Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine gennaio 2005
immagine

The Lancet riferisce i dati estremamente positivi su tè verde

La scienza moderna conferma gli effetti Malattia-preventivi innumerevoli di questa bevanda antica Da Stephen Laifer

Cervelli proteggenti di invecchiamento

I ricercatori ritengono che il tè verde possa rallentare gli effetti di invecchiamento normale e della sua regressione collegata del cervello. Uno studio 2004 ha studiato l'effetto dell'assunzione a lungo termine della catechina del tè verde su invecchiamento e su danno ossidativo, facendo uso dei topi invecchiati con atrofia cerebrale e disfunzione conoscitiva. L'assunzione della catechina è stata indicata efficacemente per sopprimere ulteriore atrofia e la disfunzione conoscitiva,23 che suggeriscono forte che il tè verde potesse parzialmente migliorare almeno le alterazioni funzionali negative che si presentano naturalmente nei cervelli di invecchiamento.

Un altro test clinico recente ha trovato che il tè verde inoltre offre la protezione contro le funzioni cervello-deterioranti connesse tipicamente con il colpo. Come celebre più presto, le catechine del tè verde hanno proprietà antiossidanti potenti, proteggenti il corpo dall'aterosclerosi, un innesco del colpo. In questa prova recente, le catechine erano più ancora indicate per ridurre sia l'area che il volume di danneggiamento del cervello che segue un colpo.24 secondo i ricercatori, l'assunzione quotidiana delle catechine del tè verde aggiunge un livello misurabile di protezione al cervello, aiutante lo schermo “da danno irreversibile dovuto ischemia cerebrale [colpo] ed i deficit neurologici conseguenti.„24

Il neurodegeneration che si presenta nella malattia del Parkinson, il morbo di Alzheimer ed altri disordini neurodegenerative è creduto per comprendere un insieme complesso delle reazioni tossiche, compreso infiammazione, neurotossicità, aumenti in ferro e ossido di azoto e svuotamento degli antiossidanti. Questi fattori, tra l'altro, tutti conducono alla ripartizione ed al guasto finale dei neuroni. Ciò ha condotto alla nozione corrente che le droghe dirette contro un singolo obiettivo possono essere inefficaci, mentre una droga o una combinazione della droga che attacca il termine in vari modi può essere efficace nel trattamento dei disordini neurodegenerative.25

I polifenoli della catechina del tè verde, conosciuti per essere efficaci organismi saprofagi dei radicali liberi, sono creduti per svolgere un ruolo in vari meccanismi cellulari relativi ad attività neuroprotective. Le catechine sempre più sospette dei ricercatori possono profondamente partecipare all'attivazione dei geni di sopravvivenza e nelle vie di segnalazione delle cellule come pure nel regolamento di metabolismo cellulare sano. Di conseguenza, le catechine stanno ricevendo l'attenzione significativa come agenti terapeutici per il trattamento delle malattie neurodegenerative che comprendono la regressione del cervello.25

Sangue sano Sugar Levels

Il tè verde può contribuire a normalizzare e mantenere i livelli sani della glicemia. I dati epidemiologici suggeriscono che il consumo del tè verde impedisca il diabete di tipo II.26 in volontari umani in buona salute, il tè verde ha promosso il metabolismo sano del glucosio, come determinato mediante i test di tolleranza al glucosio orali.Il tè verde 26 inoltre ha abbassato i livelli della glicemia in topi diabetici senza colpire i livelli dell'insulina del siero.Il tè verde 26 quindi sembra avere effetti anti--hyperglycemic. Il tè verde può essere un agente utile nell'impedire il diabete di tipo II e nella promozione del metabolismo sano del glucosio.

L'APPLICAZIONE TOPICA DI TÈ VERDE INOLTRE MOSTRA I BENEFICI

I polifenoli naturali in una tazza di tè verde sono stati indicati per assicurare la protezione contro vari cancri potenzialmente micidiali. I nuovi studi inoltre indicano che l'applicazione topica dei supplementi del tè verde può fornire le difese anticancro similmente potenti. In particolare, il tè verde può salvaguardare la pelle contro il danno causato dai raggi ultravioletti nocivi, una causa del cancro di pelle, photoaging ed infiammazione.

Uno studio pubblicato nella nutrizione e nel Cancro del giornale ha esaminato gli effetti dell'applicazione topica del gallato del polifenolo epigallocatechin-3 del tè verde (EGCG) nell'impedire i tumori di pelle in topi esposti a radiazione ultravioletta. I topi sono stati trattati con gli importi variabili di EGCG prima dei trattamenti ultravioletti ed in tutto l'esperimento. I ricercatori hanno trovato che l'amministrazione attuale di EGCG purificato ha ridotto significativamente l'induzione dei tumori di pelle tramite radiazione ultravioletta.La somministrazione orale 29 di EGCG non ha ridotto l'incidenza del tumore di pelle in questo studio.29

In un altro studio in topi, l'applicazione topica dei polifenoli del tè verde è stata indicata per impedire l'inizio, la promozione e la progressione dei tumori di pelle. L'estratto del tè verde inoltre ha causato una regressione parziale dei papillomi stabiliti della pelle in topi. Through offrendo un effetto chemoprotective contro tutte le fasi di carcinogenesi, l'applicazione topica di tè verde sembra offrire la protezione significativa alla pelle.30

Gli studi umani inoltre dimostrano i benefici di applicazione del tè verde attuale. Negli studi intrapresi all'università occidentale della riserva di caso, l'applicazione topica di EGCG a pelle umana ha prodotto parecchi effetti benefici. Una volta applicato prima dell'esposizione ultravioletta, EGCG ha bloccato significativamente dall'l'infiltrazione indotta UVB dei leucociti, una causa importante della generazione di specie reattive dell'ossigeno. L'applicazione di EGCG inoltre ha ridotto il rossore nella pelle relativa all'esposizione di UVB. Peli che è stato pretrattato con i livelli più bassi dimostrati EGCG dei metaboliti infiammatori della prostaglandina che pela che non è stato trattato. Queste prostaglandine sono conosciute per svolgere un ruolo critico nella generazione di radicali liberi e nella promozione dei tumori di pelle. I ricercatori di studio hanno concluso che EGCG dall'estratto del tè verde può essere utile come agente attuale per la protezione contro carcinogenesi indotta UVB, photoaging e le condizioni della pelle infiammatorie.31

Questi risultati indicano che il tè verde offre una ricchezza dei benefici protettivi, non solo come bevanda dipromozione, ma anche come applicazione attuale della pelle. L'applicazione topica dei polifenoli del tè verde può assicurare la protezione antiossidante locale, contribuente a proteggere dagli effetti offensivi di radiazione ultravioletta quale il cancro di pelle e photoaging. L'uso abbondante di tè verde, sia internamente che attuale, può assicurare così la protezione dai cancri, dalla malattia cardiaca e dai segni attuali e viscerali di invecchiamento.

Sollievo dall'artrite

Gli scienziati ritengono che gli antiossidanti in tè verde possano anche combattere l'infiammazione e contribuire ad impedire l'artrite.

La ricerca in corso all'università occidentale della riserva di caso suggerisce che il completamento del tè verde possa posporre inizio-e fare diminuire severità-almeno di un tipo di artrite.27 in questo lo studio, topi che sono stati alimentati i polifenoli del tè verde era significativamente meno suscettibile dello sviluppo dall'dell'artrite indotta da collagene, che è simile all'artrite reumatoide in esseri umani. I ricercatori hanno notato che i topi artritici che hanno ricevuto i polifenoli hanno avuti l'inizio successivo dell'artrite e forme meno severe sviluppate della malattia. Gli animali che ricevono il tè verde inoltre hanno mostrato una profonda diminuzione in mediatori infiammatori, compreso cylcooxygenase-2 e l'fattore-alfa di necrosi del tumore.

Un altro studio ha esaminato gli effetti delle catechine del tè verde su cartilagine umana e bovina in vitro. Le catechine del tè verde sono state trovate per inibire la ripartizione di proteoglycan e di tipo cartilagine di II, che sono componenti del tessuto unito sano. Gli autori di studio conclusivi, “catechine del tè verde sono chondroprotective ed il consumo di tè verde può essere profilattico per l'artrite e può avvantaggiare il paziente di artrite riducendo l'infiammazione e rallentando la ripartizione della cartilagine.„28

Il tè verde è una bevanda antica con un futuro luminoso delle applicazioni nell'impedire la malattia e nella promozione della salute. Una fonte potente di antiossidanti, tè verde può contribuire ad impedire il cancro, proteggere l'apparato cardiovascolare, a promuovere i livelli sani della glicemia ed ad alleviare gli effetti neurologici di invecchiamento. Il tè verde è così un rimedio naturale sicuro ed efficace a promuovere una vita lunga e sana.

Riferimenti

1. Macchia WJ, cibo WH, McLaughlin JK. Tè e cancro: una rassegna della prova epidemiologica. Cancro Prev di EUR J. 1996 dicembre; 5(6): 425-38.

2. Mercato dell'informazione e innovazione K, Suga K, effetti Cancro-preventivi di Nakachi K. di bere tè verde in una popolazione giapponese. Med di Prev. 1997 novembre-dicembre; 26(6): 769-75.

3. Gao YT, McLaughlin JK, macchia WJ, Ji BT, DAI Q, Jr. di Fraumeni JF ha ridotto il rischio di cancro esofageo connesso con il consumo del tè verde. Cancro nazionale Inst di J. 1° giugno 1994; 86(11): 855-8.

4. Disponibile a: http://www.mdanderson.org/pdf/greenteastudy.pdf. 13 ottobre 2004 raggiunto.

5. Jankun J, Selman SH, Swiercz R, Skrzypczak-Jankum E. Perché il tè verde bevente potrebbe impedire il cancro. Natura. 5 giugno 1997; 387(6633): 561.

6. Il leone m., Zhai D, Sareth S, Kitada S, Reed JC, prevenzione del cancro di Pellecchia M. dai polifenoli del tè è collegato alla loro inibizione diretta di proteine antiapoptotic di Bcl-2-family. Ricerca del Cancro. 1° dicembre 2003; 63(23): 8118-21.

7. Liao J, Yang GY, parco es, et al. inibizione di carcinogenesi del polmone ed effetti sull'angiogenesi e sugli apoptosi nei topi di A/J dal istration orale admin di tè verde. Cancro di Nutr. 2004;48(1):44-53.

8. Klein ea, Thompson IM. Aggiornamento sul chemoprevention di carcinoma della prostata. Curr Opin Urol. 2004 maggio; 14(3): 143-9.

9. Terapie di Kaegi E. Unconventional per cancro: tè verde. CMAJ. 21 aprile 1998; 158(8): 1033-5.

10. Fetrow CW, JUNIOR di Avila. Il libro a mano del professionista delle medicine complementari ed alternative. Springhouse, PA: Springhouse Corp., 1999:312-5.

11. Università di California a Berkeley. Può l'aiuto del tè verde impedire il cancro? Lettera di benessere. 1997;14(3):1-2.

12. Mittal A, ms del patè, Wylie RC, Tollefsbol A, Katiyar SK. EGCG giù-regola il telomerase in cellule umane di carcinoma MCF-7 del seno, conducenti alla soppressione di attuabilità delle cellule ed all'induzione degli apoptosi. Int J Oncol. 2004 marzo; 24(3): 703-10.

13. Sonoda J, Koriyama C, Yamamoto S, et al. carico del provirus HTLV-1 nei linfociti periferici del sangue dei trasportatori HTLV-1 è diminuito bevendo del tè verde. Cancro Sci. 2004 luglio; 95(7): 596-601.

14. Lee Y, ND dell'osso, Strege AK, Shanafelt TD, Jelinek DF, Ne di Kay. Lo stato e gli apoptosi di fosforilazione del ricevitore di VEGF è modulato da una componente del tè verde, epigallocate-chin-3-gallate (EGCG) nella leucemia linfocitaria cronica del linfocita B. Sangue. 1° agosto 2004; 104(3): 788-94.

15. Attività Anti-metastatica di Menon LG, di Kuttan R, di Kuttan G. di curcumina e catechina. Cancro Lett. 1999 luglio; 141 (1-2): 159-65.

16. Siddiqui IA, Afaq F, Adhami VM, Ahmad N, Mukhtar H. Antioxidants del tè della bevanda nella promozione delle sanità. Segnale di redox di Antioxid. 2004 giugno; 6(3): 571-82.

17. Kono S, Shinchi K, Ikeda N, Yanai F, il consumo del tè verde di Imanishi K. ed il lipido del siero profila: uno studio rappresentativo in Kyushu del Nord, Giappone. Med di Prev. 1992 luglio; 21(4): 526-531.

18. PC di Hertog m., di Feskens EJ, di Hollman, MB di Katan, flavonoidi antiossidanti di Kromhout D. Dietary e rischio di coronaropatia: lo studio degli anziani di Zutphen. 23 ottobre Lancet.1993; 342(8878): 1007-11.

19. Vinson JA, Teufel K, Wu N. Green ed i tè neri inibiscono l'aterosclerosi dal lipido, dall'antiossidante e dai meccanismi fibrinolitici. Alimento chim. di J Agric. 2 giugno 2004; 52(11): 3661-5.

20. Sano J, Inami S, Seimiya K, et al. effetti dell'assunzione del tè verde sullo sviluppo della coronaropatia. Circ J. 2004 luglio; 68(7): 665-70.

21. Chyu KY, Babbidge MP, Zhao X, et al. effetti differenziali di verde tè-ha derivato la catechina sullo sviluppo contro l'aterosclerosi stabilita nei topi E-nulli dell'apolipoproteina. Circolazione. 25 maggio 2004; 109(20): 2448-53.

22. Negishi H, Xu JW, Ikeda K, Njelekela m., Nara Y, Yamori Y.Black ed i polifenoli del tè verde attenuano spontaneamente gli aumenti di pressione sanguigna in ratti ipertesi colpo-inclini. J Nutr. 2004 gennaio; 134(1): 38-42.

23. Unno K, Takabayashi F, Kishido T, effetto di Oku N. Suppressive delle catechine del tè verde su regressione morfologica e funzionale del cervello in topi invecchiati con la senescenza accelerata (SAMP10). Exp Gerontol. 2004 luglio; 39(7): 1027-34.

24. Suzuki m., Tabuchi m., Ikeda m., Umegaki K, effetti di Tomita T. Protective delle catechine del tè verde su danno ischemico cerebrale. Med Sci Monit. 2004 giugno; 10(6): 166-74.

25. Mandel S, MB di Youdim. Polifenoli della catechina: neurodegeneration e neuroprotection nelle malattie neurodegenerative. Med libero di biol di Radic. 1° agosto 2004; 37(3): 304-17.

26. Tsuneki H, Ishizuka m., Terasawa m., Wu JB, Sasaoka T, Kimura I. Effect di tè verde sui livelli della glicemia e sui modelli proteomic del siero in topi diabetici (db/db) e sul metabolismo del glucosio in esseri umani in buona salute. BMC Pharmacol. 2004 agosto; 4(1): 18.

27. Haqqi TM, DD di Anthony, Gupta S, et al. prevenzione dall'dell'artrite indotta da collagene in topi da una frazione polifenolica ha trovato in tè verde. roc Acad nazionale Sci U.S.A. 13 aprile 1999; 96(8): 4524-9.

28. Adcocks C, Collin P, Buttle DJ. Le catechine da tè verde (camellia sinensis) inibiscono la cartilagine bovina ed umana proteoglycan ed il tipo degradazione del collagene di II in vitro. J Nutr. 2002 marzo; 132(3): 341-6.

29. HL di Gensler, BN di Timmermann, Valcic S, et al. prevenzione del photocarcinogenesis tramite l'amministrazione attuale del gallato puro del epigallocatechin isolato da tè verde. Cancro di Nutr. 1996;26(3):325-35.

30. Mukhtar H, Katiyar SK, tè verde di Agarwal R. ed effetti della pelle-anticarcinogenic. J investe Dermatol. 1994 gennaio; 102(1): 3-7.

31. Katiyar SK, ms di Matsui, Elmets CA, antiossidante di Mukhtar H. Polyphenolic (-) - epigallocatechin-3-gallate da tè verde riduce da risposte e dall'l'infiltrazione infiammatorie indotte UVB dei leucociti in pelle umana. Photochem Photobiol. 1999 febbraio; 69(2): 148-53.