Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine aprile 2005
immagine

La legge proposta di UE minaccia le libertà di salute degli Stati Uniti

Avvocati di ANH (avvocati)
Michael Patchett-Joyce e Paul Lasok, controllo di qualità

Il 25 gennaio 2005, Paul Lasok, il controllo di qualità, uno degli esperti principali del mondo su legge dell'Unione Europea (UE), ha presentato l'argomento per la conservazione della libertà dei consumatori di accesso agli integratori alimentari nella Corte di giustizia delle Comunità europee a Lussemburgo. Lasok ha discusso a nome di Alliance con sede in Gran-Bretagna per salute naturale.

In questione è la cosiddetta “lista positiva„ di UE della direttiva draconiana dell'integratore alimentare degli ingredienti permessi nella fabbricazione di integratori alimentari. A meno che la corte pubblichi un verdetto favorevole a giugno, il divieto posato dalla lista positiva eliminerebbe 75% delle forme di vitamine e di minerali attualmente utilizzati nel mercato di UE.

Questo divieto dovrebbe essere di grave preoccupazione agli Americani. La commissione del Codex alimentarius delle nazioni unite, assistita dagli Stati Uniti FDA, osserva la direttiva dell'integratore alimentare di UE come modello per sviluppare una norma commerciale globale per gli integratori alimentari. FDA sta preparando gli Stati Uniti per “armonizzazione„ delle sue leggi dell'integratore alimentare ad un'internazionale assurdamente restrittiva standard-aiutata ed incoraggiata dalle associazioni commerciali da vitamina dominata da società della droga universalmente.

Gli uffici dei Sen degli Stati Uniti. Orrin Hatch (CARREGGIATA) e Tom Harkin (diametro), l'ufficio del rappresentante di commercio degli Stati Uniti e particolarmente l'ufficio del codice degli Stati Uniti (principale da Dott. Ed Scarbrough all'usda) stanno fuorviando il pubblico sull'edizione del codice per anni. Nel 1996, il fondamento del prolungamento della vita era il primo per chiamare l'attenzione globale a questa minaccia incombente contro libertà di salute. Gli avvocati internazionali per libertà di salute (IAHF) sono stati creati per sollevare la consapevolezza dell'edizione e più informazioni sulla nostra riunione di emergenza recente è disponibili a www.glycommunity.com/iahf.

— John C. Hammell, presidente, IAHF

Per difendere il vostro accesso agli integratori alimentari, accedi agli aggiornamenti via i siti Web di IAHF (www.iahf.com), di prolungamento della vita (www.lef.org) e di Alliance per salute naturale (www.alliance-natural-health.org). Potete fare una donazione di emergenza a IAHF ad una baia Rd di 556 frontiere., ad un punto Roberts, WA 98281 U.S.A. o via PayPal® a www.iahf.com. Il vostro contributo costituirà un fondo per gli sforzi per ricambiare la propaganda ingannevole dalle associazioni commerciali da vitamina dominata da società della droga.

Il selenio può diminuire il rischio di Cancro colorettale

I livelli ematici elevati di aiuto del selenio proteggono dalla ricorrenza degli adenomi colorettali, i precursori di cancro colorettale, secondo la ricerca recentemente pubblicata nel giornale dell'istituto nazionale contro il cancro. *

Gli scienziati hanno analizzato i dati derivati da tre prove randomizzate, ciascuno esaminanti la capacità delle terapie nutrizionali di impedire la ricorrenza colorettale dell'adenoma. I livelli del selenio del siero sono stati misurati facendo uso dei campioni di sangue forniti da 1.763 partecipanti sopra l'iscrizione negli studi. La ricaduta degli adenomi è stata determinata mediante le colonoscopie condotte durante i periodi di seguito degli studi.

In tutte le prove, i partecipanti con i livelli elevati del selenio hanno avuti il più a basso rischio di sviluppare un nuovo adenoma colorettale. Gli oggetti di cui il selenio del sangue livella erano nell'un quarto principale dei partecipanti hanno avuti un 34% più a basso rischio di nuovo adenoma che quelli di cui i livelli del selenio erano nel quarto più basso. Questi oggetti inoltre hanno avuti meno adenomi avanzati.

Secondo lo studio crea Scott M. Lippman, MD e Imad Shureiqi del MD Anderson Cancer Center dell'università del Texas e Anna J. Duffield-Lillico del centro commemorativo del Cancro di Sloan-Kettering, metabolismo ossidativo degli acidi arachidonici e linoleici contribuisce alla formazione di tumori del colon. Il selenio ed i composti selenio-contenere esibiscono la forte attività antiossidante. I ricercatori ritengono che l'inibizione di crescita delle cellule osservata in cellule coltivate selenio-trattate possa essere compiuta in parte tramite una riduzione dei meccanismi dipendenti dall'enzima cyclooxygenase-2 (COX-2).

— Dayna Dye

Riferimento

*Duffield-Lillico AJ, Shureiqi I, Lippman MP. Può il selenio impedire il cancro colorettale? Un cartello da epidemiologia. Cancro nazionale Inst di J. 17 novembre 2004; 96(22): 1645-47.

L'acido folico abbassa la pressione sanguigna in donne

Gli aiuti dell'acido folico impediscono l'ipertensione in donne e specialmente in giovani donne, secondo i ricercatori a Harvard University.* mentre i piccoli studi hanno suggerito che l'acido folico ad alta dose potrebbe abbassare la pressione sanguigna, gli studi non grandi e lungimiranti hanno esaminato l'edizione fino ad oggi.

I ricercatori di Harvard hanno analizzato le informazioni da quasi 94.000 donne invecchiate 27-44 chi ha partecipato allo studio II. della salute degli infermieri. Le donne non hanno avute ipertensione all'inizio dello studio e durante gli otto anni di seguito, ipertensione sviluppata 7.373 donne.

I ricercatori hanno valutato l'assunzione dell'acido folico basata sui questionari circa alimento e l'assunzione di supplemento. Dopo avere registrato per ottenere i fattori quale storia della famiglia, il peso e le abitudini di esercizio, i ricercatori hanno notato che le donne che hanno consumato almeno il mcg 1000 di acido folico hanno avute giornalmente un 46% più a basso rischio di ipertensione di sviluppo confrontata alle donne che hanno consumato meno di 200 mcg quotidiani.
Il gruppo di ricerca inoltre ha esaminato i dati da un gruppo di più di 62.000 donne invecchiate 43-70. In questo gruppo, le donne che consumano la quantità elevata di acido folico quotidiano hanno fatte confrontare un rischio riduttore 18% di sviluppare l'ipertensione a quelli che consumano la meno quantità di acido folico.

In entrambi i gruppi di donne, i ricercatori hanno notato che il beneficio visto da acido folico è venuto soprattutto da supplementare piuttosto che l'acido folico dietetico.

— Elizabeth Wagner, ND

Riferimento

*Forman JP, Rimm eb, Stampfer MJ, GASCROMATOGRAFIA di Curhan. Assunzione folica ed il rischio di ipertensione di incidente fra le donne degli Stati Uniti. JAMA. 19 gennaio 2005; 293(3): 320-9.

I lignani del sesamo migliorano gli effetti della vitamina E

I lignani del sesamo esibiscono l'attività antiossidante sinergica una volta combinati con la vitamina E, secondo un rapporto recente dai ricercatori all'istituto nazionale di nutrizione a Haidarabad, India.*
I ricercatori in primo luogo hanno valutato gli effetti antiossidanti del sesamol, del sesamin e del sesamolin di lignani del sesamo confrontato all'alfa tocoferolo, il tocoferolo di gamma, alfa tocotrienolo ed hanno butilato l'idrossitoluene (BHT), facendo uso di due sistemi in vitro di perossidazione lipidica. Sesamol ha inibito la perossidazione lipidica nei sistemi, nei microsomi del fegato del ratto e nei mitocondri in vitro del fegato del ratto, mentre il sesamin e il sesamolin erano efficaci soltanto nel sistema microsomico. Poiché gli enzimi di disintossicazione sono presenti nei microsomi, gli effetti inibitori del sesamin e del sesamolin possono essere dovuto i loro metaboliti.

Tutti e tre le dei lignani del sesamo erano meno potenti a perossidazione d'inibizione di alfa tocoferolo, il tocoferolo di gamma, l'alfa tocotrienolo ed il BHT. Tuttavia, quando i diversi lignani si sono combinati con l'alfa tocoferolo, il tocoferolo di gamma, o l'alfa tocotrienolo, un effetto sinergico ha accaduto e la perossidazione lipidica è stata inibita ad un maggior tasso che la somma di diversi agenti.

Ulteriormente, il corso di tempo di perossidazione lipidica ha mostrato un tempo di ritardo ed ha fatto diminuire il tasso di formazione reattiva del prodotto quando l'alfa tocoferolo si è combinato con i diversi lignani, suggerente che i lignani del sesamo contribuissero a riciclare l'alfa tocoferolo. I lignani del sesamo sembrano così essere un'aggiunta potente al potere antiossidante della famiglia della vitamina E delle sostanze nutrienti.

— Elizabeth Wagner, ND

Riferimento

* Ghafoorunissa N, Hemalatha S, Rao sistemi MV. I lignani del sesamo migliorano l'attività antiossidante della vitamina E nei sistemi di perossidazione lipidica. Mol Cell Biochem. 2004 luglio; 262 (1-2): 195-202.

Continuato alla pagina 2 di 2