Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine luglio 2005
immagine

Avanzamenti nella terapia nutrizionale per disordine di iperattività di deficit di attenzione

Da Laurie Barclay, MD

Benefici degli acidi grassi essenziali

Quando tenendo conto del completamento nutrizionale in gestione di ADHD, gli acidi grassi essenziali omega-3 possono essere il migliore posto da cominciare, poichè svolgono un ruolo chiave nella struttura e nella funzione delle membrane che accludono le cellule cerebrali come pure nella trasmissione degli impulsi fra le cellule nervose.

Gli acidi grassi polinsaturi a catena lunga sono più fluidi e meno rigidi in struttura di quanto il acido-tale grasso saturato poichè gli strutti idrogenati trovati in al forno commerciale merce-e quindi contribuiscono a promuovere la funzione sana della cellula cerebrale.39,40 la composizione di in acidi grassi dei fosfolipidi della membrana in cellule cerebrali riflettono la loro assunzione dai supplementi o dalle fonti dietetiche quale il pesce grasso con acqua fredda. Il rapporto di omega-3 agli acidi grassi polinsaturi omega-6 colpisce la trasmissione nelle reti del nervo controllate da serotonina e dalle catecolamine.39 quando superiore attuale, gli acidi grassi polinsaturi omega-6 può aumentare l'infiammazione e la disfunzione di un neurone, perché la loro ripartizione genera le prostaglandine pro-infiammatorie. 39 queste prostaglandine infiammatorie sono più probabili causare l'infiammazione dei prodotti della scomposizione degli acidi grassi polinsaturi omega-3. 39

Alcune caratteristiche di ADHD possono riferirsi alle anomalie di acido grasso metabolism.41 che parecchi studi hanno identificato gli acidi grassi della membrana anormale in individui con ADHD.42 dati preliminari suggeriscono che alcuni pazienti con ADHD abbiano più alti tassi di ripartizione ossidativa degli acidi grassi polinsaturi omega-3.42 questa osservazione forniscono una spiegazione razionale supplementare per il completamento gli acidi grassi essenziali omega-3 in gestione di ADHD.42

Rispetto ai bambini senza sintomi di ADHD, quelli a ADHD sono più probabili avere bassi livelli dell'acido arachidonico essenziale degli acidi grassi e DHA (acido docosaesaenoico),43 ed i bambini con i bassi livelli omega-3 hanno più tantra di carattere, difficoltà di apprendimento e disturbi del sonno che quelle con gli alti livelli.44 adulti con ADHD hanno significativamente simili carenze ai dei comandi relativi essenziali degli acidi grassi, con i livelli più bassi degli acidi grassi polinsaturi totali, degli acidi grassi totali omega-6 e di DHA.45

In uno studio controllato di 41 bambino, di 8-12 anni, che hanno avuti le difficoltà di apprendimento specifiche e valutazioni superiori alla media di ADHD, coloro che è stato assegnato a caso per ricevere il completamento con gli acidi grassi altamente insaturi per 12 settimane hanno mostrato i miglioramenti significativi nel comportamento e nei problemi conoscitivi caratteristici di ADHD confrontato a quelli che ricevono il placebo.46

Uno studio preliminare di 50 bambini ha mostrato alcuni miglioramenti nei sintomi del tipo di ADHD (confrontati a placebo) a partire da quattro mesi del trattamento con un supplemento poli-insaturo dell'acido grasso che fornisce una dose quotidiana di 480 mg di DHA, di 80 mg di EPA (acido eicosapentanoic), di 40 mg di acido arachidonico, di 96 mg di GLA (acido gamma-linoleico) e di 24 mg di acetato dell'alfa-tocoferolo (vitamina E).47 aree di miglioramento hanno compreso il comportamento ed il comportamento riferiti dai genitori, dall'attenzione difficile come stimato dagli insegnanti e dagli atteggiamenti ribelli e dagli episodi recitare.47

Un altro studio di quattro mesi, tuttavia, non hanno mostrato miglioramento nei sintomi di ADHD con il completamento di DHA (345 mg quotidiani) confrontato a placebo,48 e uno studio di due mesi in cui 3600 mg di DHA erano risultati negativi anche forniti amministrati del settimanale.49" il trattamento di ADHD con gli acidi grassi merita l'indagine successiva, ma l'attenzione attenta dovrebbe essere pagata quanto quale acido grasso è usato,„ ai ricercatori giapponesi conclusivi che hanno intrapreso gli studi posteriori.49

Un ricercatore prominente in questo campo, il Dott. Alex Richardson del laboratorio dell'università della fisiologia e dell'istituto universitario di Mansfield a Oxford, Regno Unito, recentemente ha notato che sia omega-3 che acidi grassi polinsaturi omega-6 sono determinanti per lo sviluppo del cervello e funzionano e che le diete moderne in paesi sviluppati mancano spesso degli acidi grassi polinsaturi sufficienti omega-3.50

“La prova aumentante… lo indica che [le carenze o gli squilibri dell'acido grasso poli-insaturo] sono associati con l'infanzia inerente allo sviluppo ed i disturbi psichiatrici compreso ADHD,„ scrive. “La prova preliminare dalle prove controllate inoltre suggerisce che il completamento dietetico con [acidi grassi polinsaturi] potrebbe aiutare in gestione di questi generi di infanzia comportamentistici e di difficoltà di apprendimento.„50

La fosfatidilserina interessa nutriente del fosfolipide gli acidi grassi. La sua struttura combina una componente dell'aminoacido e una componente dell'acido grasso. Come gli acidi grassi essenziali, la fosfatidilserina è vitale al funzionamento normale dei sistemi del neurotrasmettitore, del metabolismo del cervello, dei collegamenti fra le cellule cerebrali e della fluidità della membrana di cellula cerebrale.51 può anche aiutare i più bassi livelli del cortisolo, che sono aumentati di stati dello sforzo cronico.52

ADHD, la dislessia e determinati disordini comportamentistici in bambini si riferiscono a come “disordini del fosfolipide.„La ricerca di futuro 53 dovrebbe contribuire a chiarire il ruolo della fosfatidilserina nel trattamento nutrizionale di ADHD.

Brain Biochemistry Maps Offer Clues

Una nuova tecnica relativa ad imaging a risonanza magnetica (RMI) è la spettroscopia a risonanza magnetica del protone (1H-MRS), che rivela le informazioni importanti circa i composti chimici nelle aree differenti del cervello.

Gli studi recenti facendo uso di 1H-MRS suggeriscono che la colina, la creatina, il glutammato ed altri composti specifici possano svolgere un ruolo in ADHD. La colina è una delle particelle elementari di acetilcolina, un neurotrasmettitore importante in questione nella memoria. Il glutammato e la glutamina sono aminoacidi in questione nella produzione di GABA (acido gamma-aminobutirrico), un neurotrasmettitore che inibisce determinati impulsi nervosi e può colpire l'iperattività.

In uno studio, l'analisi 1H-MRS ha indicato che i bambini con le caratteristiche ereditate e strutturali collegate alla memoria difficile hanno avuti concentrazioni più basse di creatina-fosfocreatina e composti colina-contenere, mentre l'aspartato dell'N-acetile e della creatina è stato associato con la buona memoria, riflettenti le differenze nel metabolismo energetico nei lobi frontali del cervello.54

Paradossalmente, tuttavia, uno studio 1H-MRS di ADHD ha mostrato un aumento leggero nel rapporto di colina a creatina da un lato del corpo striato, una regione profonda del cervello in cui circa un quarto delle cellule nervose è stato perso o severamente disfunzionale. I ricercatori hanno concluso che la neurotrasmissione che comprende l'acetilcolina era leggermente iperattiva.55

In un altro studio 1H-MRS, otto bambini con ADHD ma senza difficoltà di apprendimento avevano aumentato i rapporti della glutammato--glutamina in entrambe le aree frontali ed aspartato e colina aumentati dell'N-acetile nella giusta area frontale, confrontata ad otto comandi.56

I ricercatori dal Venezuela hanno trovato i livelli ematici diminuiti della glutamina e della fenilalanina di aminoacidi nei pazienti di ADHD. Hanno supposto che questo squilibrio potrebbe causare le alterazioni nel metabolismo degli aminoacidi e nel trasporto al cervello, che potrebbe alterare la funzione di sistema nervoso centrale. I loro risultati sostengono la teoria che ADHD rappresenta un disordine del sistema inibitorio della neurotrasmissione.57

Il completamento della colina è teoricamente più utile per la memoria diminuita e l'apprendimento che per altri sintomi di ADHD quale comportamento iperattivo e impulsivo. La colina ha un gusto sgradevole, in modo dai bambini possono preferire DMAE (dimethylaminoethanol), un supplemento che aumenta i livelli del cervello di colina.58 DMAE possono accelerare la produzione di acetilcolina nel cervello e sono stati utilizzati nel trattamento di ADHD per curva dell'attenzione riduttrice, imparante e leggente i problemi, l'iperattività e la coordinazione difficile.59,60

La Acetile-L-carnitina amplifica Brain Energy

Le anomalie nella produzione di energia e nell'ossidazione dell'acido grasso possono essere alla base dei cambiamenti del cervello e comportamentistici in ADHD. gli aiuti della Acetile-L-carnitina trasportano gli acidi grassi nei mitocondri, le centrali elettriche di produttore d'energia all'interno di ogni cellula. Questo processo amplifica la produzione di energia quando gli acidi grassi sono bruciati, o ossidato, come combustibile cellulare.61

In un modello del ratto di ADHD, il trattamento con acetile-L-carnitina ha ridotto il comportamento impulsivo ed ha aumentato i livelli della noradrenalina del neurotrasmettitore nella corteccia frontale mediale.62" [Acetile-L-carnitina], una droga priva delle proprietà psicostimolanti, può avere alcuni effetti benefici nel trattamento dei bambini di ADHD,„ secondo i ricercatori italiani.

In uno studio randomizzato e controllato, 13 di 24 ragazzi ha trattato con carnitina migliore significativamente (da 20-65%) a comportamento a casa e scuola.63" il trattamento con carnitina ha fatto diminuire significativamente i problemi dell'attenzione e comportamento aggressivo in ragazzi con ADHD,„ ha riferito i ricercatori nei Paesi Bassi.

Effetti delle vitamine e dei minerali

Le vitamine ed i minerali possono essere utili nei pazienti di qualche ADHD perché fungono da cofattori che facilitano le azioni degli enzimi in questione nella sintesi del metabolismo energetico e del neurotrasmettitore.9,64 vitamine di B sono necessarie bruciare i carboidrati come combustibile e sostenere la sintesi del neurotrasmettitore e la mielina d'isolamento.Il completamento di vitamina b6 65 può contribuire ad amplificare i bassi livelli di serotonina in bambini iperattivi.66

Lo zinco è un cofattore importante per la produzione dei neurotrasmettitori e del metabolismo di dopamina e di acidi grassi. Le alterazioni in questi prodotti biochimici possono svolgere un ruolo in patofisiologia di ADHD.La carenza di zinco 64 in bambini con ADHD è associata con i livelli ematici in diminuzione di acidi grassi.67 la relazione fra zinco ed acidi grassi sono stati dimostrati in una rappresentazione di studio che olio dell'enagra, ricchi di un supplemento in GLA, comportamento migliore della scuola in bambini con ADHD ma soltanto in coloro che era carente in zinco.64

In uno studio ben controllato e randomizzato di 400 bambini con ADHD, solfato di zinco era statisticamente superiore a placebo nella riduzione dei sintomi di comportamento iperattivo o impulsivo e della socializzazione alterata. I pazienti molto probabilmente da trarre giovamento da zinco erano più vecchi e più sovrappeso ed hanno avuti bassi livelli di zinco e di acidi grassi.68

I bambini con ADHD curati con Ritalin® per sei settimane hanno avuti migliori valutazioni comportamentistiche dagli insegnanti e dai genitori quando inoltre hanno ricevuto il solfato di zinco (55 mg/giorno) confrontato ai bambini che hanno ricevuto Ritalin® e un placebo.69

I livelli del magnesio nel plasma sanguigno ed i globuli rossi possono essere bassi in pazienti con ADHD. Il completamento con magnesio, da solo o congiuntamente alla vitamina b6, può ridurre l'iperattività.70,71

In uno studio recente, la carenza di ferro, che causa le anomalie nella neurotrasmissione della dopamina, era presente in 84% di 53 bambini con ADHD.72 Poiché le misure della carenza di ferro sono state correlate con i sintomi più severi di ADHD, i ricercatori francesi conclusivi, “depositi bassi del ferro contribuiscono a ADHD e. . . I bambini di ADHD possono trarre giovamento dal completamento del ferro.„

Continuato alla pagina 3 di 3