Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine maggio 2005
immagine

La Acetile-L-carnitina riduce il danno ossidativo in cervelli

la Acetile-L-carnitina fa diminuire lo sforzo ossidativo nei cervelli di invecchiamento, secondo i ricercatori all'università di California, Berkeley.*

la L-carnitina svolge un ruolo essenziale nella produzione di energia trasportando gli acidi grassi nella matrice mitocondriale per l'ossidazione. Sia la L-carnitina che il suo metabolita, acetile-L-carnitina, sono stati riferiti per migliorare la funzione mitocondriale. I ricercatori della California hanno confrontato gli effetti delle dosi uguali di L-carnitina ed acetile-L-carnitina sui livelli del plasma e del cervello di carnitina, sull'attività del movimento e sugli indicatori dello sforzo ossidativo in ratti.

I ratti invecchiati sono stati completati con L-carnitina o la sua forma attivata, acetile-L-carnitina, per quattro settimane. I livelli del cervello e del plasma di L-carnitina e di L-carnitina dell'acetile poi sono stati misurati. L'attività ambulatoria dei ratti è stata valutata, come erano indicatori di danno ossidativo nel tessuto cerebrale.

Sia la L-carnitina che il completamento della acetile-L-carnitina hanno sollevato i livelli del cervello e di circolazione di carnitina. Entrambe le forme erano inoltre efficaci nel miglioramento dell'attività ambulatoria nei ratti invecchiati. Quando le misure dello sforzo ossidativo nel cervello sono state esaminate, tuttavia, la acetile-L-carnitina è stata trovata per fare diminuire il danno ossidativo, mentre la L-carnitina non era efficace.

Poiché i livelli del tessuto di L-carnitina diminuiscono con l'età, completare con la L-carnitina o la acetile-L-carnitina può essere utile per gli adulti. Entrambe le forme amplificano i livelli del cervello e del plasma di carnitina, mentre aumentano l'attività ambulatoria. Per salute proteggente del cervello, tuttavia, soltanto la acetile-L-carnitina sembra offrire il neuroprotection dallo sforzo ossidativo. Ciò che trova può avere domande importanti di prevenzione e gestione dei disordini neurodegenerative.

— Linda M. Smith, Marina militare

Riferimento

Liu J, E capa, Kuratsune H, Cotman CW, BN di Ames. Confronto degli effetti di L-carnitina e di acetile-L-carnitina sui livelli della carnitina, sull'attività ambulatoria e sui biomarcatori ossidativi di sforzo nel cervello di vecchi ratti. Ann NY Acad Sci. 2004 novembre; 1033:117-31.

L'olio di pesce migliora la cognizione in adulti più anziani

Gli acidi grassi Omega-3 dai supplementi dell'olio di pesce sono associati con la funzione conoscitiva migliore nella vita più tarda, riferiscono gli scienziati all'università di Aberdeen nel Regno Unito. *

Il declino conoscitivo si presenta comunemente con l'età d'avanzamento. Sebbene nessuna causa di questo declino sia stata determinata, i fattori di rischio comprendono l'età, la genetica, i livelli di colesterolo elevati e l'ipertensione. Il danno conoscitivo severo e la demenza in relazione con la malattia di Alzheimer attualmente colpiscono 4,5 milione adulti anziani negli Stati Uniti e conservativamente è stimato che 15 milione adulti degli Stati Uniti siano colpiti entro l'anno 2050.

Lo studio unito ben progettato di regno ha esaminato 350 uomini e donne. Gli oggetti Quoziente d'intelligenza-erano stati provati all'età di 11 ed ora, all'età di 64, sono stati dati una batteria delle prove per valutare le diverse funzioni conoscitive. Inoltre, gli oggetti hanno compilato un questionario dell'alimento destinato per quantificare il loro uso dell'olio di pesce e di altro supplementi. Il contenuto nell'acido grasso Omega-3 delle membrane di globulo rosso inoltre è stato valutato.

Gli utenti di supplemento dell'olio di pesce hanno eseguito significativamente migliore dei non utenti sulle misure della funzione conoscitiva ed hanno dimostrato i livelli elevati dell'acido grasso omega-3 in membrane di globulo rosso. Gli oggetti che hanno usato i supplementi dell'olio di pesce inoltre hanno consumato più vitamina C e più fibra del cereale e della verdura dei partecipanti che non hanno usato i supplementi.

Gli autori hanno concluso che l'uso di supplemento dell'olio di pesce ed il contenuto della membrana di globulo rosso omega-3 sono associati con invecchiamento conoscitivo migliore. L'assunzione d'ottimizzazione dell'acido grasso omega-3 può contribuire così a mantenere la funzione conoscitiva con l'aumento dell'età.

— Linda M. Smith, Marina militare

Riferimento

Whalley LJ, Fox HC, chilowatt di Wahle, Starr JM, Deary IJ. Invecchiamento conoscitivo, intelligenza di infanzia e l'uso degli integratori alimentari: partecipazione possibile degli acidi grassi n-3. J Clin Nutr. 2004 dicembre; 80(6): 1650-7.

CoQ10 ricambia l'effetto collaterale nocivo delle statine

Un effetto contrario sulla funzione cardiaca causata da un farmaco d'abbassamento può essere invertito con il completamento del coenzima Q10 (CoQ10), conclude i ricercatori nell'Illinois e gli individui di Texas.* facendo uso della statina drogano la funzione diastolica ventricolare sinistra disfunzionale con esperienza di atorava-statina (Lipitor®) che è stata migliorata facendo uso di CoQ10 supplementare.

I medicinali di statina ampiamente sono prescritti per abbassare il colesterolo e fare diminuire il rischio di eventi cardiovascolari mortali e non fatali. Mentre le statine sono tollerate bene da molti utenti, fra le loro complicazioni potenzialmente letali è la lesione del muscolo, compreso la lesione al muscolo cardiaco. Le droghe di statina fanno diminuire la produzione sia di colesterolo che di CoQ10, un cofattore essenziale richiesto per produzione di energia in tutto il corpo e l'indispensabile per la funzione cardiaca normale. Alcuni ricercatori hanno suggerito che un calo nel livello CoQ10 da solo potrebbe provocare la disfunzione cardiaca.

Lo studio ha iscritto 14 pazienti, tutti di chi ha avuto profili anormali del colesterolo e non stava prendendo le droghe di statina. Il colesterolo ed i livelli CoQ10 sono stati misurati e un ecocardiogramma bidimensionale è stato eseguito su ogni partecipante, all'inizio dello studio. Dopo avere cominciato la terapia di statina con le atorvastatine, le prove di laboratorio e l'ecocardiogramma sono stati ripetuti tre - sei mesi a più successivamente. A seguito, 10 dei 14 pazienti hanno esibito il danno di attività del lato sinistro del cuore. Tutti i partecipanti poi sono stati offerti il completamento CoQ10 con la terapia continuata di statina. Fin tre mesi da più successivamente, tutti solo un paziente hanno dimostrato un'inversione dell'anomalia cardiaca.

Mentre la terapia di statina può essere indicata per alcuni individui con i profili anormali del colesterolo, questa ed altri studi indicano che CoQ10 supplementare può contribuire a conservare la funzione cardiaca durante la terapia farmacologica di farmaco da vendere su ricetta medica.

— Linda M. Smith, Marina militare

Riferimento

Argento mA, Langsjoen pH, Szabo S, Patil H, Zelinger A. Effect delle atorvastatine sulla funzione e sulla capacità diastoliche ventricolari sinistre del coenzima Q10 invertire quella disfunzione. J Cardiol. 15 novembre 2004; 94(10): 1306-10.