Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine maggio 2005
immagine

I benefici di salvataggio della selezione annuale del sangue

Da Penny Baron

Epatite, infiammazione del fegato, mostrando scompiglio degli epatociti o delle cellule di fegato.

Epatobiliare

Il sistema epatobiliare comprende il fegato e la cistifellea. Le funzioni epatiche come il sistema chiave della disintossicazione del corpo per le tossine, i prodotti farmaceutici ed i prodotti della scomposizione dell'ormone. Senza il fegato che funziona alla capacità ottimale, il corpo si avvelenerebbe letteralmente. La funzione epatica di punta assicura che il corpo possa neutralizzare i composti nocivi e regolare lo zucchero ed il metabolismo dei lipidi. La cistifellea serve da serbatoio di stoccaggio per la bile, che è utilizzata nella digestione di alimento.

I livelli anormali di proteina, di albumina, di globulina, di rapporto dell'albumina/globulina, di bilirubina, di fosfatasi alcalina, di deidrogenasi lattica (LDH), di AST (SGOT), di alt (SGPT), di ferro, di colesterolo e di lipoproteine indicano il fegato potenziale/problemi biliari. Questi possono comprendere i danni al fegato indotti dall'alcool o abuso di droga, cancro del fegato, o ostruzione del dotto biliare, tra l'altro. Insieme, l'alt e AST tengono conto la diagnosi differenziale dei disordini connessi con il sistema ed il pancreas epatobiliari. Gli alti livelli della fosfatasi alcalina possono anche indicare anormalmente gli alti livelli della vitamina D o le malattie del fegato o delle ossa.

Rene

I reni, una componente del sistema urinario, contribuiscono a regolare la pressione sanguigna e sono responsabili del regolamento il pH, la concentrazione minerale e della composizione dell'acqua di sangue. I reni filtrano e rimuovono residuo (particolarmente urea) dal sangue e lo eliminano con l'acqua come urina. Il controllo della vostra funzione del rene può aiutarvi ad evitare il danno irreversibile del rene dai farmaci e dalle malattie.

La funzione del rene può essere valutata valutando i livelli ematici di azoto dell'urea nel sangue (PANINO), di acido urico, di creatinina, di rapporto di BUN/creatinine, di sodio, di potassio e di ioni del cloruro. Il PANINO misura l'azoto nell'urea, un prodotto della scomposizione del metabolismo di proteina, nel sangue. La maggior parte delle malattie che colpiscono il sistema renale colpiscono l'escrezione dell'urea dai reni ed eleveranno i livelli del PANINO. La creatinina, un prodotto della scomposizione del fosfato della creatina del muscolo, è espelsa dai reni ed il suo livello può essere usato per valutare il tasso di filtrazione del rene. I livelli elevati anormalmente della creatinina possono indicare la funzione, l'insufficienza renale, o la disidratazione renale alterata ed i livelli in diminuzione possono indicare l'affezione epatica. Il rapporto di BUN/creatinine può contribuire a determinare i fattori che causano la funzione in diminuzione del rene, quale disidratazione. Il sodio, il potassio ed i livelli dello ione del cloruro contribuiscono a valutare lo stato di idratazione e l'equilibrio di elettrolito. Gli alti livelli di potassio possono indicare l'insufficienza renale o la disidratazione, mentre i bassi livelli possono accadere con diarrea, il vomito, o la sudorazione eccessiva.

Livelli di ormone

Testosterone (libero e totale)

I ruoli differenti dei giochi del testosterone dell'ormone in uomini ed in donne, compreso il regolamento di fertilità, di libido e della massa del muscolo. Esiste mentre testosterone libero, che è attivo e non legato come pure in una forma limitata all'albumina o alla globulina obbligatoria dell'ormone sessuale (SHBG). Incluso sia nei pannelli maschii che femminili, il testosterone è prodotto nei testicoli negli uomini, nelle ovaie in donne e nelle ghiandole surrenali sia degli uomini che delle donne.

Circa 50% di testosterone è limitato a SHBG ed al resto all'albumina. Nel siero sia degli uomini che delle donne, meno di 2% di testosterone è trovato tipicamente nello stato (uncomplexed) libero. A differenza di testosterone rilegato, la forma libera dell'ormone può circolare nel cervello e colpire le cellule nervose.6

Il testosterone totale è utile per la funzione gonadica, adrenale e ipofisaria di valutazione negli uomini. In donne, il testosterone totale può aiutare nella valutazione della sindrome di Stein-Leventhal (ovarico policistico), in tumori producenti testosterone dell'ovaia, in tumori delle cortecce surrenali ed in iperplasia adrenale congenita.

Negli uomini, i livelli liberi del testosterone possono essere usati per valutare se il testosterone bioactive sufficiente è a disposizione per proteggere dall'obesità addominale, dalla depressione mentale, dall'osteoporosi e dal diease del cuore. In donne, gli alti livelli di testosterone libero possono indicare il hirsuitism, che causa l'eccessiva crescita dei capelli sul fronte e sul petto ed è spesso indicativi delle ovaie policistiche. Il testosterone aumentato in donne inoltre suggerisce i bassi livelli dell'estrogeno.

Importanza di testosterone in uomini

Negli uomini, la produzione del testosterone è stimolata dall'ormone luteinizzante, che è prodotta dall'ipofisi. L'ormone luteinizzante stimola le cellule di Leydig nei testicoli per produrre il testosterone. I livelli del testosterone diminuiscono normalmente con l'età, cadente a circa 65% di giovani livelli adulti dall'età 75.7 che questo calo in testosterone è parzialmente responsabile dei cambiamenti fisiologici significativi veduti negli uomini di invecchiamento. Infatti, i bassi livelli di testosterone sono associati con i numerosi stati di salute sfavorevoli, compreso libido diminuita, disfunzione erettile, perdita di tono muscolare, densità ossea addominale aumentata, la depressione, Alzheimer e la malattia cardiaca grassi e bassi.

La sottolineatura che descritta qui sotto di studi il valore del mantenimento del testosterone libero giovanile livella:

Depressione. La relazione fra la depressione ed il testosterone è stata valutata in 856 uomini fra le età di 50 e di 89. I risultati di studio hanno mostrato che la depressione è stata correlata significativamente con i livelli più bassi dei livelli (liberi) bioavailable del testosterone, conducenti i ricercatori a suggerire, “il trattamento del testosterone potrebbe migliorare l'umore depresso in uomini più anziani che hanno bassi livelli di testosterone bioavailable.„8

Diabete di tipo II. Uno studio recente nel giornale dell'endocrinologia e del metabolismo clinici ha trovato un collegamento fra il diabete di tipo II ed ha fatto diminuire i livelli del testosterone negli uomini. Secondo S. Dhindsa e colleghi, 33% degli oggetti di studio con il diabete di tipo II ha avuto bassi livelli del testosterone. Questa carenza, citata come ipogonadismo, era il risultato della disfunzione dell'ipofisi. Questo studio era il primo per collegare il ipogonadismo con il diabete di tipo II.9

Aterosclerosi e malattia cardiaca. La relazione fra la coronaropatia ed i livelli del testosterone è stata studiata negli uomini invecchiati 40-60 con e senza aterosclerosi. I ricercatori in Polonia hanno trovato un'associazione significativa fra testosterone diminuito e diminuzioni nella sensibilità dell'insulina e in HDL. Gli autori di studio hanno concluso che i bassi livelli di testosterone totale compaiono spesso con le caratteristiche della sindrome metabolica e possono partecipare alla patogenesi di aterosclerosi.10

Morbo di Alzheimer. Uno studio dall'università del Texas ha trovato che maschi anziani di ipogonadismo con Alzheimer recentemente diagnosticato risposto favorevole a terapia sostitutiva del testosterone. A seguito del trattamento con testosterone intramuscolare (200 mg ogni due settimane per un anno), i pazienti hanno mostrato i miglioramenti nel subscale conoscitivo del morbo di Alzheimer della scala iniziale di valutazione come pure in Mini Mental Status Examination. Il gruppo placebo-trattato “deteriorato gradualmente.„ I ricercatori hanno concluso che il testosterone “potrebbe effettivamente migliorare la cognizione, compreso le abilità visivo-spaziali in delicato per moderare il morbo di Alzheimer.„11

Importanza di testosterone in donne

Sebbene le donne producano soltanto le piccole quantità di testosterone, le prove crescenti indicano che le donne importanti di aiuti di questo ormone mantengono la forza muscolare e si ammassano. I ricercatori che riferiscono nel giornale dell'endocrinologia e del metabolismo clinici hanno trovato che quando le donne obese sono state date le dosi basse di un analogo sintetico del testosterone, hanno perso più grasso corporeo e grasso addominale sottocutaneo ed hanno guadagnato più massa del muscolo, che le donne date il placebo. Le donne testosterone-completate hanno avvertito un leggero aumento nel tasso metabolico a riposo.12

Progesterone (pannello femminile soltanto)

Il progesterone, un ormone steroide prodotto negli uomini e le donne, è sintetizzato in una via biochimica che conduce dal colesterolo al pregnenolone al progesterone, che a sua volta è un precursore ad altre ormoni steroidei, compreso cortisolo, estrogeno e testosterone. In donne, il progesterone è prodotto nel corpo luteo dell'ovaia, nei più piccoli importi dalle ghiandole surrenali e negli importi copiosi dalla placenta durante la gravidanza.

Con l'età d'avanzamento, declino dei livelli del progesterone. A seguito di menopausa, i livelli del progesterone diminuiscono drammaticamente ai livelli quasi inosservabili; con estrogeno, il progesterone basso può essere responsabile di perdita dell'osso che conduce all'osteoporosi. I bassi livelli del progesterone possono anche essere associati con i cicli mestruali irregolari, emorragia pesante, endometriosi e fibroids uterini, seni teneri ed oscillazioni di umore. Gli alti livelli all'dell'estrogeno relativo del progesterone possono causare i livelli aumentati dell'insulina, la sensibilità in diminuzione dell'insulina, l'obesità, la libido riduttrice e la depressione.

DHEA-S

Il deidroepiandrosterone, o DHEA, è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali. I livelli di sua forma solfonata, DHEA-S del siero, misurano la funzione corticale adrenale. I livelli elevati, che alzano durante i suoi anni venti, possono indicare l'iperplasia adrenale congenita, un gruppo di disordini che derivano dalla capacità alterata delle ghiandole surrenali di produrre i corticosteroidi. Fra le età di 70 e di 80, i livelli di DHEA-S diminuiscono a 20-30% di valore di picco. I test clinici stanno valutando il ruolo di DHEA nella memoria ed in Alzheimer.

Secondo i ricercatori, DHEA-S può essere implicato nella longevità. Gli uomini con gli alti livelli di DHEA possono essere meno probabili morire della malattia cardiovascolare colpendo i livelli dei cyto-kines infiammatori interleukin-6 e di TNF-alfa, che fa parte della cascata infiammatoria che è associata con la malattia cardiaca, Alzheimer e perfino determinati cancri.13

Estradiolo

In donne non gravide, l'estradiolo è il tipo il più comunemente misurato di estrogeno. I suoi livelli variano in tutto il ciclo mestruale e la goccia al minimo ma ai livelli costanti dopo menopausa. I livelli aumentati di estradiolo in donna indicano un rischio aumentato di seno o di cancro dell'endometrio.14,15 bassi livelli possono aumentare il rischio per le fratture.

Uno studio recente dai Paesi Bassi ha trovato una chiara associazione fra i livelli di estradiolo e le fratture vertebrali in donne anziane. Le donne con i più bassi livelli di estradiolo hanno avute più di maggior rischio doppiamente di fratture vertebrali di incidente, indipendente da densità minerale ossea. Le donne con l'estradiolo basso combinato con le concentrazioni obbligatorie nella globulina dell'alta ormone sessuale hanno avute un elevato rischio 7,8 volte della frattura vertebrale di incidente. I ricercatori non hanno trovato chiara associazione fra testosterone ed il rischio vertebrale di frattura in donne.16

Estradiolo dei prodotti degli uomini negli importi molto più piccoli delle donne. Per gli uomini, l'estradiolo è un indicatore della funzione ipotalamica e ipofisaria. I livelli aumentati di estradiolo, con i livelli in diminuzione di testosterone, possono accompagnare l'impulso sessuale e la difficoltà diminuiti con minzione. Negli uomini, l'estradiolo ed i livelli del testosterone dovrebbero essere provati insieme.

Negli uomini, la carenza dell'estrogeno è implicata nella patogenesi di osteoporosi. Uno studio dalla Danimarca ha esaminato un gruppo di uomini diagnosticati con osteoporosi. Ha trovato che nessuno dei casi era attribuibile al ipogonadismo (testosterone basso), mentre 38% degli uomini ha avuto livelli inosservabili di estradiolo. I ricercatori conclusivi, “carenza dell'estrogeno è molto più prevalenti della carenza dell'androgeno nell'osteoporosi maschio primaria,„ e “nelle prove di selezione future per osteoporosi negli uomini dovrebbe quindi comprendere la valutazione dell'estradiolo del siero.„17

Omocisteina

L'omocisteina è un aminoacido formato durante il metabolismo di metionina. I livelli elevati dell'omocisteina sono un fattore di rischio indipendente per la coronaropatia e colpo. I dati inoltre indicano che i livelli dell'omocisteina possono essere aumentati di pazienti con la depressione. Carenza di acido folico, una vitamina di B che i ruoli importanti dei giochi nell'umore e nella ripartizione dell'omocisteina, possono essere il collegamento fra la depressione e l'omocisteina elevata.18

Ricercatori nei Paesi Bassi esaminatori se i livelli dell'omocisteina erano un fattore di rischio per il declino conoscitivo in individui normali fra le età di 30 e di 80. Continui dopo sei anni ha rivelato che mentre “una relazione fra il vitamina b12 o acido folico e cognizione era quasi assente, le concentrazioni elevate nell'omocisteina sono state associate con la prestazione conoscitiva più bassa prolungata in questa popolazione di invecchiamento normale.„19

Gli aumenti incrementali nei livelli dell'omocisteina correlano con il rischio aumentato per la coronaropatia. I dati dalla salute dei medici studiano, che ha incluso 14.916 medici maschii in buona salute senza la storia priore della malattia cardiaca, indicato che i livelli altamente elevati dell'omocisteina sono stati associati con un aumento più triplo nel rischio di attacco di cuore su un periodo quinquennale.20

L'omocisteina inoltre sta essendo riconosciuta come fattore di rischio indipendente per le fratture. Secondo due studi pubblicati in New England Journal di medicina nel 2004, i livelli elevati dell'omocisteina sono associati con la frattura osteoporotica dell'anca. I ricercatori olandesi hanno studiato l'associazione fra omocisteina

i livelli e l'incidenza di frattura osteoporotica in 2.406 oggetti hanno invecchiato 55 e più vecchio. Hanno trovato che “un livello aumentato dell'omocisteina sembra essere un forte e fattore di rischio indipendente per le fratture osteoporotiche in uomini più anziani ed in donne.„ Gli autori hanno notato che mentre i supplementi dell'acido folico possono efficacemente ridurre i livelli dell'omocisteina, gli studi supplementari sono necessari valutare se tale terapia ridurrà il rischio di frattura.21

Questi risultati sono stati confermati in un altro studio che ha valutato l'associazione fra i livelli dell'omocisteina ed il rischio di frattura dell'anca negli uomini ed in donne iscritti allo studio del cuore di Framingham. Il RR McLean e colleghi ha detto che i loro risultati “suggerisce che l'omocisteina

la concentrazione, che è facilmente modificabile per mezzo di intervento dietetico, è un fattore di rischio importante per la frattura dell'anca in persone più anziane,„ ma in quella ulteriore “ricerca basata sulla popolazione è necessaria esaminare il ruolo di omocisteina nell'osteoporosi ed in frattura osteoporotica e determinare se la fortificazione nazionale dell'acido folico di alimento contribuirà a ridurre i tassi di frattura dell'anca negli Stati Uniti.„22

Continuato alla pagina 3 di 3