Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine febbraio 2005
immagine

Promuovendo le sostanze nutrienti mitocondriali di salute che ottimizzano l'energia cellulare

Da Dale Kiefer

Acido R-Alfa-lipoico: Antiossidante potente e più

la Acetile-L-carnitina e l'acido lipoico hanno potuto essere considerati “il duo dinamico„ dei prodotti chimici antinvecchiamento. Come acetile-L-carnitina, l'acido lipoico è un metabolita mitocondriale naturale con le proprietà antiossidanti potenti.5,31 la forma “della r„ sono la forma il più biologicamente potente di acido lipoico,32 ed i numerosi studi la hanno accoppiata con acetile-L-carnitina per determinare effetti sinergici i due dei composti sulla funzione mitocondriale. Tutti hanno indicato i benefici che variano dai miglioramenti nella memoria ai livelli di attività fisica aumentati, struttura mitocondriale migliore, cambiamenti del positivo nella perdita relativa all'età della visione e di udienza ed hanno fatto diminuire il danno ossidativo.5,21,22,23,24

Gli studi hanno indicato che l'acido lipoico migliora la funzione del cuore e endoteliale, che sono fattori importanti che influenzano la salute cardiovascolare.32-35 poichè invecchiare è il singolo più grande fattore di rischio per la malattia cardiovascolare e che tali malattie sono la causa della morte principale fra la gente sopra l'età di 65, l'acido lipoico sembrerebbe essere indispensabile a chiunque degli anni avanzati che desiderasse mantenere la salute ottimale.33

Come acetile-L-carnitina, l'acido lipoico attraversa prontamente la barriera ematomeningea, permettendole di avvantaggiare egualmente i neuroni ed i somatociti. Sebbene penetri la cellula e le membrane mitocondriali, inoltre avvantaggia la matrice extracellulare dopo la conversione nel corpo ad un antiossidante ancora più potente, acido R-diidro-lipoico. Questa molecola a funzioni multiple possiede la capacità rara di funzionare come antiossidante sia in acqua che i tessuti solubili nel grasso,36 e è considerato un protettore particolarmente potente della funzione del cervello. Poichè un gruppo di ricerca ha commentato, “in vitro, l'animale e gli studi preliminari dell'essere umano indicano che l'alfa-lipoate può essere efficace nei numerosi disordini neurodegenerative.„37

Sclerosi a placche: demielinizzazione dell'assone nel sistema nervoso centrale. La demielinizzazione rallenta o blocca la trasmissione normale degli impulsi nervosi, conducente al sensoriale, al motore ed ai sintomi autonomi che caratterizzano questa malattia.

Effettivamente, la nuova ricerca emozionante condotta all'istituto nazionale di ricerca sul cancro dell'Italia indica che l'acido lipoico può svolgere un ruolo nell'impedire o nell'inversione del corso dei disturbi neurologici quale la sclerosi a placche, che comprende la demielinizzazione, o la distruzione della guaina grassa che isola i neuroni.38 ricercatori hanno scoperto quell'acido lipoico orale, dato prima di induzione della malattia in un modello animale, significativamente hanno rallentato l'inizio della demielinizzazione. Al contrario, la distruzione di mielina che inguaina in cellule cerebrali ha progredito rapidamente fra gli animali di controllo che non hanno ricevuto l'acido lipoico.38

Nella seconda fase dello studio, gli scienziati hanno amministrato l'acido lipoico solo dopo che la malattia era stata indotta. Sebbene l'alfa-lipoate orale non riesca a fermare la progressione della malattia, l'infusione intraperitoneale di acido lipoico ha accorciato significativamente la progressione di malattia. (Mezzi intraperitoneali dentro o amministrato tramite il peritoneo, una membrana sottile e trasparente che allinea le pareti della cavità addominale o peritoneale ed acclude gli organi addominali quali lo stomaco e gli intestini.) Il beneficio è stato raggiunto, ricercatori celebri, indipendentemente dall'attività antiossidante dell'acido lipoico. Cioè i benefici dell'acido lipoico non sono limitati alla sua attività antiossidante potente da solo.38

Mentre l'acido lipoico è un antiossidante potente, inoltre rigenera la capacità antiossidante di altri antiossidanti importanti, quali le vitamine C ed E. inoltre, amplifica i livelli dell'antiossidante naturale importante del corpo, trucco significativo del glutatione-un particolarmente. Il glutatione è riconosciuto universalmente come giocatore cruciale nella salute e nell'immunità globali, ma il completamento diretto con glutatione offre il beneficio limitato, poiché è assorbito male una volta preso oralmente.36,37 l'acido Alfa-lipoico (acido R-lipoico di 50%), d'altra parte, prontamente è assorbito e diffuso in tutto il corpo e bene è tollerato e cassaforte alle dosi clinicamente utili di fino a 600 mg al giorno.39-41

I benefici dell'acido lipoico sono numerosi. È stato usato come trattamento per la neuropatia diabetica in Europa per più di 40 anni. Secondo una meta-analisi recentemente pubblicata della prova alla cieca, gli studi controllati con placebo dei pazienti con neuropatia diabetica, uno stato doloroso e spesso debilitante: “… il trattamento con acido alfa-lipoico (600 mg/giorno i.v.) oltre 3 settimane è sicuro e significativamente migliora… i sintomi… ad un grado clinicamente significativo.„ 39ulteriormente , l'acido lipoico migliora il controllo glycemic fra tipo diabetici di II, secondo la ricerca recente sulle forme standard ed ad emissione lenta.34,40,42,43 il suoi sangue-zucchero-abbassamento combinato ed effetti antiossidanti sono creduti per rappresentare i benefici multipli dell'acido lipoico.43

Carnosine: Mettendo i freni su Glycation

L'invecchiamento è un processo multifattoriale, in modo da combattere indietro richiede una strategia multi-fronti. Un'arma inestimabile in questa battaglia, carnosine è un dipeptide (due aminoacidi collegati) che si presenta naturalmente in cellule. Carnosine è un organismo saprofago naturale del radicale antiossidante e libero, ma inoltre affronta un'altra causa fondamentale importante di invecchiamento: glycation.

Glycation accade quando la proteina o le molecole del DNA chimicamente lega, o unisce con legami atomici incrociati, con le molecole dello zucchero. Finalmente gli zuccheri più ulteriormente sono modificati, formanti i prodotti finiti avanzati di glycation che infine uniscono con legami atomici incrociati con le proteine adiacenti, rendenti il tessuto sempre più rigido ed inflessibile.44 prodotti finiti avanzati di glycation sono resistenti agli sforzi sistematici del corpo per rimuovere le proteine nocive.

Questo giochi trattati graduali fuori nello specchio come invecchiamo. Il collagene e l'elastina nella pelle perdono la loro duttilità, causante si corruga per svilupparsi, tra altri cambiamenti. Tuttavia, il danno inflitto dai prodotti finiti avanzati di glycation non si ferma là. Glycation riduce la flessibilità e la funzionalità della proteina. È il colpevole dietro le cataratte e svolge un ruolo in numeroso altri processi degeneranti, compreso l'artrite, la disfunzione erettile, l'aterosclerosi, la malattia renale e le complicazioni del diabete.45-49

Anche peggio, i prodotti finiti avanzati di glycation avviano le reazioni infiammatorie. Nel cervello, sono stati indicati a determinate cellule rapide per generare i radicali liberi ed i fattori del sistema immunitario, quali i chemokines, le citochine e le molecole di adesione, che sono infine tossiche ai neuroni.50 molti scienziati ritengono quel gioco avanzato dei prodotti finiti di glycation un ruolo chiave nello sviluppo del declino e del morbo di Alzheimer conoscitivi. I prodotti finiti avanzati di glycation sono pensati per ossidare i proteina tau, che poi formano i grovigli neurofibrillary connessi con il morbo di Alzheimer.51

Fortunatamente, c'è un modo mettere i freni su tutto questo danno di glycation. Sebbene i livelli del muscolo scheletrico di carnosine cadano da 63% dall'età 10 per invecchiare 70,52 è possibile aumentare i rifornimenti di caduta con il completamento orale. Agire in tal modo rallenta o persino inverte alcuni degli effetti dei glycation.49,53-55 per esempio, una volta aggiunto alle cellule viventi che crescono nella cultura, il carnosine estende la durata delle cellule. Una volta aggiunto alle cellule invecchiate decrepite, le ringiovanisce.49,54,56

I benefici di Carnosine provengono da varie proprietà utili, compreso la sua capacità antiossidante. Tuttavia, sembra invertire il glycation direttamente reagendo con i gruppi carbonilici che consistono di un atomo di ossigeno unito da un legame doppio con un atomo di carbonio. Da solo, queste entità chimiche sono chiamate monossido di carbonio. Durante il glycation e l'ossidazione, addetti del monossido di carbonio alle proteine, danneggiante li seriamente e svolgenti un ruolo importante in patologia dei prodotti finiti avanzati di glycation. Carnosine evidentemente reagisce con questi gruppi carbonilici, alteranti le proteine difettose a cui sono attaccate. Questo cambiamento li rende suscettibili di rimozione per mezzo di processi cellulari ordinari.57 Carnosine sono il età-combattente multiuso della natura: pulisce i radicali liberi che causano il danno ossidativo, inattiva le aldeidi ed i prodotti reattivi di perossidazione lipidica, inibisce il glycation e funge da agente neuroprotective endogeno.58,59

Diabete: Una pandemia imminente

Secondo l'associazione americana del diabete, influenze del diabete circa 17 milione Americani. Alcuni professionisti medici credono che questa figura possa sottovalutare notevolmente la portata vera della pandemia. I 16-20 milioni supplementare sono sospettati di avere uno stato del precursore conosciuto come il pre-diabete. Le legioni della gente a rischio di sviluppare le complicazioni diabetiche serie gonfiano in modo allarmante quando i pazienti pre-diabetici sono inclusi. Presi insieme, i diabetici conosciuti ed i pre-diabetici-collettivo descritti come avendo “glucosio-trattamento„ delle difficoltà rappresentano una percentuale scioccante grande della popolazione degli Stati Uniti.60

I pazienti con le difficoltà ditrattamento sono al rischio aumentato di sviluppare le circostanze pericolose che variano dalla malattia cardiaca e dal colpo alla cecità, al danno del nervo, alla depressione ed alla malattia renale. La nuova prova suggerisce che il diabete inoltre prenda un tributo sul cervello, sottile erodendo la memoria dei pazienti e la cognizione.61,62 queste complicazioni secondarie terribili sono il risultato di glucosio in eccesso nella circolazione sanguigna, una circostanza conosciuta come l'iperglicemia. Sebbene l'insulina ed altri farmaci siano usati per regolare i livelli della glicemia il più possibile, il danno finalmente si accumula. Le oscillazioni nei livelli del glucosio sono inevitabili, anche per il paziente più diligente.

Benfotiamine doma la glicemia in eccesso

Fino ad oggi, i medici potrebbero fare poco per impedire le complicazioni terribili dell'iperglicemia cronica. Fortunatamente, questa situazione sta cambiando. La ricerca emozionante indica che un supplemento nutrizionale chiamato benfotiamine può bloccare tre delle quattro vie metaboliche principali che conducono al danno di tessuto. Sebbene sia sintetizzato in un laboratorio giapponese quasi 50 anni fa, il benfotiamine ora sta guadagnando soltanto il riconoscimento come supplemento potente capace di impedire gli effetti distruttivi di invecchiamento nelle popolazioni hyperglycemic ed alcoliche.

Benfotiamine è una forma leggermente alterata di vitamina B1 (tiamina). L'alterazione rende la vitamina solubile nel grasso, permettendole di accedere alle aree del corpo che la tiamina solubile in acqua non può penetrare. Ciò è cruciale per il controllo del danno indotto iperglicemia potenziale. Sebbene i problemi si associno con l'iperglicemia siano innumerevoli, tutti provengono dal problema di radice dell'inondazione del glucosio nelle cellule vascolari e di sopraffare il loro macchinario metabolico.

Una delle proteine del corpo, un enzima ha chiamato il transketolase, blocca l'assorbimento di troppo glucosio. Per fare il suo lavoro, tuttavia, il transketolase, come molti enzimi, richiede un cofattore. In questo caso, ha bisogno dell'assistenza da tiamina. Purtroppo, la tiamina è solubile in acqua, che lo mette a disposizione meno delle cellule. Gli esperimenti hanno indicato che gli effetti dei transketolase marginalmente sono amplificati soltanto tramite l'aggiunta di tiamina alle colture cellulari hanno bagnato al il glucosio superiore.63

Utilizzato per più di una decade in Germania per trattare con successo il dolore del nervo in diabetici, il benfotiamine è considerevolmente più disponibile al corpo che la tiamina. Uno studio del punto di riferimento, pubblicato recentemente nella medicina medica della natura del giornale, trovata che il benfotiamine aumenta l'attività di transketolase nelle colture cellulari di un 300% sbalordente. Tramite il confronto, una volta aggiunta alle colture cellulari, la tiamina solleva l'attività di transketolase un mero 20%. L'attivazione robusta di Benfotiamine del transketolase era sufficiente per bloccare tre delle quattro vie metaboliche principali che conducono al danno del vaso sanguigno. Ulteriormente, il benfotiamine ha bloccato l'attivazione della fattore-kappa nucleare di fattore di trascrizione pro-infiammatorio beta.63

La fattore-kappa nucleare beta è stata implicata nell'infiammazione, formazione del tumore e degenerazione maculare come pure malattia retinica in diabetici.64,65 regola la proliferazione ed il suicidio cellulari. Il blocco della fattore-kappa nucleare beta è stato indicato per migliorare la prognosi dei pazienti di artrite.66 questi risultati suggeriscono ancora più benefici della terapia di benfotiamine.

Continuato alla pagina 3 di 3