Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Estratti

LE Magazine ottobre 2005
immagine

Disfunzione erettile

Nuovi agenti orali per disfunzione erettile: che cosa sta cambiando nella nostra pratica?

La disfunzione erettile (ED) è colpire altamente prevalente di disordine 152 milione uomini stimati universalmente ed è associata con vari fattori di rischio comportamentistici, come tabagismo ed eccessivo consumo dell'alcool come pure numerose condizioni mediche relative all'età, considerevolmente diabete di tipo 2 mellito e malattia cardiovascolare. Un approccio graduale razionale che comprende la storia medica e sessuale completa, un esame fisico messo a fuoco e le prove di laboratorio essenziali quale glucosio a digiuno, il profilo del lipido e l'analisi del testosterone deve essere preferito. L'elaborazione diagnostica corrente non ne raccomanda c'è ne delle prove specializzate che precedentemente sono state considerate obbligatorie-io. e. pharmacotesting del pene, ultrasuono duplex e tumescence del pene notturno. La terapia sostitutiva ormonale è appropriata soltanto nel maschio di ipogonadismo con ED. Prima di intervento diretto, il medico dovrebbe studiare la possibilità di alterare i fattori di rischio modificabili o le cause, sebbene frequentemente insufficiente per invertire ED completamente. Una volta indicata, la terapia orale con le nuove molecole (inibitori o apomorfina della fosfodiesterasi) è il trattamento prima linea per la maggior parte dei pazienti a causa dei benefici potenziali e la mancanza di invasività.

J asiatico Androl. 2001 settembre; 3(3): 175-9

Sostanze nutrienti e botanicals per disfunzione erettile: esame della prova.

La disfunzione erettile colpisce 50% delle età degli uomini 40-70 negli Stati Uniti ed è considerata un problema sanitario di salute pubblica portant im dagli istituti della sanità nazionali. I consumatori sono esposti ad una pletora di prodotti naturali che sostengono ristabilire la costruzione e la vitalità sessuale. Un esame della prova empirica disponibile rivela i test clinici adeguati di mancanza dei composti più naturale ad efficacia di sostegno. Tuttavia, l'arginina, l'yohimbina, il panax ginseng, Maca ed il ginkgo biloba tutto hanno certo grado di prova che possono essere utili per disfunzione erettile. Migliori i ments nell'attività L-arginina-nitrica endoteliale del pene dell'ossido sembrano essere una spiegazione dell'unificazione per le azioni di questi agenti naturali.

Altern Med Rev. 2004 marzo; 9(1): 4-16

Controllo neurale della costruzione.

L'attivazione delle vie parasimpatiche sacrali suscita la costruzione del pene attraverso il rilascio dei neurotrasmettitori vasorelaxant che aumentano il flusso sanguigno al pene e si rilassano il tessuto erettile del pene. Le vie comprensive sono antierectile. La via pudendal, responsabile della contrazione dei muscoli striati perineali, migliora una costruzione già attuale. Tutte le vie provengono dal midollo spinale, ma ai vari livelli e aree. La convergenza di informazioni dalle origini periferiche e di sopra-spinali sui neuroni spinali è molto probabile attivando più specificamente la rete pro-erettile spinale. Le informazioni periferiche sono l'arto afferente delle costruzioni riflessive, interferiscono sui interneurones spinali e possono attivare o regolare l'attività dei nuclei comprensivi, parasimpatici e somatici. le informazioni Di sopra-spinali interferiscono sugli stessi o su una rete spinale differente. I neuroni di Premotor situati nelle strutture di sopra-spinali, quel progetto direttamente sui motoneurones comprensivi, parasimpatici o pudendal spinali, sono presenti nel midollo, nel ponte e nel diencefalo. alcuni di questi neuroni di premotor possono a loro volta essere attivati da informazioni sensoriali dagli organi genitali. Le vie discendenti liberano vari neurotrasmettitori aminergic e peptidergic nelle vicinanze dei neuroni spinali, quindi esercitanti gli effetti complessi sulla rete pro-erettile spinale. Il tronco cerebrale ed i nuclei ipotalamici (fra gli ultimi, il nucleo paraventricolare e l'area preottica mediale) non possono raggiungere direttamente la rete pro-erettile spinale. Sono inclini regolano la costruzione del pene nelle risposte integrate e coordinate del corpo, come quelle che accadono durante il comportamento sessuale. Gli effetti centrali e spinali pro-erettili delle neuropeptidi quali l'ossitocina, i melanocortins e le endorfine recentemente sono stati analizzati soltanto. Tali composti possono rappresentare le strategie terapeutiche per trattare la disfunzione erettile attraverso un sito centrale di azione.

J Soc Biol. 2004; 198(3):217-30

Gli effetti di fumo sulla salute riproduttiva degli uomini.

Questo articolo discute il fumo di impatto può avere sugli uomini sessuali e sulla salute riproduttiva. C'è prova per suggerire che fumare possa provocare le alterazioni degli ormoni di sesso maschile ed è una causa chiave di ed il contributore a disfunzione erettile. Il fumo può quindi mettere in pericolo la capacità dell'uomo di avere una famiglia e di godere dell'attività sessuale. Una riduzione della qualità dello sperma e di una risposta riduttrice ai trattamenti di fertilità inoltre è stata collegata con quegli uomini che fumano. Gli effetti offensivi di fumo sono evidenti durante la durata della vita di un fumatore. I benefici connessi con cessazione di fumo sono ampi e vari riguardo alla salute riproduttiva degli uomini; questi benefici possono comprendere una riduzione del rischio di impotenza maschio e un miglioramento nella potenza sessuale.

Br J Nurs. 2005 14-27 aprile; 14(7): 362-6

Opinioni correnti sulle relazioni fra athero-trombosi, diabete di tipo 2 mellito e disfunzione erettile.

La disfunzione erettile è associata spesso con il diabete mellito e le malattie athero-trombotiche, quale la coronaropatia, colpo, malattia vascolare periferica. Un'associazione fra disfunzione erettile e la coronaropatia asintomatica angiograficamente verificate recentemente è stata indicata in pazienti diabetici. Parecchi meccanismi patofisiologici possono spiegare la relazione fra disfunzione erettile ed athero-trombosi, particolarmente negli oggetti diabetici. Fra questi meccanismi, è di interesse considerare un modello comune dei fattori di rischio cardiovascolari, la presenza di neuropatia autonoma e la disfunzione endoteliale. La forte associazione fra disfunzione erettile ed athero-trombosi può avere alcune implicazioni cliniche importanti. In particolare, la disfunzione erettile può essere utilizzata come preannunciatore delle malattie athero-trombotiche silenziose o precoci, particolarmente in pazienti diabetici.

Med di Recenti Prog. 2005 marzo; 96(3): 155-8

I doppi ciechi, studio randomizzato del citrato del sildenafil per disfunzione erettile in uomini con la sclerosi a placche.

OBIETTIVO: L'identificazione e efficacemente trattare della disfunzione erettile (ED) possono provocare un miglioramento della qualità della vita (QoL) negli uomini con la sclerosi a placche (ms). METODI: Ciò ripartita con scelta casuale, doppi ciechi (DB), placebo controllato, studio flessibile della dose con un'estensione aperta dell'etichetta (OLE) ha valutato l'efficacia, QoL e la sicurezza del citrato del sildenafil negli uomini con il ms e ED. In generale, 217 uomini hanno ricevuto il sildenafil (mg 25-100; n = 104) o placebo (n = 113) per 12 settimane. L'efficacia è stata valutata dall'indice internazionale del questionario erettile di funzione (IIEF) che comprende le domande sul raggiungimento (Q3) e sul mantenimento (Q4) una costruzione come pure della domanda globale di efficacia (GEQ). QoL inoltre è stato valutato. RISULTATI: Dopo 12 settimane, i pazienti che ricevono il sildenafil hanno avuti più alti punteggi medi per IIEF Q3 e Q4 rispetto a quelli che ricevono il placebo (p<0.0001) e 92/103) le costruzioni migliori riferite di 89% (hanno paragonato a 24% (di 27/112) dei pazienti che ricevono il placebo (p<0.0001). Alla conclusione della fase OLE, 95% degli uomini riferiti ha migliorato le costruzioni. I pazienti che ricevono il placebo durante la fase di DB hanno mostrato un aumento quasi quadruplo nelle costruzioni migliori (97% v 26%). Gli uomini che ricevono il sildenafil inoltre hanno mostrato i miglioramenti in cinque delle otto domande di generale QoL rispetto agli uomini che ricevono il placebo (p<0.05). Il punteggio medio totale per il questionario di QoL è migliorato da 43% per il gruppo del sildenafil contro 13% per il gruppo del placebo (p<0.0001). AEs riferito il trattamento era principalmente delicato in natura e nessun paziente ha interrotto negli EA. CONCLUSIONE: Il trattamento di Sildenafil per ED negli uomini con il ms era efficace e tollerato bene e provocato i miglioramenti significativi sia nelle variabili generali che specifiche di malattia di QoL.

Psichiatria di J Neurol Neurosurg. 2005 maggio; 76(5): 700-5

Sintomi di guasto autonomo nella malattia del Parkinson: prevalenza ed impatto su vita quotidiana.

La frequenza e l'importanza clinica di guasto autonomo nella malattia del Parkinson idiopatica (palladio) sono discusse discutibile. 141 paziente con palladio e 50 oggetti di pari età in buona salute di controllo sono stati intervistati per i sintomi di guasto autonomo e della loro influenza su vita quotidiana facendo uso di un questionario. Nei pazienti del palladio, la prevalenza di vertigini ortostatiche, la disfunzione della vescica, la disfunzione erettile e la iperidrosi erano significativamente più alto rispetto ai comandi. Circa 50% dei pazienti del palladio stimati l'impatto dei sintomi di guasto autonomo sulle loro vite quotidiane come “molto„ o “molto„ dovuto vertigini, disfunzione della vescica e costipazione ortostatiche, che erano più statisticamente significative che nei comandi di pari età. La prevalenza ed il numero dei sintomi autonomi non sono stati correlati con la durata e la severità di palladio. In 32% dei pazienti, il regolamento cardiovascolare alterato è stato trovato dalle analisi funzionali cardiovascolari standardizzate. Se i risultati anormali indicati difficili, le vertigini ortostatiche, la disfunzione della vescica, la costipazione e la disfunzione erettile fossero sensibilmente più frequenti di in pazienti con il regolamento normale, ma nell'impatto su vita quotidiana dovuto questi sintomi ha differito significativamente soltanto per disfunzione della vescica fra i gruppi. È concluso che il guasto autonomo è un problema clinicamente pertinente e dominante in palladio e le attività della vita quotidiana dei pazienti di compromesso in tutte le fasi della malattia. Ciò sottolinea la necessità per cercare adeguatamente e trattare questi sintomi non dopaminergici durante l'intero corso della malattia.

Ricerca di Clin Auton. 2005 aprile; 15(2): 76-82