia è soprattutto una diagnosi dell'esclusione, stabilita solo dopo altre cause del giunto o il dolore muscolare è eliminato. Il workup iniziale per i pazienti che presentano con dolore osteomuscolare diffuso dovrebbe includere un emocromo, una velocità di eritrosedimentazione, i test di funzionalità epatica, un anticorpo di epatite virale C, un calcio e una tirotropina. Il sistema osteomuscolare, il sistema neuroendocrino ed il sistema nervoso centrale, specialmente il sistema limbico, sembrano svolgere i ruoli principali nella patogenesi della fibromialgia. Lo scopo nel trattamento della fibromialgia è di fare diminuire il dolore e di aumentare la funzione senza promuovere il polypharmacy. I brevi programmi interdisciplinari sono stati indicati per migliorare il dolore soggettivo. La fibromialgia è una sindrome complessa connessa con danno significativo su qualità della vita e funzione e costi finanziari sostanziali. Una volta che la diagnosi è fatta, i fornitori dovrebbero mirare ad aumentare la funzione dei pazienti ed a minimizzare il dolore. Ciò può fare con gli interventi farmacologici del ahd nonpharmacological. Con gestione adeguata, il tasso di inabilità sembra essere ridotto significativamente.

Cura di J Manag. 2004 novembre; 10 (11 pinta 1): 794-800

L'indagine sull'asse hypothalamo-ipofisi-adrenale (HPA) da 1 ACTH del microg prova e prova di metirapone in pazienti con la sindrome primaria della fibromialgia.

La sindrome primaria della fibromialgia (PFS) è caratterizzata da dolore cronico diffuso che colpisce il sistema osteomuscolare, l'affaticamento, l'ansia, il disturbo del sonno, l'emicrania e l'ipotensione posturale. La patofisiologia di PFS è sconosciuta. L'asse ipotalamico-ipofisi-adrenale (HPA) sembra svolgere un ruolo importante in PFS. Sia l'iperattività che il hypoactivity dell'asse di HPA sono stati riferiti in pazienti con PFS. In questo studio abbiamo valutato l'asse di HPA da 1 prova di stimolazione degli ACTH del microg e dalla prova di metirapone in 22 pazienti con PFS e in 15 l'età, sesso e l'indice di massa corporea (BMI) - comandi abbinati. Il metirapone (30 mg/kg) è stato amministrato oralmente al 23:00 h ed al sangue è stato provato al 08:30 h la seguente mattina per il deoxycortisol 11. La prova di stimolazione degli ACTH è stata effettuata usando 1 ACTH del microg (iv) come iniezione del bolo dopo un veloce di notte ed i campioni di sangue sono stati cavati al min 0, 30 e 60. Livello di punta del cortisolo (659,4 +/- 207,2 nmol/l) era più basso nei pazienti con PFS che il livello di punta del cortisolo (838,7 +/- 129,6 nmol/l) negli oggetti di controllo (p < 0,05). Dieci pazienti (45%) con PFS hanno avuti risposte di punta del cortisolo a 1 prova degli ACTH del microg più bassa del cortisolo di punta più basso individuato nei comandi sani. Dopo che il livello di deoxycortisol della prova 11 di metirapone era 123,7 +/- 26 nmol/l in pazienti con PFS e 184,2 +/- 17,3 nmol/l nei comandi (p < 0,05). Novantacinque per cento dei pazienti con PFS hanno avuti più in basso livello di deoxycortisol 11 dopo che metirapone che il più basso livello di deoxycortisol 11 dopo il metirapone individuato nei comandi sani. Inoltre abbiamo paragonato la dimensione adrenale dei pazienti a quella degli individui sani ed abbiamo trovato che la dimensione adrenale fra i gruppi era simile. Questo studio indica chiaramente che l'asse di HPA underactivated in PFS, piuttosto di quanto overactivated.

J Endocrinol investe. 2004 gennaio; 27(1): 42-6

Carenza clinica di endocannabinoide (CECD): può questo concetto spiegare i benefici terapeutici delle cannabis nell'emicrania, in fibromialgia, nella sindrome di intestino irritabile ed in altre circostanze trattamento-resistenti?

OBIETTIVI: Questo studio esamina il concetto della carenza clinica di endocannabinoide (CECD) e la prospettiva che potrebbe essere alla base della patofisiologia dell'emicrania, della fibromialgia, della sindrome di intestino irritabile e di altre circostanze funzionali alleviate dalla cannabis clinica. METODI: La letteratura disponibile è stata esaminata e le ricerche di letteratura sono state perseguite via la biblioteca nazionale della base di dati della medicina e di altre risorse. RISULTATI: L'emicrania ha numerose relazioni alla funzione di endocannabinoide. Anandamide (AEA) rafforza 5-HT1A ed inibisce i ricevitori 5-HT2A che sostengono l'efficacia terapeutica nel trattamento acuto e preventivo di emicrania. I cannabinoidi inoltre dimostrano la dopamina-didascalia e gli effetti antinfiammatori. L'AEA è tonico attivo nella materia grigia periaqueductal, un generatore di emicrania. THC modula la neurotrasmissione glutamatergic tramite ricevitori di NMDA. La fibromialgia ora è concepita come stato centrale della sensibilizzazione con la iperalgia secondaria. I cannabinoidi hanno dimostrato similmente la capacità di bloccare i meccanismi spinali, periferici e gastrointestinali che promuovono il dolore nell'emicrania, in fibromialgia, in IBS e nei disordini relativi. Il passato e l'utilità clinica potenziale alle delle medicine basate a cannabis nel loro trattamento è discusso, come sono ulteriori suggerimenti per indagine sperimentale su CECD via l'esame e la neuro-rappresentazione di CSF. CONCLUSIONE: L'emicrania, la fibromialgia, IBS e le circostanze relative visualizzano i modelli clinici, biochimici e patofisiologici comuni che suggeriscono una carenza clinica di fondo di endocannabinoide che può essere trattata adeguatamente con le medicine di cannabinoido.

Neuro Endocrinol Lett. 2004 febbraio-aprile; 25 (1-2): 31-9

Stress psicologico e fibromialgia: una rassegna della prova che suggerisce un collegamento neuroendocrino.

L'esame attuale tenta di riconciliare la dicotomia che esiste nella letteratura relativamente alla fibromialgia, in quanto è considerato una risposta somatica allo stress psicologico o una sindrome organicamente basata distinta. Specificamente, l'ipotesi esplorata è che il collegamento fra lo sforzo cronico e lo sviluppo successivo della fibromialgia può essere spiegato da una o più anomalie nella funzione neuroendocrina. Ci sono parecchie tali anomalie hanno riconosciuto che entrambi si presentano come conseguenza dello sforzo cronico e sono osservati in fibromialgia. Se tali anomalie hanno un ruolo eziologico rimane incerte ma dovrebbe essere saggiabile tramite gli studi prospettivi ben progettati.

Ricerca Ther di artrite. 2004; 6(3): 98-106. Epub 2004 7 aprile

Anomalie neuroendocrine in fibromialgia.

La fibromialgia è un disordine dell'eziologia sconosciuta caratterizzato da dolore e dai sintomi osteomuscolari cronici e diffusi quale affaticamento, sonno difficile, reclami gastrointestinali e problemi psicologici che sono simili a quelli sperimentati dai pazienti con le carenze dell'ormone. Questo esame riassume i dati disponibili sulla funzione neuroendocrina in fibromialgia, compreso i dati sulla secrezione dell'ormone, sulla fase circadiana e sulla funzione di sistema nervoso autonoma. Gli studi suggeriscono che ci possa essere più di poca attività di una serie di asce ipotalamico-ipofisi-periferiche della ghiandola e funzione di sistema nervoso autonoma alterata in pazienti con la fibromialgia. Queste riduzioni dell'attività sono delicate moderare e non derivano dalle alterazioni nei ritmi circadiani. Le risposte ormonali ed autonome ridutrici sembrano riflettere un danno nella risposta di sistema nervoso centrale o ipotalamica agli stimoli piuttosto che un difetto primario al livello dell'ipofisi o delle ghiandole periferiche. Una combinazione di multiplo, risposte alterate delicate può condurre alle conseguenze fisiologiche e cliniche più profonde rispetto ad un difetto in soltanto un sistema e potrebbe contribuire ai sintomi della fibromialgia.

Rappresentante di emicrania di dolore di Curr. 2002 agosto; 6(4): 289-98