Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2005
immagine

Il programma di perdita di peso di Perricone

Da Nicholas V. Perricone, MD

I pericoli di infiammazione

L'infiammazione acuta è una risposta protettiva del tessuto ad irritazione, alla lesione, o all'infezione ed è caratterizzata da dolore, dal rossore, dal gonfiamento ed a volte dalla perdita di funzione. È, nell'ambito delle circostanze normali, utile e degli aiuti la riparazione del corpo gli effetti del trauma o dell'infezione. Tuttavia, prolungato, l'eccesso, o l'infiammazione cronica diventa nocivi.

Quando l'infiammazione invisibile di qualità inferiore si presenta nelle cellule stesse che comprendono i nostri sistemi dell'organo, un concetto che ho introdotto in mio primo libro, la cura della grinza (2000), siamo disposti al grande rischio per una miriade di malattie degeneranti e relative all'età. Ciò è perché le cellule che sono attaccate tramite infiammazione auto-generata non funzioneranno correttamente (significato che abbiamo fatto qualcosa precipitare una risposta pro-infiammatoria in nostre cellule, così causando la disfunzione ed a volte completare la ripartizione).

Cioè le cellule rispondono al modo che le trattiamo. Se li teniamo sani ed esente dalla lesione, se diamo loro l'alimentazione adeguata, ci tengono forma di funzionamento e viva in cima. Se non facciamo, se li esponiamo a troppo sole, alle tossine ambientali, ai periodi estesi di sforzo, o agli zuccheri ed agli amidi alto-glycemic, le cellule reagiranno producendo i prodotti chimici infiammatori come deviazione del meccanismo di difesa normale. E se maltrattiamo le nostre cellule in questo modo in maniera regolare, possiamo finire con guasto e le malattie del sistema dell'organo come quei elencati, compreso la sindrome metabolica, che può condurre al diabete ed all'obesità.

Questa infiammazione nascosta è un romanzo e “un anello mancante„ precedentemente non riconosciuto nella nostra epidemia dell'obesità.

Questa decade passata ha visto un ritorno completo nel tessuto-migliore adiposo bianco di riguardo degli scienziati di modo conosciuto come grasso corporeo. Più non considerano come deposito inerte delle cellule grasse, immagazzinato come risultato dell'eccesso di cibo. Ora rend contoere che le aree di stoccaggio grasso sono realmente un organo endocrino attivo. Il grasso produce gli ormoni, come fa il nostro pancreas, la tiroide, il paratiroide, ghiandole surrenali, pineale, ipofisarie ed i testicoli/ovaie, gli organi che comprendono il sistema endocrino. Stiamo cominciando a definire il grasso corporeo come gruppo di cellule che comunica con altri sistemi dell'organo quali il cervello, il fegato, il midollo osseo, il muscolo scheletrico, la corteccia surrenale, il sistema nervoso simpatico ed il sistema immunitario completo. Ed il messaggio che stanno comunicando non è buono.

Ciò è estremamente importante perché il grasso corporeo stesso controlla quanto grasso corporeo sta andando essere immagazzinato. Inoltre colpisce il nostro appetito, il nostro dispendio energetico ed il nostro sistema immunitario. Il grasso corporeo compire questo secernendo gli ormoni conosciuti come i adipokines. Adipokines è proteine che fungono da messaggeri in tutto il corpo (più esempi della rete di comunicazioni). Come determinati tipi di citochine, quei messaggeri chimici che hanno attività pro-infiammatoria, adipokines possono contribuire ad infiammazione sistemica, di qualità inferiore, cronica.

Ciò diventa ancor più spaventosa quando cominciamo a capire che la maggior quantità di grasso che abbiamo immagazzinato, il maggior la sua influenza negativa sull'intero corpo, un'influenza estremamente distruttiva e infiammatoria.

Infatti, non sarebbe un allungamento troppo grande per confrontare lo stoccaggio in eccesso del grasso corporeo ad un tumore, per parecchie ragioni valide. Un grande deposito di grasso corporeo può essere così in modo schiacciante al sistema che le cellule grasse devono secernere le sostanze del tipo di ormone per aumentare la crescita del vaso sanguigno necessaria per alimentare l'accumulazione di grasso. Inoltre, come un tumore, la crescita del vaso sanguigno non può continuare con la massa rapidamente crescente delle cellule grasse, che poi cominciano ad essere ossigeno-affamate. Queste cellule ossigeno-affamate cominciano liberare i prodotti chimici infiammatori più ulteriormente per avviare la crescita del vaso sanguigno. Questi stessi eventi sono veduti nella crescita del tumore, pure.

La maggior parte della gente di peso eccessivo, particolarmente l'obeso, ha alti livelli cronici di insulina che cominceranno a cadere non appena cominciano essere a dieta. Ciò è una spada a doppio taglio, poichè i bassi livelli dell'insulina fanno diminuire l'infiammazione, che permette che noi utilizziamo il grasso corporeo per energia. Tuttavia, l'insulina è richiesta per introdurre la proteina nelle cellule mantenere la massa del muscolo. Il sovrappeso o la persona obesa ha cellule che sono insensibili ad insulina dovuto gli loro alti livelli cronici. Cioè il loro corpo così è usato eccessivamente agli alti livelli, non può riconoscere questi nuovi livelli più bassi, così non può da avviare l'assorbimento dell'aminoacido stato necessario per mantenere la massa del muscolo (insulina è necessaria prendere sia lo zucchero che gli aminoacidi nel muscolo).

Ecco perché è critico adottare un approccio antinfiammatorio potente ad essere a dieta. Ricordi, è i prodotti chimici infiammatori, quale NfkB, di cui blocchi gli effetti insulina-se è di metabolizzare la glicemia o di nutrire i muscoli con gli aminoacidi. l'Sovra-esercitazione può più ulteriormente metterci in uno stato catabolico (in quale molecole complesse sono ripartite in quelle più semplici) a causa di più alto requisito delle sostanze nutrienti state necessarie dei muscoli attivi.

Infiammazione, grasso corporeo e malattia cardiaca

Gli scienziati ed i medici ora riconoscono che la malattia cardiaca è mediata dai prodotti chimici infiammatori. Infatti, i cardiologi in previsione del futuro ora stanno misurando la proteina C-reattiva, un indicatore di infiammazione, per identificare i pazienti a rischio della malattia cardiaca. Ciò sta risultando essere sensibilmente più accurata dell'esaminando il colesterolo. Infatti, molti cardiologi ora riferiscono che la proteina C-reattiva elevata è quattro volte più accurata nella malattia cardiaca di predizione di quanto il colesterolo elevato.

la proteina C-reattiva è un tipo speciale di proteina prodotto nelle quantità elevate dal fegato durante gli episodi di infiammazione acuta. I livelli elevati di circolazione di proteina C-reattiva inoltre indicano l'infiammazione dello stomaco. I ricercatori a Uc Davis recentemente hanno trovato che le cellule endoteliali (il rivestimento delicato dell'apparato circolatorio) inoltre producono la proteina C-reattiva, un'individuazione chiave quel contribuisce a spiegare come la formazione di placche è iniziata. Ciò è particolarmente importante perché le cellule endoteliali sono supposte per proteggere le arterie dagli effetti di proteina C-reattiva. I ricercatori inoltre hanno trovato che la proteina C-reattiva può indurre queste cellule endoteliali nelle nostre arterie a produrre una sostanza chiamata inibitore dell'attivatore del plasminogeno, che conduce a formazione del coagulo di sangue.

la proteina C-reattiva può anche condurre all'attivazione dei globuli bianchi nel rivestimento delle arterie per promuovere la formazione di placche. Questi risultati cominciano a spiegare perché quegli individui con grasso corporeo in eccesso sono ad un elevato rischio per la malattia cardiovascolare. Gli scienziati hanno scoperto che il peso in eccesso conduce ad infiammazione cronica di qualità inferiore; l'infiammazione di qualità inferiore e cronica conduce a proteina C-reattiva leggermente elevata, che può condurre alla malattia cardiaca. Mentre i pezzi del puzzle hanno cominciato a venire insieme, ho cominciato a capire perché la gente stava perdendo il peso sulla mia dieta antinfiammatoria. Gli alimenti ed i supplementi che stavo raccomandando di ridurre le grinze e rallentare il processo di invecchiamento inoltre stavano inibendo l'infiammazione che causa l'insulino-resistenza e lo stoccaggio del grasso corporeo.

I PERICOLI di NfkB ELEVATO

Che cosa accade (oltre ad elevare il nostro rischio per la malattia) quando la gente che sta portando il grasso in eccesso ha elevato i livelli di NfkB?

• Interferisce con la capacità del corpo di usare l'insulina,
• aumentando i nostri livelli della glicemia,
• quale infiammazione di accrescimenti poi più ulteriori,
• e ci rende il grasso corporeo del deposito.

Come citato, ho sostenuto il cibo delle quantità ampie di pesce con acqua fredda come il salmone, le sardine, le acciughe, lo sgombro, l'aringa, l'alaccia e la trota-ideale d'Alasca selvaggi, una farina di pesce al giorno. Inoltre ho raccomandato vivamente l'uso dei supplementi nutrizionali come l'olio di pesce omega-3, l'alfa acido lipoico, la carnitina, il CLA (acido linoleico coniugato), la glutamina, il coenzima Q10, l'astaxantina e il dimethylaminoethanol (DMAE).

Perché sono questi alimenti e supplementi così efficaci? Poiché tutti hanno alte proprietà antinfiammatorie. La frutta e le verdure brillantemente colorate segnalano la presenza di antiossidanti, gli anti-infiammatori naturali della natura. Il salmone d'Alasca selvaggio inoltre contiene un antiossidante potente, antinfiammatorio (responsabile sua coloritura rosa-intenso/rossa) conosciuto come astaxantina, riferita per essere più di 100 volte più forte delle vitamine C ed E combinate. Più ulteriormente, ho rend contoere che il singolo agente causativo più potente per la riduzione dell'infiammazione era gli alti livelli dei grassi essenziali che stavo raccomandando. Questi grassi, specialmente gli acidi grassi essenziali omega-3 hanno trovato in pesce ad alta percentuale di grassi e l'olio di pesce, funge da anti-infiammatori potenti e naturali.

Riconoscimento che le grande molti Americani erano di peso eccessivo e le loro diete erano praticamente prive del omega-3s, mi sono fatto le seguenti domande: Potrebbe essere che i bassi livelli degli acidi grassi essenziali esacerbano l'infiammazione e promuovono l'obesità? E potrebbe poi essere che gli alti livelli degli acidi grassi essenziali inoltre riducono l'infiammazione che è trovata nella gente con grasso corporeo in eccesso, quindi accelerante quella perdita?

Forse possiamo trovare la risposta nell'aumento enorme della gente di peso eccessivo che ha sue radici nella mania NO--grassa ed a bassa percentuale di grassi degli anni 80 e continua ad intensificare questo giorno. Le donne in particolare hanno sofferto dalla nozione ridicola e pericolosa che tutto il grasso è cattivo e deve essere evitato a tutti i costi. Non solo non hanno perso il peso, questa moda pericolosa ha accelerato lo sviluppo delle grinze ed ha contribuito ad un'epidemia della depressione e dell'obesità mentali.

La ragione per questa è duplice. In primo luogo, l'inizio della dieta a bassa percentuale di grassi ha privato le cellule cerebrali del grasso sano criticamente essenziale stato necessario per la funzione normale del cervello. Quando dico la funzione “normale„ del cervello, mi riferisco alla produzione di quei messaggeri chimici importanti conosciuti come “i neurotrasmettitori„ che permetta che le cellule cerebrali comunichino tra loro. Tutti sappiamo dalla televisione e dalle riviste che i bassi livelli di serotonina, il classico “si sentono bene„ il neurotrasmettitore, possiamo condurre alla depressione cronica. Privando il cervello dei grassi sani deve produrre la serotonina ed altri neurotrasmettitori, efficacemente stiamo aprendo la porta alla depressione e una miriade di altri mali mentali, comportamentistici, neurologici e psicologici.

In secondo luogo, oltre al danno fatto mediante la privazione dei grassi sani, gli anni 80 hanno visto l'aumento nell'ingestione delle quantità massicce di carboidrati senza grasso e alto-glycemic, quale il dolce onnipresente di cereale o del riso, patatine fritte al forno, biscotti senza grassi, ecc, che ha svolto un ruolo significativo nell'epidemia sia dell'obesità che del diabete di tipo II.

Quando mangiamo questi carboidrati alto-glycemic, vuotiamo le nostre riserve preziose di serotonina. Per esempio, una prima colazione che consiste di un muffin o un bagel a bassa percentuale di grassi con formaggio cremoso ed inceppamento senza grasso e un vetro del succo di frutta, causerà un aumento rapido in glicemia. Ciò provoca un rilascio di serotonina nel cervello, danteci una sensibilità calda e sfocata mentre i carboidrati rapidamente sono convertiti in glucosio (zucchero) dal nostro apparato digerente. Gli alti livelli dello zucchero ora stanno circolando in nostra circolazione sanguigna, che segnala il pancreas per secernere l'insulina per contribuire a portare giù questi alti livelli dello zucchero. Il problema comincia quando l'insulina spinge i livelli della glicemia nei livelli troppo in basso. Il risultato è un declino rapido nei livelli della serotonina, in un calo rapido dentro energia-e in un bisogno quasi irresistibile per il più zucchero e carburatori.

Cioè abbiamo bisogno di un'altra “correzione„ per ottenere indietro la sensibilità calda e sfocata. Infatti, molte donne “auto-medicano„ con i carburatori alto-glycemic nel loro desiderio razionale di sentiresi bene semplicemente. Dico “le donne„ qui perché le donne tendono generalmente ad avere livelli più bassi di serotonina che gli uomini. E questi livelli cadono ancora più basso durante le fasi del ciclo mestruale e quando sono postmenopausali. Per compensare questa, le donne ricorrono agli importi più grandi di consumo dei carboidrati alto-glycemic che le loro controparti maschii. Da molte donne disponga sulle diete a basso tenore di calorie, poi tendono a rinunciare alle proteine sane ed ai grassi sani per compensare le calorie contenute nei carboidrati.

Ciò provoca spesso donne che sembrano più vecchie degli uomini del loro stesso gruppo d'età, perché i grassi e la proteina sani sono necessari per la riparazione cellulare, mentre le diete di alto-CARB accelerano il processo invecchiante. I livelli di variazione dell'insulina e della glicemia li dispongono in una battaglia costante con obesità in eccesso, mentre lo svuotamento della loro serotonina lascia le donne al maggior rischio per la depressione.

Questa situazione spiacente sta contribuendo alla ripartizione della salute mentale e fisica degli uomini, delle donne e dei bambini ad un tasso crescente. Siamo di peso eccessivo, siamo depressi, siamo affaticati e siamo sollecitati. E sempre più di noi, i bambini e gli adulti egualmente, stanno girando verso le soluzioni chimiche e farmacologiche nel problema. Tuttavia, queste “soluzioni„ trattano il sintomo mentre trascurano il problema di fondo. C'è un migliore modo.

Presto ho imparato che quando consumate l'alimento, la sua energia (misurata come calorie) può prendere uno di due percorsi nel corpo:

  • Le calorie dell'alimento possono essere bruciate nei mitocondri per produzione dell'ATP (adenosina trifosfato), di una molecola ad alta energia del fosfato usata per memorizzare e liberare l'energia per lavoro all'interno del corpo. Questo processo completo è conosciuto come “fosforilazione ossidativa.„
  • Spesso mentre otteniamo più vecchi, l'alimento può accendere essere immagazzinato come grasso corporeo (trigliceridi in tessuto adiposo) o essere immagazzinato come glicogeno nel fegato e nei muscoli (glicogeno è la forma in cui gli alimenti sono immagazzinati nel corpo come energia). Se possiamo “disgiungere„ l'ossidazione dalla fosforilazione, le calorie dell'alimento possono essere consumo da termogenesi. La termogenesi esclude l'energia Atp-mediata. Se la maggior parte di alimento che abbiamo mangiato fosse trasformata nel calore del corpo, resteremmo esili e la disposizione.

Questa ricerca mi ha condotto a creare la dieta antinfiammatoria, dove ho scoperto che omega-3 gli acidi grassi essenziali (EFAs) erano gli anti-infiammatori potenti.

Un ruolo importante di EFAs è risultato essere il loro effetto sui livelli dell'insulina. Gli alti livelli di insulina sono pro-infiammatori; ciò è una del peso in eccesso di guadagno della gente di ragioni e non può sembrare perderlo quando sono a dieta. Cronicamente gli alti livelli creano “un'insensibilità„ all'insulina. L'insulina in eccesso continua ad essere scaricata nella circolazione sanguigna, con conseguente stoccaggio di grasso.

Continuato alla pagina 3 di 7