Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2005
immagine

Un fatto poco noto: L'alcool è un agente cancerogeno!

Da Dale Kiefer

La gente associa l'ingestione di alcol in eccesso con il amage della cellula cerebrale e di cirrosi epatica. L'alcool, tuttavia, infligge un effetto più insidioso.

Gli studi epidemiologici indicano chiaramente che coloro che consuma un gran numero di alcool hanno aumentato acutamente i rischi di determinati cancri.

Stanno disturbando particolarmente esofagei ed i tumori al cervello, di cui tutt'e due stanno aumentando di frequenza ad un tasso in modo allarmante. In donne, anche il consumo moderato dell'alcool è collegato con il più alta incidenza del cancro al seno.

In questo articolo, riveliamo che cosa la maggior parte del pubblico non conosce circa gli effetti cancerogeni di ingestione di alcol in eccesso. Poi forniamo un certo orientamento quanto a cui uno può fare per ridurre gli effetti offensivi dell'alcool.

Malgrado il suoi uso ed accettazione diffusi del sociale, l'alcool è uno delle 10 cause della morte e lesioni principali in paesi sviluppati, secondo l'istituto per gli studi dell'alcool in Cambridgeshire, l'Inghilterra.1 l'organizzazione mondiale della sanità (WHO) stima che l'alcool causi ogni anno 1,8 milione morti universalmente, con le proporzioni elevate che accadono in Americhe e l'Europa.

“L'alcool è stato stimato per causare, mondiale, 20-30% di cancro esofageo, affezione epatica, l'epilessia, incidenti automobilistici ed omicidio ed altre lesioni intenzionali,„ il WHO celebre nel suo rapporto 2002 di salute del mondo.2 un 63% stimato degli adulti degli Stati Uniti hanno bevuto l'alcool durante l'anno scorso. L'abuso di alcool si presenta in circa 6% degli Americani e può colpire 10-20% della popolazione ad un certo punto nelle loro vite.L'alcolismo non trattato 3 è stato stimato per ridurre la speranza di vita vicino fino a 15 anni.4

Nei suo 2000 rapporti sugli agenti cancerogeni, il ministero degli Stati Uniti dei servizi sanitari e sociali ha elencato l'alcool come agente cancerogeno umano conosciuto che può causare i cancri della bocca, della faringe, della laringe e dell'esofago. Il rischio è più grande fra i fumatori ed i bevitori pesanti. I Cancri della cavità orale e delle vie respiratorie superiori vanno frequentemente non scoperti fino ai loro stadi avanzati, quando il tasso di mortalità è molto alto; il trattamento chirurgico di queste malignità può causare lo sfregio e le difficoltà con discorso, masticante ed inghiottente. Il rapporto sugli agenti cancerogeni avanza celebre che la prova suggerisce un collegamento fra il consumo dell'alcool ed i cancri del fegato e del seno.5

Gli scienziati sudamericani hanno riferito nel 2003 che i cileni che sono bevitori pesanti (definiti come consumo dei più di 402 grammi di alcool alla settimana) sono sensibilmente più probabili sviluppare il colpo emorragico, “una causa importante dell'inabilità e della morte universalmente.„ Più quattro volte tanto l'aumento nel rischio era indipendente da altri fattori, quali ipertensione, il tabagismo, o l'affezione epatica.6

L'uso e l'uso improprio dell'alcool possono anche demolire la distruzione con il cervello ed il sistema nervoso. Neuropatia-contrassegnato periferico da dolore, dal formicolio e dalla perdita di sensazione e di forza muscolare in estremità-è spesso il primo segno di dipendenza dell'alcool.La neuropatia di 7 alcoolizzati può derivare dagli effetti tossici dell'alcool sul tessuto nervoso o può essere collegata con dalle le carenze nutrizionali indotte da alcool.L'alcool 8 può anche avere estesi ed effetti ampi sul cervello, compreso il contributo agli intervalli di memoria ed al danno conoscitivo.9

Chiaramente, l'alcool è una tossina importante che può contribuire a cancro, al colpo ed al declino neurodegenerative. Difendendosi dagli effetti di questo prodotto chimico letale è determinante per la promozione del benessere ottimale.

Mentre la storia di uso dell'alcool data migliaia posteriori di anni, la chimica di alcool metabolismo-che cosa realmente ha luogo nel corpo quando assimilare-ora stiamo diventando soltanto chiari. Effettivamente, la nostra comprensione degli effetti tossici dell'alcool ancora sta evolvendosi. Sappiamo, per esempio, che il fegato è unicamente suscettibile della lesione dall'alcool, poichè è l'organo responsabile in primo luogo per il metabolismo delle tossine che entrano nella circolazione sanguigna. Mentre la prova suggerisce che bere nella moderazione possa benefici cardiovascolari confer modesti,10,11 non fanno errore-generale che parla, l'alcool sono tossici alle cellule viventi.

Consumato in eccessiva quantità, l'alcool può causare il disturbo al fegato acuto che somiglia a quello causato da epatite virale. L'abuso a lungo termine può provocare l'affezione epatica cronica, la cirrosi ed il rischio aumentato di sviluppare i cancri del fegato, dell'esofago, della bocca, della laringe, del seno, della prostata e del colon.10-18 altri termini, quale l'infezione con l'epatite B o il virus di C, l'obesità, diabete di tipo II, o l'esposizione alle tossine quali aflatossina o il cloruro di vinile, possono aumentare gli effetti cancerogeni dell'alcool in un modo sinergico.16

Uno dovrebbe evitare consumare l'alcool nelle quantità sufficienti per produrre la a mattina-dopo postumi di una sbornia. Descritto come “costellazione dei sintomi fisici e mentali sgradevoli che si presentano fra 8 e 16 ore dopo avere bevuto l'alcool,„19 i postumi di una sbornia possono essere il modo della natura ci che dice di che ci siamo lasciati andare. Infatti, soci di ricerca recenti mattina-dopo i postumi di una sbornia con la memoria diminuita, cognizione e funzioni visive, anche con i livelli di alcol nel sangue nei pressi di zero.19-21 altri studi hanno associato la dipendenza dell'alcool con i livelli significativamente elevati di interleukin-6, una citochina infiammatoria.22

Quando l'astinenza è poco pratica o indesiderabile, è possibile neutralizzare alcuni degli effetti nocivi del consumo dell'alcool. Gli scienziati hanno identificato parecchi agenti naturali che neutralizzano gli effetti contrari dell'alcool sul fegato.

Cirrosi epatica.

Come il corpo disintossica l'alcool

Una volta che ingerito, l'alcool deve eliminarsi dall'ente. Come altre tossine, tuttavia, deve essere trasformato all'interno del corpo prima che possa essere rimosso sicuro. Questa trasformazione, o il metabolismo, dell'alcool comprende due punti importanti. In primo luogo, è ossidato ad un composto intermedio, acetaldeide, con l'azione di un enzima chiamato alcol deidrogenasi, o di un enzima secondario, catalasi. Ciò inizialmente ha luogo, appena, nello stomaco e poi, in misura molto maggior, nel fegato. Dopo che l'etanolo (alcool) è convertito in composto dell'acetaldeide-un ancor più tossico che alcool-un altro enzima, deidrogenasi dell'aldeide, acetaldeide dei convertiti ad acetato, che finalmente è convertito in anidride carbonica ed in acqua inoffensive.23,24

Un sistema secondario di disintossicazione dell'alcool comprende una famiglia delle proteine di disintossicazione conosciute come gli enzimi del citocromo P450, che inoltre contribuiscono a metabolizzare l'alcool. Conosciuto come il sistema d'ossidazione dell'etanolo microsomico (MEOS), questa seconda via metabolica inoltre trasforma l'alcool ad acetaldeide. Un radicale libero altamente reattivo conosciuto come 1 idrossietilico è creato come sottoprodotto di questa conversione.23,25-32

Un altro sottoprodotto metabolico prodotto durante la ripartizione di acetaldeide è un prodotto chimico chiamato diacetile. Questo metabolita precedentemente trascurato può svolgere un ruolo importante nella generazione lo sforzo ossidativo che può finalmente condurre allo sviluppo delle malattie quali Alzheimer e cancro come pure delle mutazioni genetiche.33

Donne al rischio speciale

Poiché gli uomini producono più alcol deidrogenasi in loro stomaci e fegati che le donne, metabolizzano il più alcool durante il metabolismo di primo passaggio che le donne. Le donne, d'altra parte, contano più molto sulla capacità di disintossicazione dei loro fegati. dovuto questa differenza relativa alle differenze fra i sessi, donne sono colpiti più profondo degli uomini dalle dosi equivalenti dell'alcool,34-37 e sono inoltre più suscettibile degli uomini della minaccia di sviluppare il fegato grasso, il cancro, la cirrosi del fegato e la lesione cerebrale quando bevono.

Ricerche di CT delle sezioni attraverso il corpo di un paziente femminile con cancro del fegato. Le chiazze scure in rosso/fegato arancio sono tumori.

Gli studi recenti suggeriscono che alcuni Asiatico-che dimostrino i polimorfismi genetici, o la variabilità nei geni che codificano per gli enzimi alcol deidrogenasi ed aldeide deidrogenasi-siano al rischio elevato di sviluppare l'affezione epatica riferita l'alcool, come sono afroamericani di qualsiasi sesso.38,39 infatti, gli afroamericani sono stati la morte della cirrosi epatica ad un maggior tasso che i bianchi dell'età comparabile per i 40 anni ultimi.40 tuttavia, nè gli uomini nè le donne hanno tutti i vantaggi relativi quando si tratta della protezione contro gli effetti tossici del 1 radicale idrossietilico potente.

Poiché l'alcool ha valore calorico sostanziale (7,1 calorie per grammo), può spostare le sostanze nutrienti ordinarie nella dieta, compreso gli antiossidanti quale vitamina C, quindi causante la malnutrizione primaria.La malnutrizione secondaria 23 può accadere più successivamente nel corso di uso cronico dell'alcool, quando l'alimento più correttamente non si digerisce ed assorbito dal tratto gastrointestinale.30,41-43

L'abuso di alcool a lungo termine conduce spesso ad una circostanza conosciuta come la cirrosi, che è responsabile del tasso alto di mortalità fra i bevitori pesanti. Mentre l'affezione epatica era lungo probabilmente causata da malnutrizione, gli scienziati finalmente hanno dimostrato che l'alcool causa la cirrosi epatica anche in assenza delle carenze nutrizionali. La cirrosi epatica era la dodicesima causa della morte principale negli Stati Uniti nel 2000.35,44

La correlazione fra ingestione di alcol e la cirrosi è confermata nei dati epidemiologici riuniti nel secolo scorso. Per esempio, gli scienziati canadesi recentemente hanno analizzato il consumo dell'alcool e l'incidenza della cirrosi negli Stati Uniti prima, durante e dopo la proibizione. I dati forniscono la prova notevole della correlazione vicina fra bere e l'incidenza della malattia. Mentre il consumo dell'alcool si è precipitato durante l'era di proibizione, la cirrosi ha seguito molto attentamente il vestito. Con l'abrogazione della proibizione, bere ripreso con lo slancio, come ha fatto diagnosi di cirrosi epatica mortale. La relazione scellerata di causa-e-effetto fra il consumo dell'alcool e la cirrosi micidiale continua a questo giorno.35

Continuato alla pagina 2 di 4