Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine febbraio 2005
immagine

Stesso migliora l'efficacia della terapia antidepressiva

La Adenosyl-L-metionina di s dell'integratore alimentare (stessa) migliora i sintomi della depressione nella gente che era stata nonresponsive o soltanto parzialmente rispondente alla terapia antidepressiva, secondo gli scienziati a Harvard School.* medico

In uno studio pilota all'Ospedale Generale di Massachusetts, 30 oggetti che non sono riuscito a rispondere dopo un mese del trattamento con Prozac®, Paxil®, Effexor®, o altre droghe antidepressive standard sono stati dati due volte al giorno 400 mg di stessi per due settimane, seguito due volte al giorno da 800 mg di stessi per quattro settimane. I partecipanti erano liberi di fare diminuire la dose a 400 mg dopo avere consultato il loro medico.

Alla conclusione dello studio, la metà dei pazienti è stata trovata per avvertire il miglioramento significativo nei sintomi depressivi e 43% ha avvertito una remissione completa dei sintomi. Gli eventi avversi non seri sono stati riferiti.

Ricerchi il leader della squadra Jonathan Alpert, MD, dichiarato, “alcune prove precedenti hanno suggerito che stesse potrebbero avere effetti comparabili ad alcuni antidepressivi, ma non c' è stato la ricerca sufficiente su orale stessi preparazioni o confronti con gli antidepressivi disponibili. Ciò è il primo studio per esaminare la sicurezza e l'efficacia di combinazione degli stessi con il trattamento antidepressivo dopo gli antidepressivi aveva provato insufficiente da sè. I pazienti ed i medici stanno usando queste combinazioni senza buon sostenendo i dati e questi risultati sono un passo iniziale verso la compilazione della prova scientifica necessaria.„

Gli istituti della sanità nazionali sta patrocinando un'attuale e prova futura di stessi in pazienti depressi.

— Dayna Dye

Riferimento

* Alpert JE, Papakostas G, Mischoulon D, et al. S-Adenosyl-L-metionina (stessa) come aggiunta per disturbo depressivo principale resistente: seguire aperto di prova parziale o la mancanza di risposta a serotonina selettiva reup gli inibitori o la venlafaxina della presa. J Clin Psychopharmacol. 2004 dicembre; 24(6): 661-4.

I supplementi di DHEA possono ridurre il grasso addominale

Completando con il deidroepiandrosterone (DHEA) può contribuire a ridurre il grasso addominale che aumenti con l'età ed è associato con insulino-resistenza e l'aterosclerosi, secondo uno studio recente pubblicato nel giornale del Association.* medico americano DHEA, un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali che diminuisce con l'età d'avanzamento, precedentemente era stata trovata per restringere il grasso addominale in animali da laboratorio, ma il suo effetto sugli esseri umani non è stato confermato.

Dennis T. Villareal, MD e John O. Holloszy, MD, di Washington University School di medicina a St. Louis hanno selezionato a caso 28 uomini e 28 donne hanno invecchiato 65 - 78 per ricevere 50 mg al giorno di DHEA o un placebo per sei mesi. Il grasso addominale viscerale, che si presenta all'interno dell'addome ed il grasso sottocutaneo, che esiste sotto la pelle, sono stati misurati da imaging a risonanza magnetica prima e dopo il periodo del trattamento. Le risposte dell'insulina e del glucosio sono state determinate amministrando i test di tolleranza al glucosio orali.

Alla conclusione dello studio, i partecipanti che hanno ricevuto DHEA avevano avvertito le perdite significative in grasso viscerale e sottocutaneo. Le donne che hanno ricevuto DHEA hanno perso una media di 10,2% del loro grasso viscerale, mentre gli uomini hanno perso una media di 7,4%. La perdita grassa sottocutanea ha stato in media 6% per gli uomini e le donne. Coloro che ha ricevuto un placebo hanno guadagnato le piccole quantità di entrambi i tipi di grassi.

Azione anche migliore dell'insulina di DHEA. Gli eventi avversi non significativi sono stati riferiti e DHEA non ha causato un'elevazione nei livelli prostatico specifici dell'antigene dei soggetti di sesso maschile (PSA).

Gli autori di studio conclusivi, “questi risultati forniscono la prova che la sostituzione di DHEA può parzialmente invertire l'accumulazione in relazione con l'invecchiamento di grasso addominale in anziani con i bassi livelli del siero di DHEAS [DHEA-solfato]. Inoltre sollevano la possibilità che la terapia sostitutiva a lungo termine di DHEA potrebbe ridurre l'accumulazione di grasso addominale e proteggere dallo sviluppo della sindrome insulino-resistenza/metabolica.„

— Dayna Dye

Riferimento

* Distacco di Villareal, JO di Holloszy. Effetto di DHEA su azione addominale dell'insulina e del grasso nelle donne più anziane e negli uomini della LY: una prova pescata a traina raggiro randomizzato. JAMA. 10 novembre 2004; 292(18): 2243-8.

Il composto dei broccoli ferma la crescita del cancro al seno

Sulforaphane, un composto trovato in broccoli ed in altre verdure crocifere, può bloccare la crescita delle cellule in cellule di cancro al seno umane della tardi-fase, secondo uno studio recentemente riferito nel giornale di nutrizione. Lo studio Keith Singletary autori e Steven Jackson dell'università dell'Illinois aUrbana-champagne crede che il sulforaphane potrebbe essere usato per impedire e curare il cancro al seno.

Nel 1992, i ricercatori all'università John Hopkins hanno riferito che il sulforaphane induce i sistemi degli enzimi che aiutano il corpo a difendersi contro le sostanze cancerogene, che è efficace durante le fasi iniziali del cancro. La ricerca corrente fa luce su come il composto funziona nel cancro della tardi-fase.

Singletary e Jackson hanno amministrato il sulforaphane alle cellule di cancro al seno umane coltivate e che in 24 ore, il composto aveva bloccato significativamente la divisione cellulare scoperta ha confrontato ai comandi. Sulforaphane inoltre ha interrotto i microtubuli delle cellule, che sono necessari per la separazione di cromosomi duplicati durante la divisione cellulare.

Secondo Dott. Singletary, “questo è il primo rapporto per mostrare come il sulforaphane chimico della pianta naturale può bloccare le fasi recenti del processo cancerogeno interrompendo le componenti della cellula chiamata microtubuli. Siamo stati sorpresi e soddisfatti trovare che il sulforaphane potrebbe bloccare la crescita delle cellule del seno che erano già cancerogene.

“I risultati possono essere utili nello sviluppo di nuove strategie di prevenzione e del trattamento di cancro al seno. Per esempio, può essere possibile che ingerire [sulforaphane] congiuntamente ai determinati composti o droghe naturali potrebbe migliorare la loro efficacia anticancro e ridurre gli effetti collaterali.

— Dayna Dye

Riferimento

* Jackson SJ, chilowatt di Singletary. Sulforaphane inibisce la progressione mitotica della cellula tumorale mammaria umana MCF-7 e merization della tubulina il poli. J Nutr. 2004 settembre; 134(9): 2229-36.

I multivitaminici rallentano la progressione del HIV

I micronutrienti sono conosciuti per rafforzare la risposta immunitaria, la difesa sofisticata del corpo contro l'infezione e l'obiettivo del virus dell'immunodeficienza umana (HIV). In uno studio di collaborazione, i ricercatori alla scuola di Harvard della salute pubblica e l'istituto universitario di Muhimbili delle scienze di salute in Tanzania hanno indicato che completando le donne affette da HIV con un multivitaminico che contiene il complesso delle vitamine B, la vitamina C e la vitamina E hanno rallentato significativamente la progressione del HIV ad uno stage.* avanzato

Il completamento del multivitaminico ha diminuito l'avvenimento delle complicazioni conosciute di infezione HIV, compreso il tordo orale, la nausea e la diarrea. Proteggendo il tratto gastrointestinale, il completamento del multivitaminico può rallentare l'inizio dell'effetto di spreco metabolico del HIV, la cosiddetta sindrome di lipodistrofia. Sia i conteggi delle cellule di CD4+ (una misura cruciale di stato di malattia di HIV) che l'attività antinfiammatoria di citochina sono aumentati di utenti del multivitaminico per fino a cinque anni. I ricercatori inoltre hanno indicato che gli utenti del multivitaminico hanno avuti un carico virale più basso che i non utenti.

Sebbene il HIV rimanga incurabile, i farmaci anti-retrovirali sono abbastanza efficaci nel controllo della sua progressione ed hanno trasformato il HIV da una pena di morte virtuale ad una malattia cronica trattabile. Purtroppo, a causa del costo dei farmaci, meno di 10% di quelli ammissibili per il trattamento realmente lo ricevono.

Sebbene nessun sostituto per il regime terapeutico raccomandato usato per trattare il HIV avanzato, multivitaminici possa svolgere chiaramente un ruolo significativo in gestione del HIV migliorando la funzione immune. I benefici di uso ottimale del micronutriente sono conosciuti per ridurre di suo rischio per e la severità, di altre malattie croniche quale la malattia cardiovascolare ed il cancro.

— Linda M. Smith, Marina militare

Riferimento

* Fawzi WW, GI di Msamanga, Spiegelman D, et al. Una prova randomizzata mortalità di supplementi del multivitaminico e di malattia di HIV progressione e. Med di N Inghilterra J. 1° luglio 2004; 351(1): 23-32.

Continuato alla pagina 2 di 2