Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 2005
immagine

CLA

Perdita di peso ed altri benefici di acido linoleico coniugatoDa Dale Kiefer

Prova ben fondata degli effetti anticancro

In questi ultimi 18 anni, i numerosi scienziati medici e nutrizionali hanno pubblicato la ricerca che convalida e spiega il lavoro approfondito del gruppo di Wisconsin. Grazie ai loro sforzi, ora sappiamo che gli isomeri del CLA, una volta aggiunti alle diete degli animali da laboratorio, proteggono gli animali da cancro al seno, dai tumori del colon e dal cancro di pelle sperimentalmente incitati. Questi effetti si sono presentati indipendentemente da se il CLA è stato dato durante o dopo l'inizio del tumore.3,5,24,25

Le prove crescenti suggeriscono che l'attività antitumorale del CLA venga soprattutto dall'isomero c9t11. La prova affinchè la capacità del CLA faccia diminuire l'incidenza, la progressione, il carico del tumore ed il numero delle metastasi nei modelli del seno, della prostata, della pelle e del tumore del colon aveva coltivato da ora alla metà del 1990 la s così in modo convincente che l'Accademia nazionale delle scienze ha pubblicato una dichiarazione nel 1996 che dichiara, “[CLA] è il solo acido grasso indicato inequivocabilmente per inibire la carcinogenesi in animali da esperimento.„26

Uno dei modelli animali utilizzati nella ricerca del CLA serve ordinariamente da modello di un tipo di cancro al seno umano chiamato tumore in situ duttale.5,24 l'individuazione che il CLA inibisce della formazione di nuovi tumori in roditori suggeriscono che possa anche ridurre la metastasi del cancro al seno in donne. La conferma della questa aspettativa è un nuovo scopo importante per i ricercatori dell'oncologia, poichè la crescita dei tumori secondari (metastasi) è la causa della morte principale fra i malati di cancro.5

Il CLA inoltre inibisce la crescita delle linee cellulari trapiantate del carcinoma della prostata e del seno nei roditori di laboratorio.27,28 che questo effetto era che un gruppo di ricerca è stato ispirato scrivere, “topi così drammatici hanno alimentato dieta non solo i più piccoli tumori locali visualizzati CLA-completati che il gruppo regolare di dieta-federazione, ma anche una riduzione drastica di metastasi del polmone.„La considerevole prova 28 indica che il CLA inibisce le fasi di inizio di cancro e la ricerca inoltre indica che il CLA inibisce le fasi di promozione e di post-inizio di crescita del cancro.5 almeno uno studio hanno trovato che il CLA inibisce la formazione di tumori secondari in topi, anche dopo che le cellule mammarie cancerogene sono seminate nei topi.29

Infatti, la prova recente suggerisce che il CLA combatti il cancro ad ogni punto nella sua progressione, a cominciare dal suo sviluppo iniziale. Bloccando le proteine del ciclo cellulare che regolano la creazione di nuove cellule, il CLA è stato indicato per fermare la proliferazione delle cellule di instabilità prima che il tessuto aberrante (ma benigno) trasformasse in cancro lontano-da-benigno.5,30,31

In un esperimento, i ricercatori hanno alimentato i topi alimentati il CLA per due settimane prima dell'inoculazione loro con le cellule umane aggressive dell'adenocarcinoma del seno. Sebbene i topi utilizzati nello studio siano cresciuti affinchè la loro incapacità resistano alle sfide immuni, i topi CLA-trattati hanno sviluppato 73% meno tumori locali entro nove settimane dopo che inoculazione dei topi di controllo, che non erano stati pretrattati con il CLA dietetico. Ancora, il CLA ha inibito drammaticamente la diffusione delle cellule di cancro al seno ai polmoni, al sangue periferico ed al midollo osseo. I ricercatori conclusivi, “questi risultati indicano la capacità del CLA dietetico di bloccare sia la crescita locale che la diffusione sistemica di cancro al seno umano via i meccanismi indipendenti dal sistema immunitario ospite.„27

L'altra ricerca ha indicato che in un modello del roditore di cancro al seno umano, esposizione dietetica al CLA mentre le ghiandole mammarie stanno maturando conferisce la protezione contro il cancro. Anche quando il CLA è stato ritirato dalla dieta dopo che le ghiandole mammarie avevano maturato, i ratti precedentemente hanno nutrito con il CLA continuato per godere della protezione significativa contro i tumori mammari. Il meccanismo da cui il CLA protegge in questa istanza sembra essere distinto dalla sua attività di anti-inizio.24,32

Più recentemente, gli scienziati a New York occidentale hanno riunito i dati da più di 1.100 donne con cancro al seno confermato come pure da circa 2.000 pazienti di referenza senza Cancro. Valutando gli oggetti auto-riferiti l'ingestione dietetica del CLA, i ricercatori potevano cercare le relazioni statistiche fra l'assunzione del CLA e lo stato di salute. Sebbene nessuna chiara correlazione sembri esistere fra ingestione dietetica del CLA ed il rischio di cancro al seno globale, “una riduzione marginalmente significativa del rischio di avere [estrogeno ricevitore-negativo] un tumore„ è stata riferita fra le donne con il più alta assunzione del CLA. Per quanto riguarda il CLA, i ricercatori celebri, “là possono essere associazioni con biologia del tumore almeno fra le donne premenopausa.„33

I rapporti recenti indicano che il CLA può anche proteggere dal seno e da altri tipi di cancri inibendo l'angiogenesi, il processo tramite cui i tumori creano una nuova rete del rifornimento di sangue per ottenere le sostanze nutrienti state necessarie per la crescita. La fermata o invertire dell'angiogenesi è una strategia anticancro che ha ricevuto negli ultimi anni l'attenzione intensa dai ricercatori da varie discipline.34,35

Il CLA inoltre promuove gli apoptosi (morte programmata delle cellule, o suicidio cellulare) delle cellule tumorali.36-38 le cellule tumorali sono esperte agli apoptosi di elusione, che rappresentano molta della loro natura insidiosa. Gli apoptosi permettono che il corpo rimuova le cellule nocive o potenzialmente nocive in un modo che minimizza lo spreco e migliora il danneggiamento dei tessuti circostanti. Il CLA evidentemente colpisce il funzionamento delle componenti di sistema immunitario coinvolgere in apoptosi.38

Recentemente, un gruppo di ricerca in Argentina ha pubblicato un rapporto sulla dieta e l'incidenza di tumore del colon fra la popolazione locale. Argentineans consuma moltissimo manzo che è ricco in grasso saturo e colesterolo, mentre mangiando relativamente poco pesce o fibra dietetica. La fibra è riconosciuta generalmente come protettivo contro tumore del colon, mentre gli acidi grassi cuore-sani omega-3, che sono presenti soprattutto in frutti di mare, possono anche contribuire ad impedire il cancro. Malgrado le abitudini alimentari apparentemente non sane del Argentineans, non soccombono a tumore del colon come comunemente come ci si sarebbe potuto aspettare.39

Un'analisi dei dati epidemiologici ha rivelato quel alto consumo di carni magre (più di meno che contenuto di grassi di 15%) realmente è associata con una riduzione significativa dell'incidenza di tumore del colon fra il popolo. Al contrario, l'alto consumo di carni grasse, quali i tagli freddi e le salsiccie, è stato associato con un rischio aumentato di sviluppare il tumore del colon. Poiché il manzo magro è una fonte primaria di CLA, i ricercatori ragione per cui gli effetti protettivi del CLA superano tutti gli effetti negativi in peso presunti connessi con i grassi saturi ed il colesterolo in manzo magro.39

Intenzionalmente consumare il più manzo per ottenere il CLA non è un metodo pratico di protezione della sua salute. La maggior parte del manzo viene dal bestiame che è alimentato commercialmente e quindi ha relativamente poco CLA. I numerosi studi scientifici indicano che coloro che sovra-consuma il manzo hanno elevati rischi delle malattie comuni.46-49 quelli che cercano di ottenere il CLA dovrebbero considerare i supplementi che forniscono le concentrazioni standardizzate del CLA.

Riferimenti

1. Ha YL, Grimm NK, Pariza Mw. Anticarcinogens da carne tritata fritta: derivati calore-alterati di acido linoleico. Carcinogenesi. 1987 dicembre; 8(12): 1881-7.

2. Pariza Mw, parco Y, mi cucina. Acido linoleico coniugato ed il controllo di cancro e di obesità. Toxicol Sci. 1999 dicembre; 52 (2 supplementi): 107-10.

3. Liew C, Schut ha, Chin SF, Pariza Mw, RH di Dashwood. Protezione degli acidi linoleici coniugati contro da carcinogenesi indotta da chinolina dei due punti di methylimidazo di 2 amino-3- [4,5-f] nel ratto F344: uno studio sui meccanismi inibitori. Carcinogenesi. 1995 dicembre; 16(12): 3037-43.

4. Belury mA. Acido linoleico coniugato dietetico nella salute: effetti e meccanismi fisiologici di azione. Annu Rev Nutr. 2002;22:505-31.

5. Belury mA. Inibizione di carcinogenesi da acido linoleico coniugato: meccanismi potenziali di azione. J Nutr. 2002 ottobre; 132(10): 2995-8.

6. Belury mA, Vanden Heuvel JP. Protezione contro cancro e malattia cardiaca dal CLA: meccanismi potenziali di azione. Aggiornamento di malattia di Nutr. 1997;1:58-63.

7. Scimeca JA. Inibizione del Cancro in animali. In: Mp di Yurawecz, Mossobo millimetro, Kramer JKG, Pariza Mw, Nelson GJ, eds. Avanzamenti nella ricerca coniugata dell'acido linoleico, champagne di volume 1., IL: Stampa dell'aocs; 1999:420-43.

8. Pariza Mw, parco Y, mi cucina. Meccanismi di azione di acido linoleico coniugato: prova e speculazione. Med di biol di Proc Soc Exp. 2000 gennaio; 223(1): 8-13.

9. Lee KN, Kritchevsky D, Pariza Mw. Acido linoleico coniugato ed aterosclerosi in conigli. Aterosclerosi. 1994 luglio; 108(1): 19-25.

10. Belury mA, Mahon A, Banni S. L'isomero coniugato dell'acido linoleico (CLA), t10c12-CLA, è associato inversamente con i cambiamenti nel peso corporeo e la leptina del siero negli oggetti con il diabete di tipo 2 mellito. J Nutr. 2003 gennaio; 133(1): 257S-60S.

11. Flegal chilometro, MD di Carroll, CL di Ogden, CL di Johnson. Prevalenza e tendenze relative all'obesità fra gli adulti degli Stati Uniti, 1999-2000. JAMA. 9 ottobre 2002; 288(14): 1723-7.

12. CL di Hedley aa, di Ogden, CL di Johnson, et al. prevalenza di sovrappeso ed obesità fra i bambini degli Stati Uniti, gli adolescenti e gli adulti, 1999-2002. JAMA. 16 giugno 2004; 291(23): 2847-50.

13. Finkelstein ea, Fiebelkorn IC, spesa medica di Wang G. National attribuibile a sovrappeso e ad obesità: quanto e chi sta pagando? Salute Aff (Millwood.). 2003 gennaio; Web ExclusivesW3-26 del supplemento.

14. CLA di Riserus U, di Smedman A, di Basu S, di Vessby B. e regolamento del peso corporeo in esseri umani. Lipidi. 2003 febbraio; 38(2): 133-7.

15. McCarty MF. Verso una terapia interamente nutrizionale per il diabete di tipo 2. Med Hypotheses. 2000 marzo; 54(3): 483-7.

16. Eyjolfson V, Spriet LL, Dyck DJ. L'acido linoleico coniugato migliora la sensibilità dell'insulina in giovani, esseri umani sedentari. Med Sci Sports Exerc. 2004 maggio; 36(5): 814-20.

17. Zambell chilolitro, Keim nl, MD di Van Loan, et al. completamento coniugato dell'acido linoleico in esseri umani: effetti su composizione corporea e su dispendio energetico. Lipidi. 2000 luglio; 35(7): 777-82.

18. Thom E, Wadstein J, acido linoleico di Gudmundsen O. Conjugated riduce il grasso corporeo in esseri umani d'esercitazione in buona salute. J Int Med Res. 2001 settembre; 29(5): 392-6.

19. Blankson H, Stakkestad JA, Fagertun H, et al. acido linoleico coniugato riduce la massa del grasso corporeo in esseri umani di peso eccessivo ed obesi. J Nutr. 2000 dicembre; 130(12): 2943-8.

20. Smedman A, completamento dell'acido linoleico di Vessby B. Conjugated negli effetti essere-metabolici. Lipidi. 2001 agosto; 36(8): 773-81.

21. Whigham LD, O'Shea m., Mohede IC, Walaski HP, Atkinson RL. Profilo di sicurezza di acido linoleico coniugato in una prova di 12 mesi in esseri umani obesi. Alimento Chem Toxicol. 2004 ottobre; 42(10): 1701-9.

22. Rohrmann S, Linseisen J, Becker N, et al. cottura della carne e pesce nei Europa-risultati dall'indagine futura europea su Cancro e su nutrizione (EPICI). EUR J Clin Nutr. 2002 dicembre; 56(12): 1216-30.

23. Felton JS, Knize MG, salmone CP, Malfatti mA, Kulp KS. Esposizione umana agli agenti mutageni/agenti cancerogeni eterociclici dell'alimento dell'amina: rilevanza a cancro al seno. Circondi Mol Mutagen. 2002;39(2-3):112-8.

24. IP C, Chin SF, Scimeca JA, Pariza Mw. Prevenzione del cancro mammaria dal derivato dienoico coniugato di acido linoleico. Ricerca del Cancro. 15 novembre 1991; 51(22): 6118-24.

25. Belury mA, nichel KP, CE dell'uccello, Wu Y. Dietary ha coniugato la modulazione dell'acido linoleico della promozione del tumore di pelle dell'estere di phorbol. Cancro di Nutr. 1996;26(2):149-57.

26. Disponibile a: http://www.asas.org/JAS/symposia/proceedings/0938.pdf. 16 febbraio 2005 raggiunto.

27. Visonneau S, Cesano A, Tepper SA, et al. acido linoleico coniugato sopprime la crescita delle cellule umane dell'adenocarcinoma del seno nei topi di SCID. Ricerca anticancro. 1997 marzo; 17 (2A): 969-73.

28. Cesano A, Visonneau S, Scimeca JA, Kritchevsky D, effetti di Santoli D. Opposite di acido linoleico e di acido linoleico coniugato su cancro prostatico umano nei topi di SCID. Ricerca anticancro. 1998 maggio; 18 (3A): 1429-34.

29. Ne di Hubbard, Lim D, estati L, Erickson chilolitro. Riduzione della metastasi mammaria murina del tumore da acido linoleico coniugato. Cancro Lett. 2000 13 marzo; 150(1): 93-100.

30. IP C, Dong Y, Thompson HJ, Bauman DE, IP millimetro. Controllo di proliferazione mammaria dell'epitelio del ratto da acido linoleico coniugato. Cancro di Nutr. 2001;39(2):233-8.

31. Futakuchi m., Cheng JL, Hirose m., et al. inibizione degli acidi grassi coniugati è derivato dall'olio del perilla o del cartamo di induzione e dello sviluppo dei tumori mammari in ratti indotti da una piridina di 2 amino-1-methyl-6-phenylimidazo [4,5-b] (PhIP). Cancro Lett. 25 aprile 2002; 178(2): 131-9.

32. IP C, Scimeca JA, Thompson H. Effect di sincronizzazione e di durata di acido linoleico coniugato dietetico su prevenzione del cancro mammaria. Cancro di Nutr. 1995;24(3):241-7.

33. Se di McCann, IP C, IP millimetro, et al. ingestione dietetica degli acidi linoleici coniugati e del rischio di cancro al seno premenopausa e postmenopausale, esposizioni occidentali di New York e studio del cancro al seno (studio di WEB). Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2004 settembre; 13(9): 1480-4.

34. HG di Augustin. Traduzione della ricerca di angiogenesi sulla clinica: le sfide avanti. Br J Radiol. 2003; Spec. 76 nessun 1S3-10.

35. Il PA Masso-gallese, Zangani la D, il IP la C, et al. inibizione dell'angiogenesi dall'agente chemopreventive del cancro ha coniugato l'acido linoleico. Ricerca del Cancro. 1° agosto 2002; 62(15): 4383-9.

36. La canzone HJ, Sneddon aa, PA di Barker, et al. acido linoleico coniugato inibisce la proliferazione e modula le isoforme della chinasi proteica C in cellule di carcinoma della prostata umane. Cancro di Nutr. 2004;49(1):100-8.

37. Liu J, Chen B, Yang Y, Wang X. Effect degli apoptosi in cellule mammarie umane indotte da cis9, acido linoleico del cancro (MCF-7) di t11-conjugated. Wei Sheng Yan Jiu. 2004 gennaio; 33(1): 58-62.

38. Maggiora m., Bologna m., mp di Ceru, et al. Una panoramica dell'effetto degli acidi linoleici e coniugare-linoleici sulla crescita di parecchie linee cellulari umane del tumore. Cancro di Int J. 20 dicembre 2004; 112(6): 909-19.

39. Eynard AR, CB di Lopez. Acido linoleico coniugato (CLA) contro i grassi saturi/colesterolo: la loro proporzione in carni grasse e magre può colpire il rischio di sviluppare il tumore del colon. Salute DIS dei lipidi. 29 agosto 2003; 2(1): 6.

40. Yamashita K, Iizuka Y, il Mercato dell'informazione e innovazione T, i semi di sesamo di Namiki M. ed i suoi lignani producono il profondo potenziamento di attività della vitamina E in ratti hanno alimentato una dieta bassa dell'alfa-tocoferolo. Lipidi. 1995 dicembre; 30(11): 1019-28.

41. Sankar D, Sambandam G, SIG. di Rao, Pugalendi chilovolt. Impatto dell'olio di sesamo su nifedipina nella modulazione sforzo ossidativo e degli elettroliti in pazienti ipertesi. L'Asia Pac J Clin Nutr. 2004; 13 (supplemento); S107.

42. Kang MH, Kawai Y, Naito m., Osawa T. Dietary ha sgrassato la suscettibilità di diminuzioni della farina del sesamo allo sforzo ossidativo in conigli ipercolesterolemici. J Nutr. 1999 novembre; 129(10): 1885-90.

43. Ashakumary L, Rouyer I, Takahashi Y, et al. Sesamin, un sesamo lignan, è un induttore potente dell'ossidazione epatica dell'acido grasso nel ratto. Metabolismo. 1999 ottobre; 48(10): 1303-13.

44. Sugano m., Akahoshi A, Koba K, et al. manipolazione dietetica di potenziale dimagrante del corpo di acido linoleico coniugato in ratti. Biochimica di Biosci Biotechnol. 2001 novembre; 65(11): 2535-41.

45. Sakono m., Yuji K, Miyanaga F, et al. effetto combinato di produzione coniugata dietetica del corpo dell'acido linoleico e del triacilglicerolo e di chetone di sesamin in fegato del ratto. J Nutr Sci Vitaminol. 2002 ottobre; 48(5): 405-9.

46. Consumo di Chao A, di Thun MJ, di Connell CJ, et al. della carne e rischio di cancro colorettale. JAMA. 12 gennaio 2005; 293(2): 172-82.

47. Consumo della carne rossa dello Sc, della trave J, di Holmberg L, di Bergkvist L, di Wolk A. di Larsson e rischio di cancri del colon prossimale, del colon distale e del retto: il gruppo svedese di mammografia. Cancro di Int J. 20 febbraio 2005; 113(5): 829-34.

48. Hu FB, Rimm eb, Stampfer MJ, Ascherio A, Spiegelman D, WC di Willett. Studio prospettivo nei modelli e nel rischio dietetici principali di coronaropatia in uomini. J Clin Nutr. 2000 ottobre; 72(4): 912-21.

49. Pattison DJ, DP di Symmons, Lunt m., et al. fattori di rischio dietetici per lo sviluppo di poliartrite infiammatoria: prova per un ruolo di ad alto livello del consumo della carne rossa. Rheum di artrite. 2004 dicembre; 50(12): 3804-12.